Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

Mercatino dell'antiquariato, artigianato, collezionismo e hobbistica a Marsciano (PG) sabato 1 maggio 2010

Mercatino dell'antiquariato, artigianato, collezionismo e hobbistica a sabato 1 maggio 2010 nel Centro storico di Marsciano.

Dalle ore 9,00 alle ore 18,00.


Per informazioni: Comune di Marsciano - tel. 075.8747247/41
www.comune.marsciano.pg.it

e-mail: beni.culturali@comune.marsciano.pg.it.

Fiaccolata storica - Sabato 1 maggio 2010 a Collazzone in frazione Canalicchio (PG)


Dalle mura del castello alla Chiesa di San Fortunato e ritorno con fiaccole di tronchi di pino portate a mano.
Collazzone Frazione Canalicchio - Centro del paese. Inizio ore 20,00.
Per informazioni: Sig. Giovanni Temperoni 075/8707217.

Presentazione del libro "Come posso farcela" di Elena Depaoli - Sabato 8 maggio 2010 a Sesto San Giovanni (MI)

Angie Book Distribution del Gruppo Editoriale Interacta, in collaborazione con la libreria Diffusione Cultura, invita alla presentazione del libro di Elena Depaoli, Come posso farcela, Neftasia Editore- collana Primo Libro.

La presentazione si terrà sabato 8 maggio 2010 alle ore 11 nei locali della libreria Diffusione Cultura, in via Oslavia 23 a Sesto San Giovanni (Milano).

Parteciperà l’autrice, Elena Depaoli, intervistata da Valentina Nuccio, ufficio stampa del Gruppo Interacta; reading Cristina Gallotti, editor Gruppo Interacta.

IL LIBRO
“Lavoravo ai suoi ordini da due giorni ed ero già convinta che l’assassinio era dal legalizzare se perpetrato contro di lui”.
Dopo l’ennesimo colloquio fallito, Melissa conosce un uomo in un bar, che si rivelerà essere il proprietario della più importante agenzia letteraria cittadina.
Le viene offerta una grandiosa occasione: diventare l’assistente del vice presidente, il diciottenne Ludovico Castelli, intelligentissimo ma altrettanto capriccioso erede dell’attività. Il lavoro consiste nel fare da balia al ragazzo e nel tenerlo lontano dai guai, evitando di farsi licenziare. Impegnata a non soccombere, Melissa non si accorge che l’affascinante fratello maggiore di lui ha deciso che è perfetta per diventare sua moglie. Con contratto a scadenza…


L’AUTRICE
Elena Depaoli, studentessa di Lettere dell’Università di Pavia, è uno degli autori del sito Dols.net e ha collaborato con la rivista sul marketing Dailynet.


Diffusione Cultura – libri, cd, eventi culturali
di Valerio Achille Semenzin
Via Oslavia 23, 20099 Sesto San Giovanni ( Mi)
Tel. 02 24 16 36 31 Fax 02 24 28 764
E-mail: diffusionecultura@tiscali.it

VBB- Grande appuntamento con il musical: "Ein Käfig voller Narren" (La Cage aux folles / Il vizietto)

Grande appuntamento con il musical al Teatro Comunale di Bolzano: Le Vereinigte Bühnen Bozen mettono in scena "Ein Käfig voller Narren"
(La Cage aux folles / Il vizietto)

Chi non conosce "I Am What I Am", la canzone lanciata in versione disco da Gloria Gaynor che ha conquistato le classifiche mondiali negli anni ´80, diventando ben presto l´inno del Gay Pride? Ma forse non tutti sanno che in origine il motivo deriva dal musical di Broadway "Ein Käfig voller Narren" (La Cage aux folles) che le Vereinigte Bühnen Bozen porteranno in scena nella Sala Grande del Teatro Comunale a partire dal 14 maggio. Una nuova produzione di successo che unirà divertimento e spensieratezza a una lezione di tolleranza per tutti. Nei panni di Albin, meglio conosciuto con il suo nome "en travesti" "Zaza", ritroviamo Erwin Windegger in una memorabile interpretazione.

"La Cage aux folles" è un famoso ed esclusivo ritrovo di travestiti sulla Riviera Azzurra di proprietà della coppia formata da Georges e Albin. L´omonimo musical ruota intorno al club e soprattutto intorno alla vita quotidiana dei proprietari, una coppia inossidabile la cui routine è improvvisamente stravolta dalla notizia che il figlio di Georges (una "scappatella" di gioventù) intende sposarsi con la figlia di un politico conservatore. Preparatevi ad ampliare il vostro concetto di "famiglia"!

Il musical si rifà alla commedia "La Cage aux folles" di Jean Poiret che venne messa in scena con successo negli anni ´70 a Parigi in forma teatrale e da cui è stato tratto il film "Il vizietto", girato nel 1978 con Ugo Tognazzi e Michel Serrault come protagonisti. Il tema della commedia aiutò il movimento omosessuale in Europa a uscire dall´ombra, e lo stesso accadde in America con l´approdo del musical di Jerry Herman e Harvey Fierstein a New York, dove debuttò nel 1983, riscuotendo un enorme successo di pubblico.

Un successo dovuto in gran parte alle canzoni di Jerry Herman, che ha creato una colonna sonora allegra, spensierata e molto orecchiabile. "I Am What I Am", che ha scalato le classifiche internazionali, ne è il migliore esempio.
La regia della produzione bolzanina è stata affidata a Peter Zeug che ha già lavorato con le Vereinigten Bühnen Bozen per "Into the Woods" nel 2008. Zeug è un maestro del dettaglio che cerca di enfatizzare soprattutto le relazioni che intercorrono tra i vari personaggi. Ha già curato la regia per "La Cage aux folles" in altri teatri e conosce quindi tutti gli apetti della trama.

Il leitmotiv che ha inculcato da subito al cast bolzanino parla già da sé: "siamo qui per divertirci!". Non si nasconderà neanche di fronte ai clichè che ritroviamo in gran quantità nel musical: "non ne faremo a meno, ma senza scivolare nella trivialità. Solo il clichè sincero è legittimo."

Le scenografie di Christoph Weyers puntano a conquistare il pubblico alternando cambi di scena repentini che terranno impegnati i tecnici delle Vereinigten Bühnen Bozen ma strabilieranno gli spettatori con un turbinio di forme e colori che spaziano dall´ironico al simbolico con un pizzico di surreale, il tutto mirato a riflettere i pensieri e il mondo di Albin e Georges.

La direzione musicale è affidata come di consueto a Stephen Lloyd, mentre Kati Farkas curerà le coreografie, Cordula Stummeyer i costumi e Micha Beyermann si occuperà delle luci. Il protagonista sarà Erwin Windegger, che indosserà i panni di Albin e Zaza, mentre Jan-Andreas Kemna sarà il suo compagno di scena Georges. In altri ruoli ritroviamo volti già noti come Armin Dallapiccola, Ingeborg Frena, Brigitte Jaufenthaler e Markus Oberrauch, ai quali si aggiungono Matteo Gastaldo, Jonas Hein, Michael Kargus, Eva Klikovics, Koffi Missah, Suzana Novosel, Kira Primke, Alexander Riff, Christian Schleinzer, Cornelia Waibel e David Zinsmeister.

Da fine marzo 70 persone stanno lavorando sul palco e dietro le quinte per realizzare questa produzione, la sartoria sta confezionando più di 100 costumi, i tecnici stanno costruendo scale e arredi per le scenografie e più di 200 riflettori dovranno essere piazzati in sala. Tutti questi lavori comportano una spesa ingente che le Vereinigten Bühnen Bozen riescono ad affrontare anche quest´anno grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.

Il risultato si vedrà a partire dal 14 maggio quando "La Cage aux folles" aprirà i battenti di un mondo colorato, allegro ma anche romantico che conquisterà il pubblico bolzanino con le sue coreografie strabilianti e musiche coinvolgenti.

Erwin Egger

Medien- und Öffentlichkeitsarbeit
Vereinigte Bühnen Bozen
Verdiplatz 40
I-39100 Bozen
Tel.: +39 0471 327 931
Fax: +39 0471 980 360

mobil: +39 335 625 137 5
Skype: vbb_erwin
erwin.egger@theater-bozen.it
www.theater-bozen.it

2° Festival Internazionale delle danze popolari a Sant'Angelo in Vado (PU) il 30 aprile a 1 maggio 2010

2° Festival Internazionale delle danze popolari
Comune di Sant'Angelo in Vado.


Programma della Manifestazione:
30 APRILE – 1° MAGGIO

Chiesa di Santa Caterina delle Bastarde:
"Mostra delle Ceramiche di Casteldurante";
Comune di Peglio: Mostra d'Arte di Luciano Toccaceli


30 APRILE
Ore 21,00 - Teatro Zuccari:
Danze Popolari dei Gruppi - "La Vadesella" (Italia)
"The City of Ordu (Turkiye)"
Gruppo Danze Nazionali Lettonia
Gruppo Danza Popolare Benin.

1 MAGGIO
Centro Storico
Comune di Mercatello Sul Metauro:
Mostra del Pizzo al tombolo
Comune di Borgo Pace: "Le cotte di carbone"
Ore 9,00 – 20,00:
Mostre degli Artigiani dei Vecchi Mestieri;
Ore 10,30:
Giochi tradizionali della civiltà contadina:
"La Cocetta" - "La Morra";
Ore 11,00:
Danze Popolari
dei "Piccoli Danzatori Vadesi";
Piazza Umberto I^
Ore 15,00 – 20,00: - Stands gastronomici:
Italia – Benin - Lettonia
Ore 15,30: Esibizione dei gruppi di Danza:
"La Vadesella" di Sant'Angelo in Vado (PU)
"Forum Dance" di Fossombrone (PU)
"La Frullana" di Pietralunga (PG)
Gruppo Danza - "The City of Ordu / TURKIYE"
Gruppo Danza Nazionale Lettonia
Gruppo Danza Popolare Benin
Corso Garibaldi
Ore 16,00: "Vecchi Mestieri:
2° Festival Internazionale delle danze popolari a Sant'Angelo in Vado
Arriva il primo evento della rassegna "I Luoghi del Gusto e dello Spirito", e i fan di facebook si preparano a partecipare

GRUPPI PARTECIPANTI
•Gruppo di danza "La Vadesella" di Sant'Angelo in Vado;
•Gruppo di danza "Forum Dance" di Fossombrone;
•Gruppo di danza "Gruppo Nazionale Lettonia" (Repubblica Lettonia);
•Gruppo di danza "La Frullana" (PG);
•Gruppo di danza "Città di Ordu" (Turchia);
•Gruppo di danza "Gruppo Nazionale Benin" (Repubblica Benin);

info: Cooperativa Il Cerchio, 345 1076284
www.iluoghidelgustoedellospirito.it
pagina facebook http://www.facebook.com/pages/I-Luoghi-del-Gusto-e-dello-Spirito/108793089155864?ref=mf

