Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

Il Parco di Scolacium e Michelangelo Pistoletto in "Il DNA del Terzo Paradiso" dal 24 luglio al 3 ottobre a Catanzaro

Intersezioni 5
Michelangelo Pistoletto
Il DNA del Terzo Paradiso
Un inedito progetto in due sedi realizzato dal maestro dell'Arte Povera con tre nuove installazioni


Parco Archeologico di Scolacium (Borgia, Catanzaro)
MARCA, Catanzaro
24 luglio - 3 ottobre 2010
a cura di Alberto Fiz


Michelangelo Pistoletto è il protagonista della quinta edizione di Intersezioni, ormai consolidato luogo di contaminazione tra arte contemporanea e archeologia.
L'attesa rassegna, diventata uno degli appuntamenti culturali italiani più importanti della stagione estiva, anche quest'anno si sdoppia. Com'è già avvenuto nel 2009 in occasione della personale dedicata a Dennis Oppenheim, il progetto dal titolo Il DNA del Terzo Paradiso prevede la realizzazione di due mostre organizzate al Parco Archeologico di Scolacium e al museo MARCA di Catanzaro. Entrambi gli appuntamenti sono curati da Alberto Fiz, Direttore Artistico del MARCA.
Si tratta di un'importante occasione per confrontarsi con il lavoro di uno dei maggiori protagonisti della scena internazionale che ha ideato e progettato tre nuove installazioni per gli straordinari spazi del Parco di Scolacium in particolare I temp(l)i cambiano-Terzo Paradiso, Love Difference-Le sponde del Mediterrano e Il DNA del Terzo Paradiso che dà il titolo all'intero progetto.
L'evento espositivo, accompagnato da un esauriente catalogo monografico in italiano e inglese edito da Electa, s'inaugura il 24 luglio per rimanere aperto sino al 3 ottobre 2010.
La quinta edizione di Intersezioni è organizzata dalla Provincia di Catanzaro - Assessorato alla Cultura, con la collaborazione della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria e il patrocinio della Regione Calabria - Assessorato alla Cultura e di Sensi Contemporanei - Ministero dello Sviluppo Economico.
"Intersezioni va considerato, insieme, al MARCA, un punto di riferimento imprescindibile della nostra politica di valorizzazione artistica. Nel segno della continuità progettuale, la manifestazione rappresenta oggi un modello culturale con ampi consensi in Italia e all'estero", spiega Wanda Ferro Presidente della Provincia di Catanzaro con delega alla Cultura. "E' per noi motivo di orgoglio dedicare la rassegna di quest'anno a Michelangelo Pistoletto, uno degli artisti italiani più rappresentativi sulla scena internazionale che ha voluto progettare per il Parco una serie di nuovi lavori."
Come afferma Alberto Fiz, "l'articolato progetto dedicato a Pistoletto s'impone come riflessione che investe direttamente il destino dell'uomo e l'urgente necessità di un cambiamento radicale. Pistoletto considera l'arte non come estetica fine a se stessa, ma come occasione per una trasformazione sociale responsabile. E questo appare evidente sia nelle opere storiche dell'Arte Povera, sia negli interventi realizzati per il Parco di Scolacium. Non si tratta più di segni demiurgici proposti dall'Artista Vate, ma di creazioni che si pongono in stretta relazione con la collettività."
Se il MARCA (nella stessa sede prosegue, sino al 3 ottobre prossimo, la personale di Alessandro Mendini. Alchimie Dal Controdesign alle Nuove Utopie) ospita una serie di lavori emblematici della ricerca linguistica di Pistoletto, tra cui la celebre Venere degli stracci e i quadri specchianti, il Parco di Scolacium, uno dei siti archeologici più importanti dell'Italia meridionale, propone un grande progetto dove le installazioni creano un rinnovato dialogo con il territorio.
Ciascuna opera contiene in sé la propria storia, la propria memoria in un continuum spazio-temporale che non consente scissioni o fratture improvvise. In questo senso il DNA del Terzo Paradiso non è solo il titolo delle due mostre, ma è anche l'opera che occupa il Foro romano, ovvero l'antica piazza di Minervia Scolacium. La grande installazione in alluminio, che ha uno sviluppo lineare di oltre 100 metri, appare come la trascrizione genetica del Terzo Paradiso, uno dei segni più noti di Pistoletto, dove il mondo naturale convive con il mondo artificiale e tecnologico creando una rinnovata armonia. Il Terzo Paradiso è il nuovo segno dell'infinito con la differenza che si formano tre cerchi. Come spiega Pistoletto, "quello centrale descrive un ventre gravido prodotto dall'accoppiamento dei due cerchi che costituivano il vecchio simbolo. Il Terzo Paradiso è l'accoppiamento fertile tra il primo e il secondo Paradiso". Questa caratteristica viene sottolineata dal canto arcaico e primordiale di Gianna Nannini (con lei Pistoletto ha collaborato per diversi progetti proposti, tra l'altro, al National Centre for Contemporary Arts di Mosca) che crea una "scultura vocale" ripetendo, come un mantra, la parola "mamma".
Recuperare la presenza della memoria è un concetto che delinea anche le altre installazioni espressamente concepite per il Parco di Scolacium tra cui I temp(l)i cambiano - Terzo Paradiso, un'opera di cinque metri d'altezza collocata all'interno della celebre basilica normanna di Santa Maria della Roccella, il monumento antico più imponente del Parco. La specificità del tempio è quella di essere realizzato con materiali riciclati: cestelli di lavatrici diventano colonne, serpentine di frigoriferi come basamento e timpano. Gli scarti, insomma, si trasformano, con il contributo dell'artista, in oggetti di contaminata bellezza.
L'opera, nata da una collaborazione con ECODOM - Consorzio per il riciclo degli elettrodomestici, è un tempio che poggia su una base instabile come simbolo precario dell'evoluzione. Esso appare come la risultante dei tempi che cambiano in base ad una società costretta a modificare le proprie abitudini e dove il riciclo diventa una preziosa fonte di ricchezza. "In questo caso il nuovo tempio s'inserisce nell'antico tempio creando un'imprevedibile relazione segnica tra differenti forme di stratificazioni.", afferma Alberto Fiz. Sul timpano del tempio compare il simbolo del Terzo Paradiso a testimoniare l'armonia ritrovata tra consumo e riciclo, tra tecnologia, etica ed estetica. Come spiega Pistoletto "oggi sinonimo di Progresso è la conservazione delle risorse: il nuovo Mito è il Riciclo".
Viene inserita, invece, tra gli ulivi Love Difference - Le sponde del Mediterraneo un'altra installazione realizzata per l'occasione, con 68 grandi pietre incise di colore blu che riproduce il bacino del Mediterraneo con i paesi che si affacciano su questo mare. "Il Mar Mediterraneo", dichiara Pistoletto, "è un'opera fortemente emblematica, intesa come punto di partenza per una riflessione planetaria sulle differenze, il luogo da cui iniziare a comprendere a amare le differenze. Il suo significato viene potenziato in questo luogo magico e misterioso a poca distanza dal punto in cui i due mari, lo Ionio e il Tirreno, s'incontrano."
Ma le differenze costituiscono anche il soggetto di un'altra grande installazione inserita all'interno del Parco di Scolacium, l'Etrusco dove compaiono quattro copie dell'antica statua in bronzo dell'Arringatore con il braccio teso in avanti nell'atto di toccare gli alberi ricreando un rapporto osmotico con la natura. Le immagini in bronzo dell'Etrusco (il lavoro è stato proposto per la prima volta nel 1976) sono di colore rosso, giallo, bianco e nero in una rappresentazione simbolica delle differenti razze umane. Di particolare rilievo per ampliare la riflessione sulla classicità, filo conduttore di Intersezioni, è la grande installazione di tre opere studiata appositamente per il Teatro romano. In questa circostanza viene collocata al centro Il Gigante (1981-83) di sei metri d'altezza dal peso di 15 tonnellate che nasce attraverso la sovrapposizione di elementi diversi realizzando un'elaborazione e un'accumulazione di frammenti appartenenti alla tradizione della scultura. Accanto a quest'opera, dove la classicità viene riproposta attraverso un nuovo immaginario non più prevedibile, compaiono due opere del medesimo periodo, Doppia Figura dove un'immagine in orizzontale viene sovrastata da un'altra disposta verticalmente e La Caduta dove la figura sembra accettare la propria decapitazione in un lucido presagio dei rivolgimenti che avrebbero caratterizzato gli anni ottanta, culminati nel 1989 con la caduta del Muro di Berlino, un evento che Pistoletto ha descritto quello stesso anno con un grande lavoro fotografico.
A completare il progetto di Scolacium un altro lavoro di particolare significato, C'è Dio? Sì ci sono! che ripercorre l'azione compiuta nel 1978 L'arte assume la religione dove lo scopo era "estendere alla gente la capacità di esercitare autonomamente le funzioni del pensiero".
Nel lavoro esposto al Parco di Scolacium la scritta compare incisa sul Segno Arte, ovvero su un elemento formato dall'interazione di due triangoli che inscrive idealmente un corpo umano con le braccia alzate e le gambe divaricate.
Ebbene, nella sinergia creata tra il Parco di Scolacium e il MARCA, il Segno Arte, nelle sue diverse applicazioni, (sia essa una porta, un letto a baldacchino o i lavandini) rappresenta uno degli elementi su cui si focalizza la mostra al museo catanzarese. Anche la dimensione trascendente assume al MARCA un aspetto di notevole rilievo dal momento che viene presentato Luogo di raccoglimento e preghiera, uno spazio suddiviso in cinque sezioni, quattro riferibili ai simboli delle religioni (ebraismo, cristianesimo, islamismo e induismo) e un quinto dedicato ai laici e agli agnostici. Al centro viene posto Metro cubo d'infinito, un'opera realizzata da Pistoletto nel 1966 costituita da un cubo formata da sei specchi con la superficie riflettente rivolta verso l'interno. In tal modo si crea un'estensione pressoché infinita dello spazio moltiplicato e pluridirezionale anche se racchiuso all'interno di un metro cubo.
Un infinito, tuttavia, che non è ascrivibile ad alcuna religione ma fa riferimento alla dimensione trascendente della creatività umana e, dunque, all'arte. Ancora una volta il lavoro di Pistoletto richiede una responsabilità individuale in base a quello che l'artista ha definito come "omniteismo".
La visione di un'arte fortemente implicata nella società passa anche attraverso Mar Mediterraneo-Love Difference (è in stretta relazione con il Love Difference-Le sponde del Mediterraneo esposto a Scolacium), così come attraverso Woollen-La mela reintegrata, perfettamente coerente con il Terzo Paradiso. Quest'opera, in lana e acciaio, realizzata nel 2007, è il simbolo del ricongiungimento tra natura e artificio. Se nella tradizione il morso della mela rappresenta il distacco dell'uomo dalla natura, in questo caso si attua la riconciliazione tra due universi in apparenza distanti. Simbolico anche l'uso della lana, elemento naturale rinnovabile che rappresenta lo spogliarsi dell'animale per vestire l'uomo con vantaggi per entrambi.
Nello spazio del MARCA dedicato all'arte antica si crea una felice contaminazione con l'inserimento di una delle opere più note di Pistoletto, la Venere degli stracci del 1967-68 dove la copia della Venere con mela dello scultore neoclassico Bernd Thorvaldsen realizzata all'inizio dell'800, viene posta di schiena di fronte ad un ammasso di cenci e di stracci. Quest'opera, particolarmente rappresentativa del percorso dell'Arte Povera, ha un effetto totalmente straniante in quanto vengono poste in relazione due forme tra loro agli antipodi. Ma, come re Mida, la Venere assorbe gli stracci che diventano parte della sua natura. Paradossalmente, si potrebbe dire che gli stracci sono riciclati dalla Venere in base ad un meccanismo che rende quest'opera storica perfettamente in sintonia con I temp(l)i cambiano collocata a Scolacium. Come afferma Pistoletto, "la Dea del riciclo entra nel tempio del riciclo".
Al MARCA non potevano mancare, naturalmente, i quadri specchianti e viene presentata una serie di Autoritratti recenti, punto d'arrivo di una riflessione sull'identità che si sviluppa sin dal 1961. "L'autoritratto dell'artista", afferma Pistoletto, "diventa l'autoritratto del mondo. E' arte, in quanto quadro, ma è anche spazio e tempo".
Un excursus, insomma, di oltre quarant'anni, che coinvolge alcune problematiche fondamentali della ricerca di Pistoletto in grado di cogliere i profondi mutamenti della società.
La mostra è accompagnata da un catalogo, in italiano e inglese, edito da Electa di oltre 200 pagine che presenta, tra l'altro, le installazioni al Parco di Scolacium e al MARCA. Accanto al saggio del curatore Alberto Fiz, viene proposta un'ampia intervista a Pistoletto di Chiara Bertola, un intervento su Cittadellarte di Paolo Naldini, oltre ad un testo sul Parco di Scolacium e sulle nuove scoperte archeologiche di Maria Grazia Aisa.


