Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

Castagnata e sagra d'autunno a Orco Feglino (SV) il 10 ottobre 2010



L'evento previsto per il 10 ottobre 2010 è organizzato da Proloco San Lorenzo.
Sarà possibile pranzare sotto la grande quercia: un modo per ricordare la sagra della formeggetta estiva.
L'apertura degli stand gastronomici è prevista a partire dalle ore 12.00: per i buongustai sarà possibile degustare polenta, carne alla griglia, frittelle salate e dolci, buon vino e ovviamente le protagoniste della festa le caldarroste.

Info: www.prolocosanlorenzo.it


XXII Sagra della castagna di Frabosa Sottana (CN) dal 22 al 24 ottobre 2010



Sergio Sgrilli (comico di Zelig) si esibirà sul palco del Palasagra

L’Associazione Turistica Pro Loco di Frabosa Sottana, in collaborazione con il Comune di Frabosa Sottana e l'ATL di Cuneo, annuncia la XXII edizione della ‘Sagra della Castagna’, kermesse che accosta alla tradizione gastronomica del territorio grandi nomi dello sport italiano.Il sodalizio frabosano, nato in piena concertazione con l’amministrazioneguidata dal Sindaco dott. Giovanni Comino e guidato dal Presidente della Pro Loco Nunzio Carletto, ha elaborato un programma ricco di interessanti novità.A poche settimane dall'evento che, a differenza degli scorso anni, si svolgerà nel quarto fine settimana di ottobre, crescono l'attesa e la curiosità legate ai nomi dei grandi personaggi che saranno presenti a Frabosa Sottana per ritirare la prestigiosa CASTAGNA D'ORO, giunta alla diciannovesima assegnazione. Novità sin dalla serata di apertura, quando la tradizionale cena di degustazione verrà accostata ad un aspetto più prettamente culturale: saranno presenti in sala artisti locali e relative opere, con lo scopo di creare una galleria d'arte "in movimento". Il Palasagra diverrà luogo di incontro tra tradizione enogastronomica e patrimonio artistico del Monregalese.Nella giornata di sabato, l’inaugurazione ufficiale accompagnata dall’esibizione dei Balarin de Kiè. A seguire la seconda grande novità dellaSagra 2010: "La Castagna – dono di Dio alla montagna" è il titolo del primo convegno tecnico dedicato al prezioso frutto della Val Maudagna.Un'iniziativa già preannunciata nel 2009 dal Sindaco Comino: "Sono in tanti a sapere che i "marroni" possono venire trasformati in "marron glacè", ma quanti sanno che questo è possibile perchè, a differenza della altre castagne, i marroni sono un pezzo unico e senza venature, quindi adattissimo a farne questo uso? Quanti sanno che esistono molte varietà di csstagne e che questi frutti sono stati, in passato, fonte di sostentamento fondamentale per la popolazione delle nostre montagne? Forse non tutti. Abbiamo pensato, dunque, di affiancare alla nostra keermesse un significato culturale per raccontare ciò che è meno noto del mondo delle nostre valli, ma ugualmente ricco di fascino". Sin dalla serata di sabato saranno già presenti al Palasagra i "campioni dello sport" che verranno presentati al pubblico come anticipazione della premiazione domenicale. A seguire l'esibizione di Sergio Sgrilli, comico, musicista professionista e bluesman noto al grande pubblico per le numerose partecipazioni a Zelig.Il 2010 segnerà anche l’esordio dell’expo motori: “Mondaj e motori” che porterà a Frabosa Sottana le auto e le moto del mito americano.Nel pomeriggio la tradizionale celebrazione della 19^ Castagna d'oro e, a seguire, saliranno sul palco gli "Space Paranoids", band che propone pezzi ispirati ai grandi artisti della scena rock mondiale.In chiusura di giornata l’innovativa Merenda Sinoira: la kermesse frabosana saluterà i visitatori con una Gran Polentata a ritmo di musica per chiudere la Sagra in festa.

Il programma della XXII Sagra della Castagna:

Venerdì 22 ottobre ore 20.30 - Palasagra
Cena di degustazione - I sapori della castagna tra arte e cultura.
Rinomato appuntamento enogastronomico in compagnia di artisti locali.
Mostra di arte.
Solo su prenotazione entro il 17 ottobre 2010.
Mondolé Infopoint 0174 244481 - infopoint@mondole.itAssociazione Turistica Pro Loco Frabosa Sottana 347 5660378 -sagracastagna@gmail.com
Sabato 23 ottobre ore 10.00 - Frabosa Sottana
Inaugurazione della Sagra - alla presenza delle Autorità il taglio delnastro celebrato dalla compagnia dei Balarin de Kiè
ore 11.00 - PalasagraConvegno - "La castagna: dono di Dio alla montagna".
(Ingresso libero.)
ore 15.00 - In paese
Mercato delle specialità - Il ricco e tipico mercato delle specialità della Valle Maudagna riempie le strade cittadine.
ore 20.30 - Palasagra
Presentazione degli atleti
SporTalent Show
ore 22.00 - Palasagra
Cabaret di Zelig: Sergio Sgrilli
Domenica 24 ottobre
ore 9.00 - In paese
Mercato delle Specialità e Festa dei Mondaj per tutto il giorno.
ore 10.00 - In paese
Expo motori: 1ª Mondaj e motori
Le auto e le moto del mito americano
ore 15.00 - Palasagra
Celebrazione della 19ª Castagna d'Oro L'atteso appuntamento della premiazione dei grandi campioni dello sport.
Ore 18.00 - Palasagra
Merenda Sinoira Gran Polentata a ritmo di musica per chiudere la Sagra in festa.Concerto Rock: Space Paranoids
La band propone pezzi ispirati ai grandi artisti della scena rock mondiale.

Cioccolato in Monferrato - Sagra Itinerante del Monferrato - Fubine (AL) 24 ottobre 2010



La base di quest'anno scelta dall'Associazione Turistico Culturale Fuoco di Paglia sarà il comune di Fubine (AL), data la numerosa affluenza di pubblico degli ultimi anni.
Anche quest'anno: cioccolata calda, crepes, torte della nonna, biscotti, cioccolatini di ogni genere e forma, non mancheranno, inoltre, bancarelle di prodotti enogastronomici locali e prodotti tipici dell'artigianato locale.
Sarà a disposizione del pubblico un servizio di ristorazione gestito direttamente dal comune di Fubine, ampi parcheggi collegati alla sagra con navette e il noto e suggestivo trenino con giro turistico del paese.


Per maggiori informazioni:
oppure Comune Fubine 0131 778121

31° Festa della Castagna a Roncegno Terme (TN) sabato 30 e domenica 31 ottobre 2010


Sabato 30 e domenica 31 ottobre 2010 a Roncegno Terme per le vie del centro si svolgerà la 31° Edizione della Festa della castagna. Questa è l'occasione per degustare oltre i prodotti tipici, le caldarroste e i dolci a base di castagne accompagnati da un ottimo vin brulé, inoltre si potranno visitare mostre ed esposizioni fotografiche, bancarelle con prodotti artigianali tipici, e non mancheranno animazione per bambini, musica e balli tradizionali, e i caratteristici cori di montagna.


In occasione della festa alcuni ristoranti della valle presenteranno dei "menù gastronomici della castagna" con menù completi realizzati dall'antipasto al dolce con le castagne.


Programma della manifestazione:
Venerdì 29 ottobre 2010
Ore 20.30
Esibizione coreografica di ballo liscio con adulti e bambini proposta da Anaunia Team Dance. Intermezzi musicali con Tiziano Montibeller alla fisarmonica.
Salone delle Feste - Casa di Salute Raphael

Sabato 30 ottobre 2010
Ore 10.00
Escursioni a piedi tra i secolari castagni, passando per i caratteristici masi della montagna. Presso uno dei masi verrà organizzata una piccola castagnata. Ritrovo in piazza del Municipio presso ufficio APT di Roncegno Terme, iscrizioni presso APT Valsugana Ufficio di Levico entro venerdì pomeriggio, prevista una donazione minima di 2 euro 0461 727700).
Dalle 10.00 alle 22.00
Il mercatino della Castagna Per le vie del centro vendita delle tradizionali castagne di Roncegno Terme, distribuzione di caldarroste e dolci a base di castagne, assaggi enogastronomici (possibilità di pranzo e cena), esposizione e vendita di prodotti dell'artigianato e dell'agricoltura locali.
Ore 14.30
Ritorno a Roncegno Terme!
Momento di incontro tra i cittadini di Roncegno Terme che vivono altrove, l'amministrazione comunale e i produttori di castagne. Quattro chiacchiere in compagnia tra caldarroste e vin brulè.
Dalle 15.00 alle 19.00
In diretta con radio NBC. NBC sarà presente all'evento con musica, divertimento e simpatiche interviste.
Dalle ore 20.45
Musica dal vivo con il gruppo I Glockenturm. Piazza Montebello
Dalle ore 21.00
Musica dal vivo presso il punto ristoro delle Scuole Medie

Domenica 31 ottobre 2010
Dalle ore 09.00 alle 20.00
Il mercatino della Castagna Per le vie del centro vendita delle tradizionali castagne di Roncegno Terme, distribuzione di caldarroste e dolci a base di castagne, assaggi enogastronomici (possibilità di pranzo e cena), esposizione e vendita di prodotti dell'artigianato e dell'agricoltura locali.
Ore 10.00
Escursioni a piedi tra i secolari castagni, passando per i caratteristici masi della montagna. Presso uno dei masi verrà organizzata una piccola castagnata. Ritrovo in piazza del Municipio presso ufficio APT di Roncegno Terme, iscrizioni presso APT Valsugana Ufficio di Levico entro venerdì pomeriggio, prevista una donazione minima di 2 euro 0461 727700).
Dalle 13.00 alle 20.00
Assaggi di musica dal vivo con il gruppo I Glockenturm. Piazza Montebello.