Spettacolo di BAZ e Dario Cassini a Todi il 31 maggio 2010


BAZ a Todi!
Il 31 Maggio 2010 BAZ e Dario Cassini sconquasseranno Todi con il Gran Finale della rassegna I Comici del Lunedì, che ha registrato un'incredibile serie di successi. E a rendere questa eccezionale serata un' indimenticabile non stop della risata, saranno sul palco anche Magico Alivernini e Antonio Covatta.
Si ride a stomaco pieno, perché nell'incredibile prezzo del biglietto di €12,50 è compresa anche una sontuosa degustazione di vini e prodotti tipici.
31 Maggio ore 21.00 al Teatro Comunale di Todi. Prevendite: Bar Mokambo; Minibar Padovani

I Solisti Veneti a Marostica (VI) il 22 maggio 2010

CICLO CELEBRATIVO PER I 50 ANNI DE "I SOLISTI VENETI"

VENETO FESTIVAL 2010
(XXXX Festival Internazionale G. Tartini)


"ENSEMBLE VIVALDI"
de
"I SOLISTI VENETI"
con la partecipazione di
ROBERTA CANZIAN,

soprano

SABATO 22 MAGGIO 2010 – ore 21
MAROSTICA – CHIESA DI SANT'ANTONIO

S'intitola PROLOGO ed è infatti un vero e proprio prologo musicale al VENETO FESTIVAl 2010 (XXXX Festival Internazionale G. Tartini) l'importante serata musicale che – organizzata in collaborazione con il CITTA' DI MAROSTICA – avrà luogo

Sabato 22 maggio 2010 alle ore 21
a MAROSTICA nella CHIESA DI SANT'ANTONIO


Eccezionale evento di arte e cultura, che inaugura anticipatamente il ricco e interessentissim calendario del "Veneto Festival 2010", il concerto del prossimo 22 maggio vedrà protagonista l'"ENSEMBLE VIVALDI" de "I Solisti Veneti": uno dei più famosi ensemble strumentali scaturiti dalla vitalità creativa della celebre orchestra italiana, che da sempre raggruppa i propri musicisti di maggior talento – si tratta sempre delle prime parti - in agili ensemble il cui repertorio spazia con ampiezza fra i grandi capolavori musicali europei del Sei, Sette e Ottocento, con particolare attenzione e riguardo per le pagine cameristiche del Settecento veneziano, del quale "I Solisti Veneti" sono da sempre i massimi ed indiscussi interpreti a livello mondiale. Per l'importante serata marosticense tuttavia accanto all'"Ensemble Vivaldi" si esibirà un solista di tutta eccezione, uno dei nomi di maggior spicco nel panorama musicale italiano contemporaneo e si tratta del soprano ROBERTA CANZIAN, che nel corso della serata interpreterà splendide pagine vocali scelte fra le più celebri ed amate dal pubblico. Al talento di Roberta Canzian sarà così affidato dapprima il vivace Mottetto "Nulla in mundo pax sincera": una delle numerose composizioni liturgiche scaturite dal genio creativo di Antonio Vivaldi che come tutti sanno fu per lunghi anni Maestro presso la Chiesa della Pietà di Venezia, e che proprio per tale Chiesa e per le orfanelle che vivevano nello storico Istituto annesso alla Chiesa scrisse la gran parte dei suoi concerti strumentali e pressoché tutte le sue composizioni vocali a destinazione liturgica. Si tratta di pagine straordinarie, perchè l'istruzione musicale delle fanciulle dell'Ospedale della Pietà fu da sempre eccellente, curata da Vivaldi stesso e dai più valenti maestri del suo tempo, al punto che molte di essere divennero ammirate virtuose e cantanti famose in tutt'Europa. D'altro canto alle funzioni alla Chiesa della Pietà accorrevano numerosi visitatori da ogni dove, che gremivano il Tempio veneziano proprio per ascoltare le esecuzioni musicali di Vivaldi e delle sue allieve. Accanto al genio di Vivaldi quello di Mozart, del quale Roberta Canzian interpreterà due movimenti – l'Andante centrale e l'irresistibile Alleluja finale - tratti dal famosissimo Mottetto "Exsultate, jubilate" K 165, una delle pagine più conosciute fra le tante che Mozart scrisse durante i suoi anni di servizio al Duomo di Salisburgo. Questi due straordinari capolavori non esauriranno tuttavia il programma della serata che si inaugurerà sulle note dell'Ouverture dello "Stabat Mater" di Luigi Boccherini, per continuare con la virtuosistica Sonata in sol minore op. 2 n. 6 per due violini e violoncello di Georg Friedrich Haendel, con la Sonata in do minore RV 6 per violino e violoncello di Vivaldi e ancora con il Trio in re maggiore per violino, viola d'amore e violoncello di Franz Joseph Haydn, pagina bellissima e di davvero raro ascolto. Il timbro suggestivo e aristocratico della viola d'amore – strumento che davvero non capita spesso di ascoltare – saranno preludio all'affettuoso omaggio che l'"Ensemble Vivaldi" tributerà a Fryderyk Chopin, quest'anno 2010 nel quale ricorre il duecentesimo anniversario della sua nascita, presentando le allegre Variazioni per flauto e archi che il pianista polacco scrisse su un tema di Rossini. Sarà infine l'"Alleluja" mozartiano a concludere la serata in un impeto trascinante di esuberante vitalità.

Il "VENETO FESTIVAL" giunge quest'anno alla sua quarantesima edizione – un glorioso traguardo! - confermando la propria vocazione all'esaltazione e alla diffusione del ricchissimo patrimonio musicale di tutti i tempi. Nel corso dei prossimi mesi il Veneto Festival presenterà al pubblico un vasto e multiforme calendario di concerti, itinerando nei luoghi artisticamente più interessanti del Veneto e delle regioni limitrofe. Le numerose manifestazioni del Festival si arricchiranno della presenza di artisti di fama internazionale appositamente invitati per conferire ampiezza e splendore ad una serie di appuntamenti già di per sè eccezionale e a consolidare la fama di un Festival che, per valore culturale e artistico, rientra fra i più prestigiosi e qualificati Festival Internazionali d'Europa.

INGRESSO:
Per informazioni rivolgersi a MAROSTICA presso Promarostica (Piazza Castello – tel. 0424 72127) e a PADOVA presso Ente Veneto Festival (Piazzale Pontecorvo 4/A - tel. 049 666128).

Singolare concorso su Facebook: Vota il Vip - Sfida fra Maria de Filippi, Mauro Marin, Alessandra Amoroso, Johnny Depp, Vasco Rossi, Valentino Rossi .






Singolare concorso su Facebook: Vota il Vip - Sfida fra Maria de Filippi, Mauro Marin, Alessandra Amoroso, Johnny Depp, Vasco Ross, Valentino Rossi , Sabrina Ferilli e Totò.

Una sfida a suon di Mi Piace, ad ogni protagonista è abbinata una pagina sul social Network.

Un altro passatempo per tutti i Fan e a fine anno si saprà quale di questi personaggi è il più gradito su facebook.
Al momento Vasco Rossi raccoglie più preferenze, ma il bizzarro concorso è iniziato solo ieri

Per info

Tornano the Gaslight Anthem :: 18 agosto alla festa di Radio Onda D'Urto (Bs)

American Slang è il nuovo album dei Gaslight Anthem (in uscita in tutto il mondo a giugno 2010) e la band americana inizia un tour europeo che toccherà anche l'Italia per una data unica il 18 agosto a Brescia, all'interno del Festival di Radio Onda d'Urto.

Gaslight Anthem sono i pupilli di un 'certo' Bruce Springsteen che li ha incensati per il loro primo disco "The 59 Sound": un vero e proprio successo di critica e pubblico che ha determinato l'inarrestabile ascesa della band, ormai internazionalmente riconosciuta. Ora i GA ritornano con l'album "American Slang" che, a detta di molti, rappresenterà la consacrazione definitiva della band del New Jersey.
Come ha scritto di recente l'autorevole NME (New Musical Express), ospite della band in studio di registrazione: "Tracce come "Bring it on", "Orphans" e " Stay Lucky" giocano in maniera più marcata con quella attitudine "soul" che la band ha finora solo fatto
intravedere. I Gaslight Anthem sembrano aver raggiunto un' impressionante confidenza con la propria voce autentica".

THE GASLIGHT ANTHEM + guest
18-08-10 Festa di Radio Onda D'Urto - Brescia
www.hubmusicfactory.com

Il 14 maggio 2010 Patty Pravo in concerto a Montecatini Terme (PT)



Il 14 maggio 2010 Patty Pravo in concerto a Montecatini Terme (PT)
SENZA VERGOGNA WORLD TOUR (REPRISE)

Appuntamenti con Patty Pravo dal 22 aprile al 28 maggio 2010



Appuntamenti con Patty Pravo dal 22 aprile al 28 maggio 2010

22 APRILE 2010 - TORINO FESTIVAL CINEMA LGBT - PARTECIPAZIONE LIVE AL PIANO
30 APRILE 2010 - RADIODUE ORE 10.00 - "IO, CHIARA E L'OSCURO" - INTERVISTA
01 MAGGIO 2010 - RAIUNO ORE 21.15 - TI LASCIO UNA CANZONE
07 MAGGIO 2010 - PREMIO DAVID DI DONATELLO - ORE 11.00 PREMIAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
07 MAGGIO 2010 - PREMIO DAVID DI DONATELLO - CERIMONIA RAISAT CINEMA ORE 18.30 RAIUNO ORE 22.30
14 MAGGIO 2010 - SENZA VERGOGNA TOUR - MONTECATINI TERME TEATRO VERDI
18 MAGGIO 2010 - RAIDUE ORE 21.00 BUON COMPLEANNO KAROL WOJTYLA
21 MAGGIO 2010 - SENZA VERGOGNA TOUR - RAGUSA TEATRO DUEMILA
28 MAGGIO 2010 - SENZA VERGOGNA TOUR - LIVE ACUSTICO - NOVA GORICA (SLOVENIA)
APRILE 2010 - INTERVISTA SUL MENSILE "ROLLING STONE" CON NUOVO SERVIZIO FOTOGRAFICO
MAGGIO 2010 - INTERVISTA E SERVIZIO SUL MENSILE "RARO!"

PALAZZO DUCALE DI GUBBIO: si inaugura l'istallazione IN UDIENZA DA FEDERICO 23 aprile

A Palazzo Ducale di Gubbio
si inaugura l'istallazione permanente di Paolo Buroni.
Protagonista Federico da Montefeltro


Palazzo Ducale di Gubbio
23 aprile 2010

Il 23 aprile 2010 si inaugurerà l'istallazione permanente ideata da Paolo Buroni "In udienza da Federico" che animerà il salone di corte al piano nobile di Palazzo Ducale di Gubbio, voluta dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell'Umbria e grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Per la prima volta, in una struttura museale, viene proposta la rappresentazione tridimensionale olografica e a grandezza naturale di un personaggio storico, il tutto grazie ad una inedita tecnologia italiana, la StarkHologram.