Intersezioni 5
Michelangelo Pistoletto
Il Dna del Terzo Paradiso
Parco Archeologico di Scolacium
Museo MARCA, Catanzaro

Vernice per la stampa: sabato 24 luglio ore 17,30
Inaugurazione al Parco di Scolacium: sabato 24 luglio ore 19
Inaugurazione al MARCA: domenica 25 luglio ore 11
uratore: Alberto Fiz
Organizzazione: Provincia di Catanzaro Assessorato alla Cultura, con la collaborazione della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria
Patrocinio: Regione Calabria - Assessorato alla Cultura e Sensi Contemporanei - Ministero dello Sviluppo Economico
Periodo: 24 luglio - 3 ottobre 2010
Sedi: Parco Archeologico di Scolacium Roccelletta di Borgia (Catanzaro)
tutti i giorni 10-21,30; ingresso libero
MARCA via Alessandro Turco 63, Catanzaro
La mostra si svolge in concomitanza con Alessandro Mendini. Alchimie Dal Controdesign alle Nuove Utopie aperta sino al 3 ottobre.
Orario: da martedì a domenica 9,30-13; 16-20,30; chiuso lunedì Ingresso:3 euro; tel. 0961.746797; HYPERLINK mailto:info@museomarca.com info@museomarca.com
HYPERLINK "http://www.museomarca.com" www.museomarca.com
HYPERLINK "http://www.museomarca.com" www.intersezioni.org

Placebo e Gogol Bordello per la prima volta in Sardegna al Sarroch Summer Grooves (Cagliari) dal 25 al 29 agosto

Il Sarroch Summer Grooves a Sarroch (Cagliari) dal 25 al 29 agosto, vedrà protagonisti diversi gruppi internazionali e locali: su tutti, Placebo e Gogol Bordello. Il Sarroch Summer Grooves si tiene a 25 Km da Cagliari, a un passo dalle splendide spiagge di Chia. Un festival che punta a raccogliere consensi sia sull'isola che in continente; per farlo, Vox Day (società organizzatrice) si è assicurata l'unico concerto del mese di agosto dei Placebo e la prima volta sull'isola dei Gogol Bordello.

Ecco, di seguito, tutti i concerti divisi per data:

25-08-10 Gogol Bordello / Tamurita (Sardegna) Stadio Comunale di Sarroch

26-08-10 Marta sui Tubi / Vanvera (Sardegna) Villa Siotto - Sarroch

27-08-10 Giarini di Mirò / De Grinpipol (Sardegna) Villa Siotto - Sarroch

28-08-10 Alicewings /The Erotik Monkey/Old Sparky/Katsudoji/Lo-Car + dj set Bettosun Villa Siotto - Sarroch

29-08-10 Placebo / Expatriate / Edible Woman Stadio Comunale di Sarroch


Location suggestive per una meta turistica gettonatissima d'estate e con tutti i confort garantiti per il pubblico, possibilità di navette da Cagliari e Pula, oltre a grande disponibilità di campeggi attrezzati e hotel. Tra gli obiettivi del festival, supportati dallamministrazione comunale di Sarroch che da sempre sostiene liniziativa, vi è la rivitalizzazione del piccolo centro adiacente a Cagliari, Sarroch, la cui importanza viene collegata direttamente alla presenza di una delle più grosse raffinerie europee. Tuttavia il patrimonio naturalistico dellentroterra e quello archeologico del territorio giustificano ampiamente la manifestazione musicale che, nellarco di pochi anni, ha elevato la notorietà del centro, complice anche lottima posizione in mezzo alla Costa dei Fenici.

Per info su prezzi e aggiornamenti: VOX DAY www.voxday.com; tel. 070 84 03 45; info@voxday.com

MUSICA NEL BOSCO A GROSCAVALLO (TO) dal 17 luglio al 8 agosto 2010

MUSICA NEL BOSCO
Il Comune di Groscavallo (Val Grande di Lanzo, Torino) organizza per l´estate 2010 una rassegna di quattro concerti notturni di musica
classicagratuiti, all´aperto, in un bosco, dal 17 luglio all´8 agosto.
Il pubblico, munito di pila e scarpe pesanti, raggiungerà l´area dello spettacolo alle 21, in tempo per apprezzare la bellezza del luogo.
Nell´attesa del buio sarà presentato il programma e, quando l´oscurità avrà creato l´atmosfera adatta, luci discrete si accenderanno sui concertisti e la musica si diffonderà tra gli alberi.
Elemento qualificante delle serate sarà l´ascolto della musica immersi nella natura, in contatto diretto con l´ambiente, seduti per terra, sulle foglie, con i profumi del bosco e la presenza inquietante della notte.

Ecco l´elenco dei gruppi che si alterneranno sul palcoscenico:
Sabato 17 Luglio, "I Concerti delle Dame", voce soprano, flauti, liuto, chitarra, mandolino.
Sabato 24 Luglio, "Color Brass", trombe, corno, trombone, tuba.
Sabato 31 Luglio, "Notturno per arpa", arpa solista.
Domenica 8 Agosto, "Wildequartett", flauto, violino, viola,
violoncello.

