Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

I segni di ZakSlice nell’anima della Val d’Orcia - Mostra fotografica a Pienza (SI) dal 26 maggio al 26 agosto 2018

E’ dedicata a uno dei paesaggi più belli del mondo, patrimonio dell’UNESCO, l’esposizione che propone singolari visioni tra pittura e fotografia

“I segni di ZakSlice nell’anima della Val d’Orcia”: è dedicata a uno dei paesaggi più belli del mondo, patrimonio dell’UNESCO, l’esposizione che propone le singolari visioni fatte di pittura e fotografia, frutto del nuovissimo progetto firmato da Andrea Lensini e Daniele Zacchini.

La mostra che sarà inaugurata DOMANI sabato 26 maggio alle ore 18 è ospitata a Pienza (SI), nel suggestivo Chiostro di San Francesco, che si affaccia davanti a uno scorcio mozzafiato della Val d’Orcia, dove lo sguardo accarezza un panorama dolce e composto che si allunga fino al materno profilo del Monte Amiata.

Il lavoro di ZakSlice parte proprio da questo universo visivo: Andrea e Daniele –entrambi senesi- si sono confrontati con un paesaggio a loro molto caro ma al contempo conosciutissimo e celebrato da artisti di ogni tempo, cercando di raccontarlo in modo nuovo, sorprendente, diverso.

A partire dalla tecnica usata per realizzare le opere, ovvero lo slice un complesso procedimento di lavorazione che unisce materia ed emozione.

Si parte da uno scatto fotografico che viene stampato su una superficie sempre diversa, dall’affresco, al legno, dal ferro all’acciaio fino a materiali di riuso. Quindi l’immagine viene interpretata pittoricamente con l’uso di colore acrilico e spatola con l’obbiettivo di esaltare le linne essenziali che la caratterizzano.

Nulla è lasciato al caso: la ricerca di ZakSlice parte dagli studi di Fibonacci in modo particolare quelli dedicati alla sezione aurea, anima e regola dell’universo, gioco della matematica a cui si ispirano la natura, gli esseri viventi, le galassie, e da cui Daniele e Andrea traggono il senso estetico del loro “fare arte”.

A Pienza saranno 23 le opere in mostra, di vario formato e capaci di restituire emozioni differenti.

“I segni di ZakSlice nell’anima della Val d’Orcia” è organizzata da ZakSlice in collaborazione con la Terrazza del Chiostro e resterà aperta fino al 26 agosto.

L’ingresso è libero.

Orario: tutti i giorni, dalle ore 10 alle ore 22.


Andrea Lensini: fotografo professionista dal 1994, segue le orme del padre e con lo studio fotografico Lensini Foto realizza innumerevoli pubblicazioni d’arte. Collabora con i più importanti centri culturali e artistici tra cui The Getty Center For the History of Art della California, Metropolitan Museum di New York, National Gallery di Londra, Shogakukan di Tokio. Tra le altre attività ha realizzato campagne fotografiche pubblicitarie.

Daniele Zacchini: dopo la formazione al Liceo Artistico si specializza nell’arte del restauro e acquisce inoltre esperienze significative nel mondo della comunicazione visiva, della pittura a olio, nella lavorazione del legno.
Inizia al sua attività artistica nel 1999 che lo vede negli anni protagonista di innumerevoli mostre personali.

ZaKSlice: nel 2016 Andrea Lensini e Daniele Zacchini creano il marchio d'arte “ZakSlice” un progetto di design per la valorizzazione dell'arte nel quotidiano attraverso l’abbigliamento, l’arredamento, gli oggetti di uso comune (www.zakslice.it).

Festa delle Ortensie a Bolsena (VT) dal 15 al 17 giugno 2018


Cresce l’attesa, a Bolsena, per uno degli eventi più prestigiosi nel panorama estivo della Tuscia, la Festa delle Ortensie che si terrà, nel caratteristico borgo affacciato sul lago vulcanico più grande d’Europa, dal 15 al 17 giugno.
Tre giorni di profumi e colori che inonderanno piazze, vicoli e scorci, e nei quali la protagonista assoluta sarà l'hydrangea, arbusto di origini orientali in esposizione in molteplici varietà di forma, dimensione e colore.

