Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

Purcitade in Place - Sequals il 27 e il 28 novembre 2010




Uno dei compiti della Pro Loco è quello di incentivare, promuovere e riscoprire le tradizioni, infatti si vuole, con questo evento, rievocare gli echi di un tempo facendo rivivere un momento importante e atteso nelle famiglie delle nostre Comunità; il rito della macellazione del maiale, infatti, è sempre stato, e conserva ancora oggi, una particolare atmosfera di festa legata ad una temporanea sensazione di abbondanza.

La manifestazione è organizzata in concomitanza con la festa di S. Andrea Apostolo che a Sequals segnava, secondo la tradizione, l'inizio della stagione.

Info:
Comune di Sequals 0427 789111
Pro Loco Sequals 347 2855990

Trìfule in Fieste - 1° Fiera del Tartufo Bianco Pregiato Friulano a Muzzana del Turgnano (UD) il 27 e il 28 novembre 2010



A Muzzana del Turgnano (UD) il 27 e 28 novembre 2010 si svolgerà Trìfule in Fieste - 1° Fiera del Tartufo Bianco Pregiato Friulano

Programma:
Sabato 27 novembre 2010
ore 16.00 Cerimonia ufficiale di apertura fiera e stands gastronomici alla presenza delle autorità regionali-provinciali. Presso sala Ricreatorio S. Vitale:
ore 16.15 Mostra e asta del tartufo bianco pregiato (a scopo benefico).
ore 17.30 Convegno sulle opportunità per il territorio
1. Piano economico di gestione del bosco comunale di Muzzana (Dr. Enrico Siardi)
2. Oltre il bosco al di là del fiume” (Dr. Guido Rumiz a.d. ERSAGRICOLA).
ore 19.00 Chiusura lavori alla presenza delle autorità.
ore 19.15 Momento conviviale.
Presso tendostrutture riscaldate:
ore 19.30 Apertura ristoranti degustazione tartufo con piatti proposti da noti ristoratori locali in abbinamento a vini regionali.
ore 20.00 Allietamento con musica dal vivo proposta dal gruppo ‘Le ombre’.

Domenica 28 novembre 2010
ore 9.30 Apertura fiera mercato e stands gastronomici.
ore 10.30 Dimostrazione di cerca del tartufo con cane in località Pontizzo.
ore 11.00 Festa del ringraziamento: SS. Messa e benedizione prodotti e mezzi di lavoro a cura di Coldiretti Muzzana.
ore 12.00 Apertura ristorante degustazione tartufo.
ore 15.00 Musica itinerante presso gli stands con il gruppo “Splumats”.
ore 19.00 Premiazione miglior tartufo 2010 e asta dei pezzi partecipanti presso ristorante tartufi.

Presso gli stands saranno serviti piatti con carne bovina di pezzata rossa, carni alla brace di “maiale AQuA”, formaggio e frico di montasio, minestrone, pesce della laguna e di valle, castagne, dolci e altre specialità nonché vini delle migliori cantine.

Info: http://www.muzzanamatoritartufi.it/

San Martino in Cantina - Udine il 14 novembre 2010



Tutta la magia della festa di San Martino, con i profumi dell’autunno ormai inoltrato, si rivivranno nella terza edizione di San Martino in Cantina in programma il 13 e 14 novembre prossimi in 56 cantine associate al Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia. La giornata di domenica 14 novembre sarà invece dedicata alla scoperta delle cantine associate al Movimento Turismo del Vino Fvg, aperte dalle 10 alle 18 oppure su prenotazione, con degustazioni guidate arricchite da verticali di vini autoctoni e anteprime delle nuove annate. Divertenti sessioni di abbinamento cibo-vino, come l’accostamento tra il prosciutto di San Daniele e il Friulano, il formaggio Montasio stagionato e lo Schioppettino, l’oca e il Picolit, saranno protagoniste come anche la formula collaudata di “A pranzo con il Vignaiolo”.
Per l'occasione verrà organizzata un'escursioni giornaliera con il servizio “Porta a Porta” del WineBus.