Info: 3343654365 musicanelboscogroscavallo@yahoo.it




GIMKANA VESPISTICA PAGODA ... a S.Pietro in Bevagna (Manduria- Taranto) il 4 luglio

GIMKANA VESPISTICA PAGODA a S.Pietro in Bevagna (Manduria- Taranto) il 4 luglio 2010
Inizio gara ore 10,00
Premiazione presso il Ristorante Pizzeria La Pagoda in via Borraco, 253
Evento organizzato da "Gli amici della Vespa"







TIME MACHINE PINK FLOYD TRIBUTE BAND @ ALMESE (TO)




10 LUGLIO 2010
PARCO ROBINSON - RIVERA DI ALMESE (TO)
Ore 20:30 Maxischermo Partita Mondiale 3°/4° posto
Ore 22:00 Time Machine in concerto

www.time-machine.it
Cell. 328-8093756
E-mail:
timemachine_tributepinkfloyd@yahoo.it

CICLO CELEBRATIVO PER I 50 ANNI DE "I SOLISTI VENETI"

CICLO CELEBRATIVO PER I 50 ANNI DE "I SOLISTI VENETI"

VENETO FESTIVAL 2010
(XXXX Festival Internazionale G. Tartini)


“I SOLISTI VENETI”
diretti da
CLAUDIO SCIMONE
con la partecipazione di
FILOMENA MORETTI,
chitarra

MALCONTENTA DI MIRA – VILLA FOSCARI “LA MALCONTENTA”
Sabato 10 luglio 2010 – ore 21

Sarà uno dei più celebri capolavori architettonici di Andrea Palladio ad accogliere il prossimo evento culturale del VENETO FESTIVAL 2010 (XXXX Festival Internazionale G. Tartini: un grandioso concerto programmato per

Sabato 10 luglio 2010 alle ore 21
alla VILLA FOSCARI “LA MALCONTENTA” di MIRA

Organizzata in collaborazione con il Comune di Mira, con la Fondazione Villa Foscari, con l’Istituto Regionale per le Ville Venete e con la Fondazione Antonveneta, l’importante serata presenterà il più famoso capolavoro musicale di Antonio Vivaldi: le Quattro Stagioni, e altre straordinarie pagine musicali di Paganini (Gran Sonata in la maggiore) e Marcello (Concerto in do minore per oboe e archi). Interpreti di questi immortali capolavori “I SOLISTI VENETI” diretti da Claudio SCIMONE, ai quali si deve l’indiscussa celebrità mondiale delle Stagioni vivaldiane. Non saranno tuttavia solo “I Solisti Veneti” ed il loro direttore Claudio Scimone le acclamate star della serata del 10 luglio, insieme a loro infatti si esibirà un giovane e già affermato interprete: la chitarrista FILOMENA MORETTI, al cui talento sarà affidata l’interpretazione del Concerto in re maggiore RV 93 per chitarra e archi di Vivaldi e della brillantissima Gran Sonata in la maggiore per violino e chitarra di Niccolò Paganini. Nata a Sassari nel 1973 Filomena Moretti ha vinto i maggiori concorsi musicali internazionali (primo premio e Menzione Speciale al Concorso di Mondovì, primo premio al Concorso “Golfo degli Angeli” e al Concorso di Cagliari; nuovamente primo premio al Concorso Internazionale di Stresa e ancora al Concorso Internazionale di Alessandria e a numerosi altri che qui sarebbe troppo lungo elencare) suonando per le più prestigiose istituzioni musicali ad Amburgo, Berlino, Kiel, Varsavia, Cracovia, Parigi e per la “Società dei Concerti” di Milano. Registrate anche da varie emittenti radiotelevisive europee le esecuzioni di Filomena Moretti sono raccolte in alcune pubblicazioni discografiche di grande successo. Come grande successo circonda da sempre le oggi più di quattrocento registrazioni discografiche de “I Solisti Veneti”, sempre distribuite dalle maggiori multinazionali. Significativo osservare che proprio le Stagioni di Vivaldi – al centro del programma del prossimo 10 luglio – interpretate dai “Solisti” di Claudio Scimone sono tutt’oggi una delle più ricercate e apprezzate registrazioni discografiche. D’altro canto nei gloriosi cinquant’anni di attività che hanno recentemente festeggiato, “I Solisti Veneti”, con costante impegno, hanno compiuto una tale efficace opera di diffusione e promozione del repertorio musicale veneziano, veneto e italiano del Sette e Ottocento nel mondo intero (più di cinquemila concerti!) da meritagli pienamente il titolo felicemente attribuitogli di “Ambasciatori della musica italiana nel mondo”.

Il “VENETO FESTIVAL” giunge quest’anno alla sua quarantesima edizione – un gioioso traguardo! - confermando la propria vocazione all’esaltazione e alla diffusione del ricchissimo patrimonio musicale di tutti i tempi. Nel corso dei mesi di maggio e giugno e ancora in luglio e agosto il Veneto Festival ha presentato e ancora presenterà al pubblico un vasto e multiforme calendario di concerti, itinerando nei luoghi artisticamente più interessanti del Veneto e delle regioni limitrofe. Le numerose manifestazioni del Festival si sono arricchite e ancora si pregeranno della presenza di artisti di fama internazionale appositamente invitati per conferire ampiezza e splendore ad una serie di appuntamenti già di per sè eccezionale e a consolidare la fama di un Festival che, per valore culturale e artistico, rientra fra i più prestigiosi e qualificati Festival Internazionali d’Europa.

INGRESSO: Biglietti a MESTRE presso la Casa del Disco (Piazzetta Vecchia, 2 - tel. 041 957495); a PADOVA presso Ente Veneto Festival (Piazzale Pontecorvo 4/A - tel. 049 666128); a MIRA presso I.A.T. -Villa Widmann (Via Nazionale, 420 - tel. 041 5600690) e la sera del concerto presso la Villa Foscari (Via dei Turisti, 9 - tel. 041 5470012, rif. Sig.ra Rosanna Pavan)

Marzabotto (BO) A teatro nel Parco Archeologico, Festival della commedia antica il 9, 15 e 17 luglio 2010






1° festival della commedia antica
9-15-17 luglio 2010


Tre serate di teatro,

tre commedie di autori greci rappresentate nella suggestiva cornice del parco archeologico di Pian di Misano, nell’area antistante la nuova ala del Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria”


Marzabotto (BO)
Via Porrettana Sud n. 13
ingresso € 10,00 - ridotto € 7,00


per informazioni e prenotazioni
Biblioteca di Marzabotto
Tel. 051 932907 - e-mail: biblio@comune.marzabotto.bo.it


Tre serate di teatro, tre commedie di autori greci rappresentate con allestimenti divertenti, sperimentati e interessanti, nella suggestiva cornice del parco archeologico di Pian di Misano, nell’area antistante la nuova ala del Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria”.

Vanno in scena “Il povero Pluto” di Aristofane, nell’adattamento di Michele Mirabella, con Denny Mendez, Vito Cesaro e Antonino Miele, e “La donna di Samo” e “L’arbitrato” di Menandro con maschere tratte dai modellini in terra cotta, custoditi oggi nel Museo Archeologico di Lipari.

Menandro, alla fine del IV secolo avanti Cristo, è il più famoso esponente della commedia chiamata Neà (commedia nuova). Tuttavia, prima dei ritrovamenti archeologici di cui si è detto, e prima del lungo e appassionato lavoro interpretativo di Mario Prosperi, questo autore era (e in parte è ancora) ignoto alle scene.


venerdì 9 luglio 2010, ore 21.00

Museo Etrusco - Marzabotto


Denny Mendez, Vito Cesaro, Antonino Miele in

IL POVERO PLAUTO

di Aristofane

con Massimo Pagano, Monica Sallese e Orazio Cerino


La commedia tocca un tema di scottante attualità: il contrasto tra ricchezza e povertà. Cremilo, cittadino onesto e povero, che vive in una città dove le persone per bene vivono vita grama mentre i disonesti si arricchiscono, si reca a consultare l’oracolo di Apollo. Il dio gli risponde una sola strana cosa: la prima persona che incontrerà uscendo dal tempio, la segua senza mai lasciarla.
E ora Cremilo, tornando dall’oracolo, si è portato dietro un cieco malconcio e acciaccato, trovato uscendo dal tempio. Cremilo costringe con minacce il cieco a dire chi è. Egli finalmente parla: è Pluto, il dio della ricchezza, accecato da Zeus perché non possa vedere le persone dabbene e quindi distribuisca i suoi doni a disonesti e malvagi. Cremilo non vuole più lasciarlo andare come aveva promesso, e propone al dio di fargli riacquistare la vista.
Ma all’improvviso appare la dea della Povertà, sotto le sembianze di una splendida donna, decisa ad impedire l’insano progetto. Nel frattempo l’eunuco Blepsidemo, vicino di casa di Cremilo viene anch’egli attratto dal miraggio della ricchezza….
Tutto questo per dimostrare come dopo 2.500 anni l’uomo non sia affatto cambiato: il denaro e la ricchezza rimangono la sua massima ambizione. La cultura, l’arte, la scienza sono al secondo piano nelle aspirazioni umane. E gli dei, nella concezione di Aristofane, non sono da meno.


giovedì 15 luglio 2010, ore 21.00

Museo Etrusco - Marzabotto

LA DONNA DI SAMO

di Menandro


traduzione e regia di Mario Prosperi, maschere di Silvio Merlino dai modellini rinvenuti e identificati da Luigi Bernabò Brea, scena di Renato Mambor, costumi di Beatrice Bordone, musiche a cura di Maria Piazza

Demèa e Nikèrato sono il grasso e il magro delle comiche, sempre in conflitto pur essendo amici per la pelle. Mentre essi sono assenti dalle rispettive famiglie per un viaggio di affari nel Ponto, la figlia di Nikèrato, Plàngon, in seguito ad una relazione clandestina con Moschìon, figlio di Demèa, ha partorito un bambino.
I due giovani sono innamorati e vogliono sposarsi, ma per timore di quello che potrebbe dire e fare Nikèrato al suo ritorno a causa del bambino, decidono, di concerto con le donne e i servi di entrambe le famiglie, di affidare il neonato a Chrysis, la concubina di Demèa, che lo allatti e lo faccia passare per suo.
La bugia, quando tornano i due vecchi, ha conseguenze inattese e dirompenti….


