Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

Ad Assisi la seconda edizione di ‘Birba chi legge’ in programma dal 30 maggio al 2 giugno 2019

Dall’alba dei tempi, ogni avventura passa per un bosco. Anche la nuova avventura di “Birba chi legge - Assisi fa storie” ha scelto questo luogo, da sempre molto evocativo, come tema per mettere ancora al centro l’importanza delle storie e l'amore per la lettura. “Sette volte bosco” è lo slogan scelto per la seconda edizione del Festival della narrazione per bambini e ragazzi, in programma dal 30 maggio al 2 giugno 2019. Marina Girardi, con le sue suggestive ed evocative creature è l’illustratrice autrice scelta per l'immagine del Festival 2019 che così la descrive

“Birba è una bambina che, cammina cammina, raccoglie nel suo nido di silenzio le stelle che le illuminano il sentiero. Come fanno gli uccelli, che dopo aver beccato i semi, li spargono per i campi, lei li semina lungo il suo cammino. E crescono così alberi di storie e boschi di immaginazione, dove tutto può accadere e ogni cosa è legata alle altre in un'unica grande costellazione”.

“La fiducia rinnovata dall’Amministrazione comunale di Assisi a ‘Birba chi legge’ – afferma Alessandra Comparozzi, presidente dell’associazione Birba –, infonde al Festival il coraggio necessario per affrontare un nuovo tratto del cammino iniziato nel 2018, restando fedeli allo slogan della prima edizione: “Un passo avanti!”. Questo passo ci condurrà, nella seconda edizione, lontano da casa, su sentieri già battuti eppure ancora sconosciuti. In un luogo di confine fra il mondo sensibile e quello spirituale, fra il giorno e la notte, dove vigono le leggi dell’incanto e della sorpresa, che sia orrore o meraviglia. Questa pista, ci condurrà nel bosco”.

Con l’annuncio del tema dell’edizione 2019, quando i luoghi della città serafica saranno nuovamente invasi da numerose iniziative per piccoli e grandi, torna anche il concorso nazionale attraverso il quale “Birba chi legge” pone particolare attenzione a scuole e biblioteche. “Una biblioteca in ogni scuola” è da sempre lo slogan e insieme il sogno di BiRBA che dal 2003, anno in cui ha realizzato con i propri volontari la biblioteca BIRBA all’interno della Scuola primaria Sant’Antonio ad Assisi, s’impegna a fornire consulenza e aiuto a tutti coloro che vogliono seguire questo esempio. Fino ad oggi ha collaborato con successo alla progettazione e alla realizzazione di molte altre biblioteche scolastiche, dal Canton Ticino alla provincia di Lecce.

Coerente con le sue finalità, l’associazione BiRBA ha così indetto, all’interno del Festival “BiRBA chi legge – Assisi fa storie”, un concorso che premia ogni anno il progetto di realizzazione o di sviluppo di una biblioteca scolastica gestita da volontari che ritiene più meritevole di supporto e di sostegno. Al vincitore sarà assegnata una selezione di libri del valore di 1000 euro oltre alla consulenza gratuita dell’associazione stessa.

BiRBA è quindi un felice esempio di condivisione e di collaborazione attiva fra volontari, insegnanti e direzione scolastica che può diventare la storia di chiunque creda nell’importanza di promuovere la cultura del libro e l’amore per lettura tra i più giovani. Coloro che desiderano partecipare al Concorso “Una biblioteca in ogni scuola” devono inviare il proprio progetto a concorso@birbachilegge.it entro il 28 febbraio 2019. Si darà la precedenza ai progetti che prevedano di realizzare biblioteche in strutture scolastiche e in zone dove sono scarse le risorse destinate alla promozione della lettura. La premiazione del progetto vincitore si svolgerà nel corso del Festival “Birba chi legge – Assisi fa storie”. Per info e dettagli su come partecipare, dall’Italia e dall’estero: www.birbachilegge.it.