Per informazioni
APT VALSUGANA S.C.Villa Sissi
loc.Parco, 338056 Levico Terme
Tel 0461 727700
www.valsugana.info

Sagra della castagna Munnaredda a Tramutola (PZ) il 31 ottobre 2010

L'Associazione Pro Loco Tramutola, nell'anno mondiale della Biodiversità, intende tutelare e valorizzare biotipi propri del nostro territorio ed in particolare la Castagna "Munnaredda" .
A tal fine ha organizzato, per il 31 ottobre 2010, un convegno di studi in cui saranno presentati i risultati dellaricerca, realizzata da strutture Regionali, sulle caratteristiche della nostra castagna e sulla possibilità di rilancio della produzione.
A conclusione si terrà la Sagra della "Munnaredda" che si snoderà tra le vie del centro storico proponendo ai visitatori, nei forni, nella cantine, negli slarghi, i vari modi di preparazione del prodotto quali: la Feliciata , i' Pistiddi , i' Brole , i' castagne mBurnate ...

A Montefiore Conca, Mangiar Sano 2010, il 3 ottobre 2010

Mangiar Sano
La pasta di qualità
Montefiore Conca, 3 ottobre 2010

Nella splendida cornice medievale di Montefiore Conca, uno tra i "Borghi più belli d´Italia", domenica 3 ottobre 2010, tornerà "Mangiar Sano", manifestazione nata dieci anni fa con l´obiettivo di far conoscere al consumatore le peculiarità dei prodotti agroalimentari italiani di qualità con particolare riferimento ai prodotti da "Agricoltura Biologica", DOP-IGP, marchi regionali e privati.

Quest´anno l´argomento trattato riguarderà l´alimento principe delle nostre tavole: la pasta di qualità.

Com´è ormai da tradizione la giornata si aprirà alle ore 10 del mattino con il ricco mercato che vedrà protagonisti nella piazza del paese i prodotti biologici, di stagione e tipici, mentre lungo le vie del borgo la faranno da padroni gli oggetti di artigianato selezionati da "Ricordi in soffitta".

Alle ore 12.30, presso i locali della Locanda della Corona, gli Chef Marco Rossi e Roberto Giorgetti prepareranno per gli ospiti di Mangiar Sano il ricco Pranzo Degustazione, che verrà illustrato e guidato dal Dott. Lucio Faragona (agronomo) e Mario Cialotti (Sommelier della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini).

Sulle tavole imbandite una selezione di prodotti di qualità, da agricoltura biologica e di produzioni limitate, che faranno da corte alla regina di questa decima edizione di Mangiar Sano: la Pasta di Qualità. Dai passatelli in brodo preparati con il formaggio di fossa alle chitarrine di semola di Grano Duro Senatore Cappelli al pomodoro fresco, dalle penne integrali di grano Etrusco condite con guanciale di mora romagnola agli Stringhetti al pesto romagnolo, fino alle tagliatelle verdi alla salvia con ragù bianco d´anatra. Durante la degustazione dei piatti sarà dato spazio anche alla
"tavola rotonda a tavola" con gli interventi degli esperti che andranno a delineare il ruolo e "l´importanza della pasta nella corretta alimentazione". Dopo i saluti da parte del sindaco di Montefiore Conca Vall ì Cipriani, del presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali e dell´Assessore provinciale alle Attività Produttive, Agricoltura e
Commercio Jamil Sadegholvaad , interverranno sugli aspetti medici e nutrizionali della pasta il Dott. Luigi Rusconi cardiologo, e il Dott.Franco Desiderio oncologo. Il Dott. Lucio Faragona illustrerà come riconoscere la pasta di qualità, mentre Bruno Sebastianelli porterà la sua esperienza di produttore di pasta, a chiudere Roberto Giorgetti, interverrà sulla pasta nella tradizione romagnola. (pranzo degustazione prenotazione consigliata, quota di partecipazione ?30, menù bambini ?0).

Dalle ore 10 apriranno anche gli stand gastronomici allestiti da Terre Solidali, Kiosquito 46 e dalla Proloco di Montefiore Conca, che proporranno rispettivamente piatti preparati con prodotti biologici e tipici del territorio di Rimini ( in collaborazione con la Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini), Asado Argentino preparato con carni romagnole, piada e caldarroste.

Dalle 15 in piazza della Libertà la musica di Sergio Casabianca & Three-O, mentre per i più piccoli Mangiar Sano propone quest´anno una gustosa novità.

Dalle ore 15:00 alle ore 19:00, Sistema Museo ha organizzato presso la Rocca Malatestiana un evento di intrattenimento per adulti e bambini, con mostre d´arte, spettacoli e assaggi biologici. Sarà possibile infatti visitare, oltre al castello, due mostre di oggetti d´arte realizzati dagli allievi dei laboratori estivi 2010 del progetto Un castello per le arti: oggetti, maschere e figure per il teatro a cura di Atelier della Luna, e lavori di grafica originale a cura dell´Opificio della Rosa. Alle ore 16:00 andrà in scena un magnifico spettacolo di burattini nelle sale di rappresentanza al piano nobile con la collaborazione di Atelier della Luna, e a seguire una gustosa merenda biologica per tutti nel cortile e nelle stanze del castello.
( Ingresso euro 6,00 adulti; euro 5,00 bambini e ragazzi 7 17 anni; gratis bambini fino ai 6 anni; sconti speciali per famiglie e gruppi. Info costi e prenotazioni 0541 980179).

Ancora spazio all´arte presso la Sala degli Archi della residenza municipale e presso la Chiesa dell´Ospedale, che accoglieranno rispettivamente fino al 17 ottobre e al 24 ottobre, una mostra di pittura curata da Marco Santoro e l´esposizione di opere di mosaico in legno pregiato curata da Francesco Ridolfi.

Ingresso libero (dove non specificato diversamente)

Informazioni e prenotazioni:
Comune di Montefiore Conca:
Tel 0541/980035
www.comune.montefiore-conca.rn.it

Catalyst | TAGLI di Riccardo Rombi al Teatro Puccini di Firenze il primo ottobre 2010

VENERDI' 1 OTTOBRE ore 21.00 TEATRO PUCCINI
CATALYST
TAGLI

ovvero
"Dobbiamo andare a fare l'Antigone a Saronno" libero adattamento di Riccardo Rombi
con Alba Grigatti, Giacomo Lattanzi, Laura Martinelli, Talitha Medici, Paola Pannia
assistenti Alessandra Comanducci, Ulpia Popa
tutor Francesco Te
regia Riccardo Rombi

Venerdì 1 ottobre alle 21.00, debutta al Teatro Puccini la nuova produzione Catalyst TAGLI, per la regia di Riccardo Rombi. Frammenti, anzi "Tagli", scampoli, di Sofocle, Cechov, Etherege, Goldoni, ricuciti con intelligenza in brillante atto unico. Brillante, ironico ma anche grottesco, come la cornice che Rombi costruisce intorno ai personaggi per ricomporre questo mosaico di storie teatrali e ricordare ancora una volta che il teatro anticipa i tempi: e come diretto interprete di svariati modelli di crisi il teatro ben conosce anche quella attuale, economica e culturale: una crisi non finita, in fieri, infinita.
E se, come immagina Rombi, "il sonno della ragione genera attori", ecco che sulla scena a tessere le trame che tengono insieme i Tagli del teatro contemporaneo, salgono questi quotidiani protagonisti che la crisi la vivono giorno per giorno fra piccole astuzie, domande ministeriali improbabili, teatri quasi mai pieni e poco credibili artistiche novità.
Da qui parte l'idea di una compagnia che si trova nella sperduta provincia (senza alcuna infamia per Saronno) per mettere in scena un classico, "Antigone", cavallo di battaglia per prime donne e specchietto per allodole al fine di ottenere, ambito e irraggiungibile, il contributo ministeriale. Ma dietro all'affannosa, sconclusionata
rincorsa all'agognato sostentamento statale, Antigone verrà travolta dagli stessi testi che al suo posto la compagnia cercherà di mettere in scena perchè oggi le platee vogliono la ricerca ma magari domani preferiranno il musical.
E nell'attesa di incontrare i gusti del critico onnipotente e degli zelanti addetti alla cultura ai cui capricci è appeso il destino di questa, e di tante compagnie, ci si dimentica che il teatro è arte e vita e non spiccio affare di stato e come tale necessita di tempi adatti, di modi conformi alle necessità; ma questo nei parametri e nelle dinamiche ministeriali è senza senso e quindi senza essenza.

Info: Teatro Puccini 055 362067
ingresso € 7,00

"Quarta Coppa Montefiore Conca" - regolarità per auto storiche, sabato 2 ottobre 2010

"Quarta Coppa Montefiore Conca"
Sabato 2 ottobre 2010

Ancora poche ore per iscriversi alla quarta edizione della Coppa Montefiore gara di regolarità per auto storiche, che prenderà il via da piazza della Libertà alle ore 13.30 di sabato 2 ottobre 2010.

Tante le novità che arricchiranno il programma di questa competizione, che grazie anche all'organizzazione curata da ERC Team, in pochissimo tempo si è affermata nel panorama italiano del settore. La quarta Coppa Montefiore Conca sarà anche primo Memorial Giovanni Rubini, esponente dell'automobilismo sportivo riminese, e gara valida per il terzo Trofeo Francesco Bollini RSM. Per dare a tutti la possibilità di cimentarsi con la "regolarità" è stata prevista anche una categoria ulteriore a cui si potranno iscrivere anche auto moderne.

Il percorso, di 146 Km sarà reso ancora più insidioso da 3 controlli orari, 11 prove cronometrare e 4 controlli timbro, e si snoderà sulle strade dell'entroterra riminese e del bellissimo parco panoramico del Colle San Bartolo di Pesaro, fino a toccare la Repubblica di San Marino, con partenza
e arrivo da Montefiore Conca.