sabato 17 luglio 2010, ore 21.00

Museo Etrusco - Marzabotto

L’ARBITRATO

di Menandro

traduzione e regia di Mario Prosperi, maschere di Silvio Merlino dai modellini rinvenuti e identificati da Luigi Bernabò Brea, scena di Renato Mambor, costumi di Beatrice Bordone, musiche a cura di Maria Piazza


Si assiste inizialmente agli eccessi di Charisio, disperato perché la sua adorata moglie Pànfile lo ha sposato mentre era incinta di un altro uomo. Il figlio della colpa, nato durante un’assenza di Charisio, viene esposto con un piccolo corredo di gioielli che possono aiutare un giorno a riconoscerlo. Un servo però rivela questa nascita a Charisio, che subito abbandona la moglie e si fa ospitare nella casa di fronte da un amico che gli cede per soldi la sua schiava Abròtono, una citarista.
Intanto un pastore trova un bambino con un piccolo corredo di gioielli, lo cede successivamente a un carbonaio, ma vorrebbe tenere i gioielli per sé. Ne nasce una disputa che viene arbitrata da Smicrìne, il padre di Panfile abbandonata, che passa di lì per caso mentre viene in città a insistere perché la figlia chieda il divorzio. Ma un anello del corredo del bambino innesca una complicata trama…. Fra liti, menzogne, trucchi e false piste, si arriva allo scioglimento del dramma, dopo molte peripezie e attraverso un dedalo di situazioni continuamente cangianti in cui viene messa a nudo l’anima dei personaggi, confrontati ognuno singolarmente con la difficile etica dell’amore, la cui legge governa la coscienza umana.

Promosso da Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, Comune di Marzabotto, Pro Loco di Marzabotto, Provincia di Bologna, Carisbo

FESTIVAL 11 LUNE di Peccioli (PI), dal 1 al 30 luglio 2010



11 LUNE A PECCIOLI

Musica, Teatro, Eventi

1 – 30 luglio 2010

Anfiteatro Fonte Mazzola, Peccioli


Si rinnova a Peccioli, nella suggestiva cornice dell’Anfiteatro Fonte Mazzola, l’appuntamento con 11 Lune, la prestigiosa rassegna di musica teatro e arte che offrirà al pubblico un ricco cartellone di eventi. A partire dal prossimo primo luglio e per tutto il mese, si avvicenderanno artisti come Massimo Ranieri, Gene Gnocchi, Eleonora Giorgi, Franco Castellano, Eva Robin’s e Andrea Buscemi.

Ad aprire la rassegna Gene Gnocchi con il suo Cose che mi sono capitate… ancora! Spettacolo che racconta di un individuo chiuso all’interno della sua macchina e mentre è in balia degli spazzoloni rotanti di un autolavaggio comincia a riflettere sugli episodi che hanno caratterizzato la sua vita. Mentre gli sovviene alla mente la nascita del figlio nato ventriloquo, viene rapito dalla mafia russa. Da questo momento inizia un vorticoso susseguirsi di avvenimenti incredibili.

L’appuntamento del 4 luglio è invece con la musica: Massimo Ranieri con Canto perché non so nuotare… da 40 anni! Un grande show dalle forti emozioni in cui oltre ai brani più famosi, l’artista partenopeo offrirà al pubblico alcune fra le più belle canzoni d’autore degli ultimi decenni: brani di grandi cantanti come Battisti, Battiato, Mina. In scena con Ranieri un’orchestra ed un corpo di ballo tutto al femminile, che con le coreografie di Franco Miseria e gli splendidi costumi, realizzati da Giovanni Ciacci, accompagneranno l’intero spettacolo.

Giovedì 8, l’energia del musical Jesus Christ Superstar, messo in scena da Rockopera, nel rispetto totale dell'opera teatrale e della celeberrima versione cinematografica, coinvolgerà il pubblico trasmettendo le emozioni di un'esecuzione fresca e vivace attraverso un cast di trenta musicisti, attori, cantanti e ballerini. Un'esecuzione impeccabile, rigorosamente dal vivo, per uno spettacolo che a distanza di trenta anni dalla prima rappresentazione continua a registrare il "tutto esaurito" nei teatri di tutto il mondo.

11 Lune, il 12 luglio omaggia Massimo Trosi con la proiezione de Il Postino introdotta dal Professor Pier Marco De Santi.

Eleonora Giorgi e Franco Castellano, diretti da Guglielmo Ferro, il 14 luglio, portano in scena Fiore di Cactus, la commedia di Pierre Barillet & Jean-Pierre Gredy tradotta da Gerardo Guerrieri.

Situazioni divertenti e malintesi dove il gioco degli equivoci si incastra alla perfezione senza scadere nel ridicolo e nel banale.

Flamenco Lunares, equipe italo-spanola nata sotto la direzione artistica di Carmen Meloni, il 16 luglio porterà in scena lo spettacolo Mi Sombra dalle suggestive e sensuali atmosfere.

Il 17 luglio l’Orchestra di Fiati e percussioni di Lucca, diretta per la speciale occasione del Festival dal Maestro Giampaolo Lazzeri, proporranno un ricco repertorio di brani come Os passaros do Brasil di Vlak e Libertango di Piazzolla.

11 Lune ricorda il tenore Mario Filippeschi con un Festival Lirico a lui dedicato. Nel corso della serata del 18 luglio soprani e tenori interpreteranno i brani più celebri ed intensi della Carmen di Bizet e della Butterfly di Giacomo Puccini.

Orchestra Meccanica Marinetti interpreta Naghammadi, l'artista Angelo Comino – in arte Motor, mette in scena uno spettacolo multimediale che nasce dall’incontro tra arte, musica e robotica. Due robot percussionisti, due bidoni d'acciaio, un performer umano, la meccatronica e la musica insieme alla ripetitività della produzione industriale che diventa gesto musicale. Un progetto che dal passato delle avanguardie italiane ritorna in tutta la sua contemporaneità per suggellare un nuovo rapporto tra l'uomo e la macchina.

La musica di Niccolò Buscemi, il 26 luglio, farà da sottofondo alla voce di Andrea Buscemi, che leggerà brani tratti da Novecento di Alessandro Baricco.

Il 27 luglio la Società Filarmonica di Peccioli, composta da 35 elementi diretti dal giovane Maestro Lorenzo Bocci, si esibirà con un ricco repertorio da Dancing Queen degli Abba a Another Brick in the Wall dei Pink Floyd e tantissime altre celebri canzoni del panorama internazionale.

Il Festival chiude il 30 luglio con L’Avaro di Molière, messo in scena dalla compagnia PECCIOLITEATRO sotto la direzione artistica di Andrea Buscemi che insieme a Eva Robin’s e ad un notevole cast allieteranno il pubblico con uno opera teatrale di sconfinata importanza.

La serata proseguirà con la Festa al Chiar di Luna, un appuntamento imperdibile con fuochi d’artificio per una notte all’insegna della convivialità e dell’allegria.

La manifestazione è organizzata e promossa dalla Fondazione Peccioliper e dal Comune di Peccioli in collaborazione con la Fondazione Teatro di Pisa a cui è stata affidata la produzione esecutiva, lo sponsor della rassegna è Belvedere S.p.A.


PER INFORMAZIONI:
Spazi per l’Arte Fonte Mazzola
Via della Costia, 1
Dal 14 giugno al 14 luglio dalle 16 alle 19,30
Cell. 334 7172854



Anfiteatro Fonte Mazzola
Apertura nelle sere degli spettacoli secondo l’orario delle rappresentazioni
Cell. 334 1630818


ACQUISTO BIGLIETTI:
Potranno essere acquistati presso il Punto Informazioni, lo Shop Anfiteatro o mediante versamento su apposito c/c postale previo contatto telefonico al n. 0587 672158 dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13.

Il MAN presenta "In The Middle". A Nuoro dal 18 giugno al 11 luglio 2010

IL MAN
Presenta

IN THE MIDDLE
18 giugno 2010 - 11 luglio 2010


Vernissage
venerdì 18 giugno 2010 ore 19:00
Nuoro, MAN

In the middle, il titolo della mostra che inaugura la nuova stagione espositiva del Museo MAN, allude e sottintende una serie di rimandi che vanno dall'anagrafica dei sei artisti presentati al loro personale percorso di ricerca, dalle tematiche proposte all'odierna particolare situazione del MAN, per arrivare fino a far riferimento all'inizio di quello che celebriamo come il prossimo altrettanto fortunato decennio. Nessuno di questi artisti ha mai esposto una propria opera al museo, mai era stato invitato prima di quest'evento e neppure è presente in collezione: infatti, la nuova indagine del MAN guarda al lavoro di chi, pur essendo stato finora costantemente seguito e stimato, per casuali e diverse ragioni mai era stato invitato a esporre. In the middle riunisce sei artisti, tra cui una designer, a ognuno dei quali è stato chiesto di raccontare una storia, con La giusta distanza come recita il titolo della Soddu, seguendo Dinamiche spaziali (Lostia) e spargendo Semi preziosi (Idili). C'è chi lo ha fatto scattando con il pennello Fotogrammi con orizzonte (Garau) e chi invece con la macchina fotografica ha trattenuto Soli neri (Delogu), tutti hanno steso una Mitjariga (Nieddu), una mezza riga, uno spartiacque molto permeabile tra un prima e un poi che forse non esiste nelle trasformazioni inesorabili e silenziose. Per questo con i sei artisti abbiamo condiviso l'ironia che tutti dovremmo avere quando ci chiedono di fare un bilancio che non tenga conto del futuro, quel prossimo istante a cui noi, almeno noi, non vorremmo mancare. Che questa bellezza e questa ironia ci colga ogni volta nel bel mezzo di qualsiasi situazione della nostra vita.