Oltre al concorso, ad anticipare la manifestazione arriva anche una rassegna teatrale in programma tra dicembre 2018 e febbraio 2019. Per la prima volta ad Assisi, una Stagione di Teatro Ragazzi nata dalla collaborazione tra l’associazione Birba, il Piccolo Teatro degli Instabili e Ateatroragazzi!, con il sostegno della Città di Assisi. Tre appuntamenti pomeridiani e due in replica la mattina per le scuole, animeranno l'inverno assisano delle famiglie e dei bambini di tutte le età:

28 dicembre 2018: Michele Cafaggi in "Ouverture de saponettes";

13/14 gennaio 2019: Sofia Ghiorsi/Lucia Oca e Francesco Scavo in "La stanza dei giochi";

8/9 febbraio 2019: Compagnia Murambò in "L'elefante smemorato e la papera ficcanaso".

“Quando, qualche mese fa, è arrivata a Birba l’occasione di lavorare a una piccola rassegna per i bambini e i ragazzi di Assisi – dichiara Alessandra Comparozzi –, mi sono subito messa a cercare tra i miei appunti qualcosa di molto speciale. I bambini di Assisi non sono abituati ad andare a teatro, in tutto il comune una stagione per loro non c’è mai stata. L’occasione era ghiotta e avevo bisogno di qualcosa capace di generare scintille. Un po’ la stessa cosa che succede in biblioteca quando a un bambino o a una bambina consigliamo il libro “giusto”. E questa gigantesca piccola stagione di Teatro Ragazzi è nata dalla collaborazione di Birba con il Piccolo Teatro degli Instabili e Ateatroragazzi!, ovvero con Fulvia Angeletti e Roberta Rosati, due amiche e professioniste adorabilmente visionarie quanto noi e che sono bravissime ad avvicinare al teatro grandi e piccini. Una rassegna resa possibile grazie al sostegno del Comune di Assisi. Sono quindi fiera della mia città che sta sempre più dimostrando di sapere parlare ai più piccoli e diffonde buone pratiche e investe in cultura e bellezza”.

Per gli spettacoli in programma è prevista anche una formula di abbonamento. Per info e prenotazioni: 333 7853003 - 336 795200; info@teatroinstabili.com; www.teatroinstabili.com

LIQUID SHAPE - Fotografie di MASSIMO BORCHI in mostra a Firenze dal 15 Dicembre 2018 al 5 Gennaio 2019

Tethys Gallery inaugura sabato 15 dicembre, ore 18, LIQUID SHAPE, una selezione di fotografie di Massimo Borchi, cinquanta scatti tratti dai progetti Postmetropolis e Shootingmania.

Massimo Borchi, negli ultimi anni, ha focalizzato la sua ricerca fotografica soprattutto sulle metropoli, da sempre il suo campo di applicazione preferito, e sull'analisi della società contemporanea. Attraverso le sue immagini, esamina come la globalizzazione stia modificando sia i comportamenti delle persone che le architetture delle città in cui vivono. Complessi fenomeni di riconversione territoriale ci stanno portando verso la città del XXI° secolo, ancora tutta da definire e scoprire. Nella realtà complessa delle megalopoli gli aspetti e le contraddizioni della città contemporanea emergono con più forza e drammaticità, sia nella negatività dello squallore sia nello splendore degli edifici. Postmetropolis è un progetto incentrato proprio sulle megalopoli, il terreno più adatto per un'analisi completa. Le fotografie di questo lavoro mostrano segni comuni e tracce, spesso difficilmente visibili, in città lontanissime dove affiorano trame identiche e identiche contraddizioni, come se quella che sta coprendo la superficie del mondo fosse un'unica, indefinita, metropoli. Una metropoli senza nome, “Untitled” appunto, come molte delle immagini scattate.

Negli atteggiamenti compulsivi di questa nostra società, grazie all’uso massiccio di smartphones, tablets, macchine fotografiche, ormai democraticamente alla portata di tutti, rientra quello di scattare fotografie in ogni momento. “In molte circostanze, io stesso, non faccio fotografie pur facendo il fotografo di lavoro - racconta Borchi - non fotografo mai la mia famiglia, non fotografo i compleanni o altre ricorrenze, non fotografo in vacanza. Ho paura di dimenticare: dimenticare di vivere l'attimo, distratto dalla luce, dalla scelta dell'inquadratura e dell'obiettivo.