Nell'installazione, sotto la direzione artistica di Paolo Buroni, rivive Federico da Montefeltro interpretato dal famoso attore Giulio Base. Il grande condottiero dialoga per quindici minuti con un angelo, che pone a Federico, in modo dolce ma fermo, molte domande "penetranti" . Federico, è in abito rosso con il tipico cappello. Si muove liberamente all'interno della scena, il suo atteggiamento è a volte sulla difensiva, ma fermo ed orgoglioso e diffida del suo interlocutore fino alla fine, anche se le sue risposte sono quelle che darebbe a se stesso e alla storia. L'angelo può rappresentare la Dialettica, della quale Federico si dichiarava alunno, l'anima del Duca, lo Spirito della Storia, la Verità. Il suo ruolo è quello di mediatore tra Federico e un ignoto tribunale che dovrà giudicarlo. Il suo atteggiamento è perciò protettivo, ma pungente. Il tono della voce è sempre rispettoso e paziente, ma non risparmia domande imbarazzanti ed irritanti per un principe. Il risultato è un affascinante spaccato sulla vita di Federico, sul suo carattere e sulla sua filosofia con arditi affondi anche nei suoi sentimenti ed emozioni più intime.

"L'idea è quella di riannodare un legame emozionale tra questo grande personaggio storico ed il pubblico e farlo rivivere attraverso questo dialogo impossibile ma credibile. L'intento è di portare il visitatore ad immedesimarsi nel personaggio, ad indagarne la vera essenza e ad attraversarne i più segreti risvolti psicologici.

La mia idea d Museo Emozionale parte dal presupposto che la funzione dei musei storici non possa limitarsi ad essere quella di depositi di opere anche se di altissimo valore. E' fondamentale spettacolarizzare l'arte per ricostruire il legame emozionale dell'opera con il pubblico contemporaneo. Le nuove tecnologie, se ben usate e sfruttate in tutte le loro potenzialità, offrono in questo senso uno strumento grandioso e potente. La tecnologia, meglio se invisibile ed al servizio dell'arte e mai viceversa, consente di comunicare in un modo spettacolare ed affascinante l'arte ed i suoi contenuti, raggiungendo un pubblico nuovo e più vasto ormai assuefatto ad ogni messaggio" Paolo Buroni.

Paolo Buroni famoso multivision designer che ha firmato in tutto il mondo grandiosi "affreschi elettronici" è tra i più innovativi sperimentatori contemporanei. Definito da un critico americano "urban invader", Buroni, nelle sue grandi installazioni multimediali, fonde le immagini con musica e architettura dando origine ad un unico linguaggio. "Un palazzo storico, ma potrebbe essere un teatro una fabbrica o una piazza, ciò che mi affascina è interagire con lo spazio e l'ambiente, trasformarlo con le immagini e il suono". Gli interventi di Buroni, pur basandosi su materiali e fonti originali e scientifiche, e dunque veicolando contenuti storici e artistici, hanno soprattutto un intento emozionale, ludico e comunicativo. L'atmosfera creata con immagini e musica, che sottolineano ed esaltano dipinti e architetture, miniature e sculture, come in una coreografia che amplifica il piacere della visita.

www.paoloburoni.com

La Tecnologia StarkHologram
L'effetto olografico viene realizzato con una speciale tecnologia sviluppata dalla italiana Stark. La novità è che l'ologramma sembra apparire nell'aria grazie all'utilizzo da un doppio sistema di proiezione ad altissima definizione e un supporto olografico invisibile ottenuto con uno speciale trattamento. Il doppio sistema di proiezione, attraverso una sofisticata elaborazione delle immagini, permette la visione dell'effetto 3D senza l'uso degli occhiali. Il risultato è che la tecnologia è praticamente "invisibile" e rimane solo l'effetto, mentre i vecchi sistemi tradizionali richiedevano una struttura ingombrante massiccia ed estremamente invadente.

La Stark ha già realizzato e brevettato molti prodotti unici acquisendo una importante leadership a livello internazionale. La StarkLibrary à una spettacolare libreria interattiva 3D grazie alla quale si possono sfogliare virtualmente preziosissimi libri antichi che ad un gesto nell'aria usciranno magicamente dal muro e si lasceranno sfogliare "touchless" con un semplice gesto della mano nell'aria.

www.stark1200.com

Palazzo Ducale di Gubbio
Sorge di fronte al Duomo. E' frutto dell'ampliamento e della trasformazione di un nucleo di edifici medievali: infatti venne costruito, in forme rinascimentali, a partire dal 1476 per volere di Federico di Montefeltro su disegno di Francesco di Giorgio Martini da Siena. L'opera fu compiuta sotto Guidobaldo. Le strutture murarie degli stabili precedenti, tra cui l'antica residenza comunale, sono facilmente individuabili all'esterno, soprattutto nel lato verso valle. All'interno del palazzo si apre uno stupendo cortile, che corrisponde allo spazio in precedenza occupato dall'antica piazza del comune. In basso, su tre lati, si succedono le snelle arcate del portico su colonne e pilastri agli angoli; in alto, un piano con eleganti finestre architravate divise da lesene. Il complesso, è interamente destinato all'uso museale: al piano nobile le sale, caratterizzate da camini e elementi architettonici originali ospitano in esposizione permanente opere di proprietà comunale e la "replica" dello "studiolo" di Federico da Montefeltro (l'originale dell'opera si trova al Metropolitan Museum di New York), le sale a livello voltone e al piano rialzato sono invece destinate a esposizioni temporanee.

Inaugurazione 23 aprile ore 18.00

"In udienza da Federico"
Palazzo Ducale, Via della Cattedrale 1 - 06024 Gubbio

Informazioni
Tel. 075-9275872
www.madgubbio.it email: info@madgubbio.it
Orario di apertura
8,30-19,00 lunedì chiuso
Ingresso
Intero ?5
Ridotto ?2 (ragazzi 18-25 anni)
Gratuito: under 18 anni - over 65 anni

Alessandra Amoroso ospite di Antonella Clerici a “Ti lascio una canzone” il 24 aprile 2010




Alessandra Amoroso sarà ospite nel programma “Ti lascio una canzone”, il varietà musicale di Rai Uno condotto da Antonella Clerici, in diretta dall’Auditorium Rai di Napoli il 24 aprile,2010

Il Circo Embell Riva a Crotone (KR) dal 22 aprile al 3 maggio 2010



Il Circo Embell Riva a Crotone (KR) dal 22 aprile al 3 maggio 2010

Programma dello spettacolo
La scaletta del nostro spettacolo:
Jody Bellucci (tigri di Redi Montico)
Emiliana e Biba Bellucci (alta scuola spagnola)
Jody Bellucci (2 elefanti)
Ronny Niemen (giocoliere)
Alona (cerchio aereo)
Jody Bellucci (elefante barbiere)
Roberta Bellucci e Claudia Costa (tessuti)
Ottaviano Belli (grandi illusioni)
Jody Bellucci (animali esotici)
“SixSeven” (break dance)
Joy Costa (riprese comiche)
Armen (riprese comiche)

Infoline tel. +39 333.2205073
http://www.embellriva.com/

Il Circo di Vienna a Borgo Valsugana (TN) dal 22 al 26 aprile 2010

Il Circo di Vienna a Borgo Valsugana (TN) dal 22 al 26 aprile 2010

Sconto di € 3,00 per lo spettacolo di debutto scaricabile da http://www.circodivienna.it/

Il Circo Coliseum Roma a Santa Maria degli Angeli (PG) dal 15 al 25 aprile 2010



Il Circo Coliseum Roma a Santa Maria degli Angeli (PG) dal 15 al 25 aprile 2010


Per info e prenotazioni:
enzelvis.roma@yahoo.it
info@circocoliseumroma.com
oppure 339 - 8094592

Il Grande Circo Nando Orfei a Tufello (RM) dal 15 al 26 aprile 2010




Il Grande Circo Nando Orfei a Tufello (RM) dal 15 al 26 aprile 2010

Orario spettacoli:
Lunedì ore 17.30
Martedì e Mercoledì RIPOSO
Giovedì ore 17.30 e ore 21.00
Venerdì ore 17 e 30
Sabato ore 16.00 e 18,30
Domenica ore 16.00 e 18.30

http://www.nandorfei.com/

Il Circo Acquatico Dell'Acqua a Termoli (CB) dal 22 al 26 aprile 2010


Il Circo Acquatico Dell'Acqua a Termoli (CB)
dal 22 al 26 aprile 2010


Orario spettacoli

Feriali: ore 17,00 e ore 21,00
Festivi: ore 17,00 e ore 19,30


Info:
Tel. 348/3161277

GIOCHIAMO AL MUSEO: GRAN PREMIO DEL TRATTURO-XII SETTIMANA DELLA CULTURA al MAT di San Severo

INIZIATIVA DIDATTICA DEL MAT DI SAN SEVERO "GIOCHIAMO AL MUSEO - GRAN PREMIO DEL TRATTURO", UNA DELLE PIU' INNOVATIVE INIZIATIVE CHE IL MUSEO DEDICA AL MONDO DELLA SCUOLA NELLA XII SETTIMANA DELLA CULTURA

La XII Settimana della Cultura, che quest'anno il MAT di San Severo dedica al tema MUSEO E MEMORIA STORICA. Tratturi, transumanza e paesaggio nell'Alto Tavoliere vedrà, dopo la mostra di arte contemporanea "IL FUTURO RESPIRO DEL TEMPO contemporanea...mente. Viaggio nei colori", una innovativa iniziativa didattica.

Lunedì 19 e mercoledì 21 aprile il MAT dalle ore 17.00 accoglierà gli studenti della Città di San Severo e dei centri limitrofi per un nuovo e avvincente gioco dedicato al mondo della transumanza dal titolo "GIOCHIAMO AL MUSEO - GRAN PREMIO DEL TRATTURO".

"Giochiamo al Museo" è un'esperienza che sta incontrando un notevole successo poiché persegue, come finalità prioritaria, la stimolazione di un contatto proficuo e divertente dei bambini con il Museo. Nei due appuntamenti previsti, i bambini saranno condotti in maniera insolita all'interno del Museo, vivendolo come luogo di incontro in cui accadono eventi e nel quale gli oggetti sono forieri di messaggi.

Durante il gioco i ragazzi, con l'ausilio del personale museale, si avventureranno in una corsa segnata da una serie di Pit Stop alla ricerca di oggetti legati alla tradizione dei tratturi.

Novelli Schumacher, i bambini tra gli 8 e gli 11 anni saranno protagonisti di un'avvincente corsa lungo il circuito del Museo alla scoperta del magico mondo della Transumanza! Velocità, intuito, spirito di osservazione saranno alla base della gara che la Direzione e lo staff del Museo hanno organizzato per i piccoli utenti.

E il MAT sarà arricchito da sagome, colori e fumetti per rendere più accattivante il museo e avvicinare, attraverso il gioco ed il divertimento, i bambini ai reperti archeologici ed agli oggetti legati alla tradizione della transumanza.