Info
www.comune.montefiore-conca.rn.it
www.eurorentcorse.com

ANGELO MAINERI in mostra dal 28 settembre al 30 ottobre 2010 a Villa Raimondi di Como

ANGELO MAINERI
Villa Raimondi di Fino Mornasco, (CO)
28 settembre - 30 ottobre 2010

Dal 28 settembre al 30 ottobre 2010, presso Villa Raimondi di Fino Mornasco (CO), si celebrerà il trentesimo anno di attività dello scultore varesino Angelo Maineri.

La mostra, organizzata da Spiralemilano e Como Arte, mette in esposizione una ventina di importanti opere monumentali e non, realizzate durante tutta la carriera dell'artista. Lo scultore, che da sempre lavora su tematiche religiose, ha ricevuto dalla Chiesa molte e importanti commissioni monumentali a soggetto religioso. Per la prima volta in pubblico, saranno esposte le pitto-sculture della serie "Preghiera visiva - Lacrime di Dio", dove il maestro, unico nel suo genere, traduce la tradizione iconografica d'oriente in chiave contemporanea e occidentale.

Angelo Maineri nasce a Varese nel gennaio 1962. Dopo l'apprendistato svolto nello studio dello scultore Antonio Danzi, dal quale conosce le regole fondamentali del mestiere, frequenta la scuola di Scultura sotto la guida del maestro Giancarlo Marchese all'Accademia di Belle Arti di Brera in Milano. Vincitore di numerosi concorsi, nel 1992 realizza il trofeo per le edizioni annuali del Premio Internazionale Waterman, riconoscimento assegnato ai più illustri nomi della cultura e dello spettacolo. Nel 1999, il Comune di Marnate gli commissiona il Monumento allo Sport che viene posto all'ingresso del parco civico, mentre per il Convento dei Frati Cappuccini di Varese esegue in bronzo il monumento a S. Pio. Nel 2000 la Provincia di Varese lo incarica di realizzare il trofeo per il Premio Provincia di Varese che annualmente conferisce ai suoi cittadini più illustri. A giugno del 2001 è inaugurato il monumento Stele nel Comune di Comerio, e in autunno i rilievi in bronzo che decorano il Monumento ai Caduti di Olgiate Olona.

Inaugurazione: martedì 28 settembre 2010 ore 18.00

Ingresso libero tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 18.00

Per informazioni: Spirale Milano 02/878827
info@spiralemilano.com
Villa Raimondi, Via Vittorio Veneto, 1 - Fino Mornasco (CO)
www.villaraimondi.com

Marcia della Pace: la II edizione domenica 26 settembre tra il Passo Falzarego e il Piccolo Lagazuoi

MARCIA DELLA PACE - II EDIZIONE

In programma per domenica 26 settembre 2010 un evento simbolico in cui i diversi gruppi etnici che da sempre popolano le Dolomiti metteranno da parte le difficoltà di una convivenza ravvicinata per raggiungere un obiettivo comune.

L'anfiteatro naturale nei pressi del rifugio Lagazuoi ospiterà infatti una messa d'alta quota e in quattro lingue. Momento finale di un percorso che vedrà arrivare tutti i partecipanti con mezzi differenti e per itinerari diversi.

La "Marcia della Pace", l'evento simbolico nato nel 2009 per unire gruppi etnici diversi tra loro ma geograficamente molto ravvicinati, ritorna tra il Passo Falzarego e il Piccolo Lagazuoi per la seconda edizione, domenica 26 settembre. Italiani, ladini e tirolesi da secoli popolano l'affascinante paesaggio delle Dolomiti: una convivenza non sempre facile, capace però di conservare la ricchezza culturale che nasce dalla varietà e dalle diversità che caratterizzano ogni popolazione.

Teatro della manifestazione sarà l'anfiteatro naturale che si apre di fronte al magnifico scenario delle Dolomiti d'Ampezzo, Patrimonio Naturale dell'Umanità UNESCO.

Diversi i percorsi che si possono effettuare per raggiungere la destinazione: partendo dal parcheggio del passo Falzarego, con la funivia, attraverso un sentiero o un'arrampicata oppure attraverso i camminamenti e le gallerie della Grande Guerra. Domenica 26 Settembre i membri dei diversi gruppi etnici raggiungeranno così, in modi diversi, il comune traguardo: una dimostrazione fisica di come il singolo riesca ad assumersi la responsabilità per l'Uno mediante la cooperazione tra i popoli.

A coronamento dell'evento, alle ore 12.00, sarà celebrata la Messa per la Pace in alta quota e in quattro lingue (tedesco, italiano, ladino e la lingua dei segni per non udenti). La celebrazione sarà allietata dalla musica e dal canto di vari sodalizi, tra cui il gruppo corale San Marco.

Domenica 26 settembre, ore 12.00
nei pressi del rifugio Lagazuoi
Info: 0436/2863.

Andrea Cangemi (dipinti e incisioni) in mostra a Mantova dal 25 settembre al 7 ottobre 2010



ANDREA CANGEMI dipinti - incisioni dal 25 settembre al 7 ottobre 2010

presso Galleria "Arianna Sartori"
Mantova - via Ippolito Nievo, 10 - tel. 0376.324260
Inaugurazione: Sabato 25 settembre, ore 18.00. Sarà presente l’artista
Presentazione: Fabio Ciceroni
Orario di apertura: 10.00-12.30 / 16.00-19.30. Chiuso festivi

UNA LUCE SUI RELITTI
Dal suo profondo laboratorio Andrea Cangemi continua senza posa ad estrarre i suoi lèmuri, i suoi feticci, i suoi sogni. Dal magma di quell’antro onorico talvolta anche a lui segreto, motore primo delle sue inquietudini, séguita ancora e ancora a sprigionarsi con la forza di una necessità lucidamente febbrile un universo di ritrovati segni che appaghino almeno per un poco l’urgenza di sogni e di simboli. E la loro insistenza a provocare il tentativo di decifrarli.
Se si può confermare quella felice intuizione iniziale che vedrebbe Cangemi come condannato alla perfezione formale, non v’è dubbio che una tale perfezione - quel suo dominio impressionante del disegno sullo spazio, quella sua raffinata adusata vocazione a concatenarli ai colori - vada intesa come ricerca di una certezza, nel caos del tempo contro l’assedio dei giorni, che consenta finalmente di illuminare di luce imprevista lo sfondo oscuro dell’esistenza.
Sicurezza del segno che sconfigga l’insicurezza dell’uomo. Contemporaneo.
Non può esservi uomo del nostro tempo che, nel proprio riposto segreto, non avverta l’assillo della morte identificata con un non esorcizzabile potere distruttivo, e che non studi qualcosa di ineffabilmente imprevedibile per liberarsi da quell’assillo. Allora ogni viltà ed ogni reticenza diventano un grave peccato di omissione per l’artista impegnato in quell’unica vera guerra che per lui valga combattere: contro la menzogna e contro la morte. La sua audacia sta allora nell’accogliere l’imperativo di esprimere, ed esprimere con segni che siano precisi e decisi come fendenti di vita inferti a quell’oscuro potere.
Qui sta la sua unica possibile responsabilità. Se oggi l’abuso delle immagini condanna all’assuefazione tanto che non si riesce più a vedere; così come il troppo parlare obbliga all’assordamento, l’artista onesto (ma può esservi un’arte, se è arte, disonesta?) è tenuto a dire. È obbligato alla certezza del segno che si fa suo unico strumento di salvezza. E nostro.
Anche così ci si può dare spiegazione della verità di cui s’intride tutta l’irrequieta operosità di Cangemi, la sua fabbrile smania di creare all’infinito intorno alla sua essenziale mitografia; così ci si può dar conto della sincerità totale, esasperata e a tratti disperata, della sua arte che non consente a nessuno infingimenti interpretativi.
Un’arte inesauribilmente capace di vitalità proprio perché struggente nella sua consapevolezza senza rimedio della morte delle cose.
Per una tale arte diventa un bisogno morale quello di trasvalutare i suoi moribondi oggetti in un’alta sospensione interiore, e scavare nel reale - di cui ha un rispetto commovente - per tracciarne fin dove possibile l’orizzonte di verità che possiede.
Per questo essa sa trasmettere la misteriosa vibrazione che proviene da un esistere non rassegnato anche quando, anzi proprio quando sembra abbandonare gli oggetti amati e riaccarezzati al loro destino di invincibile inerzia.
Sono oggetti che attraversano tecniche e modi diversi di porsi l’interrogazione sul mondo: può essere la preziosa filigrana che esce dalla matita su carta o la prodigiosa ragnatela che si espande sulla lastra facendone un labirinto di voci, o l’assorta geometria degli obliqui spazi che consentono alla tela allusioni slimitate: sempre vi si officia una poesia di relitti.
E abbandono può adottarsi come cifra ritornante, quale parola che ci apra al mondo ed al modo di Cangemi. Un modo permeato di pietas, di compassione illacrimata per le cose tanto più amate quanto più ormai estromesse dalla loro funzione originaria. I bianchi volumi delle roulottes o di improponibili autocarrette svuotate del ruolo che le aveva create, abbandonati in campi deserti appena consolati dalla luna; la bicicletta negletta in un paesaggio di archeologia industriale o davanti alla villa disabitata o appoggiata a pareti da cui irridono multicolori manifesti di gioia passata; o finalmente quel violino scordato e soprattutto quei fantocci penduli o sbilenchi o crocifissi al loro eterno riposo che li ha colti in flagranza di vita o quella richiesta di aiuto nei corpi di ginnaste o di danzatori fermati da un pensiero ultimo sull’estremo abbandono che li accomuna: su tutti vige, come una nostalgia pudicamente irriferibile, un’alta compassione per il loro imminente disumanarsi, per il loro inarrestabile de-fungere.
Altro che indifferenza verso l’oggetto assunto a modello, pretesto di virtuosismi com’è di certe scuole formali o come sarebbe se si desse di tanto laboriosa ricerca di verità un’interpretazione solamente calligrafica, magari sviati proprio dalla stupefacente precisione del segno!
È invece la partecipe cognizione della comune sofferenza, propria dell’innamorato della vita a tentare l’impossibile restituzione di un barlume d’anima agli esseri divorati dalla consunzione dei giorni e dalla saccente fretta dei produttori di oggetti nuovi. Come se quel troppo amor di vita compisse il prodigio di riuscire ad arginare ancora moda e potere, veri vestiboli della morte.
Un rinnovarsi dell’assurda sfida di Orfeo agli inferi.
Benché dunque resti confermato anche per Cangemi che il linguaggio è il messaggio e che pertanto sembrino diversi gli esiti formali trascorrendo dalla grafica alla pittura (con la tecnica mista su carta a fare da tratto d’unione), resta impressionante l’unità nel rigore e nell’intelligenza della ricerca. La tensione meditativa su quel reale abbandonato e la tormentata partecipazione che ne deriva, agevolano un complesso gioco di rispecchiamenti di quadro nel quadro, di metamorfiche corrispondenze tra maschere e volti, tra verità e finzione, tra oggettualità ed allegoria, tra quotidianità e mito, tra derisione e sogno, tra colore e disegno. Tutti stilemi ed emblemi che possono condurci a risalire fino all’ambigua dialettica di una tragedia antica, tesa com’è a stanare la verità profonda entro la contraddizione delle apparenze.
Ma la matrice vitalmente organica, la commossa energia che vorrebbe ancora infondere fuoco all’inerzia delle cose toccate, la vibrante malinconia che percorre ogni immediato guizzo di coscienza del mondo, sono indizi di appartenenza piena alla problematicità del tempo. Ed al dovere profetico che ne consegue per ogni interrogazione che voglia compiersi in arte.
In ogni sua composizione affiora od emerge quell’apparente atemporalità sospesa che ci traduce con feroce sapienza tecnica il senso della vita tanto più sfuggente quanto più irrimediabilmente bella. Avviene così che la solarità si faccia tragica e la notte e la nebbia vibranti di inconfessate nostalgie: quale che sia il contesto strutturale, pur sempre sensibilissimo e sapiente, l’esito di tanto “stremata fantasia” tende a restituirci lo stregato sgomento del mistero.
Ma è proprio la certezza che da quell’antro di sogni che si diceva, da quel magma di paure e di slanci, con la forza della bellezza che solo la disperata felicità dell’arte può restituire, che alla fine s’innalza il mistero. Intatto ed intangibile quanto più tentato ed interrogato, il mistero attinto da Andrea Cangemi ormai non ci è più di fronte come ostacolo da rimuovere, ma come luogo naturalmente abitato e con noi convivente grazie alla sfida solitaria e caparbia di un artista che ha obbedito e creduto soltanto alla propria autonomia ed al colloquio silenzioso ed assorto con la propria opera.

