Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

La Torre - Mostra personale di Neo Rauch e Rosa Loy a Vicenza dal 5 maggio al 31 agosto 2019

La Fondazione Coppola è lieta di annunciare l’apertura della propria sede espositiva presso il Torrione di Vicenza (corso Palladio 1), con la mostra La Torre, curata da Davide Ferri: la prima personale in Italia degli artisti Neo Rauch (Lipsia, 1960) e Rosa Loy (Zwickau, 1958). Il progetto nasce per volontà del mecenate e imprenditore Antonio Coppola, che ha acquistato e donato il Torrione medievale al Comune di Vicenza in cambio di un usufrutto di trent’anni, l’ha sottoposto a un meticoloso lavoro di restauro a cura dello studio UP3 Architetti Associati, sotto l’attenta supervisione della Soprintendenza, restituendo alla città un bene pubblico diventato oggi un polo per l’arte contemporanea.

La prima mostra, che presenterà una serie di opere inedite, tra dipinti e disegni, di Neo Rauch e Rosa Loy, appositamente pensate per gli spazi del Torrione, rappresenta la possibilità di avvicinarsi al lavoro di due figure chiave della scena della pittura internazionale degli ultimi decenni. La loro esperienza è fortemente legata alla città di Lipsia, dove, dall’inizio del Novecento fino agli anni Duemila, è andato formulandosi un linguaggio figurativo che ha formato un’importante scuola di pittura (la scuola di Lipsia, appunto) che ha coinvolto diverse generazioni di artisti tedeschi.

Neo Rauch, in particolare, ha rivestito un ruolo cruciale negli anni immediatamente successivi alla fine dell’ex DDR: figura di raccordo tra diverse generazioni di artisti, punto di riferimento per i pittori che hanno fatto parte della Nuova Scuola di Lipsia, l’artista ha saputo rielaborare il suo linguaggio figurativo attraverso la contaminazione di diverse culture: le illustrazioni dei manifesti di propaganda della Germania Est, la cultura Pop, il realismo energetico e nervoso di artisti come Max Beckmann e Otto Dix, le prospettive allucinate e la concitazione narrativa dei grandi teleri di maestri rinascimentali come Tintoretto e Rubens.

Ogni dipinto di Neo Rauch è basato sull’incontro e sulla giustapposizione (e infine sul collasso) di motivi e nuclei narrativi differenti, con figure che possono sdoppiarsi e moltiplicarsi all’interno della stessa immagine e bruschi cambiamenti atmosferici e temporali. Il risultato di questa convulsa sovrapposizione sono immagini solo apparentemente illustrative, scomposte e basate su episodi autonomi e spesso contrastanti e percorse da continue variazioni prospettiche e sproporzioni. I dipinti di Neo Rauch sono dunque vere e proprie mappe di forze, in cui ogni elemento rappresenta lo snodo di una partitura energetica e visionaria più che di una narrazione coerente e organica.

Apparentemente più disteso (e aperto alla possibilità di abbandoni lirici), ma altrettanto onirico e ambiguo, è il linguaggio figurativo di Rosa Loy: al centro dei suoi dipinti c’è sempre la figura del doppio femminile e del doppelgänger, e la relazione enigmatica – e spesso sordidamente violenta – tra due figure che si muovono all’interno di un paesaggio intimo e famigliare, dentro una casa o un giardino. Come i dipinti di Neo Rauch anche quelli di Rosa Loy invitano lo spettatore a confrontarsi con immagini archetipiche – dense di implicazioni psicanalitiche – il cui significato è continuamente rilanciato dalla giustapposizione di dettagli ed elementi potenzialmente “sintomatici” e da una “costruzione ellittica e priva di nuclei stabili”: una dimensione illustrativa a cui fa da contraltare un'imprendibilità del racconto come avviene nella tradizione surrealista.

La mostra – il cui titolo, La Torre, è naturalmente un richiamo all’edificio e alla sua potenza simbolica – si articola lungo i sei piani del complesso medievale come proposta di dialogo tra le opere dei due artisti, fino a un confronto ravvicinato tra le due poetiche, e percorso di progressione (dello spettatore) verso l’alto, verso l’ultimo piano da cui la vista sulla città, a trecentosessanta gradi, si può afferrare in stretta relazione con le opere esposte. La figura della torre come elemento evocativo e rimando al racconto, ad una possibile narrazione, inoltre, appare in molti dipinti di Neo Rauch, magari in secondo piano, e funge da richiamo a quell’immaginario popolare e fiabesco che da sempre alimenta le visioni dell’artista.

La mostra è patrocinata dal Comune di Vicenza e dal Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania e si potrà visitare dal 5 maggio al 31 agosto, da mercoledì a domenica, con orario continuato dalle 11.00 alle 18.00.