Elio E Le Storie Tese in concerto a Indicatore (AR) il 25 giugno 2010

Elio E Le Storie Tese
Venerdì, 25 Giugno 2010 - ore 22:00
Campo Sportivo - Indicatore (AR)

Prezzi
N.d.: € 18,00*
n.d.: € 15,00*
* + diritti di prevendita

Info e Booking
INTERNATIONAL MUSIC AND ARTS
www.international-music.it

I Campionati Mondiali di Calcio 2010

UN TITOLO DA DIFENDERE

I gironi della fase finale

Il calendario della manifestazione

Albo d'oro

I Grandi Protagonisti delle passate edizioni

Parliamo dei Campionati del Mondo su FACEBOOK

BORGETTO RACCONTATA DAGLI ARTISTI il 23 aprile 2010 a Borgetto (PA)

BORGETTO RACCONTATA DAGLI ARTISTI

Data/e Evento : 23/04/2010
Luogo (luogo, indirizzo, località, città, provincia, regione) Biblioteca Comunale, Via Rappa, Borgetto, Palermo, Sicilia
Tipo di Evento (mercatino,concorso, sagra, enogastronomico, religioso, sportivo, mostra, etc.) Presentazione libro

Il Comune di Borgetto (PA) parteciperà attivamente alla 12ma Giornata della Cultura patrocinata dal MIBAC (Ministero per i beni e le attività culturali) ed in particolare alla Giornata Mondiale del Libro dell´ UNESCO, infatti, il Prof. Ignazio Buttitta, docente di Storia delle Tradizioni popolari dell´ Università degli Studi di Palermo, presenterà
il libro "Beni artistici ed etno-antropologici nel Comune di Borgetto", una disamina sulle dotazioni monumentali ed artistiche del Comune di Borgetto, realizzato per volontà
dell´Assessorato alla cultura del Comune di Borgetto, dai pittori professionisti locali Massimo Barbaro, Maria Francesca D´Amico, Stefania Liparoto, Chiara Polizzi e Agata Vicari. Gli autori hanno realizzato per l´occasione 10 opere pittoriche, illustrate nel libro, che saranno esposte e donate alla futura pinacoteca comunale. Il progetto è stato finanziato dall´Assessorato regionale siciliano dei beni culturali e dell´identità siciliana.

L´appuntamento è per venerdì 23 aprile alle ore 18.30 presso la sala mostre della Biblioteca Comunale di Borgetto, di Via Rappa (di fronte la Chiesa Madre)

Il libro sarà messo online sul sito e sul profilo Facebook ufficiali come e-book per la libera fruibilità ed in rispetto del principio della libera circolazione della cultura.

Info: 0918981093
Web: http://www.facebook.com/home.php?#!/event.php?eid=112334935455366

Campionati Mondiali di Calcio 2010: il calendario della manifestazione

Il calendario delle partite dei mondiali 2010 che si svolge in Sud Africa dall' 11 Giugno all'11 Luglio.

GRUPPO A:
Sud Africa-Messico - 11 giugno: stadio di Johannesburg (h 16.00);
Uruguay-Francia - 11 giugno: stadio di Città del Capo (h 20.30);
Sud Africa-Uruguay - 16 giugno: stadio di Pretoria (h 20.30);
Francia-Messico - 16 giugno: stadio di Polokwane (h 13.30);
Messico-Uruguay - 22 giugno: stadio di Rustenburg (h 16.00);
Francia-Sud Africa - il 22 giugno: stadio di Bloemfontein (h 16.00).

GRUPPO B:
Argentina-Nigeriana - 12 giugno: stadio di Johannesburg (h 13.30);
Corea del Sud-Grecia - 12 giugno: stadio di Port Elizabeth (h 16.00);
Grecia-Nigeriana - 17 giugno: stadio di Bloemfontein (h 16.00);
Argentina-Corea del Sud - 17 giugno: stadio di Johannesburg (h 20.30);
Nigeriana-Corea del Sud - 22 giugno: stadio di Durban (h 20.30);
Grecia-Argentina - 22 giugno: stadio Polokwane (h 20.30):

GRUPPO C:
Inghilterra-Stati Uniti - 12 giugno: stadio di Rustenburg (h 20.30);
Algeria-Slovenia - 13 giugno: stadio di Polokwane (h 16.30):
Slovenia-Stati Uniti - 18 giugno: stadio di Johannesburg (h 16.00):
Inghilterra-Algeria - 18 giugno: stadio di Città del Capo (h 20.30):
Slovenia-Inghilterra - 23 giugno: stadio di Port Elizabeth (h 16.00):
Stati Uniti-Algeria - 23 giugno: stadio di Pretoria (h 16.00).

GRUPPO D:
Germania-Australia - 13 giugno: stadio di Durban (h 16:00):
Serbia-Ghana - 13 giugno: stadio di Pretoria (h 20.30);
Germania-Serbia - 18 giugno: stadio di Port Elizabeth (h 13.30);
Ghana-Australia - 19 giugno: stadio di Rustenburg (h 13.30);
Ghana-Germania -23 giugno: stadio di Johannesburg (h 20.30);
Australia-Serbia -il 23 giugno: stadio di Nelspruit (h 20.30).

GRUPPO E:
Olanda-Danimarca - 14 giugno: stadio di Johannesburg (h 13.30);
Giappone-Camerun - 14 giugno: stadio di Bloemfontein (h 16.00);
Olanda-Giappone - 19 giugno: stadio di Durban (h 16.00);
Camerun-Danimarca - 19 giugno: stadio di Pretoria (h 20.30);
Danimarca-Giappone - 24 giugno: stadio di Rustenburg (h 20.30);
Camerun-Olanda - 24 giugno: stadio di Città del Capo (h 20.30);

GRUPPO F:
Italia-Paraguay - il 14 giugno: stadio di Città del Capo (h 20.30);
Nuova Zelanda-Slovacchia - 14 giugno: stadio di Rustenburg (h 13.30);
Slovacchia-Paraguay - 20 giugno: stadio di Bloemfontein (h 13.30);
Italia-Nuova Zelanda - 20 giugno: stadio di Nelspruit (h 16.00);
Slovacchia-Italia - 24 giugno: stadio di Johannesburg (h 16.00):
Paraguay-Nuova Zelanda - 24 giugno: stadio di Polokwane (h 16.00);

GRUPPO G:
Costa d'Avorio-Portogallo - 15 giugno: stadio di Port Elizabeth (h 16.00);
Brasile-Corea del Nord - 15 giugno: stadio Johannesburg (h 20.30);
Brasile-Costa d'Avorio - 20 giugno: stadio di Johannesburg (h 20.30);
Portogallo-Corea del Nord -20 giugno: stadio di Città del Capo (h 13.30);
Portogallo-Brasile - 25 giugno: stadio di Durban (h 16.00);
Corea del Nord-Costa d'Avorio - il 25 giugno: stadio di Nelspruit (h 16.00) ;

GRUPPO H:
Honduras-Cile - 16 giugno: stadio di Nelspruit (h 13.30):
Spagna-Svizzera - 16 giugno: stadio di Durban (h 16.00):;
Cile-Svizzera - 21 giugno: stadio di Port Elizabeth (h 16.00): ;
Spagna-Honduras - 21 giugno: stadio di Johannesburg (h 20.30);
Cile-Spagna - 25 giugno: stadio di Pretoria (h 20.30);
Svizzera-Honduras - 25 giugno: stadio di Bloemfontein (h 20.30);

OTTAVI DI FINALE:
1° girone A-2° girone B (1) - 26 giugno a Port Elizabeth (h 16.00);
1° girone C-2° girone D (3) - 26 giugno a Rustenburg (h 20.30):
1° girone D-2° girone C (4) - 27 giugno a Bloemfontein (h 16.00): ;
1° girone B-2° girone A (2) - 27 giugno a Johannesburg (h 20.30):
1° girone E-2° girone F (5) - 28 giugno a Durban (h 16.00);
1° girone G-2° girone H (7) - 28 giugno a Johannesburg (h 20.30)
1° girone F-2° girone E (6) - 29 giugno a Pretoria (h 16.00)
1° girone H-2° girone G (8) - 29 giugno a Citta del Capo (h 20,30)

QUARTI DI FINALE
5-7 (=C) -2 luglio a Port Elizabeth (h 16.00);
1-3 (=A) -2 luglio a Johannesburg (h 20.30);
2-4 (=B) - 3 luglio a Città del Capo (h 16.00);
6-8 (=D) -3 luglio a Johannesburg (h. 20.30);

SEMIFINALI:
A-C (1) -6 luglio a Città del Capo (h 20.30);
B-D (2) -7 luglio a Durban (h 20.30):

FINALE TERZO POSTO:
perdente (A-C) Vs perdente (B-D) -10 luglio a Port Elizabeth (20.30)

FINALE:
11 luglio a Johannesburg (h 20.30);

Campionati del Mondo di Calcio 2010: i gironi della fase finale


I gironi della fase finale del mondiale 2010 in Sud Africa:

Girone A :
Sud Africa (qualificata di diritto perchè organizza il mondiale)
Messico (2° qualifica gironi CONCACAF)
Uruguay (vincitrice dello spareggio CONCACAF - CONMEBOL)
Francia (vincitrice spareggio UEFA)

Girone B :
Argentina (4° classificata girone CONMEBOL)
Nigeriana (1° classificata gironi CAF)
Corea del Sud (1° classificata gironi AFC)
Grecia (vincitrice terzo spareggio UEFA)

Girone C :
Inghilterra (1° classificata girone UEFA)
Usa (1° classificata girone CONCACAF)
Algeria (1° classificata gironi CAF)
Slovenia (vincitrice spareggio UEFA)

Girone D :
Germania (1° classificata gironi UEFA)
Australia (1° classificata gironi AFC)
Serbia (1° classificata gironi UEFA)
Ghana (1° classificata gironi CAF)

Girone E :
Olanda (1° classificata gironi UEFA)
Danimarca (1° classificata gironi UEFA)
Giappone (2° classificata girone AFC)
Camerun (1° classificata gironi CAF)

Girone F :
Italia (1° classificata gironi UEFA)
Paraguay (3 classificata girone CONMEBOL)
Nuova Zelanda (qualificata nell' Inter-zona)
Slovacchia (1° classificata girone UEFA)

Girone G :
Brasile (1° classificata girone CONMEBOL)
Corea del Nord (2 classificata gironi AFC)
Costa d’Avorio (1° classificata gironi CAF)
Portogallo (vincitrice del secondo spareggio UEFA)

Girone H :
Spagna (prima classificata gironi UEFA)
Svizzera (1° classificata gironi UEFA)
Honduras (3° classificata girone CONCACAF)
Cile (2° classificata girone CONMEBOL)

10° Ciclotour e Discesa agli Inferi ai Campi Flegrei

Decima edizione del ciclotour dei Campi Flegrei
24 aprile 2010


Il ciclotour dei Campi Flegrei giunge alla sua decima edizione ed aprirà la manifestazione Bussate alla porta degli inferi. L'iniziativa ha l'obiettivo di avvicinare all'uso della bicicletta in particolare per la fruizione del territorio del Parco dei Campi Flegrei.
La passeggiata è aperta a cicloamatori di ogni età ed è supportata dalla presenza dei vigili urbani. Le scorse edizioni hanno visto la partecipazione di più di 100 persone ad evento. La passeggiata sarà guidata da esperti naturalisti e sono previste soste in luoghi di particolare pregio naturalistico, paesaggistico e rurale. Il tema di quest'anno è la memoria, diversi personaggi della storia e della mitologia racconteranno i luoghi che attraverseremo.
L'iniziativa è organizzata e realizzata dall'Associazione culturale "Le ali di Dedalo onlus", è gratuita ed autofinanziata. I partecipanti si raduneranno il giorno 24 aprile 2010 alle ore 9:00 presso Il Giardino dell'Orco sul Lago d'Averno. La partenza è prevista per le ore 10:30.
Il Decimo ciclotour dei Campi Flegrei è dedicato a Joe Lubrano, un nostro amico e socio che questa primavera ci ha lasciati. Joe avrebbe voluto essere con noi in questo ciclotour, ma sappiamo che , anche se in maniera diversa, sarà comunque presente tra noi.