Mostra a cura di Ivo Serafino Fenu e Roberta Vanali.

Marco Delogu nasce nel 1960 a Roma, dove vive e lavora. La sua ricerca si concentra su ritratti di gruppi di persone con esperienze o linguaggi in comune. Negli ultimi anni i suoi progetti si sono maggiormente concentrati sulla natura, nelle differenti declinazioni di un'attenzione che si sposta dall'uomo a ciò che lo circonda. Ha pubblicato oltre venti libri. Ha esposto in Italia e all'estero (Accademia di Francia, Villa Medici a Roma, Galleria Comunale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma, Palazzo delle Esposizioni a Roma, Warburg Institute a Londra, Henry Moore Foundation a Leeds, IRCAM, Centre George Pompidou a Parigi, Museé de l'Elysee a Losanna, PhotoMuseum, Mosca, ecc.). Nell'autunno del 2008 si è svolta all'Accademia di Francia Villa Medici, una sua grande retrospettiva dal titolo Noir et Blanc. Il 18 febbraio 2010 alla Randall Scott Gallery di New York è stata inaugurata la sua personale; il 16 marzo 2010 lo Studio Stefania Miscetti, Roma, ha presentato il suo lavoro dal titolo Soli neri. Nel 2002 ha ideato FotoGrafia, festival internazionale di Roma di cui è il direttore artistico. Nel 2003 ha fondato la casa editrice Punctum, specializzata in fotografia con oltre quaranta titoli in catalogo. Nella primavera del 2007 ha fondato lo European Month of Photography, giunto quest'anno alla seconda edizione, un network di sette festival di fotografie di sette capitali europee (Mosca, Parigi, Bratislava, Lussemburgo, Vienna e Berlino, oltre a Roma).

Salvatore Garau nasce a Santa Giusta (Oristano) nel 1953. Si diploma all'Accademia di Belle Arti di Firenze nel 1974. Dall'inizio degli anni Ottanta si dedica a tempo pieno alla ricerca visiva. È del 1984 la sua prima personale allo studio Cannaviello di Milano, cui seguiranno un gran numero di mostre che lo vedranno impegnato in alcune tra le gallerie più note d'Europa. Dal 2000 espone regolarmente alla Capricorno Gallery. Del 2002 è l'imponente esposizione alla Fondazione Stelline di Milano; nel 2003 è presente alla Biennale d'arte di Venezia e nello stesso anno espone al Parlamento di Strasburgo. Numerose sono le acquisizioni di sue opere da parte di musei ed enti pubblici, tra quali ricordiamo il Museo d'Arte Moderna di Bologna, il PAC milanese, La Casa de la Cultura de Bellreguard di Valencia e il Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Varese.

Nilla Idili nasce ad Alghero nel novembre del 1964. Nel 1997 si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Sassari. Le sue ricerche nascono dall'osservazione e interpretazione attraverso la memoria dei luoghi e delle culture che le appartengono e l'attraversano. La sua poliedricità si esprime attraverso l'installazione, il video, la performance e il design. Attualmente vive e opera a Bosa.

Michele Lostia nasce nel 1964 a Roma. Il suo percorso artistico ha visto sperimentazioni su metalli con tecniche differenti, attraversando orizzonti che si sviluppano in percorsi culturali evolutivi, utilizzando la comunicazione senza timore di un continuo dinamismo, dalla pittura all'incisione, dalla scultura, all'architettura, per arrivare a forme contaminate dai vari processi, che tuttavia mantengono le tracce evidenti del percorso ed il concetto dinamico dello stesso. Tra le sue personali: 2009 Salwa Al Sabah Hall Kuwait City, Kuwait "Spacial Dinamics" con Electronic Art Cafè a cura di Achille Bonito Oliva e Umberto Scrocca; 2009 Marina Hotel Kuwait City, Kuwait "Spacial Dinamics" con Electronic Art Cafè a cura di Achille Bonito Oliva e Umberto Scrocca; 2009 "TILDA" Electronic Art Cafè, Piazza Farnese Roma a cura di Achille Bonito Oliva e Umberto Scrocca; 2007 Piazza Farnese, Roma video installazione su Palazzo Farnese a cura di Achille Bonito Oliva; 2007 Galleria Pio Monti, Roma "Dinamo Spaziale" a cura di Achille Bonito Oliva; 2007 Electronic Art Cafè, Piazza Farnese Roma a cura di Achille Bonito Oliva e Umberto Scrocca. Espone permanentemente alla Galleria comunale di arte contemporanea di Casacalenda;

Gianni Nieddu nasce nel 1957 ad Alghero dove vive e lavora. Laureato in Giurisprudenza a Sassari, si accosta alle arti visive negli anni Ottanta. Affianca alla produzione pittorica quella di natura installativa. Si è occupato di illustrazione nel campo dell'editoria. Per la prima volta, in occasione di questa mostra, presenta un'opera video. Il suo approccio è sempre antiretorico e ludico, i temi sono affrontati da angolature insolite e ironiche. Nei suoi lavori convivono felici contraddizioni: un rigore compositivo si accompagna spesso a effimere stabilità. Ultimamente si è creato una sorta di zoo personale, animato da curiosi animaletti con i quali rappresenta ora lievi, ora drammatiche vicende. In molti dei suoi lavori tradisce una predilezione per le moltitudini (scolaresche, pulcini stesi o in batteria, ingorghi di autobus o automobili) che gli danno pretesti per allineamenti ed enumerazioni.

Paola Soddu nasce nel 1962 a Nuoro, dove vive e lavora. Dall'esperienza formativa all'Istituto Europeo di Design ha maturato nel tempo uno stile che, partendo dalla tradizione sarda, abbraccia altre culture, in particolare del Mediterraneo. Ne è nato un linguaggio multiforme, che caratterizza l'attività e la filosofia del laboratorio creativo Gramelot, con il quale realizza complementi d'arredo, oggetti d'uso quotidiano e non, muovendosi liberamente fra arte, design e artigianato.

Info:
MAN_Museo d'Arte della Provincia di Nuoro
Via Satta 27
08100 Nuoro
Tel&Fax +39 0784252110
man.nuoro@gmail.com

"I Maccheroni dei Cigerani"a Caserana (LU) il 26 giugno 2010

A Ceserana borgo del Comune di Fosciandora, in Provincia di Lucca, Sabato 26 giugno 2010 dalle ore 19,00 e Domenica 27 giugno 2010 dalle ore 12,00 e dalle ore 19,00 in poi appuntamento gastronomico da non perdere "I Maccheroni dei Cigerani".
Per le vie del borgo di Ceserana (nel Comune di Fosciandora) si potranno degustare "I Maccheroni dei Cigerani. Il maccherone è una pasta fatta nel rispetto delle tradizioni locali con farina impastata esclusivamente con uova e tagliata a quadretti di media dimensione. Ma oltre ai maccheroni si potranno gustare altre specialità come affettati e formaggi della nostra zona. Nelle due giornate ci sarà intrattenimento folkloristico e musicale.
Ma la novità di quest'anno è senza dubbio rappresentata da "IL CIGERANO".

Leggi queste strofe:
E' nato, finalmente è nato, dopo lunga attesa è arrivato.
"Il Cigerano"! Cosa è cosa sarà? Credici una vera specialità.
Vuoto, con affettati e nutella la tua linea fa più bella.
Per assaggiarlo che devi fare? A Ceserana dovrai arrivare.
"Il Cigerano" vuoi gustare? Ti aspettiamo: Non puoi mancare!

Vogliamo lasciarvi nel misterioso ma credeteci è buono e gustoso da leccarsi i baffi.
Domenica 27 giugno 2010 la manifestazione per l'ora di pranzo sarà servita dal Treno Estate MARE-MONTI con partenza da Viareggio alle ore 9,28, Lucca ore 10,02, arrivo a Fosciandora alle ore 11,01. Per il ritorno la partenza è fissata dalla stazione di Fosciandora alle ore 17,23. Dalla stazione al paese e viceversa funzionerà un servizio navetta gratutito.
Di questi tempi un'ottima cosa e rappresentata da un Menù Completo comprensivo di: Primo, Secondo, Dolce e Bevande a un prezzo speciale di € 13,00.
La manifestazione è organizzata dal G.S. Fosciandora, dal Comitato Pesano di Ceserana con il patrocinio del Comune di Fosciandora.

