Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

Festa del Polentone a Castel di Tora (RI) 18 febbraio 2018


Sagra che rappresenta la tradizione storica del paese: polentone condito con sugo a base di pesce “povero”:aringhe, baccalà, tonno e alici. La tradizione del Polentone è datata verso il 1920 (ma c’è chi sostiene che sia anteriore), probabilmente importata dai reduci della guerra del 1915-18, e di anno in anno si è tramandata dalla popolazione di allora sino ad oggi. Fino agli anni ’70, la festa si svolgeva il mercoledì delle ceneri nella Piazza San Giovanni, precedente una raccolta di generi alimentari, cui contribuivano tutte le famiglie del paese, ricevendo in cambio la distribuzione gratuita del polentone, unico pasto per sfamarsi in quel periodo di povertà e miseria. Oggi la festa ha assunto caratteristiche tipicamente folcloristiche e soprattutto turistiche con rilevanza nazionale.

La Pro loco è tra i soci fondatori dell’Associazione Culturale Polentari d’Italia che riunisce 16 località italiane accomunate da Feste o Sagre della Polenta.

Info
info@prolococastelditora.it

Carnevale storico della Coumba Freida - Valpelline (AO) 3 febbraio 2018


La tradizione lega la nascita del carnevale al passaggio di Napoleone attraverso il Colle del Gran San Bernardo, nel maggio del 1800, durante la campagna d’Italia. I costumi sarebbero dunque la trasposizione allegorica delle uniformi dei soldati francesi. Ritroviamo inoltre l’orso che rappresenta l’avvicendarsi della primavera; le code dei muli, che rappresentano i venti e servono per allontanare le correnti d’aria nefaste; gli specchi sui costumi, che devono scacciare gli spiriti maligni; il colore rosso, che simboleggia la forza e il vigore e che, anch’esso, ha il potere di esorcizzare i malefici e le disgrazie. Durante il corteo, le maschere visitano le famiglie; entrano nelle case, ballano nelle strade e nelle piazze, mangiano e bevono ciò che viene loro offerto.

PROGRAMMA
Ore 9.00
partenza della Benda delle Landzettes e visita alla frazioni di Valpelline
Ore 14.00
partenza dal Municipio delle Landzettes e del carro con le mascherine del carenvale dei bambini; sfilata nelle vie del paese e visita alle famiglie del Capoluoog
Ore 16.00
degustazione prodotti tipici nella Piazza del Paese

Info

Antiqua alla Fiera di Genova, la qualità torna protagonista dal 20 al 28 gennaio 2018



I tè delle cinque,
l’arte spiegata dagli esperti e la musica del Conservatorio

Antiqua riparte dall’Accademia Ligustica
e fa “rete” con le migliori realtà culturali della città

Dalla Rudge Ulster della scuderia Ferrari alla Torpedo Blu,
un omaggio alle due e quattro ruote d’epoca firmato Veteran Car Club Ligure



Conto alla rovescia per l’apertura della ventottesima edizione di Antiqua, la prima organizzata direttamente da Fiera di Genova. Domani alle 19 l’inaugurazione a inviti, l’apertura al pubblico da sabato 20 a domenica 28 gennaio nel padiglione Jean Nouvel. Antiqua 2018 punta sull’eccellenza del prodotto, sulla selezione degli antiquari presenti e su una più stretta collaborazione col territorio, sottolineata dalla presenza di una prestigiosa selezione di dipinti di grandi pittori genovesi e da pregiati arredi “quadrifoglio”.
La qualità degli arredi, dei dipinti, dei gioielli, dei tappeti e degli oggetti da collezione sarà assicurata dalla partecipazione dei migliori antiquari liguri e italiani e messa in luce dall’attività della Commissione degli esperti, che segnaleranno le eccellenze in esposizione, tra loro il curatore del Museo dell’Accademia Ligustica Giulio Sommariva, il direttore del Museo di Palazzo Reale Serena Bertolucci e la storica dell’arte Paola Costa Calcagno, che sceglieranno e segnaleranno unicità e particolarità presenti in mostra.
Grazie al Veteran Car Club Ligure l’allestimento di Antiqua, sarà arricchito da alcune rare auto d’epoca, scelte tra gli esemplari più apprezzati e attesi dagli appassionati. Tra le altre meritano una citazione la moto della scuderia Ferrari modello Rudge Ulster del 1936, vincitrice del campionato italiano e la Fiat 509 Torpedo Blu del 1928, resa ancor più celebre dalla famosa canzone di Giorgio Gaber.