Programma della giornata:
Ore 09.45 Ritrovo presso la sede del Movimento turismo del Vino Fvg Via del Partidor 7, Udine.
Ore 10.00 Partenza con Pullman Gran Turismo SAF Autoservizi.
Ore 10.30 Visita Azienda Rocca Bernarda. Degustazione guidata di 3 vini con stuzzichini.
Ore 12.15 Visita Azienda Perusini.
Ore 13.00 Presso il Ristorante Al Postiglione dell’Azienda Perusini, “A pranzo con il Vignaiolo.
Ore 15.00 Visita Azienda Livio Felluga in Abbazia di Rosazzo. Degustazione di pregiati vini.
Ore 17.00 Visita Azienda Le Vigne di Zamò .Degustazione di un vino bianco, un rosso in abbinamento a prosciutto e formaggio.
Ore 18.00 Partenza pullman in direzione di Udine .
Ore 18.45 Arrivo a Udine. Il servizio “Porta a Porta” del WineBus effettuerà le fermate nello stesso ordine dell’andata.
Iscrizioni entro mercoledì 10 novembre 2010
La quota comprende: Trasporto con Pullman Granturismo della SAF Autoservizi FVG; Accompagnatore specializzato; ”A pranzo con il Vignaiolo”; Accoglienza privilegiata nelle aziende e degustazioni come da programma.

Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia
tel. 0432.289540

Sito web: www.cantineaperte.info

Pane in Piazza - La Notte Bianca dell'Arte Bianca il 30 e il 31 ottobre 2010 a Lecce



L'edizione 2010 sarà una programmazione NO STOP di 40 ORE che offrirà al pubblico la possibilità di degustare a partire dalle ore 10.00 di Sabato 30 Ottobre 2010 ininterrottamente fino alle ore 02.00 di Lunedi 1 Novembre 2010, dando vita alla “notte bianca dell’arte bianca”, rafforzando il valore del pane come alimento principe delle nostre tavole da colazione a cena.
Obiettivo della manifestazione sarà quello di evidenziare le proprietà qualitative, naturali e tipiche delle produzioni agroalimentari salentine con particolare riferimento ai Prodotti Agroalimentari Tradizionali, esaltando e rafforzando la conoscenza della cultura della “panificazione artigianale” e del mangiar bene e soprattutto “sano”.

Si alterneranno dimostrazioni, lavorazioni in diretta e degustazioni delle prelibatezze appena sfornate: pane caldo, pizzi, pucce, panini dolci, lingue di suocera, pizze farcite in ogni modo e altre tipicità.
Il tutto all’insegna dell’artigianalità che da sempre e, sempre più, contraddistingue le nostre produzioni tipiche di qualità.
Anche quest’anno “Pane in Piazza” confermerà l’attenzione al sociale, devolvendo una parte l’incasso delle degustazioni a favore di una causa nobile: Associazione "Bip Bip Onlus" per la prevenzione dei traumi cranici e spinali.


Informazioni generali
Manifestazione: “La notte bianca dell’Arte bianca” 2010
Indirizzo: P.zza S.Oronzo
Luogo: Lecce
Data e orari manifestazione: da sabato 30 ottobre h: 10.00 fino a lunedi 1 novembre h: 02.00

Tentazioni di Cioccolato - Fiuggi (FR) dal 5 al 7 novembre 2010



Le scuole di cioccolato, i laboratori artigianali, gli abbinamenti, attivita ricreative e ludiche per bambini e famiglie, corner dei prodotti tipici del territorio, le terapie al cioccolato, l'art e cult movie, le degustazioni gourmand, il fashion e parfum al cioccolato, le percezioni del gusto di cioccolato, premi e vetrine insolite, l'equo scuola, il cioccolato con l'autore.