Quando lavoro, mi rendo conto, invece, di essere circondato, sempre più spesso, da persone che si fotografano: lui fotografa lei, lei fotografa lui, ed immancabilmente si fanno un selfie con la città alle spalle. Mi chiedo se per queste persone sia più importante apparire nella fotografia, portare a casa uno scatto da mostrare agli amici e da condividere sui social network per dimostrare di aver viaggiato oppure, se sia più importante guardarsi intorno, vivere il momento alla scoperta di un luogo nuovo, portare a casa il ricordo di ciò che si è visto, vissuto, scoperto”. Ricordare o scattare compulsivamente fotografie in ogni momento, una Shootingmania, dunque, che Borchi ci mostra in questa selezione di LIQUID SHAPE. Essere parte della modernità, consumare per essene partecipi. Viviamo una vita “liquida”, frenetica, vertiginosa, bulimica, sempre costretta ad adeguarsi alle attitudini del gruppo per non sentirsi esclusi. Si copiano atteggiamenti, idee, simboli, non per il valore intrinseco ma per sentirsi accettati. Le stesse architetture che stanno saturando il pianeta, non sono altro che l’ennesimo simbolo di una “modernizzazione perpetua, compulsiva-ossessiva e generatrice di dipendenza”, per dirla alla Zygmunt Bauman.


Massimo Borchi
Nato a Firenze nel 1962, dopo studi di architettura, si dedica alla fotografia professionale dal 1987. Nel 1991 fonda l'agenzia fotografica Atlantide Phototravel. Lavora per le principali testate di viaggio sia italiane che internazionali (Geo Special, ADAC, Merian New York Times, National Geographic Traveler, Bell'Europa, fra le altre). Dal 1995 si occupa di importanti progetti finalizzati alla pubblicazione di libri fotografici, poi pubblicati in numerosi paesi.



Tethys Gallery
Via dei Vellutini, 17/R | 50125 – Firenze
orario: Lun. Ven. 09.30 – 12.30 / 14.00 – 19.00 - sab. 16.00 – 19.30
Tel. 055 22 860 64 info@tethysgallery.com

A Bassano in Teverina la magia del Presepe Vivente con San Francesco dal 26 al 30 dicembre 2018 e 6 gennaio 2019


A Bassano in Teverina la guida per il Presepe Vivente è San Francesco.
Il 26 ed il 30 dicembre ed il 6 gennaio, a partire dalle 16, nell’antico borgo medievale si potrà vivere un’esperienza unica per magia e suggestione.
I caratteristici scorci del centro storico infatti faranno da cornice al Presepe Vivente medievale, completamente ambientato nel 1200.
L’evento, alla ventiduesima edizione, quest’anno si presenta in una veste completamente rinnovata, in virtù della quale è riuscito anche ad attestarsi tra i progetti vincitori di uno specifico bando regionale.
In una location d’eccezione, tra speroni di tufo e vista mozzafiato, si inserisce questo pittoresco quadro della Natività, animato da oltre centoventi figuranti in costume a rendere incredibilmente magica la rappresentazione della nascita di Gesù.
In un’ambientazione dove il tempo sembra essersi fermato, la rappresentazione si apre con un mercato di Natale, dove sarà possibile trovare regali originali e manufatti artigianali.
A dare il benvenuto ai visitatori sarà Babbo Natale in persona che, per la gioia dei più piccoli, regalerà sorrisi e piccoli doni.
Con un vero e proprio tuffo nel passato, ci si avvia poi lungo la prima parte del percorso, ambientato nel 1200, dove sarà possibile incontrare musici, focolieri ed arcieri.
Sempre qui inizia anche il viaggio alla scoperta di mestieri dimenticati, con i vari banchi dei Mastri nel Tempo, artigiani dediti alla promozione e diffusione delle antiche professioni, dal calzolaio al fabbro, dal candelaio al falegname.
Un’occasione imperdibile per conoscere, dal vivo, i processi di lavorazione e l’utilizzo di materie prime che rischiano di scomparire.
Verso la fine dell’itinerario sarà poi san Francesco, insieme ad i suoi frati, ad accompagnare i visitatori alla messa in scena della Natività.
Ad intervelli di mezz’ora prenderanno vita i quadri viventi che condurranno alla nascita del Signore: dall’Annunciazione al sogno di Giuseppe fino all’incontro tra Maria ed Elisabetta e alla Natività.
Un excursus storico che, partendo direttamente dal 1200 arriva all’Anno Zero, trascinando gli spettatori nel viaggio unico del Natale.
Lungo tutto il percorso saranno presenti stand gastronomici con prodotti tipici locali ed inoltre saranno organizzate delle visite guidate alla famosa torre dell’Orologio che, all’interno, contiene il campanile della vicina chiesa santa Maria dei Lumi.
L’iniziativa, organizzata dal Comune in collaborazione con la Proloco ed il Gruppo Archeologico Bassanese, oltre alla rievocazione in costume della nascita di Gesù,offre dunque la possibilità di conoscere il rinomato patrimonio storico architettonico di Bassano in Teverina.
Per informazioni pagina Fb: ProLoco - Bassano in Teverina