Info
info@sartoriarianna.191.it

Festa d’Autunno ad Acquasanta Terme (AP) il 16 e 17 ottobre 2010



Torna anche quest'anno ad Acquasanta Terme il 16 e 17 ottobre 2010 la tradizionale Festa d’Autunno che si svolge nella terza domenica di Ottobre.
Una mostra-mercato che mira a valorizzare le ricchezze naturali del territorio, e in particolare dei tipici prodotti del bosco come i marroni e le castagne della zona montana circostante e dei suoi numerosi paesini arroccati nei posti meno conosciuti del territorio Acquasantano e dei Monti della Laga.

Per ulteriori informazioni, contattare:
Proloco Acquasanta Terme
Tel./Fax 0736801291
proacquasanta@libero.it

Sagra del Raschera e dei formaggi d'alpeggio a Ormea (CN) domenica 26 settembre 2010


La sagra rievoca l’antica tradizione pastorale secondo la quale, verso la fine di settembre, i margari scendevano in paese a vendere il formaggio prodotto in alpeggio durante l’estate. Domenica 26 settembre nel centro storico cittadino dalle ore 9.00 mercato dei formaggi e dei prodotti tipici locali, degustazione dei formaggi, animazione e musica.



Info: http://www.ormea.eu

Sagra del maiale a Uggiano la Chiesa (LE) il 25 e il 26 settembre 2010



Il 25 e il 26 settembre 2010 si terrà a Uggiano la Chiesa la Sagra del maiale, in un'allegra atmosfera di festa.
La sagra coincide con la ricorrenza religiosa dei Santi Medici Cosma e Damiano. Duranta la giornata parte dalla Chiesa Madre sino alla Cappella suburbana la solenne processione in onore dei due santi, verso i quali i paesani hanno da sempre una profonda devozione. Il paese inoltre si anima di stand gastronomici dove è possibile degustare delizioni piatti a base di maiale. Nel corso degli anni la sagra del maiale ha cambiato veste, visto il divieto di bollire la carne in grossi pentoloni allineati sul ciglio della strada i cui fuochi accesi sotto rendevano il tragitto della processione molto suggestivo. Partecipare alla sagra rimane comunque un'occasione da non perdere per tutti i buongustai!

Sagra provinciale dell'Uva Quagliano a Costigliole Saluzzo (CN) dal 24 al 27 settembre 2010



Dal 24 al 27 settembre 2010 torna a Costigliole Saluzzo (CN) la Sagra provinciale dell'uva Quagliano. La Sagra dell’Uva Quagliano, viene organizzata con lo scopo ben preciso di valorizzare in particolare l’Uva ed il Vino Quagliano D.O.C., il Territorio e la cultura locale.

Per questo l’uva Quagliano ed il suo vino, sono i protagonisti indiscussi della sagra. La festa ha il suo momento clou nella giornata di domenica con spettacoli, musica e momenti culturali.



Sagra del porcino 2010 dal 23 al 26 settembre 2010 a Quassolo (TO)



A Quassolo (TO) dal 23 al 26 settembre 2010 torna la “Sagra del Porcino” appuntamento classico del settembre quassolese apprezzato dai buongustai giunto alla 6° Edizione.
La manifestazione celebra il re del sottobosco con una serie di eventi gastronomici accompagnati da concerti bandistici, serate danzanti, trekking tra i boschi, mercatino dei prodotti tipici, mostre di pittura, folklore, teatro comico piemontese e gara bocciofila.


Programma della manifestazione:

Giovedì 23
h. 21,00 Concerto della Società Filarmonica Musikkapelle “La Lira” di Issime diretta dal Maestro Enrico Montanari e della Filarmonica Quassolo 1848 con la Corale Parrocchiale dirette dal Prof. Andrea Chiavenuto

Venerdì 24
h. 15,00 “Puliamo il mondo”in collaborazione con Provincia di Torino e Legambiente
h. 18,00 Inaugurazione mostre di pittura e dei modelli meccanici.
h. 19,00 Apertura stand Gastronomico (specialità ai funghi)
h. 22,30 Serata con il gruppo “Style on Stage”

Sabato 25
h. 15.00 Gara bocciofila a coppie “cd” IL PORCINO D’ORO
h. 19,00 Apertura stand Gastronomico (specialità ai funghi)
h. 22,00 Serata con il complesso “Carisma Band”

Domenica 26 “ L’arte Piemontese e la storia agreste di Quassolo”
h. 9,00 Trekking tra i boschi alla ricerca del Porcino con il Micologo Marra Diego
h. 9,30 Apertura del mercatino e delle mostre per le vie del paese, delle antiche cantine,del vecchio “Casun” e del “Mulin d’Alera” con la colonna sonora dell’ Union instrumentale dell’Auberson (Svizzera), de “Les Hirondelle” di Aosta e lo show pomeridiano di “Enrico e le sue Vigne”

Nel Mulin d’Alera saranno esposte le opere del 1° concorso fotografico “Quassolo dalla Cavallaria alla Dora…visto dai tuoi occhi”

UN ALLEGRO TRENINO VI FARA’ VISITARE QUASSOLO

h. 12,00 Polenta, spezzatino e funghi in umido
h. 16.00 Spettacolo Teatrale con la compagnia “Alfatre“ in “La levr al sivé”
h. 18.00 Premiazione del Concorso Fotografico
h. 19.30 Apertura stand Gastronomico (specialità ai funghi)
h. 22,00 Serata danzante con l’orchestra “Acquamarina”

Durante l’intera manifestazione: nella chiesa di San Bernardo mostre di pittura dei pittori Canavesani Brunero Guglielmo, Gillio Meina Giancarlo e Perucchione Aurelio presso la saletta di Piazza Violetta mostra dei modelli meccanici del maestro Bonato Renzo


AREA PARCHEGGIO RISERVATA AI CAMPER

Per info: www.comune.quassolo.to.it

Sagra della Salsiccia - Gallese (VT) - 26-26 settembre 2010

"Sagra della Salsiccia - IV edizione" a Gallese (VT) dal 25 al 26 settembre 2010.

Anche quest'anno nel caratteristico borgo di Gallese (VT) verrà riproposta la 4° edizione della Sagra della Salsiccia

Il programma sarà il seguente:
il giorno 25/09
- ore 17,00 esibizione di danza
- mostra di ricamo delle ricamatrici di Gallese presso il Museo "Marco Scacchi"
- ore 18,00 apertura stands eno-gastronomico
- per tutto il pomeriggio fino a tarda sera divertimento bambini
- serata danzante con il duo "Maurizio ed Emanuela"
- discoteca sotto le stelle con "Ruggero Guazzoni"
il giorno 26/09
- dalle prime ore del mattino mercatino
- ore 10,00 giro turistico con guida per le caratteristiche vie del paese
- divertimento per bambini che si protrarrà per tutto l'arco della giornata
- ore 12,00 apertura stands eno-gastronomico
- ore 15,00 caccia al tesoro
- ore 17,00 la Banda Musicale Città di Gallese accompagnati dal gruppo delle Majorettes di Gallese percorreranno le vie del paese
- ore 17,30 esibizione sportiva
- serata musicale in compagnia della Banda Musicale "Città di Gallese"
Veniteci a trovare, trascorreremo due giornate in compagnia del buon cibo, vino, musica e quant'altro. Vi aspettiamo!!