Grazie alla partnership con Banca Carige si potranno scoprire autentici tesori della tradizione ligure: quattro tele della scuola ligure del ‘600, il “Transito di San Giuseppe” e “San Giuseppe confortato da un angelo musico” di Gioacchino Assereto, l’“Ecce homo” di Giacomo De Ferrari e l’”Ecce homo” di Valerio Castello. Si potrà poi ammirare una selezione della preziosa collezione numismatica della Banca, oltre centotrenta monete coniate dalla Zecca della Repubblica di Genova nell’arco dei sette secoli della sua esistenza, a partire dal 1139.
Il collegamento tra Antiqua e il mondo dell’alta formazione è garantito dal rinnovato legame con il nascente Politecnico dell’arti. L’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova sarà presente con alcuni studenti del corso di Costume per lo Spettacolo, coordinati dalla docente Francesca Marsella. In un vero e proprio laboratorio di sartoria teatrale saranno realizzati due costumi d’epoca femminili ispirati alla Moda e al Teatro del Cinquecento. Per confezionare gli abiti si partirà dai cartamodelli originali dell’epoca e si utilizzeranno vecchi jeans di riciclo e tessuto di jeans reinterpretato, in modo libero e creativo, attraverso tecniche pittoriche, decorative e sartoriali.
Il laboratorio sarà attivo dal lunedì al sabato, dalle ore 15 alle ore 17, nelle due domeniche dalle ore 16 alle ore 18. Il Conservatorio Niccolò Paganini sarà impegnato nelle giornate di lunedì, mercoledì e giovedi tra virtuosismi e jazz.

Con “I tè delle cinque” l’arte spiegata dagli esperti, Antiqua 2018 apre una nuova strada nel rapporto tra la mostra e il mondo dell’arte. Ogni giorno, esclusa la domenica, i più autorevoli esperti d’arte della città sviscereranno aspetti legati all’offerta culturale della città.

In allegato il calendario degli incontri, che dopo un dolce intermezzo offerto da Poldo Pasticceria, proseguirà nelle giornate dal 22 al 26 gennaio con un’esibizione musicale a cura del Conservatorio

L’inaugurazione venerdì 19 gennaio
Durante la serata inaugurale a inviti (venerdì 19 gennaio ore 19.00) grazie ad un’iniziativa di Banca Carige il Maestro Andrea Bacchetti eseguirà al pianoforte alcuni brani di Johann Sebastian Bach.

Convenzioni museali
La rete con le più importanti istituzioni culturali cittadine consentirà ai visitatori della manifestazione di usufruire, presentando il biglietto di Antiqua, di tariffe scontate per l’ingresso al Museo di Palazzo Reale, al Museo dell’Accademia Ligustica di Belle ,nei Musei Civici e a Villa Durazzo Pallavicini, che grazie ad una apertura straordinaria inaugurerà dopo decenni proprio nei due weekend di Antiqua due imbarcazioni che consentiranno gite sul Lago Grande, nel cuore del parco come ai tempi di Michele Canzio.

Patrocini, collaborazioni e supporto
Antiqua 2018 ha il patrocinio di Regione Liguria, Camera di Commercio, Accademia Ligustica di Belle Arti e Conservatorio Niccolò Paganini e si avvale della collaborazione di Banca Carige, del Museo di Palazzo Reale, dei Musei Civici, di Villa Durazzo Pallavicini, degli Amici dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, del Veteran Car Club Ligure e di Convention Bureau Genova. Partner tecnico de “I tè delle cinque” è Poldo a Pasticceria.
Hanno contribuito al supporto della manifestazione Del Guasta studio immobiliare, Maico Bioacustica ed Eve pellicceria.