Per informazioni: Pietro Salotti Cell. 3382570163 – Mail: pietro.salotti@libero.it

Gino Paoli in concerto a Marina di Pietrasanta (LU) il 10 agosto 2010

Gino Paoli
Martedì, 10 Agosto 2010 - ore 21:30
La Versiliana - Marina Di Pietrasanta (LU)

Info e Booking:
INTERNATIONAL MUSIC AND ARTS srl
www.international-music.it

Dolomites Skyrace - dal 16 al 18 luglio a Canazei (TN)

DOLOMITES SKYRACE – 16-18 LUGLIO 2010
CANAZEI (TN
)

La Val di Fassa è la patria dello skyrunning e i prossimi 16 e 18 luglio la gara regina, la Dolomites Skyrace, festeggia la sua 13.a edizione. La competizione trentina è già stata prova delle "Sky Runners World Series" e degli "SkyGames", oltre che del Campionato Europeo di Vertical Kilometer. In questo 2010 a Canazei si assegneranno il titolo mondiale di Vertical Kilometer (venerdì 16 luglio), mentre domenica 18 luglio sarà in scena la mitica Dolomites Skyrace, la classica gara di skyrunning che da Canazei si inerpica sul massiccio del Pordoi, fino ad oltre 3.000 metri.
Per l'Italia, il 2010 è anche l'anno del primo Campionato del Mondo di Skyrunning ISF, che si compone della prova di Vertical Kilometer di Canazei (16 luglio) seguita dal Giir di Mont, la skymarathon di Premana (LC) il 25 luglio. La combinata delle due gare deciderà i titoli individuali e per nazione.
Info: www.dolomiteskyrace.com

XIX edizione della Sagra dell'Insalata Grika e della Salsiccia

"Sagra dell'insalata grika e della salsiccia"
Martignano - L.go Convento/Piazza Palmieri
XIX^ EDIZIONE
2 - 3 - 4 luglio 2010
www.martignano.net

Torna puntuale come sempre a Martignano, questa volta per la 19^ edizione, la Sagra dell'Insalata Grika e della Salsiccia. La Sagra del piccolo comune griko continua il suo percorso nella proposta di specialità gastronomiche tipiche, rafforzando il legame con il territorio che le produce ed offrendo ai propri utenti, turisti e non, qualità e simpatia.

Come non essere rapiti dalla profumatissima e fresca insalata, che esalta il sapore della carne cotta alla brace, nella maniera più semplice possibile.
L'insalata grika, ottenuta grazie ad un perfetto dosaggio di ingredienti, in realtà è la padrona di casa ed è il piatto principe. Gli ingredienti dell'Insalata Grika sono di provenienza esclusiva della Grecìa Salentina da produttori di assoluta garanzia, nel rispetto della tipicità dei prodotti della terra, della filiera corta e della coltivazione sana e biologica. Anche questo anno la Sagra sarà portatrice sana di regole di buona condotta,
attraverso un Incontro di sensibilizzazione sulla produzione a km zero, organizzato dall'Associazione Turistica Salento Griko in collaborazione con Assoimpresa Martignano, le associazioni di categoria, le istituzioni e la Pro Loco di Martignano. L'incontro aprirà ufficialmente l'edizione 2010 della Sagra.

Non mancheranno angoli di degustazioni dei prodotti tipici del territorio per tutte e tre le giornate.

La "Sagra della salsiccia e insalata grika" è organizzata dalla Pro Loco di Martignano con il Patrocinio dell'Amministrazione Comunale e di Assoimpresa Martignano, la collaborazione del Parco Turistico Culturale Palmieri, del Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Martignano e del Club Salento Giallorosso di Martignano.

INGREDIENTI INSALATA GRIKA
Gli ingredienti dell'insalata grika sono:
- pomodori per insalate,
- minunceddhe (cetrioli/cocomeri),
- peperoni,
- cipolla bianca,
- peperoncino piccante,
- rucola selvatica,
- olive nere alla capasa,
- capperi, origano e cacioricotta conditi con olio d'oliva extravergine.

Questi ingredienti, nel giusto dosaggio che solo pochi "esperti dell'insalata" conoscono, emanano una varietà di profumi e di sapori mediterranei che riconducono la memoria ai pasti frugali dei contadini a termine di una lunga e faticosa giornata di lavoro nei campi, dopo la mietitura o dopo la raccolta del tabacco che, a Martignano, un tempo era
un'importante fonte di reddito.

L'insalata Grika è un piatto fresco e tipico della tradizioni culinaria popolare gricanica che accompagna egregiamente tutte le carni alla brace. Per i vegetariani l'Insalata Grika, con l'aggiunta di una fetta di formaggio fresco e una fetta di puccia (pane casereccio), rappresenta un piatto completo ed equilibrato tipico della così detta "dieta mediterranea".

Non mancano le classiche "pittule", i "minchiareddhi" (tipica pasta fresca) e i "pezzetti di cavallo alla salentina" conditi con salsa di pomodoro, famosi quelli di Italo che detiene un "segreto" per la preparazione, le bruschette con sarde e ricotta schianta, (piatto forte "te lu Paulinu" insieme ai "muersi fritti"), le purpette allu sugu, i panzarotti e naturalmente le classiche "friseddhe".

Altre specialità gastronomiche proposte dalle Associazioni Salento Giallo Rosso e Gruppo Fratres di Martignano che partecipano alla sagra sono: la "mussakà" a base di patate, la trippa con patate, le pittule, i pizzi e le patatine fritte.

PROGRAMMA GENERALE 2010

VENERDI' 2 LUGLIO
ORE 19.30 Incontro di sensibilizzazione sulla produzione agroalimentare a km zero - Parco Turistico Culturale Palmieri
ORE 21.00 Apertura stand gastronomici ed espositivi
Accompagnamento musicale con i FANTASTICO SHOW
ALLA BUA IN CONCERTO

SABATO 3 LUGLIO
ORE 21.00 Apertura stand gastronomici ed espositivi
ORE 21.30 In collaborazione con l'Azienda di Promozione Turistica di Lecce, si terrà un programma di degustazioni e visite guidate gratuite a cura dell'Associazione Turistica Salento Griko (ore 21,30 su prenotazione allo 0832 821827), rientranti nel circuito di Città Aperte come Passeggiata del Gusto, attraverso la proposizione di un viaggio nei sapori autentici del territorio.
Appuntamento negli spazi del Parco Turistico Palmieri.
Accompagnamento musicale a cura della
FANTASY BAND

DOMENICA 4 LUGLIO
ORE 18.00 Visita guidata al Parco Turistico Palmieri e Aperitivo Griko -
Percorso turistico alla scoperta dei beni di Martignano e dei sapori del
territorio (su prenotazione allo 0832 821827)
ORE 21.00 Apertura stand gastronomici ed espositivi
Accompagnamento musicale a cura de LI CUMPARI

800 Nero Notte Teatro 16-18 luglio Saludecio (Rimini)

800 N.N.T. - NeroNotteTeatro
Festival dedicato alle atmosfere notturne e alla letteratura del secolo XIX
16, 17, 18 luglio

Sulle colline riminesi, nel territorio del Comune di Saludecio, si svolge ormai da alcuni anni un piccolo ma prezioso festival dedicato alle atmosfere notturne e alla letteratura del XIX secolo. Si tratta di "800 N.N.T. – NeroNotteTeatro", ospite di quel grazioso gioiello che è il borgo di Meleto (frazione di Saludecio) e che quest'anno si svolgerà dal 16 al 18 luglio.

800 NNT – NeroNotteTeatro è una vetrina stabile del teatro "noir" nelle sue varie sfaccettature ed espressioni artistiche: dal teatro d'attore al nouveau cirque, dal teatro itinerante al teatro di figura, dalle narrazioni alle sonorità d'ambiente. Tre le serate in programma, dal 16 al 18 luglio (a partire dalle ore 21 fino a mezzanotte), che renderanno protagonista il piccolo centro fortificato. Tanti e interessanti gli artisti che si succederanno, diversi e suggestivi gli angoli in cui gli spettacoli prenderanno forma.

Saludecio è noto proprio per la sua tradizione "ottocentesca", la quale, attraverso 800 Festival (altra manifestazione, regina del borgo dell'entroterra riminese), ha permesso di far conoscere e valorizzare gli aspetti artistici e culturali del Comune, fortemente caratterizzato da questo particolare periodo storico, quando il paese, sede di Mandamento, rappresentava la "capitale" della Vallata. Quest'anno il borgo offrirà al suo affezionato pubblico un intero calendario di eventi dedicati al XIX secolo. Anche "800 NNT" infatti rientrA nella serie di iniziative poste sotto il titolo di "800 Festival Eventi, L'estate ottocentesca di Saludecio".

Ingresso a pagamento

Info: Comune di Saludecio tel. 0541.869719/21
U.I.T. tel. 0541 869731, www.ottocentofestivalsaludecio.it

13 Giugno 2010 Montelibretti Festa della Primavera

Rievocazione storica ambientata nel periodo che va dal 1492 al 1527. La festa, si basa sulla tradizionale rivalità esistente tra le quattro contrade in cui il paese si divide sin dall'epoca rinascimentale (Castello, Chiesa Nuova, San Rocco, Vignacce). L'apice della manifestazione viene raggiunto domenica 13 Giugno, quando Montelibretti è completamente "addobbato" in stile rinascimentale, con edificazione di straordinarie scenografie(enormi facciate di palazzi, sorgenti, chiese, fontane, straordinari addobbi floreali) e la partecipazione di gran parte della cittadinanza in scenette di vita del tempo, ricreando a tutti gli effetti una vera e caotica giornata in un paese rinascimentale.

Tutto questo è scandito dall'esibizione degli Sbandieratori di Castel Madama e Borgo Velino, tra il rullare dei tamburi e gli squilli delle trombe. Una commissione selezionata dall'ALBO DEGLI ARCHITETTI di Roma, decreterà la vittoria della contrada meglio addobbata.

Farà da contorno una grande esposizione e degustazione di prodotti tipici (l'olio Sabina D.O.P, pane e dolci del luogo, le ciliegie, i vini…), tutti accuratamente selezionati da imprenditori locali. Da non perdere il pranzo nelle Taverne allestite da ogni contrada, a base di piatti del tempo e di prelibate carni locali e ricette della Sabina Romana.