È consigliabile prenotare in anticipo la visita in quanto la particolare conformazione architettonica del Torrione pone limiti di accesso.


INFO
Neo Rauch, Rosa Loy
La Torre

A cura di Davide Ferri

Fondazione Coppola
Corso Palladio 1, 36100 Vicenza

Date mostra
5 maggio-31 agosto 2019

Ingresso € 5,00
Ridotto per gli over 65 € 4,00
Gratuito per gli under 18 e per i giornalisti accreditati in possesso di tessera stampa in corso di validità.
La vendita dei biglietti presso la reception termina alle ore 17.00, un’ora prima della chiusura.

Orari
mercoledì-domenica, ore 11.00-18.00

Informazioni e prenotazioni
Elena Casarotto
info@fondazionecoppola.org | T. 0444 043272

Il Fiore e il Lago a Gravellona Lomellina il 4 e 5 maggio 2019

Sabato 4 e Domenica 5 Maggio 2019, si svolgerà la settima edizione della manifestazione Il Fiore e il Lago nel Parco dei Tre Laghi a Gravellona Lomellina, paese d’arte e “paese dipinto di Lombardia” nel pavese, vicino a Vigevano ed a pochi chilometri da Pavia, Novara, Mortara, Vercelli, Milano.
Il Fiore e il Lago è un evento molto ricco di attrattive: naturali, paesaggistiche e culturali, come è ricca ed originale la cittadina di Gravellona Lomellina che lo ospita, tra cascine e risaie, dove il relax, l’arte, la natura e il buon cibo regnano sovrani.

La manifestazione Il Fiore e il Lago, che ad ogni edizione accoglie migliaia di visitatori, si svolge nell’originale paese d’arte, fantasia e creatività di Gravellona Lomellina ed è ambientata nell’oasi naturale di 30 ettari del Parco dei Tre Laghi.
L’evento propone una ricca esposizione di piante, fiori, sementi, attrezzature e macchine per il giardinaggio e la cura del verde, con la presenza di florovivaisti selezionati provenienti da diverse Regioni Italiane che presenteranno al pubblico numerosissime varietà di piante: rose, piante da frutta, agrumi, piantine da orto, olivi ed altre piante mediterranee, aromatiche, officinali, cactacee piante di stagione, annuali, perenni, ...
Inoltre consigli e consulenze gratuite sul giardinaggio e sulla progettazione e realizzazione di giardini, terrazzi ed orti, allestimenti particolari, composizioni floreali e laboratori didattici per adulti e bambini.
Il Fiore e il Lago non è soltanto un’importante manifestazione florovivaistica nazionale, ma significa anche valorizzazione di prodotti artigianali ed enogastronomici di qualità, nonché sport, divertimento e musica per tutta la famiglia.
Bambini e adulti infatti potranno divertirsi tutto il giorno in mezzo al verde, tra caprette, asini e animali da cortile, effettuare laboratori didattici e divertenti giochi ispirati alla vita contadina ed all’aria aperta e salubre, imparare a realizzare composizioni floreali ed intaglio di frutta e verdura per la decorazione dei piatti e della tavola.
I visitatori della manifestazione Il Fiore e il Lago potranno arricchire i loro giardini e terrazzi con piante e fiori selezionati e particolari, o acquistare oggetti di qualità ispirati alla natura e all’ambiente, realizzati a mano da validi artigiani, nonché trovare prodotti naturali e agroalimentari tipici e particolari, sia del territorio sia provenienti da alcune interessanti altre aree geografiche italiane, oltre ad effettuare giri in canoa o a cavallo e passeggiate o semplicemente prendersi un po’ di relax in riva ai tre laghi o sulla collina, ascoltando buona musica.
Un’interessante e ottima cucina locale, di lunga e radicata tradizione, allieterà i palati di tutti e saranno proposti anche menù ad hoc per i bambini.
La manifestazione Il fiore e il lago ospiterà inoltre i seguenti concerti di musica dal vivo con le orchestre sul lago.
Il Fiore e il Lago significa promozione dei prodotti agricoli e florovivaistici del territorio e di altre zone tipiche italiane, la valorizzazione del Made in Italy, la conoscenza e la cultura del verde, dell’ambiente e della vita all’aperto.
L’ingresso alla manifestazione è gratuito e l’area espositiva è ben servita da numerosi parcheggi vicini, anch’essi gratuiti. E’ anche presente un’area camper, con postazioni a prezzi contenuti, con disponibilità di acqua e scarico.