Per info e prenotazioni: Tel: 3349072795 - fax: 0815265470
sito web: www.lealididedalo.it
E-mail: lealididedalo@libero.it

17/04. In Italia la 1° Giornata Mondiale del Circo (Comunicato Stampa)

UNA GIORNATA DI SENSIBILIZZAZIONE SUL CIRCO
ANCHE IN ITALIA LA PRIMA GIORNATA MONDIALE DEL CIRCO
UNA MATTINA A PORTE APERTE PER FAR VISITARE GRATUITAMENTE AL PUBBLICO GLI ANIMALI DELLO ZOO

Oltre 40 circhi in tutta Italia aderiscono all'evento mondiale promosso dalla Principessa Stephanie

La Federazione Mondiale del Circo, presieduta dalla Principessa Stephanie di Monaco, già presidente del Festival del Circo di Montecarlo, ha indetto per il 17 aprile 2010 la prima Giornata Mondiale del Circo. Un evento promozionale a favore della cultura del circo che da quest'anno si celebrerà in tutto il globo.

"I numeri con animali sono da sempre una parte importante della tradizione circense, e rimangono un simbolo del circo per molte persone - afferma la Principessa Stephanie - Pur essendo consapevole dei problemi che riguardano gli animali nel circo, nella mia esperienza personale ho conosciuto addestratori di animali che dedicano tutte le loro energie all'alta qualità nel trattamento degli animali e alla costruzione di rapporti durevoli con i loro compagni animali. Se vi sono casi in cui ciò non avviene, credo, come mio padre prima di me, che il modo migliore per garantire la salute e il benessere degli animali da circo sia la regolamentazione da parte del governo e una rigida applicazione delle norme".

In omaggio a queste parole e alla tradizione che vuole ben saldo nell'immaginario collettivo di tutti gli italiani il circo con i suoi animali, l'Associazione Circusfans Italia ha proposto a tutti i circhi italiani di aprire per una mattinata le proprie porte agli spettatori e di dar loro modo di visitare gratuitamente i loro zoo itineranti e le scuderie che ospitano cavalli, elefanti, grandi felini e animali esotici in generale. Sarà un modo per assistere anche agli allenamenti degli artisti per una mattinata e tornare bambini. Il circo che i grandi registi, da Fellini a Cecil B. De Mille (autore del kolossal americano "Il Più Grande Spettacolo del Mondo"), da Chaplin a Wim Wenders hanno proposto nei loro film nasconde un fascino meraviglioso gelosamente custodito dai protagonisti di questo mondo senza età, inafferrabile e misterioso che ha ammaliato generazioni di artisti e milioni di spettatori.

L'Associazione Circusfans Italia (www.circusfans.net), con il patrocinio dell' Ufficio Pastorale Nazionale per i Fieranti e Circensi della Fondazione Migrantes (Conferenza Episcopale Italiana) promuove dunque una giornata per riscoprire il circo e andare oltre ai gravi pregiudizi inerenti la presenza degli animali nel circo. Gli spettatori avranno modo di rendersi conto di persona le reali condizioni di detenzione degli animali ed il rapporto che in questo mondo lunare e poetico unisce uomini e animali.

"Il Circo sta attraversando una fase critica che lo vede bersagliato dal fronte animalista e trascurato dalle istituzioni - afferma Dario Duranti, presidente dell'Associazione Circusfans Italia - Troppo spesso i comuni compiono degli illeciti, disapplicando la legge nazionale del 1968 che riconoscendo la funzione sociale del circo equestre (quindi con animali) impone ad ogni città di dotarsi di almeno un'area da destinare ai circhi equestri. In tanti, troppi comuni questo diritto viene negato ai circhi - prosegue Duranti - applicando regolamenti comunali ispirati da principi contrari alla legge nazionale e come tali illegali, come dimostrato dai numerosi ricordi al TAR regolarmente vinti dai circhi. E' venuto il momento di reagire. Il 17 aprile i circhi italiani apriranno le loro porte al pubblico e dimostreranno di non avere nulla da nascondere. Il pubblico ama ancora il circo, anche se la campagna di ostilità verso questo mondo ne offusca sovente l'immagine. E' necessario riconquistare le istituzioni e sgombrare il campo da pregiudizi".

Il 17 aprile sarà la prima occasione in cui il circo italiano si mobiliterà per perorare la propria causa e riconquistare la stima delle istituzioni e dei media.


Sul sito
www.circusfans.net
l'elenco di tutti i circhi italiani aderenti alla Giornata Mondiale del Circo e la località in cui si troveranno il 17 aprile.
http://www.circusfans.net/giornatamondialedelcirco.html

17 APRILE 2010 - GIORNATA MONDIALE DEL CIRCO


17 APRILE 2010
GIORNATA MONDIALE DEL CIRCO


UNA MATTINA A PORTE APERTE PER FAR VISITARE GRATUITAMENTE AL PUBBLICO GLI ANIMALI DELLO ZOO E FAR ASSISTERE IL PUBBLICO ALLE PROVE DEGLI ARTISTI

Elenco dei circhi che aderiscono all'iniziativa

Antigone in Silenz - Quingentole (MN), 24 aprile 2010

Sabato 24 aprile 2010, ore 21:00
Quingentole (Mn)
Teatro Comunale
Piazza Italia, 24

ANTIGONE in SILENZ di Mamadou Dioume in scena al Teatro Comunale di Quingentole (MN)

Antigone: - L´editto era pubblico: lo conoscevo, certo.
Creonte: - E hai osato trasgredire questa legge?
Antigone: - ... Non ho pensato che i tuoi decreti avessero il potere di far sì che un mortale potesse trasgredire le leggi non scritte degli dei, leggi immutabili che non sono di ieri né di oggi, ma esistono da sempre ... Per timore di un uomo io non potevo subire il castigo degli dèi.
E' diversa, questa Antigone. E´ un'Antigone che quasi non c'è, oggi, sulle scene e nel mondo.

Al Teatro Comunale di Quingentole, alle 21 di sabato 24 aprile, andrà in scena una rappresentazione del tutto originale, il cui processo creativo è iniziato nel giugno 2008 con la direzione di *Mamadou Dioume*.

Lo spettacolo nato dalla sceneggiatura di Andrea Maurizi (*Teatro delle Condizioni Avverse*) e diretto dall´artista internazionale, già ex attore di Peter Brook, è una sarcastica e dissacrante riscrittura del celebre mito greco attraverso i secoli, da Sofocle, a Anouilh, a Brecht fino all´Alfieri. La rappresentazione è il punto di arrivo di un lungo percorso formativo durato due anni, grazie al quale, attori provenienti da diverse esperienze si sono lasciati guidare dal loro maestro verso nuove forme espressive
scoprendo al contempo una nuova Antigone: la loro!

La storia ruota attorno alla figura di un Tiresia capocomico, rapito nella sua estasi di raccontare ancora oggi una storia capace di far alzare le folle, e profondamente sfiduciato dalla cruda realtà del mondo.

Un mondo che oggi continuamente morde allo stomaco del teatro, facendolo morire di fame, e a cui il teatro tenta in ogni modo di mordere, nel tentativo di risvegliare il desiderio di osare, di difendere i propri ideali e celebrare l´innato senso di giustizia troppo spesso mortificato e immolato sull´altare sacro del "saper vivere" e della "prudenza".

Il capocomico, interpretato da Andrea Maurizi, tira quindi le fila di una giovane e già sfiancata compagnia di saltimbanchi e musici, sulla falsa riga di un rinnovato "scarrozzante testoriano". S´inizia la rappresentazione al suono degli organetti, con un folle Tiresia majakovskijano, che entra trainando un carretto\palco, che all'apertura del sipario si rivelerà, essere un carro funebre pieno di bare.

"Dov'è Antigone? Antigone deve ancora nascere oggi. Ma a qualcuno dovremo pur parlare stasera, così parliamo a qualcuno che non c'è."

La narrazione viene da subito incentrata sulla figura di Ismene, quale metafora dello spettatore medio, capace solo di indignarsi intellettualmente, ma totalmente sterile poi nel tradurre in pratica una qualsiasi forma di ribellione, riscatto o resistenza di fronte alle
ingiustizie del mondo.

Il dramma si chiude con il riscatto di Ismene, quale detentrice della memoria di Antigone. Un mito o se vogliamo uno straordinario esempio di libertà interiore che dopo 25 secoli è ancora presente.

Lo spettacolo ha un ritmo incalzante, caratterizzato da una dissacrante e continua visionarietà onirica. I personaggi vivono una guerra che non è mai finita e in questo folle scenario Antigone è solo una piccola donna che decide di andare contro la legge di un tiranno in nome di una giustizia più alta e in onore di quella pietà, *l´antica pietas*, che mai dovremmo ignorare. Una donna che urla sul mondo il proprio silenzio certa che a nulla
servirebbero le parole se non ha mortificare ancora una volta la propria coscienza.


Regia *Mamadou Dioume*
Drammaturgia *Andrea Maurizi*

Con *Valentina Piazza*, *Lidia Di Girolamo*, *Francesco Russo,* *Alfio
Zappalà*, *Enrico Scarinci*, *Andrea Maurizi*, *Elisa Maurizi*

Musiche originali: *Enrico Scarinci*
Datore Luci: *Cristiano Leopardi*

Ingresso gratuito.

Info: www.officineculturali.org - tel. 0765.24699.

APPELLO URGENTE!

Dalla Pro Loco di Lugo (RA) ci arrivano, condividiamo e divulghiamo questo parole:

Carissimi Amici!