Il 13 giugno alle 18,00 le quattro contrade di Montelibretti disputano il Palio degli Anelli.

La Corte in Festa | 1° Edizione 25 - 26 - 27 GIUGNO Lodi

La Corte in Festa.
Mondi musicali nel Lodigiano "Mediterraneo"
25 - 26 – 27 giugno 2010
PRIMA Edizione


Ex Conventi di San Cristoforo e di San Domenico sede della Provincia di Lodi
Via Fanfulla 12, Lodi
www.lacorteinfesta.it

Vincenzo Zitello, Mauro Pagani, Orchestra di Via Padova e molti altri grandi artisti….

TUTTI I CONCERTI SONO A INGRESSO LIBERO

Programma CONCERTI

Venerdì 25 giugno
- H. 22,30 Vincenzo ZITELLO "L'arco Terrestre. Giro d'Arpe Celtiche"
- H. 21,00 Vladimir DENISSENKOV In Concerto

Sabato 26 giugno
- h. 22,30 Mauro PAGANI IN CONCERTO TOUR 2010
- h. 21,00 SINENOMINE Ensemble & PILAR "Spartenza"

Domenica 27 giugno
- h. 22,00 ORCHESTRA DI VIA PADOVA "Tunjà"
- h. 21,00 Enrico MÉDAIL "Léo Ferré, fratello poeta amico chansonnier" PRIMA
ASSOLUTA

Programma incontri

Venerdì 25 giugno
- h. 18,00 Inaugurazione della Mostra "I Fiori di Faber"
Incontro con il curatore Claudio Porchia e l'illustratore Tiziano Riverso
Sala delle Colonne, sede della Provincia di Lodi, Via Fanfulla 12/14 Lodi

Sabato 26 giugno
- h. 12,30 "A pranzo con Faber"
Presso il giardino della Trattoria Torretta
www.trattoriatorretta.it

- h. 18,00 presentazione del libro "I Fiori di Faber"
Incontro con l'autore Claudio Porchia
Sala dei Comuni, sede della Provincia di Lodi, Via Fanfulla 12 Lodi

Domenica 27 giugno
- 18,00 Davide GIANDRINI "Per Giorgio GABER"
Incontro con il cantautore sul Teatro Canzone
Sala dei Comuni, sede della Provincia di Lodi, Via Fanfulla 12 Lodi

"I Fiori di Faber"
Mostra di illustrazioni
Sala delle Colonne, sede della Provincia di Lodi, Via Fanfulla 12 Lodi
Aperta e visitabile dal 25 giugno al 1 luglio


Informazioni:
Provincia di Lodi – Settore Sistemi Turistici Via Fanfulla 12 - Lodi
tel. 0371-442275 fabio.francione@provincia.lodi.it
www.lacorteinfesta.it

MUSICA SOTTO LA TORRE Pisa 21 giugno / 8 luglio 2010

MUSICA SOTTO LA TORRE
IX edizione
CHIOSTRO DEL MUSEO DELL´OPERA DEL DUOMO, PISA
21 giugno / 8 luglio 2010


Torna dal 21 giugno all´8 luglio 2010 nel chiostro del Museo dell´Opera del Duomo di Pisa, l´atteso appuntamento con Musica sotto la torre, per sei serate di musica classica e jazz. Giunta alla nona edizione, la rassegna si è andata in questi anni consolidando nel panorama degli appuntamenti musicali in Toscana. Un risultato notevole che rende merito all´impegno che ormai da anni caratterizza l´Opera della Primaziale Pisana nell´ambito dell´organizzazione di eventi musicali, in primo luogo con la rassegna di Musica Sacra Anima Mundi, ma anche e sempre di più con Musica sotto la Torre.

Le serate di musica sono realizzate grazie anche al fondamentale contributo di alcuni sponsor: Farmigea Industria chimico-farmaceutica dal 1946, Colombani Costruzioni snc Edilizia Civile, Industriale e del Restauro, Società Cattolica di Assicurazione dal 1896-Deborah Morelli agente generale di Pisa, Nuova Kros Studio srl allestimenti fieristici e di spettacolo, Cerrai Elettronica Sicurezza-Telefonia-Elettrotecnica, CDC SpA-diffondere tecnologie semplici.

La vendita dei biglietti inizierà il 18 giugno.

Due gli appuntamenti più attesi dell´edizione 2010: il primo, lunedì 28 giugno, con l´Ensemble L´Etoile: ai violini Giulio Plotino e Duccio Ceccanti, alla viola Lorenzo Corti, al contrabbasso Riccardo Donati, e ai corni Guido Corti e Debora Maffeis; eseguiranno il Divertimento KV 287 "Zweite Lodronische Nachtmusik"di W.A. Mozart. Un genere quello dei Divertimenti che racconta di una convivialità, di un comune sentire tra chi fa e chi ascolta musica. Il Divertimento conosce una diffusione europea come un genere di composizione privo di una precisa forma prestabilita, caratterizzato da una piacevolezza melodica, adatta a feste, occasioni di incontro e di svago, nei giardini, nei primi caffè settecenteschi, nelle piazze.

Quest´anno ricorre il 200° anniversario della nascita di Fryderyk Chopin. Al grande compositore e pianista polacco, Musica Sotto la Torre dedica una serata, quella di giovedì 1 luglio: il pianoforte di Leonardo Bartelloni interpreterà alcuni dei capolavori di Chopin.

La prima serata di Musica sotto la torre, sarà lunedì 21 giugno con il violoncello di Antonino Puliafito e la fisarmonica di Gianni Fassetta e musiche di A. Piazzolla, H. Degen, G. Braga, E. Morricone, J.S. Bach, D. Popper. Seguirà venerdì 25 giugno il Trio di Venezia, al violino Anna Trentin, al violoncello Marco Trentin, al pianoforte Jung Hun Yoo, che eseguiranno musiche di F. Mendelssohn, J. Brahms. L´appuntamento di lunedì 5 luglio è con il violino di Piercarlo Sacco e il pianoforte di Andrea Rebaudengo, per una serata dal titolo: Red Grooves, il virtuosismo postmoderno, la Russia e l´America insieme nella musica. In programma musiche di I. Stravinskij, J. Adams, J. Corigliano.
Chiuderà la rassegna il concerto Berlino, Parigi, New York. Musiche di Kurt Weill, in programma giovedì 8 luglio ed eseguito dal mezzosoprano Giorgia Bertagni, dal saxofono di Alda Dalle Lucche e dal pianoforte di Michelangelo Giaime Gagliano. Frammenti di musica e vita con parole, note e immagini, attraverso un viaggio virtuale, passando tra città, storia e differenti stili che hanno caratterizzato la contrastante personalità del compositore tedesco.

Gli spettacoli iniziano alle 21.00
Posto unico € 12,00
Segreteria Organizzativa-Biglietteria e informazioni
c/o Auditorium "G. Toniolo" Piazza Arcivescovado 11, 56126 Pisa
Tel +39 050 835029/11 Fax +39 050 560505 email: animamundi@opapisa.it fmicheli@opapisa.it
www.opapisa.it
orario: martedì, giovedì 10,00-13,00/15.00-17.00
lunedì, mercoledì e venerdì 10,00-13,00

Vendita on line www.greenticket

Inizio vendita biglietti venerdì 18 giugno

La sera del concerto la vendita dei biglietti proseguirà fino a esaurimento (se non già esauriti) al museo dell´Opera del Duomo dalle ore 20.00 fino all´inizio dello spettacolo.

Miss Punta Marina Terme 2010 il 26 luglio 2010 a Punta Marina Terme (RA)

Il 26 luglio 2010 alle ore 21,00 in Piazza S. Massimiano a Punta Marina Terme (RA):
Miss Punta Marina Terme 2010

Primo premio: un viaggio di una settimana per due persone

Le tre finaliste accederanno alle selezioni regionali di Miss Italia 2010

Iscrizione gratuita e omaggio a tutte le partecipanti.