La manifestazione, alla ventesima edizione, è organizzata dall’associazione Amici delle Ortensie e dal Comune di Bolsena e, di anno in anno vede crescere il numero di espositori e di partecipanti, curiosi o semplici appassionati che non sanno resistere alla bellezza di questi splendidi fiori.

L’obiettivo con cui nasce la manifestazione è, oltre a quello prettamente turistico, anche quello di di valorizzare e divulgare la conoscenza delle ortensie, attraverso un’operazione di promozione diretta e di incontro tra vivaisti specializzati e produttori a livello sia nazionale che internazionale.

La Festa delle Ortensie, inserita proprio nel periodo di massima fioritura delle piante, riempirà con colori che vanno dal bianco, al rosa, all'azzurro, l’intero centro storico di Bolsena, in un percorso variopinto di straordinaria suggestione da corso Cavour, a piazza San Rocco fino a piazza Matteotti.

All’interno dell’esposizione previsti inoltre numerosi spazi culturali ed enogastronomici, con mostre pittoriche e degustazioni di prodotti tipici inseriti in specifici itinerari enogastronomici.
Info Ufficio Turistico Bolsena 0761 799923
Associazione Amici Ortensie 334/2592506

A Spasso nel Tempo, Celle Ligure (SV) 1/3 giugno 2018




Da venerdì 1 a domenica 3 giugno 2018, torna il grande evento di Celle Ligure dedicato alle due e quattro ruote, esclusivamente d'epoca, ideato ed organizzato dal Consorzio Promotur, con il patrocinio dei Comuni di Celle Ligure, Cogoleto ed Arenzano. Un vero e proprio viaggio nel tempo, grazie ad una trentina di macchine d'epoca, prodotte esclusivamente fra gli anni '10 e '40 del Novecento e una serie di moto costruite a partire dagli anni '40, pezzi unici da ammirare, capolavori che hanno fatto la storia dell'auto e dei motori. E poi un grande omaggio al più illustre dei cellesi: Gepin Olmo, uno dei grandi ciclisti degli anni Trenta, professionista dal 1933 al 1942 e fondatore della fabbrica che ancora porta il suo nome. Gepin vinse la medaglia d'oro olimpica nel 1932 nella cronosquadre, la medaglia d'argento ai mondiali del 1931, venti tappe al Giro d'Italia, dove fu secondo nel 1936 dietro Gino Bartali e la Milano-Sanremo due volte, nel 1935 e nel 1938. Nel 1935 al Velodromo Vigorelli conquistò il record dell'ora, infrangendo per primo il muro dei 45 chilometri orari.

L'evento si articolerà in tre giornate: l'arrivo delle auto sul lungomare di Celle Ligure comincerà nel pomeriggio di venerdì 1 e seguirà la sfilata dei partecipanti fino al Comune di Cogoleto (con il passaggio sullo splendido lungomare Europa) dove le auto sosteranno sulla passeggiata e nel centro, fino a sera, accolte dal gruppo storico della città di Cristoforo Colombo. Il mattino del sabato vedrà le auto riposizionate sul lungomare Crocetta di Celle, che sarà anche la sede di un piccolo minisprint a cura dell'ASD Nova Unione Velocipedistica Italiana: una ventina di ciclisti d'antan si sfideranno su bici d'epoca in una corsa contro il tempo. Alle ore 11.30 sfilata fino al Comune di Arenzano dove le auto saranno in esposizione sul lungomare per tutta la giornata. Seguirà il rientro a Celle e alle 21.30 sul palco centrale di piazzetta Arecco, un grande salto indietro nel tempo, con la musica swing manouche degli Amici di Django.