E' successa una cosa terribile. Hanno arrestato Matteo. Penso che nemmeno Kafka sarebbe riuscito ad immaginare una tale scenario per lui e per i suoi colleghi, finiti come lui in questa assurda trappola. Stiamo pregando, stiamo cercando di tenere alte le speranze di Paola e Noa, stiamo facendo sentire la nostra voce al governo italiano che, indipendentemente dalle simpatie politiche, non sta adeguatamente proteggendo dei suoi cittadini. Anzi, non sta facendo nulla per difendere l'immagine di un'organizzazione che in tanti anni ha reso onore a questo Paese. Così come hanno sempre fatto i suoi operatori.

Sì, sono di parte, lo sapete. Perché io posso dire di conoscerli. E quindi mi permetto di bussare alle vostre porte, certa di quanto affermo. Mai, in nessuna condizione, in nessuna assurda realtà parallela come può essere un teatro di guerra, una persona come Matteo avrebbe potuto nemmeno lontanamente immaginare di attentare ad una vita umana. Lui, che ha sempre dato tutto se stesso e anche di più ai feriti, ai pazienti, alle "persone" che si presentavano al loro ospedale, senza chiedere né nomi, né fede politica o religiosa, né compensi. In nome del sacro diritto di ogni essere umano di ricevere nel momento del bisogno le migliori cure possibili. Sempre e comunque. Sacrificando parte della sua vita a sconosciuti bisognosi.

Mi permetto, senza chiedere consenso a Paola e me ne scuso, di riportarvi quanto scriveva Matteo qualche settimana fa... giusto per farvi comprendere, se ce ne fosse bisogno, perché io credo in lui e in Emergency (e perché capisco in pieno Gino quando parla di testimoni scomodi...).

"...Vergogna.

E' quella che proviamo tutti qui all'ospedale di Emergency a Lashkar Gah,
Afghanistan, dopo l'inizio dell'ennesima 'grande operazione militare', che
ogni volta è la più grande.

Un profondo senso di vergogna per quello che la guerra, qualsiasi guerra,
fa.

Distruzione, morti, feriti.

Sangue,pezzi di carne umana.

Urla feroci e disperate.

Non fa altro.

Ma qualcuno ancora pensa che sia un buon modo per esportare 'pace e
democrazia'.

In effetti la pace la stavano portando anche a Said Rahman, noto
'insurgent' della zona, ma quella eterna però.

Si è beccato un proiettile in pieno petto, di mattina presto, mentre era
in giardino.

Non stava pattugliando la zona, non stava combattendo, non stava mirando
nessuno.

Said Rahman non ha nemmeno visto da dove arrivava il proiettile che ha
ancora nel corpo e che gli ha sfondato il polmone di destra.

Ha solo sentito un gran bruciore e poi è svenuto dal male.

L'hanno trasportato in elicottero fino a Lashkar gah,gli stessi elicotteri
che prima sparano, poi in ambulanza nel nostro centro chirurgico per
vittime civili della guerra ,abbastanza instabile ma con il suo
orsacchiotto di peluche nuovo di zecca,regalo della democrazia.

Sembrava avesse la gobba da tanto sangue si era raccolto nella schiena.

E' stato operato subito, gli hanno messo due drenaggi toracici, quasi più
grandi di lui.

Perché il noto 'insurgent' ha sette anni.

Sette.

Questa è la 'grande operazione militare', la più grande.

Vergogna."

Questo è Matteo. Questa è la realtà a cui ha dedicato tanti mesi della sua vita. Perché ce n'era bisogno e lui non si è girato dall'altra parte. Vi sembra che chi ha potuto scrivere queste parole possa anche solo pensare di commettere un attentato? Ora tutti sappiamo quanto sta rischiando. Ancora una volta la vita. Perché signori, per le accuse che gli hanno mosso è prevista la pena di morte.

Non ho altre parole. Scusate se latiterò nelle mie risposte a quanti aspettano news su altri argomenti.

Vi chiedo una sola cosa, per il momento. Se condividete la mia indignazione e il mio desiderio di far sapere che tutto questo non ci sta bene, vi prego di sottoscrivere la raccolta di firme che Emergency ha lanciato sul suo sito. Io ho faticato a riuscirci perché il sito era intasato da migliaia di collegamenti, ma vale la pena insistere un po', se potete.

http://www.emergency.it

Un'ultima preghiera, se potete: diffondete questa notizia e fate conoscere ai vostri amici e cari l'appello per la raccolta firme.Le persone arrestate, da anni rischiano la vita per salvare quella di altri che hanno bisogno. Oggi sono loro ad aver bisogno di noi.

Grazie,

Daniela Migotto

Chi getta semi al vento
Fara' fiorire il Cielo

Tying Tiffany: annunciata la data zero - 1 maggio in provincia di Biella - e nuovo disco

Hub Music Factory annuncia la data zero della seducente dark lady, la musicista di origine veneta, Tying Tiffany - 1 maggio in provincia di Biella - fenomeno italiano che rappresenta, da qualche anno e a livello internazionale, un punto di riferimento del genere electroclash.

TT, che ha condiviso il palco con nomi quali Iggy Pop, Gogol Bordello, Buzzcocks e tanti altri, sarà in tour europeo con questa prima data italiana al Koko Club di Castelletto Cervo (BI), proprio a ridosso dell'uscita del suo nuovo, e atteso, terzo disco "People Temples", fuori il 7 maggio e disponibile in anteprima la sera del concerto. Le atmosfere che si respirano nell'album sono cariche, cupe e taglienti, con dilatazioni in chiave (quasi) dub e ritmiche in puro stile hardcore (nella sua accezione rock): una miscela esplosiva che
si evince già dal promo trailer http://vimeo.com/10299521
Interessante anche il concept del disco, la cover e il titolo: ispirato all'omonima setta pseudoreligiosa di San Francisco - la Peoples Temple guidata da Jim Jones, nota per il suicidio di massa avvenuto nel 1978 - l'album è un nuovo e intrigante step, tra sinth e
chitarre distorte. Con questo terzo lavoro, TT è pronta a tenere stretto lo scettro di "italian gothic queen" come i media internazionali l'hanno ribattezzata per il suo lato oscuro ma elegante, da vera vamp.

TYNG TIFFANY (presentazione nuovo disco "People Temples")
01-05-10 Koko Club - Castelletto Cervo (BI)
www.tyingtiffany.com; www.hubmusicfactory.com

Un ultimo saluto a Raimondo Vianello


Un ultimo saluto a Raimondo Vianello, elegante e raffinato SIGNORE della vera TV italiana.

Ha accompagnato l'infanzia di tante persone della mia generazione, con la sua non invandenza è entrato nel cuore di milioni di telespettatori e non solo.

Ciao Raimondo

"Rintocchi di campane e campanelle" che si terrà a Pistoia dal 16 al 30 Aprile

Dal 16 al 30 Aprile 2010 si terrà nella città di Pistoia la mostra: "Rintocchi di Campane e Campanelle. L'arte dei Maestri fondatori pistoiesi". Un'iniziativa dell'Assessorato al Turismo del Comune di Pistoia, in collaborazione con la UFIP srl e la Fondazione Tronci, volta alla riscoperta della storica produzione di campane che da sempre permeano la tradizione e la vita di questo splendido borgo Medievale. Forgiate nel metallo, da millenni scandiscono con i loro rintocchi gioie e sciagure. Suonate a festa per le nozze o lentamente cadenzate per i funerali, richiamano i fedeli nelle chiese cristiane e risuonano nelle piazze.

Dalla metà del XVIII secolo Pistoia è uno dei principali centri italiani in cui viene realizzata una raffinata produzione artigianale di questi strumenti. Una delle fabbriche pistoiesi ancora oggi attive e vitali, di importanza internazionale è l'UFIP, specializzata nella produzione di strumenti musicali a percussione e di organi musicali.

Attraverso l'esposizione di campane e campanelle, che oggi fanno parte della collezione della Fondazione "Luigi Tronci", è possibile osservare con attenzione l'arte antica dei maestri fondatori che vive di manualità, profonda conoscenza dei materiali e raffinata elaborazione dei processi costruttivi.

Nel maestoso Battistero di S. Giovanni in Corte, le campane plasmate dalle mani di abili artigiani suoneranno in diversi momenti: il 16 Aprile alle ore 18,00 per l'inaugurazione dell'evento espositivo, il 18 Aprile alle ore 17,00 per le performance musicali che accompagneranno la domenica ecologica e la mostra fino alle ore 20,00. Infine, proprio le campane, il 30 Aprile, saranno protagoniste di un concerto eseguito dai maestri dell'Associazione Campanari della Basilica di San Luca di Bologna. Un connubio tra uomo e ritmo, forma e suono, ritualità e sacralità.


Battistero di San Giovanni in Corte
Piazza Duomo, Pistoia
ingresso gratuito
orario:
tutti i giorni dalle 10 alle 18
venerdì 16 aprile ore 18.00 inaugurazione
domenica 18 aprile ore 17.00 performance musicali e apertura straordinaria sino alle 20.00
venerdì 30 aprile piazza del Duomo ore 19.00 e ore 21.00 concerto di campane e apertura straordinaria sino alle ore 22.00

Info
www.comune_pistoia.it 0573 371690 - 0573 21622

Marcialonga Cycling il 30 maggio 2010 a Predazzo (TN)

MARCIALONGA CYCLING – 30 MAGGIO 2010
PREDAZZO (TN)


La quarta edizione della Marcialonga Cycling è pronta a scattare domenica 30 maggio da Predazzo (TN). Due le varianti di percorso, uno lungo e uno medio, col più impegnativo che prevede lo scollinamento di tre passi dolomitici, il Lavazé, il San Pellegrino e il Valles, mentre per chi sceglie la soluzione "light" ci sarà da affrontare solo il Passo Lavazè. Nel dettaglio, i tracciati della gara trentina misurano 135,4 km - con 3.279 metri di dislivello e una pendenza massima che sfiora il 20% - per quanto riguarda il "lungo", e 80 km - con un dislivello di 1.894 metri – nella variante "media".
La gara fa parte dei circuiti Supernobili, Amateurs World Cup e Worldloppet Cycling Races. Quest'ultimo è la versione estiva del challenge invernale sugli sci stretti, e comprende otto gare off road e su strada tra Europa e Australia.
La Marcialonga Cycling è anche valida per la speciale classifica di combinata "Punto 3 Craft", insieme alla granfondo invernale e alla Marcialonga Running di settembre.
Info: www.marcialonga.it

Cena con delitto SABATO 8 MAGGIO 2010 a Villa Caruso a Lastra a Signa (FI)


VILLA CARUSO
Appassionati del mistero, amanti della buona cucina
Siete invitati alla "Cena con Delitto"
Sabato 8 Maggio 2010

MORTE A COLORI
di Alex McBain
con Riccardo Bono, Chiara Ciofini, Piera Dabizzi, Fulvio Ferrati,
Carolina Gamini, Alberto Orlandi
Spettacolo interattivo condotto da 7 attori.

Siete stati invitati all'evento artistico mondano dell'anno, starà a voi scoprire cosa si nasconde dietro l'arte, se così possiamo definirla...