Per informazioni: www.misspuntamarina.com
Tel 366/1366010

ArianoMusicStation ad Ariano Irpino dal 22 al 25 luglio 2010


ARIANO IRPINO - STAZIONE
La stazione di Ariano come per magia ogni anno si trasforma in un'isola di grande festa. "Lasciati trascinare dalla magia dell'ArianoMusicStation": è questo lo slogan scelto per la Va edizione della manifestazione che ogni anno dà il via ufficiale all'estate arianese. Grazie al lavoro spassionato dei giovani hanno voluto portare avanti promuovendo un'iniziativa che, affrontando e superando ostacoli talvolta assai difficoltosi, si è elevata definitivamente a dignità di manifestazione d'interesse socio-culturale di primissimo piano. ArianoMusicStation è Arte, Musica, Spettacolo... una edizione particolarmente ricca e significativa, quella approntata dal comitato festa Nuovamente, ideatore di questa manifestazione che coniuga appieno turismo, cultura, valorizzazione dei gruppi musicali locali, riscoperta degli antichi sapori della nostra cucina e rivalorizzazione dell'artigianato, generalmente considerato come un lavoro tradizionale, e l'arte che implica il perfezionamento di una tecnica creativa. Questo connubio fa sì che l'ArianoMusicStation si distingue da altre simili iniziative.
Lo scopo è quello di raccogliere sempre più consensi e far sì che la partecipazione alla nostra manifestazione non debba rispondere solo al bisogno di soddisfare una curiosità ma rappresentare una scelta consapevole.Ecco il programma della manifestazione

-dal 22 al 24 Luglio: Triduo Solenne in preparazione alla Festa del SS.Redentore e diS. Giovanni Evangelista
-ore 18:30 Santo Rosario per i sacerdoti e le famiglie
-ore 19:00 Santa Messa

23 Luglio '010
-nel pomeriggio Presentazione ed Inaugurazione di ArtExpò 1.0 mostra di Artigianato,Modernariato, Collezionismo ed Antiquariato presso la Scuola diCerreto con itinerario lungo viale stazione e negli spazi esterni dellaChiesa S. Giovanni Evangelista;
-dalle ore 20 Sagra degli Antichi Sapori con stand gastronomici e mega spaghettata;
-alle ore 20:30 Va edizione dell'ArianoMusicStation con l'esibizione di gruppi musicali emergenti locali
-special guest I LACIO DROM Tribute Band Litfiba
-a seguire DjSet

24 Luglio '010
nel pomeriggio ArtExpò 1.0 lungo viale stazione, Chiesa S. Giovanni Ev. (esterno) eScuola Materna;
dalle ore 19:30 Spettacolo per i bambini... e non solo
dalle ore 20:00 Sagra degli Antichi Sapori con Cicatielli al ragù, Spezzatino di vitello eConiglio alla cacciatora;
alle ore 20:30 Orchestra Spettacolo "Gli Scacciapensieri";e a seguire Genny Show e il suo cabaret;a fine serata Djset

25 Luglio '010
tutto il giorno ArtExpò 1.0 lungo viale stazione, Chiesa S. Giovanni Ev. (esterno) eScuola Materna;
ore 8:00 - 11:00 Sante Messe;
ore 10:00 Sfilata dei Maggioloni nel piazzale della stazione;
dalle ore 15:30 Giochi di piazza (tiro alla fune, la pignata, corsa coi sacchi, giochiacquatici) nel piazzale della stazione;
dalle ore 20:00 Sagra degli Antichi Sapori con Fusilli al ragù, Cicatielli coi broccoli,Spezzatino di vitello e Coniglio alla cacciatora;
alle ore 21:00 I KANTICANTICA in concerto;
ore 22:30 da Zelig Off e Colorado Cafè Live la comicità di PAOLO CAIAZZO;
a seguire Estrazione della Lotteria e fuochi pirotecnici

Hotel e B&B da € 30.00.
Per informazioni:
info@ilove-italy.net
3661248759

Ciclismo - Coppa della Pace Trofeo Fratelli Anelli 6 giugno a Sant´Ermete (RN),

39^ COPPA DELLA PACE - 36° TROFEO FRATELLI ANELLI
Sant´Ermete (RN), 6 giugno 2010


Dopo lo straordinario passaggio del *Giro d´Italia* il 21 maggio scorso con il traguardo volante proprio davanti lo stabilimento della ditta *Fratelli Anelli*, la comunità di Sant´Ermete (frazione di Santarcangelo di Romagna, in provincia di Rimini) si appresta a vivere un altro magico momento di sport e ciclismo.

Come ogni stagione, infatti, torna anche quest´anno la *Coppa della Pace - Trofeo Fratelli Anelli*, la competizione ciclistica internazionale per dilettanti organizzata dal *Pedale Riminese* e dalla *Polisportiva Sant´Ermete* con il consueto prezioso supporto della *famiglia Anelli*.

Quest´anno, precisamente il *6 giugno*, la classicissima di Sant´Ermete festeggia la *39a edizione* e i *36 anni* della collaborazione con i *Fratelli Anelli*, la cui azienda di costruzioni proprio nel 2010 festeggia i primi *50 anni di attività*.

La* Coppa della Pace *è una gara Internazionale Dilettanti, Elite, Under 23, Cat. 1-2 ME, Squadre Continentali, è anche Memorial Fabio Casartelli, valevole come Campionato provinciale, per il "18° Cappello d´oro" e per il "22° Trofeo Gabriele Dini"*. *

L´impegnativo circuito è di *166 km* con la partenza e l´arrivo posti davanti allo stabilimento Anelli. I primi 70 km sono pianeggianti su tre giri che vanno da San Martino dei Mulini a Santarcangelo, Poggio Berni, Ponte Verucchio, Villa Verucchio, Corpolò, Sant´Ermete, e gli altri 10 su otto giri che comprendono le salite di San Martino in XX e di San Paolo seguite dalla discesa su Corpolò e l´arrivo sulla strada Marecchiese di fronte allo stabilimento Anelli.

A darsi battaglia saranno come sempre i ragazzi più promettenti, ma non è importante sapere chi alzerà le braccia tagliando il traguardo, o almeno non solo. Quello che conta è che per questi futuri grandi atleti la Coppa della Pace rappresenterà una vera esperienza, il concretizzarsi di un sogno, di un primo passo nella loro carriera di ciclisti. Basti pensare che proprio l´australiano *Richie Porte*, la maglia rosa della tappa Porto Recanati-Cesenatico che il 21 maggio è sfrecciata davanti allo stabilimento Anelli, lo scorso anno è arrivato sul terzo gradino del podio della Coppa della Pace. Così come il russo *Evgeni Petrov*, altra maglia rosa del Giro, nel 2000 tagliò per primo il traguardo della gara di Sant´Ermete. Episodi che in maniera simile si sono più volte replicati nel corso di quasi 40 anni di ciclismo, impegno e passione.

ELENCO DELLE SQUADRE ISCRITTE
Zalf désirée Fior
Nazionale russa
Team SCAP Prefabbricati Foresi
Palazzago Elledent Colnago
Aran Cucine D´Angelo e Antenucci
Podenzano Tecninox
Fracor Modolo Prosciutto Pratomagno
V.C. Mendrisio PL Valli Casinò Admiral Adaxys
SC Sergio Dal Fiume
ACS Gruppo Lupi
Trevigiani Dynamon Bottoli
Team MGK-VIS Norda Whistle
Petroli Firenze Cycling Team
Bedogni Grassi Natalini Gruppo Praga
Futura Team Matricardi
SC Virtus Villa Verucchio
Marchiol Orogildo Pasta Montegrappa
US Fausto Coppi Gazzera
Nazionale Gran Bretagna
Monturano Civitanova Cascine
GS Vega Prefabbricati
GS Gavardo Tecnor
GS Mastromarco
GS Calzaturificio Montegranaro
Lucchini Unidelta


Hotel e B&B da € 30.00.
Per informazioni:
info@ilove-italy.net
3661248759

GUSTOVIVO DI MARCA - DOMENICA 06 GIUGNO a Rolle di Cison di Valmarino (Tv)

GustoVivo di Marca
Week end di Sapori, Scenari e Saperi
Domenica 6 giugno 2010
Rolle di Cison di Valmarino (Tv)



Domenica 6 giugno 2010, dalle ore 11.00 alle ore 21.00, nella tenuta Duca di Dolle a Rolle di Cison di Valmarino, affascinante borgo FAI, si terrà la prima edizione di GustoVivo: una giornata all'insegna del buon gusto, promossa dal Master in Cultura del Cibo e del Vino di Ca' Foscari e dai suoi partner, con il sostegno del Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso, che per vivere questa giornata esperienziale ha creato dei pacchetti per individuali e per gruppi, visibili sul sito ufficiale dell'evento.

Si tratta infatti di un'ulteriore opportunità per promuovere dal punto di vista turistico il nostro territorio, nello spirito collettivo che anima tutti i soggetti coinvolti in questo intento, a partire dalla Regione Veneto, per far conoscere una terra ricca di tradizioni enogastronomiche, di epoche passate, di arte, cultura, natura e sport.

GustoVivo sarà un evento con molte attività all'interno suddivise in tre aree tematiche, denominate Sapori, Scenari e Saperi. Isole enogastronomiche a tema e corsi di Cucina; passeggiate a cavallo e visite guidate lungo i percorsi delle erbe spontanee e dei vigneti biodinamici; proiezione di diverse pellicole abbinate al vino; esposizioni artistiche; musica; spettacoli e giro in pony per i bambini.

Per vivere al meglio questo laboratorio di esperienze, il Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso, in collaborazione con l'agenzia Onda Verde Viaggi, partner del Consorzio, ha creato dei pacchetti per tutte le tasche e per tutte le esigenze.

Soggiorni in B&B, relais, agriturismi, hotel dalle tre alle cinque stelle, per vivere un gustoso week end di Marca. Soggiorni da una o due notti, con o senza cena tipica, per lasciare piena libertà ai turisti. E per i gruppi proposte mirate, più ricche, per fare vivere non solo un evento, bensì un intero territorio.

Si parte quindi da proposte in B&B di una notte con colazione, Prosecco DOCG all'arrivo ed ingresso a GustoVivo a euro 50,00 a persona per arrivare a soggiorni in hotel 5 stelle di due notti con colazione, Prosecco DOCG all'arrivo, cena tipica ed ingresso a GustoVivo a euro 306,00 a persona.


Per informazioni e prenotazioni relative a proposte di soggiorno:
CONSORZIO DI PROMOZIONE TURISTICA MARCA TREVISO
Tel. +39 0422 541052
Fax. +39 0422 591195
prenotazioni@marcatreviso.it
www.marcatreviso.it
www.gustovivo.it

Hotel e B&B da € 30.00.
Per informazioni:
info@ilove-italy.net
3661248759

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More