La manifestazione Il Fiore e il Lago è promossa dal Comune di Gravellona Lomellina e dalla Fondazione Figari ed organizzato in collaborazione con Eventi doc di Myriam Vallegra e Associazione culturale e artistica Iperbole.
Durante la manifestazione Il Fiore e il Lago si potrà visitare l’intera cittadina di Gravellona Lomellina, dove molteplici e molto originali sono le espressioni artistiche che si possono ammirare, alcune bizzarre e simpatiche, come le torrette dell’Enel trasformate in facce giganti (con nasoni, occhi, bocca, gran mustacchi e cravatta!) e i paletti della pista ciclabile dipinti da carabinieri, carcerati, pagliacci e varie altre figure; altre più raffinate, come i quadri che adornano moltissimi muri del centro, riproduzioni di celebri dipinti di impressionisti dell’Ottocento italiano (Segantini, Signorini, Lega, Fattori, Pellizza Da Volpedo…), oltre ad altre opere di artisti contemporanei, che ritraggono in varie salse il tema di “San Giorgio e il Drago”.
L’intera cittadina è punteggiata di numerosissimi tocchi di fantasia, ad ogni angolo ce n’è uno.

Sito Internet evento: www.ilfioreeilago.it
Pagina FB: Il fiore e il lago
E-mail: info@eventi-doc.it - info@ilfioreeillago.it - ilfioreeillago@gmail.com

17° Edizione della Barberino Scendi e Sali a Barberino Val d'Elsa il 21 giugno 2019


Nello splendido scenario del centro storico di Barberino Val d´Elsa, uno dei piccoli borghi più belli della Toscana, l´Atletica Castello in collaborazione con il Comune di Barberino Val d´Elsa organizza la 17° Edizione della Barberino Scendi e Sali.
Il ritrovo è presso la Pineta di Barberino alle ore 19,00 del 21 Giugno 2019; partenza ore 20,30 dal centro storico.
I percorsi della manifestazione sono per la competitiva di km 8 e per la ludico motoria km 4

Memorial Franco Bolognesi- Corsa podistica a Firenze il 19 giugno 2019


17° Edizione del Memorial Franco Bolognesi – 19 giugno 2019 - una corsa podistica non competitiva/ludico motoria di km 8 e km 4 nell´ambito della FESTA BIANCOVERDE (
Anche quest'anno continua con la versione a staffetta! Oltre alla corsa non competitiva di 8Km e alla passeggiata di 4Km, ci sarà una staffetta composta da un ragazzo (esordiente) ed adulto per il percorso totale di 8Km oppure una dedicata a tutte le altre categorie.
Il ritrovo (ore 19) e la partenza della corsa podistica (ore 20.30) sono presso la sede dell´Atletica Castello - Via R. Giuliani 518 - Firenze.


45 YEARS TRAVELLING - Gli straordinari viaggi di Paolo Gotti in mostra a Bologna dal 1 maggio al 30 giugno 2019

Mercoledì 1 maggio 2019 riapre la Temporary Gallery di via Santo Stefano 91/a a Bologna con la mostra 45 YEARS TRAVELLING.  Gli straordinari viaggi di Paolo Gotti intorno al mondo che propone un excursus attraverso alcune delle immagini più significative che il fotografo bolognese ha registrato in 45 anni di esplorazioni in oltre 70 paesi nei cinque continenti.

Dal primo grande viaggio in Africa, nel 1974, quando attraversò il Sahara con la sua land rover per poi fare ritorno in Italia a bordo di una nave cargo, agli ultimi viaggi a Cuba alla scoperta delle piantagioni di tabacco e della coloratissima cittadina di Baracoa, in mostra sono rappresentati non solo i paesaggi e i visi delle persone che Gotti ha incrociato nel corso di questi 45 anni, ma soprattutto emerge evidentissimo lo sguardo del fotografo, mai disincantato ma sempre curioso ed entusiasta, convinto che la destinazione non esista senza il percorso e che il viaggio più bello sia quello che bisogna ancora compiere.

Nella sala cinema, al piano inferiore della Temporary Gallery, sarà possibile assistere alla proiezione dei suoi progetti fotografici più significativi degli ultimi anni: Cina 1978. Appunti di viaggio (2019), Ruggine (2018), Stories. Viaggio tra fotografia e letteratura (2016) e Alle origini della terra (2014).


Paolo Gotti nasce a Bologna e si laurea in architettura a Firenze, dove frequenta il Centro di studi tecnico cinematografici. Nel 1974 sceglie l’Africa come meta del suo primo grande viaggio. In seguito a questa avventura che lo segna profondamente, inizia a dedicarsi al reportage, visitando oltre 70 paesi nei cinque paesi. Ancora oggi gira il mondo per immortalare persone, paesaggi e situazioni che archivia accuratamente in un gigantesco atlante visivo che conta oggi oltre 10.000 immagini, da cui nascono i calendari tematici che realizza da circa vent’anni.



45 YEARS TRAVELLING. Gli straordinari viaggi di Paolo Gotti intorno al mondo
1 maggio - 30 giugno 2019
Temporary Gallery
via Santo Stefano 91/a, Bologna
www.paologotti.com - tel. 329 2343305

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More