Centro Commerciale Naturale di Gallese

Info: c.c.naturaledigallese@alice.it

ERMANNO NASON "Guerriero del vetro" - Murano, Museo del Vetro, 18 settembre 2010 - 11 gennaio 2011

Fondazione Musei Civici di Venezia, Ufficio StampaERMANNO NASON

Guerriero del vetro
Murano, Museo del Vetro
18 settembre 2010 - 11 gennaio 2011

Inaugurazione sabato 18 settembre, ore 12 (*)

La mostra presenta un centinaio di opere di Ermanno Nason (Murano, 1928), grande maestro vetraio, membro di una famiglia significativamente presente in ogni fase della storia muranese dal XVII secolo ai giorni nostri.

Prediletto dagli artisti de "La Fucina degli Angeli" di Egidio Costantini, Ermanno Nason collabora con Pablo Picasso, Jean Cocteau, Marc Chagall, Max Ernst, Hans Arp, Kokoshka, Nag Arnoldi, Borsi, Jean Le Witt, Fred Fay, Krayer, Antun Motika e Bergamini, Guttuso, Braque, Verde, Hundertwasser, Fontana, Pignon, Bellini, Minguzzi, Goldoni, Carraro, Fulvio Bianconi, traducendo in vetro ogni progetto, per quanto nuovo e insolito e raggiungendo l´eccellenza, in particolare, nella lavorazione "a massello", cioè eseguita modellando il vetro nella massa incandescente.

Nessun maestro nella storia muranese ha saputo scolpire il vetro come lui, e nessuno ha dimostrato una tale apertura, sincera, convinta (e per questo convincente) al moderno, all´astratto, all´informale.

Tra le opere esposte in questa mostra, che testimoniano solo una piccola parte della sua sterminata produzione, troviamo di tutto: dalla virtuosistica e perfetta riproduzione della saliera del Cellini ad una versione pop della testa della statua della libertà, dagli splendidi volti di donna in cristallo ai pulcinella di tiepolesca memoria, dall´enorme statua di Sansone al piccolo busto di donna degno di un Aristide Maillol.

È, questo, il quarto appuntamento espositivo organizzato grazie alla collaborazione con l´Associazione Vetrovetro, dopo Fare Vetro. Creatività e tecnica in cento opere, 29 maggio - 28 ottobre 2008; RITROVARE IL MUSEO: Murano 1797-1859 dalle collezioni del Museo del Vetro, 6 dicembre 2008 - 1 maggio 2009 e La rinascita dalla seconda metà del XIX secolo. Antonio Salviati e Vincenzo Zanetti, 6 febbraio - 15 giugno 2010.

Curata da Aldo Bova, così come il catalogo Skira, con contributi di Aldo Bova, Silvio Fuso, Chiara Squarcina, Giampaolo Seguso e alcune interviste realizzate da Francesca Cadel. Progetto espositivo e allestimento a cura di Eraldo Mauro.

Questa mostra si realizza con il patrocinio della Regione Veneto e il contributo di Banco San Marco, Ars Cenedese Murano srl, Ferro & Lazzarini srl.

Ermanno Nason nasce a Murano nel 1928. Membro di una famiglia di famosi maestri vetrai, entra a 9 anni in fornace e supera l´esame di maestro a soli 18 anni. Fin dall´inizio si dimostra un vero talento, in particolare per l´esecuzione della figura umana e degli animali.

Dal 1952 al 1957 è "maestro di prima piazza" alla Mazzega; apre poi una propria fornace e lavora per qualche anno in società con il cognato Scarpa nella V.A.M. Dal 1964 al 1972 è alla Cenedese, e dal 1973 al 1992 si rimette in proprio fondando "Arte Ermanno Nason".

La sua notorietà è indissolubilmente legata alla collaborazione con il "Centro Studi Pittori nell´Arte del Vetro" fondato nel 1951 da Egidio Costantini, poi chiamato, su suggerimento di Cocteau, "La Fucina degli Angeli", che coinvolgeva i massimi artisti dell´epoca chiedendo loro disegni e progetti da realizzare in vetro a Murano.

La padronanza nella lavorazione "a massello", raggiunta proprio in quegli anni, lo spinse alla predilezione per le grandi sculture, per la re-interpretazione audacemente moderna delle varie Pietà di Michelangelo, per le forme morbide ispirate ad Henry Moore, per i visi attoniti di Campigli e, in generale, per tutto quel repertorio dei fertili anni ´60.

Da buon "muranese", che vede in ogni forma e in ogni soggetto una sfida ineludibile, una vetta da scalare per dimostrare a sé e soprattutto agli altri, di essere il migliore, Ermanno si è gettato con entusiasmo e coraggio nel suo lavoro proponendo una tale varietà di opere da lasciare oggi sgomenti davanti a tanta onnivora curiosità e a tanta vitalità.


ERMANNO NASON
Guerriero del vetro
Murano, Museo del Vetro
18 settembre 2010 - 11 gennaio 2011

INFORMAZIONI GENERALI
Sede: Museo del Vetro, Fondamenta Giustinian, 8 - 30141 Murano (Venezia)
Inaugurazione: sabato 18 settembre 2010 (*a invito, fino a esaurimento dei posti disponibili)
Apertura al pubblico: 18 settembre 2010 - 11 gennaio 2011
Orario: fino al 31 ottobre 10/18 (biglietteria 10/17.30); dal 1 novembre 10/17 (biglietteria 10/16.30); chiuso 25 dicembre e 1 gennaio
BIGLIETTI
Ingresso con il biglietto del Muse
Intero 6,50 euro
Ridotto 4 euro
ragazzi da 6 a 14 anni; studenti* dai 15 ai 25 anni; accompagnatori (max. 2) di gruppi di ragazzi o studenti; cittadini ultrasessantacinquenni; personale* del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; titolari di Carta Rolling Venice; soci FAI

Gratuito
residenti e nati nel Comune di Venezia; bambini 0/5 anni; portatori di handicap con accompagnatore; guide autorizzate; interpreti turistici* che accompagnino gruppi; 1 gratuità ogni 15 biglietti previa prenotazione;membri I.C.O.M.

*è richiesto un documento

INFORMAZIONI
www.museiciviciveneziani.it
mkt.musei@fmcvenezia.it
call center 848082000 (dall´Italia)
+3904142730892 (dall´estero)

Venerdì 17 settembre 2010 all' Acquario di Cattolica (RN) vanno in onda le MG

VENERDI' 17 SETTEMBRE
UN ONDATA DI MG D'EPOCA
INVADE L'ACQUARIO DI CATTOLICA

"MG in onda" è il tema dell' 8° Raduno organizzato dal Centro Regionale Emilia Romagna dell' MG Car Club d'Italia. Dopo il successo riscosso dalle precedenti edizioni, quest'anno prende il via dal 17 al 19 settembre con un percorso che si snoda tra terra e mare dalla Romagna alle Marche, in un
interessante mix di cultura, storia e natura.
La carovana, formata da 40 sgargianti MG d'epoca (anni 50 e 60), si snoderà lungo un percorso appenninico dalla città di Urbino,fino al borgo di San Leo, per ammirare le bellezze artistiche e naturali. Non mancherà la tappa marina con discesa fino a Baia Vallugola con gita in motonave per ammirare le bellezze del Parco Naturale del Monte San Bartolo e un pomeriggio alla scoperta del mondo marino dell' Acquario di Cattolica. L'arrivo all' Acquario di Cattolica è previsto per venerdì 17 dalle ore 14 dove le storiche MG si lasceranno ammirare e fotografare nelle aree esterne dell' Acquario, mentre gli 80 appassionati proprietari di questa splendida macchina, provenienti da tutta l'Italia (Piemonte , Lazio , Umbria, Toscana, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna ), si fermeranno a degustare un pranzo a base di pesce al Self Service "Al Pesce Azzurro" per poi
partecipare alla visita guidata per conoscere i pinguini da spiaggia,la novità 2010, gli squali e tutti i 3.000 esemplari del mondo marino ospitati all' Acquario di Cattolica.

L'Acquario di Cattolica è aperto dalle ore 9,30 alle 18,30 le biglietterie chiudono alle 16,30 fino al 26 settembre, inoltre tutti i weekend di ottobre, le domeniche e i festivi di novembre, poi tutti i giorni nel periodo natalizio dal 26 dicembre al 6 gennaio 2011.

www.acquariodicattolica.it

Al MAN di Nuoro 17 artisti per Entretiempos dal 15 ottobre 2010 al 16 gennaio 2011

Il MAN presenta
ENTRETIEMPOS Nel frattempo, istanti, intervalli, durate
15.10.2010 - 16.01.2011