La giornata clou, per Celle, sarà quella di domenica, quando il centro storico si trasformerà in una e vera e propria galleria d'arte in cui le opere saranno le fantastiche auto, e moto d'epoca... Dalle 9 alle 18, via Boagno e piazza del Popolo diventeranno una galleria dell'auto: tra le novità in esposizione una BUICK MODEL 10 del 1910, una CHRYSLER PLYMOUTH ROADSTER del 1928, ma si potranno ammirare anche la FORD MODEL A, immatricolata nel 1929, assemblata nello stabilimento di Buenos Aires in Argentina, e arrivata in Italia nel 2002 dopo avere trascorso la sua esistenza nello stato di Mendoza. Della francese CITROEN avremo la B14 C BERLINA del 1928, che ci porterà indietro nel tempo fino al Salone di Parigi e la TYPE C TREFLE, immatricolata nel 1923, progettata e realizzata per un pubblico femminile, cosa assolutamente insolita all’epoca. Degli anni '30, in esposizione la CITROEN ROSALIE, per mostrare l'evoluzione nelle linee, quando la spigolosità degli anni '20 viene addolcita e smussata dando luogo a forme più morbide e tondeggianti. Ed ancora la RENAULT MONAQUATRE, che dà inizio alla ricerca aerodinamica che ha interessato l’intera produzione automobilistica mondiale negli anni '30. E poi altre case automobilistiche come la MORRIS, che è stata, negli anni '30, la prima per vendita nel Regno Unito, o la francese DELAHAYE, di cui sarà possibile ammirare la 135 MS vettura di lusso, vincitrice di numerose gare internazionali, senza dimenticare LANCIA e FIAT, con i modelli Augusta, Aprilia e 508.

Via Consolazione, via Aicardi e piazza Sisto IV saranno la sede di un'esposizione di moto d'epoca per una breve storia sul mondo delle due ruote: un vero e proprio viaggio nel tempo e tante curiosità per gli appassionati, che potranno perdersi fra diverse meraviglie, in una vera atmosfera vintage. Ancora una volta, inoltre, Celle renderà omaggio ad una sua grande eccellenza e cioè la bici Olmo: un omaggio al marchio e alla storia di Gepin Olmo, nella sua duplice veste di atleta e di imprenditore. Celle celebra un suo grande figlio, ripercorrendo la sua vita leggendaria, dalla passione per la bici, alla corse indiavolate, le straordinarie vittorie e poi la grande intuizione, la fabbrica, che ha reso immortale il suo nome.

Un weekend ricco quello di Celle, ad aprire un'estate di grande eventi: primo appuntamento venerdì 8 e sabato 9 con Acciugalonga, il grande percorso gastronomico dedicato alla regina del mar ligure!!!


Info:
Consorzio Promotur, tel. e fax 019/991774 celle_promotur@libero.it
Seguici su Facebook (WCELLE) e Instagram (W_Celle)



“Omaggio ad Elena” cena gourmet e visita a lume di candela al Castello Orsini di Vasanello (VT) il 29 maggio 2018