Babbo Natale arriva dall'alto a San Leo (RN) 16 e 23 dicembre 2018


Lo spettacolo di Santa Claus Acrobatico che, calandosi dall’alto, con tanto di sacco in spalla e barba bianca, fa vivere ai più piccoli l’emozione del Natale con qualche giorno d’anticipo si terrà alla Torre Campanaria (Domenica 16 Dicembre; h 16.45 ) e alla Fortezza (Domenica 23 Dicembre; h 17.00) per iniziativa di EdiliziAcrobatica (sede di Rimini ) in collaborazione con il Comune di San Leo in collaborazione con l'Associazione Genitori San Leo.
Tutti i bambini che lo desidereranno potranno assistere allo spettacolo di un vero Babbo Natale che scende dall’alto agganciato a una fune - esattamente come ogni giorno fanno i tecnici di EdiliziAcrobatica, la prima azienda italiana nel settore dell’edilizia operativa in doppia fune di sicurezza, impegnati in lavori di ristrutturazione e riqualificazione sulle case e i palazzi di Rimini - e ricevere proprio dalle sue mani dolci e piccoli regali.

Info
info@sanleo2000.it



Ad Itri (LT) il 5 gennaio 2019 seconda Edizione per Notte di Luci al Centro Storico


L'evento Notte di Luci nel Centro Storico di Itri è stato censito nel portale italive.it e ammesso alle votazioni per il "Premio Italive 2018".

Dopo il grande successo dello scorso anno che ha visto migliaia di spettatori nel caratteristico comune della Riviera di Ulisse, quest’anno torna ad Itri la seconda edizione di Notte di Luci al Centro Storico.
A partire dalle ore 17.30, quando la luce del giorno lascia spazio al buio il Borgo Medievale Itrano sarà avvolto dai colori caldi di 20000 piccole fiammelle che daranno vita ad uno spettacolo senza eguali illuminando i vicoli, gli archi, le case e gli angoli più nascosti.
Lungo tutto il percorso saranno presenti mercatini creativi e dell’artigianato locale e stand di degustazione prodotti tipici.
Ci sono emozioni che vale la pena di vivere...questo è lo spirito di Notte di Luci al Centro Storico.

Ingresso Libero

Programma e Dettagli:
La magica voce di Hera Singer Acoustic Trio con il suo nuovo Ep musicale dedicato al Natale
My Christams Gift – Hera;

Mana Performing Arts | Wildfire;

Lo spettacolo esclusivo delle Fontane Danzanti;

Il Sa di Daniele Vitale

Le Farfalle luminose e il Giocoliere Luminoso;

E ancora tanta buona musica con i Vagaband;

E poi Notte In…Cantata il Concerto dei Sopra Le Righe

E per chi volesse pernottare ad Itri in occasione di Notte di Luci al Centro Storico le strutture partner dell'Evento sono:
Il Fiore in Una Stanza
Isa
Residenza Campoli

Aree parcheggio Bus:
Piazzale Carabinieri d’Italia
Area Mercato Via 8 Marzo

Aree parcheggio autovetture:
Piazzale Carabinieri d’Italia
Area Mercato Via 8 Marzo
Piazzale Padre Pio
Area Parcheggio Via Porta Carrese
Area Parcheggio Don Morosini/Via Sant’Apollonia

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More