Entretiempos Nel frattempo, istanti, intervalli, durate è una mostra collettiva che riunisce 17 artisti le cui opere, secondo diverse prospettive e utilizzando metodi differenti, raccontano l'esperienza del tempo nelle sue varie accezioni e forme visive. Prendono parte all'esposizione alcune delle figure più importanti del panorama artistico contemporaneo, presentando lavori fotografici, video e pellicole prodotti negli ultimi dieci anni. La mostra, rispettando l'estensione e la diversità, aspira a riflettere un ampio e paradigmatico spettro delle pratiche visive, partendo dal presupposto che le ipotesi di lavoro che hanno guidato la selezione delle opere si articolano intorno a diverse tematiche: la natura e gli effetti dell'interruzione fotografica, e di conseguenza ciò che questo implica nella percezione del movimento e la presunzione diegetica dell'immagine; il contingente, l'effimero e il caso come forma per mettere in rilievo l'instabilità delle opere stesse e le loro connotazioni temporali; l'analisi e la speculazione storica, passando attraverso pratiche relazionate con l'archivio, assieme all'esperienza della memoria individuale e collettiva, volontaria e involontaria; infine, l'articolazione tra la fotografia e altre modalità di immagine, definendo combinazioni e paradossi temporali che si creano in particolar modo tra immagine fissa e movimento.
Spaziando tra immagini del tempo e tempi delle immagini, la mostra si fonda sul paradosso teorico e narrativo della fotografia per delimitare uno spazio propizio per le intuizioni, le idiosincrasie e le derive temporali.
Nel terreno degli interstizi si aspira a intensificare la percezione attraverso una esperienza dell'immagine attenta e riflessiva. In un certo qual modo, ciò che si prefigura è l'urgenza dello spettatore pensieroso, diverso dallo spettatore frettoloso, disinteressato ed estraneo. Nonostante ci sia la tendenza a dare valore alla velocità e accelerazione come requisiti distintivi delle società postmoderne, risulta sconcertante (e per questo necessario) segnalare indizi di inclinazioni artistiche che tendono verso ritmi contrari, favorendo una relazione decelerata, esperienziale e dialettica con il tempo, in una sfida fatta di discontinuità e allentamento che riconcilia il lavoro della ricezione con i ritmi del pensiero e della memoria (che, come sappiamo, tendono a ritenere più l'immagine fissa che l'immagine in movimento). In definitiva l'entretiempo è il luogo dove, sia fuori che dentro, mente e corpo, fattuale, immaginario e realtà non sono più concetti dissociati. Si tratta di un luogo in cui l'immaginario diviene un teatro della memoria - grande, aleatorio, labirintico e metamorfico - la cui comprensione inizia in ogni immagine suggestiva per attivare la percezione dello spettatore attraverso la particolare trama di associazioni e stimoli che scatena.
Gli artisti di Entretiempos sono: Jeff Wall, Clare Strand, David Claerbout, Paul Pfeiffer, Jochen Lempert, Mabel Palacín, Steven Pippin, Erwin Wurm, Iñaki Bonillas, Hiroshi Sugimoto, Michael Snow, Tacita Dean, Daniel Blaufuks, Joachim Koester, Ceal Floyer, Ignasi Aballí e Michael Wesely


Info e contatti:
MAN_Museo d'Arte della Provincia di Nuoro
Via Satta 27, 08100 Nuoro
Tel&Fax +39 0784252110
E-mail: man.nuoro@gmail.com
Orari della mostra: da martedi a domenica 10.00- 13.00; 15:30 alle 19:30

Mostra personale di Elisa Anfuso dal 18 settembre al 9 ottobre 2010 alla Galleria Gagliardi di San Gimignano (SI)

Inaugurazione: Sabato 18 Settembre 2010, ore 18.00
"La mia ombra è lieve"
Mostra Personale di Elisa Anfuso
Vincitrice del Premio Speciale Galleria Gagliardi al 4° Premio Internazionale Arte Laguna
18 Settembre - 9 ottobre 2010
Galleria Gagliardi - San Gimignano (SI)

"... Nel mondo creato dalle opere di Elisa Anfuso esiste una fanciulla senza età che vive in una stanza dove il tempo è unnon-tempo, dove sogno, fantasia, desiderio e proiezione si fondono per dar vita ad un universo parallelo ..."

Festa dell'uva a Cerreto d'Esi (AN) dal 15 al 19 settembre 2010



Festa dell'uva a Cerreto d'Esi (AN) Dal 15 al 19 settembre 2010

Programma

Mercoledì 15 settembre
19.00 Apertura Cantine Tradizionali
21.00 Concerto d'estate Banda Comunale Cerreto D'Esi - Piazza Marconi
22.30 TNT Music Group (liscio e balli di gruppo) - Piazza Marconi
Giovedì 16 settembre
19.00 Apertura Cantine Tradizionali
21.00 Piccolo Coro Voci di Primavera - Piazza Marconi
22.30 Baila con migo (Balli latino americani) - Piazza Marconi
Venerdì 17 settembre
19.00 Apertura Cantine Tradizionali
Arteritivo (aperitivo artistico,mostre fotografiche,quadri,poesia…)
GRAPPOLO : € 5 = 6 BEVUTE nelle cantine dell'Arteritivo x tutta la notte
Apertura Mercatini dell'Artigianato/Antiquariato ed Enogastronomici
Arcieri e Sbandieratori
19.30-20.30 Mini corso gratuito di degustazione - ingresso riservato su prenotazione max 20 persone (per info e prenotazioni: proloco.cerretodesi@gmail.com)
21.00 Le Mani Sporche - Piazza Marconi
Spettacolo di Tango - Anfiteatro Cerreto D'Esi
Juke-boxe Di Vino - All'interno del Centro Storico fino alle 24.00
23.30 Ettore Giuradei - Piazza Marconi

Sabato 18 settembre
19.00 Apertura Cantine Tradizionali
Arteritivo (aperitivo artistico,mostre fotografiche,quadri,poesia…)
GRAPPOLO : € 5 = 6 BEVUTE nelle cantine dell'Arteritivo x tutta la notte
Apertura Mercatini dell'Artigianato/Antiquariato ed Enogastronomici
Arcieri e Sbandieratori
Artisti di strada
19.30-20.30 Mini corso gratuito di degustazione - ingresso riservato su prenotazione max 20 persone (per info e prenotazioni:proloco.cerretodesi@gmail.com)
21.30 Nina Zilli in esclusiva regionale - Piazza Marconi
23.00 Funk Off direttamente dall'Umbria Jazz (parata per il centro e concerto) - Piazza Marconi
Durante la serata Sfilata dei Carri nel Centro Storico

Domenica 19 settembre
09.00 Sfilata auto e moto d’epoca
15.00 La Vendemmiella, ovvero i giochi di un tempo
16.00 I "Ballo Sballo" musica e animazione - Piazza Marconi
18.00 Sergio Viglianese direttamente da Zelig Off - Piazza Marconi
19.00 Anna Moroni da "La Prova Del Cuoco" per una gara culinaria tra le cantine. Consegna attestati partecipanti mini – corso degustazione
20.30 I "Ballo Sballo" musica e animazione - Piazza Marconi
22.00 Mitch & Squalo direttamente da radio 105
23.30 Estrazione lotteria

Info
http://www.festadelluva.it

Visso Goloso - dal 17 al 19 settembre 2010 a Visso (MC)




“Visso goloso” : “Slow Food Marche” – esposizione eccellenze gastronomiche tipiche del territorio – Con laboratori guidati e convegni tematici – Centro storico dalle ore 9.00 alle 24.00

Per informazioni www.prolocovisso.it

Sabopiù - dal 17 al 20 settembre 2010 ad Arezzo (AR)




Dal 17 al 20 Settembre ad Arezzo Fiere e Congressi c'è una fiera amica


Sabopiù: Salone Nazionale dell'Innovazione e della Tendenza nel Regalo.

Concreta, creativa, confortevole, competitiva La ventiseiesima edizione di Sabopiù è una fiera amica per i negozianti e i buyers che la verranno a visitare e per gli espositori che l'hanno scelta. Una formula, efficace e pragmatica, pensata e realizzata per produrre dei risultati concreti e dare impulsi nuovi a quei negozi che dell’articolo da regalo fanno la loro identità e a quelli che introducono strategicamente idee-regalo nel loro assortimento. Accessori moda, articoli per fioristi, bijoux, bomboniere, creazioni d’artigianato, decorazione per la casa. E poi, ancora, articoli da lista nozze, tavola e cucina, complementi d’arredo, oggetti di design, prodotti tessili. Le aziende espositrici sono accomunate da qualità dei prodotti, propensione all'innovazione e alla diversificazione della distribuzione, capacità di risposta ai cambiamenti del mercato. E strategica è la collocazione della manifestazione ad Arezzo, in una posizione geografica ottimale per i visitatori provenienti da tutte le regioni d'Italia e in una città in grado di offrire attrattive naturali, culturali, enogastronomiche.

Per informazioni http://www.sabopiu.com

Gran Premio Nuvolari dal (16) al 19 settembre 2010 a Mantova (MN)



Il Gran Premio Nuvolari è organizzato da Mantova Corse in collaborazione col Museo Tazio Nuvolari e l'Automobile Club Mantova: manifestazione internazionale di regolarità riservata alle auto storiche, secondo le normative F.I.A. / F.I.V.A. / C.S.A.I.

PROGRAMMA MANIFESTAZIONE

VENERDI' 17 SETTEMBRE 2010 1.a TAPPA
Verifiche Sportive Mantova - Palazzo Te ore: 8.00 - 12.00
Verifiche Tecniche Mantova - Viale Te ore: 8.00 - 12.00
Partenza 1a Tappa Mantova - Piazza Sordello ore: 13.00
Circuito del Tè Mantova - Coppa Giorgio e Alberto Nuvolari (1947)
Transito Suzzara - Brescello - Parma
Autodromo "Riccardo Paletti" Varano
Break Pontremoli
Etiqueta Negra Forte dei Marmi
Arrivo 1a Tappa Pisa - Piazza dei Miracoli ore: 20.30
Pernottamento Pisa Hotels

SABATO 18 SETTEMBRE 2010 2.a TAPPA
Partenza 2a Tappa Pisa - Riserva Presidenziale di San Rossore ore: 7.00
Circuito del Montenero Livorno - (Rotonda dell'Ardenza) "Coppa Ciano" (1931- 1932 - 1933) GiustificaTransito Casciana Terme - Volterra - Siena (Piazza del Campo)
Break Castello di Brolio - Barone Ricasoli
Transito Monte San Savino - Arezzo (Piazza Grande) - Monterchi - San Giustino - Sant' Angelo - Monte Cerignone
Arrivo 2a Tappa Rimini - Piazza Cavour ore: 18.30
Serata ufficiale in onore di Tazio Nuvolari Grand Hotel Rimini ore: 21.00
Pernottamento Rimini Hotels

DOMENICA 19 SETTEMBRE 2010 3.a TAPPA
Partenza 3a Tappa Rimini - Piazza Fellini ore: 7.00
Circuito dell'Adriatico Rimini
Transito Cervia - Ravenna (Piazza del Popolo) - Porto Maggiore
Circuito Ariosteo Ferrara - (Largo Castello)
Transito Bondeno - Poggio Rusco - San Giacomo - Bondanello - San Benedetto Po
Arrivo 3a Tappa Mantova - Piazza Sordello ore: 13.00
Pranzo di saluto Mantova - Giardini di Palazzo Ducale Piazza Lega Lombarda ore: 13.30
Proclamazione dei Vincitori del Gran Premio Nuvolari 2010.
Cerimonia di Premiazione. Mantova - Teatro Bibiena ore: 16.30

Per informazioni www.gpnuvolari.it

Sane Idee dal 16 al 19 settembre 2010 a Todi (PG)



A Todi una grande manifestazione dedicata alle contemporanee metodologie del benessere. Una rassegna espositiva ricca di stimoli di approfondimento e di divertimento.