Diventerete i veri protagonisti. Ogni tavolo diventerà una squadra investigativa e sarete chiamati ad aiutare il commissario nella risoluzione del mistero interrogando direttamente i diretti interessati.

Buon Giallo!

una produzione
..presso...

VILLA CARUSO BELLOSGUARDO
Via di Bellosguardo, 54 - 50055 Lastra a Signa - Firenze
prenotazione obbligatoria
Tel. 055 8721783 Fax 055 8722230 info@villacaruso.it

Aperitivo con antipasto alle ore 20:00 (si raccomanda la massima
puntualità)
Inizio spettacolo ore 20.30
Posti limitati. Vi consigliamo di prenotare quanto prima

Cena e spettacolo interattivo € 45,00

Menù
Aperitivo e antipasto misto a buffet
*****
Paccheri in salsa carrettiera al basilico
*****
Arrosto misto con pollo, coniglio e rosticciana
Patate alla ghiotta
Insalata mista
*****
Strudel di mele con crema tiepida

16 e 17 APRILE: TAVA ON THE ROAD AL BELUSHI DI IVREA CON SKAPPADAKA' E FATTY CAOS AL SACRIPANTE DI ALA DI STURA

VENERDI´ 16 APRILE - BELUSHI (Ivrea)
SKAPADAKA´ in concerto

Venerdì 16 aprile, alle 22 al BELUSHI di Ivrea, in via Circonvallazione 24, concerto degli SKAPADAKA´ in occasione del *Tavagnasco Rock On the Road*, anteprima del *TavaRock Festival*.

Formazione SKAPADAKA´
Mauro Giovanzana voce
Alex Nicod chitarra solista
Michel Prola chitarra ritmica
Alessio Favre basso
Alessandro Solari batteria
Alessandro Vuillermoz tromba
Diego Roffino tromba
Diego Girodo trombone
Stefano Chanoux sax tenore
Fabio Consol sax baritono

Questo gruppo nasce dall´amore di alcuni amici per lo SKA.

Gli SKAPADAKA´ hanno conquistato in poco tempo le platee valdostane e canavesane, e tutti i loro fans sono in attesa dell´uscita del loro primo cd.

SABATO 17 APRILE - SACRIPANTE (Ala di Stura)
FATTY CHAOS in concerto

In occasione del *TavaRock On The Road*, anteprima del *Tavagnasco Rock Festival*, i FATTY CHAOS si esibiranno in un atteso concerto, sabato 17 aprile alle ore 22 al SACRIPANTE di Ala di Stura (via Circonvallazione 42).
Ingresso gratuito.

Formazione FATTY CHAOS
Kontu voce
Boobbah batteria
Fabio chitarra e voce
Quiz basso e voce

I *Fatty Chaos* nascono nel 2004 da quattro ragazzi che arrivano da background differenti. Registrano il loro primo Ep dal titolo "Stupid" nel 2007, e l´anno dopo "Donnie" al Fusix Studio; alla fine del 2008 realizzano un video girato da Xavy Videomaker. Vantano vari live in compagnia di band note come i Linea 77, Dufresne, Rezophonic, Exilia, Los Fastidios.

A Udine il Tiepolo più segreto dal 21 maggio al 31 ottobre 2010

Giambattista Tiepolo
tra scherzo e capriccio
Disegni e incisioni "di spiritoso e saporitissimo gusto"
Castello di Udine - Galleria d'Arte Antica - 21 maggio - 31 ottobre 2010


A 40 anni dall'ultima loro storica esposizione, i Capricci e gli Scherzi di Giambattista Tiepolo tornano al Castello di Udine.

Il corpus completo della magnifica produzione grafica dell'artista veneziano sarà esposto nella Galleria d'Arte Antica del Castello udinese insieme ad una attentissima selezione di suoi disegni, opere direttamente collegate ai temi delle incisioni. Il tutto affiancato dagli oli del Tiepolo e dei tiepoleschi patrimonio delle Gallerie d'Arte udinesi e dai cicli di affreschi che i Tiepolo, Giambattista e Giandomenico, hanno lasciato in città e che valgono ad Udine l'appellativo di "Città di Tiepolo"..

"Giambattista Tiepolo tra scherzo e capriccio", curata da Cristina Donazzolo Cristante e Vania Gransinigh, sarà allestita in Castello dal 21 maggio al 31 ottobre. La mostra rientra, ed è anzi una delle proposte di punta, delle "Giornate del Tiepolo 2010", programma ideato e gestito dall'Assessorato alla Cultura del capoluogo friulano, che propone, dal 21 al 30 maggio, itinerari tiepoleschi, concerti di musica barocca, momenti di approfondimento storico e scientifico, tutto intorno appunto al marchio "Udine Città del Tiepolo".

"Di spiritoso e saporitissimo gusto" è il giudizio entusiasta che lo Zanetti profferì nell'ammirare per la prima volta, affascinato, le incisioni di Tiepolo. A colpirlo innanzitutto fu l'uso della tecnica dell'acquaforte: le figure sembrano schizzate senza alcuna esitazione, sull'impeto del momento, di getto, si direbbe. Del resto "concepire, disegnare, intagliare non è che un istante per me..", ebbe a chiosare Tiepolo stesso. Ma a colpirlo furono anche i soggetti: scene dove la vita sembra rappresentata in teatro, dove luci e ombre sembrano giocare rincorrendosi, scene popolate da curiosi personaggi : maghi, scheletri, cani irsuti. Dove gli sguardi, valga il caso del ragazzo seduto su un vaso, catturano l'occhio di chi guarda, quasi ad impedirgli di osservare l'insieme della rappresentazione. Visioni che appaiono oniriche, sospese, baluginanti sul nitore del foglio.
Sono immagini che segnano, per qualità estetica ed esecutiva, un unicum nella storia dell'arte grafica.
Ma ciò che più affascina in questi capolavori non è tanto la pur eccelsa esecuzione tecnica ma ciò che l'artista vi ha rinchiuso, il significato segreto che sottende ai particolarissimi e mai casuali lavori.
Il senso pieno di queste immagini ancora sfugge. Di certo nella vi è raffigurato casualmente ed è verosimile che il messaggio finale di questi rettangoli impressi di sapere occulto fosse intelleggibile solo ad una ristretta cerchia di intellettuali, di adepti. Anche in ciò risiede il fascino e la malia di questi "sfuggenti" capolavori. Su ciascuno di essi si sono riempite pagine di interpretazione, senza giungere a certezze di lettura che, evidentemente, l'artista intendeva condividere con pochi. In apparenza si tratta di soggetti semplici, anedottici, divertiti. In realtà si tratta di raffigurazioni a diversi piani di complessità e di interpretazione.
Tutti oggi concordano sul fatto che il loro significato vada ricercato nel lato oscuro, misterioso, di quell'età dei Lumi da cui appare caratterizzato il Settecento razionalista a livello internazionale.
Messaggi esoterici? Molte chiavi di quei misteri oggi sono andate smarrite e, con esse, la capacità di capire sino in fondo il significato significante di queste opere.
Certo è che Tiepolo si dedicò alla loro ideazione con molta cura, com'è dimostrato dai disegni preparatori, e lo fece lungo un lungo arco di tempo.
Gli studi riguardanti il corpus incisorio di Giambattista Tiepolo hanno permesso di fissare a trentacinque il numero di pezzi che lo compongono, individuando al suo interno una scansione cronologica che consente di anticipare con certezza l'esecuzione dei Capricci rispetto agli Scherzi di fantasia.
Realizzati i primi tra il 1741 e il 1742, portati a termine i secondi in due distinte fasi tra il 1743-1744 e il 1754, essi sono stati oggetto di importanti studi che hanno individuato anche una possibile progressione esecutiva al loro interno. Le stampe, originate da occasioni estemporanee, vennero poi riunite nella serie dei Capricci, dieci dei quali pubblicati per iniziativa di Anton Maria Zanetti di Girolamo nel secondo volume della sua Raccolta di chiaroscuri del 1743, e in quella degli Scherzi di Fantasia, realizzati in tempi diversi e pubblicati in volume unico solo dopo la morte dell'artista.
L'intera produzione è presente in mostra. Le curatrici, affiancate dal comitato scientifico composto da Svetlana Alpers, William L. Barcham, Caterina Furlan, Peter O. Krückmann, Giuseppe Pavanello e Catherine Whistler, hanno cercato di proporre, quanto più possibile, "i primi stati" di queste opere, quelli che concretamente nacquero sotto gli occhi esigenti del Gran Maestro. Alle acqueforti si accompagnano appunto i disegni ad esse direttamente collegati. Si tratta di opere che talvolta evidenziano legami palesi con le acqueforti tanto da poterne essere considerate la fase ideativa, più spesso denunciano riferimenti vaghi e superficiali che inducono a ritenerle ulteriori variazioni sul tema. Nell'insieme essi rivelano, comunque, la ricchezza dell'universo creativo tiepolesco e contribuiscono a chiarire i meccanismi complessi che hanno presieduto alla loro origine inventiva.
Alle acqueforti e ai disegni verranno affiancate anche alcune lastre originali, le matrici delle incisioni, per chiarire l'intero processo che portò alla loro produzione.
Il tutto in un percorso che si presenta come una occasione oggettivamente unica per tentare di avvicinarsi ai segreti tiepoleschi, senza la presunzione di poterli penetrare sino in fondo, ma sapendo di poter contare sull'impagabile emozione di ammirali, lasciandosene affascinare, anzi ammaliare..

Info per la visita alla Mostra: PuntoInforma tel. 0432 414 717 - 8 puntoinforma@comune.udine.it www.udinecultura.it

Valerio Scanu: un biglietto omaggio per il concerto ad Alghero (SS) il 6 giugno 2010



In palio un biglietto per il concerto di Valerio Scanu ad Alghero (SS) il 6 giugno 2010.

Come fare a vincerlo?
1) Iscriviti alla nostra pagina fans su Facebook
2) Durante la giornata di venerdì 23 aprile 2010, pubblicheremo in bacheca una domanda sul Re Matto.
La prima risposta esatta nel campo commenti si aggiudicherà il biglietto, che verrà recapitato mezzo raccomandata.

Altri premi in palio nelle prossime settimane: biglietti per concerti, musei, teatro, gadget, biglietti per i parchi, cene in ristoranti ecc...