Orari di apertura e biglietti
Antiqua sarà aperta nei due finesettimana dalle 10 alle 20, da lunedì a venerdì dalle 14 alle 20. Il biglietto d’ingresso costa 12 Euro, ridotto 8 Euro.
Possono usufruire del biglietto ridotto i clienti di: Banca Carige (presentando una carta Carige), Feltrinelli (titolari Cartapiù e Multipiù), soci del Touring Club Italiano, soci Coop Liguria, Amici dell’Accademia Ligustica di Belle Arti e del Conservatorio Niccolò Paganini.

Info 

29° Sagra dei biligocc - Casale di Albino (BG) 4 febbraio 2018



Castagne in passerella, a Casale, nella prima domenica di febbraio.
In programma la tradizionale «Sagra dei biligocc», cioè la festa della castagna affumicata e bollita, i «biligocc» appunto, che qui a Casale, e più in generale in Valle del Lujo, hanno trovato la loro patria di elezione, grazie al Gruppo Culturale «Amici di Casale».
Ecco, il procedimento.
Dapprima, in autunno, si scelgono le castagne: non tutte, infatti, si prestano alla «mutazione». Le migliori sono le «ostane» e le «careàne», dolci e di buona pezzatura.
Dopo la selezione, vengono poste sull’affumicatoio,un ampio locale dove, all’altezza di tre metri, è collocata una graticola («grat»), costruita in legno di «nes» (ontano) o di castagno, su cui vengono distese le castagne.
Sotto il graticcio, si apre la stanza del fumo, un secondo locale dove si espande un fumo denso e profumato, proveniente da un fuoco che brucia nella sottostante «stanza del camino» (qui, siamo solitamente a pian terreno).
Le castagne vengono rimestate due volte al giorno con i rastrelli. Non si devono bruciare, infatti. E così si va avanti per circa 40 giorni.
Dopo l’affumicatura, siamo ormai a dicembre, le castagne vengono riposte in sacchi di juta, in attesa di essere poste in ebollizione. Questa operazione si verifica soltanto qualche giorno prima della sagra.
Su una «foghèra» (fuoco all’aperto), viene sistemato un pentolone (caldaia), dove in 150 litri circa di acqua si fanno bollire dagli 80 ai 100 kg di castagne.
Alla fine di ogni cottura, si gettano nella caldaia alcuni secchi di acqua fredda, che danno alle castagne la caratteristica «grinzosità». Tolti dall’acqua, ecco pronti i biligocc.

Info
info@valledellujo.it

Sondrio Choco Fest "Festa del Cioccolato" dal 9 all'11 marzo 2018


Dopo un anno Ritorna a Sondrio la Festa più Gustosa dell'anno, 3 giorni di festa con un evento ricco di contenuti per adulti e piccini, incontri con i maestri cioccolatieri, lezioni e laboratori cioccolatosi per tutti;

Tutti i golosi di cioccolato potranno dare libero sfogo alla fantasia e assecondare la propria voglia di dolcezza prendendo d’assalto gli stand sempre aperti dalle 09 alle 20.
Ce n’è per tutti i gusti: cioccolatini e praline, creme spalmabili e tavolette, liquori e creazioni artistiche al cioccolato, sculture e laboratori che lasceranno tutti a bocca aperta.

Previsti anche i laboratori dedicati ai bambini, il sabato e la Domenica dalle 10 alle 12:30 e dalle 14 alle 17:30 (costo 5 euro) durante i quali si potrà giocare con il cioccolato e realizzare delle piccole dolci creazioni da portare a casa.
Radio Partner Radionumber1 - un evento realizzato con il patrocinio di Confartigianato Sondrio

Info

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More