Accessori, proposte, novità, approfondimenti, creazioni, curiosità, gusto, intrattenimento e shopping.

... per gli amanti del BEN ESSERE !

La posizione centrale della Regione Umbria, la bellezza delle colline , l'elevata qualità della vita e l'attenzione prestata al territorio, rendono Todi la location ideale per accogliere questa manifestazione.


PROGRAMMA MANIFESTAZIONE

Rassegna espositiva Sane Idee
Wellness, Sport, Alimentazione, ed altri eleganti stimoli per il nostro Ben Essere
Palazzo Landi-Corradi

Giovedì 16 Sett. dalle 12 alle 20
Venerdì 17 Sett dalle 10 alle 20
Sabato 18 Sett. dalle 10 alle 20
Domenica 19 Sett. dalle 10 alle 19

Mostra Internazionale del Manifesto sul Dono del Sangue – a cura di AVIS Umbria
Palazzo Landi-Corradi

Giovedì 16 Sett. dalle 12 alle 20
Venerdì 17 Sett dalle 10 alle 20
Sabato 18 Sett. dalle 10 alle 15
Domenica 19 Sett. dalle 10 alle 19

Mostra mostra d’arte contemporanea One planet – a cura di Simone Fappanni e Barbara Pavan
Palazzo Landi-Corradi

Mostra mercato delle eccellenze agroalimentari
Piazza del Popolo

Giovedì 16 Sett. dalle 12 alle 20
Venerdì 17 Sett dalle 10 alle 20
Sabato 18 Sett. dalle 10 alle 20
Domenica 19 Sett. dalle 10 alle 19

Parete attrezzata per cimentarsi con l'arrampicata sportiva divertendosi
A cura della FASI, Federazione Arrampicata Sportiva Italiana
Piazza del Popolo

Per maggiori informazioni www.saneidee.it

Sagra dello Zibibbo il 19 settembre 2010 a Bagnara Calabra (RC)



Il 19 settembre 2010 torna a Bagnara Calabra la Sagra dello Zibibbo, un evento gastronomico e folkloristico che ha anche permesso di realizzare importanti obiettivi per la viticoltura dell’intera Costa Viola. Lo zibibbo, la cui denominazione di questa varietà di uva aromatica è Moscato d’Alessandria, prende il nome dall’arabo e significa “uva passita”. Il sole e il clima asciutto e ventilato, contribuiscono alla coltivazione di tale uva e alla produzione di vini pregiati. Lo zibibbo, che viene vinificato in proprio dai viticoltori, dà origine ad un raro e ricercato vino passito. La sagra, che viene organizzata nel mese di settembre per rimarcare il periodo proprio della maturazione dell’uva e la produzione del vino, si articola in tre diverse giornate. I preziosi grappoli dorati dello zibibbo sono i protagonisti indiscussi. Durante la giornata si potranno degustare prodotti vari e dolci tipici, realizzati con la preziosa uva.

Info: www.prolocobagnara.it

35° Edizione della Sagra del Fungo Porcino di Borgotaro - 18-19 e 25-26 settembre 2010 Borgo Val di Taro (PR)



18-19 e 25-26 settembre: due week end di divertimento, cultura ma soprattutto alta gastronomia.

La Fiera del Fungo di Borgotaro I.G.P. da 35 anni rappresenta l’evento cardine delle manifestazioni Valtaresi, conservando in sé gli stessi elementi e le motivazioni che avevano visto sin da subito la nascita di questo evento che celebra la tradizione locale e soprattutto il re della sua tavola, il Fungo Porcino di Borgotaro I.G.P.

Un'anteprima d'eccezione: una degustazione di prodotti tipici certificati (IGP e DOP) venerdì 17 settembre (clicca qui).

Per informazioni
Ufficio informazione turistica
Piazza Manara, 7
43043 Borgo Val di Taro (PR)
Tel. e Fax: 0525.96796
e-mail: uit@comune.borgo-val-di-taro.pr.it
www.comune.borgo-val-di-taro.pr.it


Il Programma della Manifestazione

VENERDI’ 17 SETTEMBRE
Ore 17.00 Museo delle Mura (via Battisti)
Inaugurazione “Mostra del ricamo tradizionale, lavori artistici ai ferri da calza”, a cura di Angela Bellia

Ore 19.30 Palestra di via Piave
"Qualità e gusto in Valtaro-Degustazione di prodotti tipici certificati e di vini dei Colli di Parma"


SABATO 18 SETTEMBRE
Ore 9.00 Apertura della Fiera – centro storico

Ore 9.00 Sala Imbriani (via Costamezzana)
Inaugurazione della mostra “Un mondo di giochi - il gioco dalla tradizione alla modernità” a cura di Gino Toscani

Ore 9.30 Piazza XI Febbraio
Inaugurazione della “Piazzetta della bontà”

Ore 10.00 Museo delle Mura
Apertura “Mostra del ricamo tradizionale, lavori artistici ai ferri da calza”, a cura di Angela Belli

Ore 10-18 Giardini IV Novembre e piazza Squeri
Apertura parco giochi per bambini, con gonfiabili e giostre

Ore 10.30 Piazza Manara
Inaugurazione della Fiera del Fungo di Borgotaro IGP, alla presenza delle autorità, e sfilata del Corpo Bandistico Borgotarese

Ore 10.45 Palazzo Tardiani (piazza XI Febbraio)
Convegno “Prodotto-Territorio: identità e identificazione del fungo IGP di Borgotaro”

Ore 12.30 A tavola nei ristoranti convenzionati

Ore 16.00 FIERA DELLE MUSICHE

Ore 17.00 Palazzo Imbriani (Via Costamezzana)
Degustazione guidata di Vini del Territorio, abbinamento cibo - vino a cura del Sommelier Mary Ferrarello

Ore 19.30 A cena nei ristoranti convenzionati


DOMENICA 19 SETTEMBRE
Ore 9.00 Riapertura della Fiera del Fungo di Borgotaro IGP

Ore 10-18 Giardini IV Novembre e Piazza Squeri
Apertura parco giochi per bambini, con gonfiabili e giostre

Ore 10.00 Museo delle Mura
Apertura “Mostra del ricamo tradizionale, lavori artistici ai ferri da calza”, a cura di Angela Belli

Ore 12.00 FIERA DELLE MUSICHE

Ore 12.30 A tavola nei ristoranti convenzionati

Ore 15.00 Via Costamezzana
Rievocazione dell'antico gioco della Morra

Ore 16-18 FIERA DELLE MUSICHE
Esibizione gruppo storico e sbandieratori di Pontremoli

Ore 19.30 A cena nei ristoranti convenzionati

VENERDI' 24 SETTEMBRE
Ore 21.00 Via Nazionale "Bar Gelateria da Beppe"
Degustazione di Cioccolata Venchi a cura di Giovanni Tagliavini

SABATO 25 SETTEMBRE
Ore 9.00 Riapertura della Fiera del Fungo di Borgotaro IGP

Ore 9-18 Palazzo Imbriani e via Costamezzana
"Mostra del coltello da caccia artigianale" Ass. Coltellinai

Ore 10.00 Piazza XI Febbraio
Apertura mostra "L'alpaca: dalle Ande all' Appennino"

Ore 10.30 Sala Consiliare Palazzo Manara
Presentazione del libro "L'estetica del fungo" di Tony Saccucci e Carmelo Chiaramonte

Ore 12.30 A tavola nei ristoranti convenzionati

Ore 16.00 Piazza la Quara
Concerto di canti popolari con “I GIRASOLI”

Ore 17.30 Museo delle Mura
Vernissage, inaugurazione della Mostra di Pittura

Ore 19.00 A tavola nei ristoranti convenzionati


DOMENICA 26 SETTEMBRE
Ore 9.00 Riapertura della Fiera del Fungo di Borgotaro IGP

Ore 9-18 Mercato dell’antiquariato e modernariato
Viale Bottego

Ore 10-19 Palazzo Imbriani e via Costamezzana
"Mostra del coltello da caccia artigianale" Ass. Coltellinai

Ore 12.00 Fiera delle Musiche
Concerto di Campane

Ore 12.30 A pranzo nei ristoranti convenzionati

Ore 13-17 Piazza Farnese
"Sulla strada del Fungo", Raduno di Alfa Romeo Storiche

Ore 15.00 FIERA DELLE MUSICHE
Esibizione gruppo storico e sbandieratori di Lavagna

Ore 16.00 Piazza XI Febbraio
Sfilata di Moda con produzioni artigianali con lana di Alpaca

Ore 16.30 Piazza la Quara
Concerto Italian Graffiti ore 16.30

Ore 18.00 Piazza Manara
Estrazione dei biglietti della lotteria "Insieme per Vivere"

Ore 18.30 Sfilata del Corpo bandistico Borgotarese
Saluto finale e chiusura della Fiera

Ore 19.30 Cena a base di funghi e prodotti tipici Valligiani nei ristoranti

COMMEDIA cincu fimmini e un tarì 11settembre 2010 a Valderice (TP)

L'Associazione Teatrale "Riditi cu niautri" si esibisce nella commedia diallettale in tre atti
CINCU FIMMINI E UN TARI'
sabato 11 settembre 2010 ore 21.30
piazza Municipio, Valderice (TP)

In collaborazione con l'Associazione Trapani per il Terzo Mondo" onlus

TOCATI' FESTIVAL INTERNAZIONALE DEI GIOCHI ANTICHI 24-26 Settembre a Verona

TOCATÌ
Festival Internazionale dei Giochi in Strada
(Tòca-a-tì : dalla voce dialettale veronese che vuol dire "tocca a te")

8^ Edizione: 24, 25, 26 settembre 2010
Verona - Centro Storico

Protagonista il gioco tradizionale delle montagne e ospite d'onore la Svizzera: queste le novità dell'Ottava Edizione di Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada (24-26 settembre 2010), organizzato dall'Associazione Giochi Antichi in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Verona.