Luca Rento: la personale al MAN di Nuoro - 23 aprile - 6 giugno 2010

Luca Rento
"Apparentemente nulla"
MAN, Nuoro,
23 aprile - 6 giugno 2010


A cura di Elena Volpato e Saretto Cincinelli

Dal 23 aprile al 6 giugno 2010, dopo la personale dedicata a Emanuele Becheri e sempre in contemporanea alla mostra sui capolavori della pittura italiana provenienti dal Mart, nelle sale al piano terra e al primo piano del museo, il MAN propone l'aattesa personale di Luca Rento.
La mostra, curata da Elena Volpato e Saretto Cincinelli, sarà incentrata su opere video e videoinstallazioni. Frequentemente incastonate in bianche cornici minimaliste, le immagini di Luca Rento (Feltre, 1965), che si rifanno sia pur in maniera indiretta ai generi della pittura: paesaggio, autoritratto, natura morta ecc. e che spesso rifuggono gli stessi formati standard del video, possono trarre in inganno, apparire, se non come dipinti, a causa della loro luminosità interna, almeno come perfetti light box. Ma poiché non c'è passaggio fra mobilità e immobilità che non comporti una mutazione anche plastica dell'immagine, quando, dopo un periodo di prolungata attenzione, ci accorgiamo che le cime degli alberi di apparentemente nulla, 18 luglio 2004 17.16.32 oscillano lievemente nella brezza o che il petto del giovinetto dormiente ritratto in giacomo, 22 agosto 2004 05.54.51, è mosso da un impercettibile respiro, siamo colti da un moto di stupore, e ci ritroviamo après coup e intempestivamente esitanti sulla natura dell'oggetto della nostra contemplazione, un'esitazione che mette in crisi il meccanismo di visione già in atto: ciò che pensavamo essere un'immagine fissa va completamente ripensato come stasi di un'immagine animata: le caratteristiche proprie ai due diversi regimi di rappresentazione si trovano così entrambe messe in questione, cioè rimesse in causa, assieme all'orizzonte delle nostre aspettative. Più che fermare il tempo, congelarlo in un istante significativo, le opere di Luca Rento rallentano o sospendono, nei limiti del possibile, il movimento interno all'inquadratura prescelta: ciò non significa però fermare il tempo ma, all'opposto, in un certo senso, esporlo.
Nella (quasi) immobilità o nella reiterazione infinita del loop, il tempo non si ferma ma evidenzia il suo trascorrere. Ci pare di poter ipotizzare, che l'immagine tendenzialmente immobile, veicolata tramite video da Luca Rento, sia nella sua intenzione più profonda, la ferma rivendicazione di un'esperienza del possibile. Nelle sue immagini in sur place non si tratta infatti tanto di opporre l'immobilità al movimento quanto di spostare il baricentro dell'opera dal registro assertivo a quello incoativo, da quello dell'immagine che predica qualcosa di qualcosa a quello dell'annuncio, che non predica alcunché di nulla. Mantenendosi in sospensione, in una sorta di intervallo temporale, l'immagine video di Luca Rento sembra ostinamente ricondurre il dato alla sua potenzialità: ciò che si mostra nella soglia tra movimento e immobilità non è dunque l'attrazione verso la stasi (di origine fotografica) ma il fantasma luminoso del possibile.

Sino al 6 giugno 2010, presso il MAN Museo d'Arte di Nuoro sarà inoltre possibile visitare la mostra "Capolavori del '900 italiano. Dall'Avanguardia Futurista al Ritorno
all'ordine". Curata da Gabriella Belli e Cristiana Collu.

Luca Rento

Tra le personali
2009: Luca Rento a cura di Elena Volpato e Saretto Cincinelli, Cairn Centre D'Art, Digne le Bains; 2007: Luca Rento, a cura di Andrea Busto, CeSAC, Caraglio; 2005, Luca Rento, Galerie Bernd Kluger, Innsbruck.

Tra le collettive:
2009: L'evento immobile. Lo sguardo ostinato, a cura di Cristiana Collu e Saretto Cincinelli, Casa Masaccio, San Giovanni Valdarno; Flowers Power CRAA, Verbania; 2006, KN'YAN, GalerieChristine Mayer, Munich; 2005: La miniatura dal settecento al video d'artista. Castagneto Po, Fondazione Torino Musei; Chronos, a cura di Andrea Busto, CeSAC, Caraglio; Expanded Painting/Action Directa Prague Biennale 2, Praga; 2004: Robinson, geografie naturali dell'uomo, Trevi Flash Art Museum, Trevi 2003: Peripheries Become the Center, Prague Biennale 1, Praga

"Luca Rento.". Nuoro, MAN Museo d'Arte di Nuoro - MAN (via Sebastiano Satta, 15 ) dal 23 aprile al 6 giugno 2010. Mostra promossa dal MAN. A cura di Elena Volpato e Saretto Cincinelli. Orari: dal martedi' alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16:30 alle 20:30. lunedi' chiuso.
Ingresso gratuito
Per prenotazioni:
Museo MAN tel. e fax +390784252110, oppure man.nuoro@gmail.com

Cena degustazione al Ristorante CUBE di Salerno (SA) il 15 aprile 2010

Evento gastronomico al Ristorante CUBE di Salerno, il 15 aprile 2010 alle ore 21,00: Cena degustazione a base di carne di bufalo campano, con presentazione dell'Aglianico "Turandea" di Tiziana Marino (www.tizianamarino.com ).

La consulenza "food" è a cura de "Il Salumaio" (www.ilsalumaiosalerno.it )

Il Menu:
Aperitivo di benvenuto con mozzarella di bufala, salumi di bufalo, tarallucci e prosecco in abbinamento
Filetto di bufaletto aromatizzato con salsa al basilico e cannolo croccante alle mandorle farcito di ricotta di bufala.
Fettuccine di pasta fresca con ragu di carne di bufalo agli aromi
Bocconi di filetto di bufalo con purè e cipolla rossa di Tropea in agrodolce
Cremosa di bufala alle mandorle con pistacchio, ribes e menta fresca

Per info e prenotazioni: 089 252711 - 339 2039992
info@cube-lounge.com


CUBE RistoPub & Cocktail-bar (ex "Chez Marie")
Via Dogana Vecchia 30 - Largo Campo - SALERNO
Tel: 089-252711
www.cube-lounge.com
www.myspace.com/cubesalerno

Apertura ore 20:30
Chiuso il Lunedi - Locale disponibile per feste private

Tornano in Italia i Mad Sin, gli alfieri del rockabilly mondiale: unica data italiana: 5 giugno al Pegorock Festival (Mn)

Hub annuncia la data italiana, per ora unica, dei tedeschi MAD SIN, da più di vent'anni alfieri del rockabilly che incrocia la velocità del punk: 5 giugno al Pegorock Festival di Pegonaga (MN).
Attivi dal 2007, con più di 25 pubblicazioni ufficiali - tra split, Lp e ristampe - i MS sono, a tutti gli effetti, i maggiori rappresentanti del rockabilly: genere che, negli anni '50, ha contribuito a porre le basi per le armonizzazioni proprie del rock moderno. Tornano per
questa unica data con un nuovo disco in uscita, il prossimo 24 aprile, dall'invequivocabile titolo "Burn & rise".

Per ascoltare alcuni loro pezzi, conoscere le band e il loro
inconfondibile look: http://www.madsin.de/media.php

MAD SIN
05-06-10 Pegorock Festival - Pegonaga (Mantova)
www.hubmusicfactory.com

Emergency: la Solidarietà di Muraro il Presidente della Provincia di Treviso (TV)

Riportiamo un comunicato pervenutoci dalla Presidenza della provincia di Treviso al quale ci uniamo

Emergency: la Solidarietà di Muraro

Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, interviene in merito al fermo di tre italiani operatori di Emergency, in Afghanistan.

"Senza entrare nel merito della questione del fermo – esordisce Leonardo Muraro – Il mio pensiero va subito alle famiglie dei tre italiani. In particolare a quella di Matteo Dell'Aira. Perché c'è una famiglia trevigiana che è in ansia per la situazione del proprio caro. Voglio esprimere allora tutta la mia solidarietà per quanto si è venuta a creare. Mi auguro che si possa fare chiarezza e si giunga al più presto a una soluzione positiva".

Treviso, 12 aprile 2010

Legnano ricorda LEONARDO CREMONINI: un protagonista dell’arte del Novecento

LEONARDO CREMONINI (1925-2010)

La città di Legnano ricorda con affetto un protagonista dell'arte del Novecento


La città di Legnano vive con commozione la notizia della scomparsa di Leonardo Cremonini (Bologna, 1925-Parigi, 2010), avvenuta a Parigi, nella notte del 12 aprile. L'artista emiliano era stato protagonista di un'ampia antologica nel 2008 a Palazzo Leone da Perego, con una selezione di lavori che ripercorrevano gli anni della sua formazione artistica, avvenuta nelle aule dell'Accademia di Brera.

Amico personale di Flavio Arensi, direttore delle attività espositive di Palazzo Leone da Perego, Cremonini, insieme ad altri importanti artisti contemporanei, ha creduto nel progetto espositivo di Legnano, offrendo la sua esperienza e i suoi preziosi consigli per la crescita culturale e organizzativa del progetto SALe (Spazi Arte Legnano).

Leonardo Cremonini nasce a Bologna nel 1925. Si diploma, nella sua città natale, all'Accademia di Belle Arti e si trasferisce, nel dopoguerra, a Milano, dove ha modo di frequentare l'Accademia di Brera. La sua prima personale risale al 1947, presso il Circolo Sandro Bisi di Verona, seguita nel 1949 da quella alla Sala del Sindacato pittori di Bologna, dove presenta le prime prove sul tema degli animali squartati, che avrà seguito nella sua pittura nel decennio successivo. Nel 1951 partecipa al Premio Diomira, che
gli consente di recarsi a Parigi, dove finisce per stabilirsi: negli anni francesi Cremonini ha l'occasione di divenire rappresentante di spicco della corrente artistica della "Nuova Figurazione". Le personali americane alla Catherine Viviano Gallery nel 1952, 1954, 1957 e 1962 contribuiscono a sancire il suo successo internazionale. Seguono un numero imponente di mostre collettive e personali in tutto il mondo, da Chicago, a Houston, fino
a Barcellona. Dal 1960, le sue gallerie di riferimento in Italia sono Il Milione a Milano e la Galatea a Torino. Fra i nuovi soggetti di questo periodo compaiono interni di stanza riflessi in specchi ed esterni di terrazze al sole, in opere colme di un silenzio straniante, denso di echi metafisici. Dalla metà del decennio compaiono invece nei suoi dipinti figure di bambini intenti al gioco. Nel 1964, ha una intera sala a lui dedicata alla Biennale di Venezia. Nel 1979 viene insignito del Premio nazionale Presidente della Repubblica, mentre negli anni successivi viene nominato membro dell'Accademia Reale del Belgio, dell'Accademia Nazionale di San Luca in Roma e dell'Accademia di Belle Arti a Parigi. In quest'ultima insegna come docente dal 1983 al 1992. Tiene una personale nella sede milanese della Galleria Montrasio, nel 2002. Nel febbraio-aprile 2003, nell'antologica
tenutasi alla Pinacoteca Nazionale, sono state esposte circa centoventi opere, provenienti da collezioni private americane, dalla collezione Dreyfuss di Parigi e da istituzioni pubbliche italiane. Nel 2008 ha esposto a Palazzo Leone da Perego di Legnano. La sua ultima esposizione si è tenuta ad Atene, nello scorso febbraio.

Leonardo Cremonini muore a Parigi il 12 aprile 2010.

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More