Tutto pronto, al castello Orsini di Vasanello, per l’appuntamento di martedì 29 maggio con la rassegna “Omaggio ad Elena” .
La rassegna, iniziata lo scorso 27 aprile nella suggestiva dimora storica del XIII secolo, si propone di coniugare cultura ed enogastronomia, abbinando, di volta in volta, deliziose cene gourmet proposte dai nomi più autorevoli del settore con momenti di arte, musica e pittura.
Tre chef, tre cantine, tre appuntamenti di prestigio in una cornice ricca di storia com’è la Sala d’Armi che ospita gli eventi, il tutto in ricordo di Donna Elena Misciattelli, prematuramente scomparsa qualche tempo fa.
L’iniziativa, con il patrocinio del Comune, ha l’obiettivo di dar vita ad un vero e proprio viaggio nel gusto e nei sapori ricreando, nello stesso tempo, l’eleganza di un moderno convivio.
La finalità è quella di contribuire al restauro degli affreschi del Piano Nobile, uno tra i desideri più sentiti della marchesa.
Il prossimo appuntamento si terrà martedì 29 maggio.
A partire dalle 19.30 gli ospiti saranno accompagnati in una visita guidata negli appartamenti del Piano Nobile, dove visse Giulia Farnese detta “La Bella”.
Qui si potranno ammirare gli imponenti dipinti realizzati in occasione delle nozze di Giulia Farnese con Orsino Orsini ed i cassettoni attribuiti alla scuola del Pinturicchio, oltre a conoscere le vicende e gli intrighi di corte che hanno animato la dimora frequentata anche dai Borgia.
A seguire, alle 20.30, Riccardo Mattoni, executive Chef presso Locanda Palazzone di Orvieto, delizierà gli ospiti con un imperdibile viaggio sensoriale tra profumi e sapori.
Mattoni  giovane e geniale, si forma, sin da ragazzo, con lo chef abruzzese Antonio Sciullo, presso la scuola romana “A tavola con lo chef” .
Seguono poi importanti esperienze presso famosi ristoranti come Le Tamerici e Pascucci al Porticciolo.
Suggestioni marinare, frutto di una cucina curata nei più piccoli dettagli, importanza delle materie prime assoggettate alla stagionalità dei prodotti, sapori classici della tradizione elaborati con un leggero tocco di profumi esotici, sono le caratteristiche delle sue proposte.
Nella cena gourmet del 29 maggio Mattoni presenterà alcune tra le sue specialità come appetizer, baccalà in olio cottura al profumo di limone su cavolfiore, insalata liquida di rape con mousse al formaggio e chips di guanciale e daikon, gnocchi di seppia finocchio e tartufo, pancia di manzo brasata con pesche e pesto di rucola ed, in finale una sfera di cioccolato fondente con crema al mascarpone e passion fruit.
L’abbinamento sarà con i vini dell’azienda Palazzone di Giovanni Dubini, venticinque ettari di vigneto, impiantati già dagli anni ’60 su terreni di origine sedimentaria e argillosa, con una vista emozionante sulla rupe di Orvieto, che producono vini di grande complessità e carattere, rappresentando una tra le più autorevoli e significative realtà enologiche umbre.
Posti limitati ed esclusivamente su prenotazione a:
Maria Gabriella Santarelli + 39 3286552632, 3389082868
castellorsinivasanello@gmail.com

XX° Sagra Trofie con Radicchio e Porcini – Gnocchi alla Borgense" dal 22 al 24 giugno 2018 – Misciano di Montoro (AV)




Anche quest’anno, per il ventesimo anno consecutivo l’Associazione Socio Culturale “Il Castello”, organizza a Montoro località Misciano in provincia di Avellino, la XX° Sagra Trofie con Radicchio e Porcini – Gnocchi alla Borgense, dal 22 giugno al 24 giugno 2018, paese ricco di storia e dell’atmosfera tipicamente medievale.
La Sagra Trofie con Radicchio e Porcini e Gnocchi alla Borgense è diventata un appuntamento significativo per chi ama le cose semplici e genuine della nostra terra.
L’iniziativa che ogni anno riscuote sempre un notevole successo, risponde alla sempre più crescente domanda di vecchi sapori tradizionali e ha lo scopo di valorizzare e promuovere il eno-gastronomico dell’intero patrimonio territorio montorese.
Una manifestazione che sta diventando ormai un fenomeno di costume e di aggregazione per tutti gli abitanti di Montoro.
Non mancherà la buona musica, tutto all’insegna del divertimento e dell’allegria più genuina, senza inutili schiamazzi ma godendo del senso di pace che si respira in ogni angolo del paese.
I principali piatti da degustare sono:
- Trofie con Radicchio e Porcini;
- Gnocchi alla Borgense;
- Risotto con Porcini;
- Scaloppina con Porcini;
- Salsiccia alla brace con Porcini;
- Panino con Salsiccia con vari contorni;
- Patatine;
- Frittelle;
- Dolce;
- Vini Doc Irpino.

Grande novità prodotti senza glutine.

Ampio parcheggio custodito. Parco gioco per bambini curato da una lutodeca.

Infoline: 331.2564618 – 347.1888680
info@associazioneilcastello.com

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More