Come è ormai consuetudine, per tre giorni nel centro storico della città spariscono le automobili e le strade e le piazze di una delle città più belle del mondo, patrimonio dell'Unesco, accolgono più di 50 giochi. Il cuore del Festival è costituito proprio dai gruppi di giocatori italiani e svizzeri, che vengono a condividere le tradizioni e gli antichi gesti ludici del loro territorio e a raccontare le loro abitudini e la loro storia.

Interverranno al Festival giochi svizzeri come l'Hornussen e il Lancio della pietra di Unspunnen, giochi sopravvissuti in piccole zone alpine come il Jeu du mont, giochi di lotta come lo Schwingen dell'Appenzell, e altri come il Platzgen, dove si lancia uno strumento a forma di stella.

Tra i giochi italiani ci saranno moltissimi giochi di montagna, come Palet, Fiolet e Rebatta (tutti Val d'Aosta), Lotta Tirolese, Ruzzola (Appennino modenese) Morra della Barbagia, Truc (Friuli) e Nastro d'amore di Avellino. Ricordiamo che il gioco tradizionale è stato considerato dall'Unesco parte del patrimonio immateriale dell'Umanità (2003, carta internazionale del gioco).

All'ospite d'onore è dedicata Piazza Svizzera (Piazza dei Signori), dove il pubblico potrà scoprire tradizioni e suggestioni del territorio elvetico. Sul palcoscenico si alterneranno musicisti, Jodler, Alpenhorn, sbandieratori, portatori di campane, cantanti e danzatori; negli stand dell'Ufficio del Turismo Svizzero si potranno inoltre ricevere informazioni su città, monti e laghi, e degustare vini e formaggi tipici.

Un altro palcoscenico, in Lungadige San Giorgio, sarà dedicato ai gruppi musicali italiani, scelti in collaborazione con la Rete Italiana di Cultura Popolare.

Ricchissimo, come d'abitudine, il ventaglio delle proposte culturali, con incontri, mostre e installazioni. In particolare, il Musée du Jeux di Tour de Peilz (Vevey) allestirà una mostra dedicata all'immagine della Svizzera attraverso il gioco nei secoli passati, che sarà esposta nella ex chiesa di San Giorgetto (San Pietro Martire).

Numerose le conferenze e gli incontri con il mondo della cultura, di cui vi anticipiamo: l'antropologo Marc Augé, il filosofo Pier Aldo Rovatti, il musicologo Guido Salvetti, il ludologo Beniamino Sidoti e lo psicoterapeuta Alberto Schön, che condivideranno con il pubblico le loro riflessioni.

Una nuova sezione sarà inoltre dedicata a documentari e filmati sul gioco tradizionale in collaborazione con il Film Festival della Lessinia.

RICORDIAMO CHE:

- I giochi saranno praticati ogni giorno per otto ore come spettacolo per il pubblico, e chi desidera partecipare e imparare gli antichi gesti ludici verrà accolto da giocatori pronti a trasmettere la loro sapienza e la loro passione.

- Agli spettacoli si aggiungeranno numerosi momenti conviviali, con concerti per strada e aperitivi nelle piazze e nelle osterie.

- Un servizio speciale di imbarcazioni istituito per il Festival consentirà di visitare Verona navigando lungo l'Adige.

- Nelle Cucine del Festival e nell'Osteria del gioco si potranno gustare i vini e i prodotti tipici della Svizzera e della zona di Verona, per scoprire e rivalutare i sapori della tradizione.

INFO SUL FESTIVAL

-Nato nel 2003, il Festival ha avuto da subito un grande successo. Dal 2006 è dedicato ogni anno ad un diverso Paese (nel 2006 alla Spagna, nel 2007 alla Croazia, nel 2008 alla Scozia, nel 2009 alla Grecia), che viene rappresentato da giochi, musiche, danze caratteristiche e specialità gastronomiche.

- Il Festival è da sempre molto attento all'ambiente e alla sostenibilità ed utilizza solo energia da fonti rinnovabili.

INFO
Sito web: www.tocati.it
Date : 24, 25 e 26 settembre 2010.
In caso di pioggia il festival si tiene in spazi al coperto.
Biglietto: il festival è gratuito.
Disabili: è prevista un'accoglienza particolare per garantire l'accesso ad alcuni giochi.

A Napoli in mostra le donne della Magna Grecia alla Galleria di Palazzo Zevallos Stigliano dal 29 settembre al 3 arpile 2011

Il Tempo dell'Antico. Pagine di Archeologia e Cultura

LE ORE DELLA DONNA
Storie e immagini
nella collezione di ceramiche
attiche e magnogreche
di Intesa Sanpaolo
Napoli, Galleria di Palazzo Zevallos Stigliano
29 settembre 2010 - 3 aprile 2011

Inaugurazione: 28 settembre 2010, ore 18

Una folla di donne sta per occupare i nobili saloni di Palazzo Zevallos Stigliano, su via Toledo, nel cuore di Napoli.
Sono madri di famiglia, mogli ma anche bellissime etére, colte "cortigiane", o le donne del mito, Amazzoni e Menadi.

Racconteranno di come, tra V e il III secolo avanti Cristo, in Grecia e nella Magna Grecia vivevano, amavano, sognavano le donne. Il tutto visto però con gli occhi degli uomini.
Sono infatti solo ed esclusivamente maschi i ceramisti che realizzano e soprattutto dipingono le meravigliose ceramiche che Intesa Sanpaolo espone dal 29 settembre al 3 aprile 2011, nella propria sede espositiva a Palazzo Zevallos Stigliano, in occasione della mostra Le ore della donna. Storie e immagini nella collezione di ceramiche attiche e magnogreche di Intesa Sanpaolo.
L'eccezione, l'unica nota, è quella documentata in una kalpis attribuita al "Pittore di Leningrado". Il pezzo illustra l'interno di una bottega di ceramisti e mostra al lavoro proprio una donna intenta a decorare un vaso.

Tutte le ceramiche esposte provengono dalla collezione Intesa Sanpaolo, una tra le più importanti al mondo, ricca di ben 522 reperti provenienti da Ruvo di Puglia, importante centro dell'antica Apulia.

La mostra è la prima del ciclo espositivo intitolato Il Tempo dell'Antico. Pagine di archeologia e cultura destinato a svelare, attraverso percorsi tematici di cui questa mostra è il primo esempio, questa magnifica collezione. Inaugurata un anno fa alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari, sede museale di Intesa Sanpaolo a Vicenza, l'esposizione si trasferisce oggi a Napoli e presenta al pubblico partenopeo circa trenta ceramiche selezionate dalla raccolta archeologica della Banca.

Ospiti speciali dell'esposizione napoletana sono due vasi concessi in prestito dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, anch'essi provenienti, come le ceramiche di Intesa Sanpaolo, dalle tombe di Ruvo. Si tratta di due esemplari straordinari, per la raffinatezza di esecuzione e per le storie del mito narrate, che vedono protagoniste due donne, Medea e Cassandra, il cui ruolo e le cui vicende appaiono in antitesi: donna innamorata, maga e madre crudele le prima, sacerdotessa vergine la seconda, entrambe comunque segnate da un destino cruento e violento.
Il rapporto con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli avrà un seguito oltre a questa mostra: alcuni vasi della preziosa collezione del Museo saranno restaurati nell'ambito del progetto Restituzioni 2013, il programma di restauri che vede Intesa Sanpaolo al fianco delle Soprintendenza italiane nella salvaguardia del patrimonio artistico del Paese.

A Palazzo Zavallos Stigliano le donne dell'antichità dialogheranno idealmente con altre donne, a cominciare da Orsola, la santa il cui martirio è stato raffigurato da Caravaggio nella splendida tela qui esposta, capolavoro delle collezioni della Banca.
In concomitanza con la mostra sono previste attività legate al tema della mostra, quali conferenze e concerti nel salone del pubblico di Palazzo Zevallos Stigliano.
Inoltre saranno attivati laboratori didattici rivolti alle scuole e a tutti i visitatori della Galleria.

Ideatrice del percorso di conoscenza e valorizzazione della collezione vascolare è stata Fatima Terzo, responsabile dei Beni culturali di Intesa Sanpaolo, scomparsa nel maggio del 2009, a cui viene dedicata l'intera rassegna.

Le ore della donna. Storie e immagini nella collezione di ceramiche attiche e magnogreche di Intesa Sanpaolo è aperta al pubblico dal 29 settembre 2010 al 3 aprile 2011, da martedì a domenica (lunedì chiuso) dalle 10 alle 18.
Ingresso gratuito alla mostra riservato ai clienti del Gruppo Intesa Sanpaolo ogni prima domenica del mese.
Informazioni: www.palazzozevallos.com

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More