Dal 5 al 7 novembre 2010 Palafiuggi Fiuggi (FR)

Sito Web: http://www.tentazionidicioccolato.it/

Festa paesana di Ambiente e Caccia a Granarolo Faentino (RA) dal 10 al 15 novembre 2010



Granarolo Faentino (RA)
Edizione: 29a
Dal 10 al 15 Novembre 2010
Proprio nel bel mezzo dell'estate di San Martino, quando il sole scalda le giornate autunnali, sboccia ogni anno la Festa Paesana di Ambiente e di Caccia. Questa sagra è il fiore all’occhiello di Granarolo Faentino perchè invita a stringere amicizia con i sapori autunnali, promuove la sensibilità ai temi ambientali e profuma di solidarietà. Per cinque giorni l’intero paese torna a mobilitarsi per realizzare una grande festa paesana in grande stile. E’ un lavoro di squadra quello che sta alla base di questa Festa. Dalle cucine si leva un buon profumo che invita a tavola e attira ogni anno un vero e proprio esercito di buongustai. L’appuntamento goloso è fissato allo stand gastronomico dove si apre il sipario su un ricco menù caratterizzato dalle specialità a base di carne di cinghiale. Arrostito allo spiedo, in salmi o come base per i condimenti ai primi piatti e alla polenta, il sapore rustico dell’ungulato è il vero mattatore anche se non mancano altre possibilità di scelta.Musica giovane, giochi, sport, mostre e momenti dedicati ai temi socio-culturali completano il programma.Origini storiche: La festa è promossa dall'associazione di volontariato "Starinsieme" che si è costituita nel 1993 allo scopo di promuovere e sviluppare attività ricreative, culturali e sportive nelle quali coinvolgere la popolazione del quartiere. Fondato per operare a fianco del consiglio di circoscrizione di Granarolo, il gruppo non ha scopi di lucro e destina i proventi realizzati con le varie attività in favore di iniziative benefiche e alle Scuole Materne del quartiere, alla sovvenzione di gruppi sportivi giovanili e al finanziamento di diverse manifestazioni. Con la festa di Ambiente e di Caccia, l’associazione punta a valorizzare la ricchezza umana e culturale della comunità e a promuovere il rispetto per le tradizioni popolari.La sagra si lega all’11 novembre, giorno che da sempre sancisce l’inizio dell’annata agraria con la semina del grano.

XXIV Sagra delle olive sarde Gonnosfanadiga (VS) dal 19 al 21 novembre 2010





La Sagra mantiene le sue tradizionali caratteristiche attraverso l’allestimento di stands nei locali della Fiera Mercato. Possono partecipare gli olivicoltori, i produttori dell’agroalimentare e dell’artigianato della Sardegna. Chi fosse interessato a prenotare uno spazio, dovrà presentare la richiesta entro e non oltre il 12 novembre presso il Comune di Gonnosfanadiga tutte le mattine dalle 10.00 alle 13.00, e tutti i pomeriggi presso la Pro Loco in Piazza 17 febbraio.
Tra le novità di quest’anno vi sono il concorso fotografico “Ollu e olia de sa bidda mia”, aperto ai fotografi non professionisti senza limiti di provenienza purché maggiorenni e il concorso “Sa pratza” dell’olivicoltore, finalizzato alla partecipazione della popolazione alla Sagra e al coinvolgimento delle varie strade cittadine. Chi vorrà aderire dovrà allestire, per i giorni della manifestazione i propri cortili, vicoli o facciate con gli utensili antichi o moderni della raccolta delle olive e della produzione dell’olio, e tutti gli strumenti legati alla cultura dell’olivo, in modo tale che Gonnosfanadiga si trasformi in un “museo diffuso” dell’olivo.
Viene anche riproposto il concorso “Olive e Olio in vetrina” rivolto ai commercianti di Gonnosfanadiga, invitati ad aderire alla mostra allestendo nel periodo della Sagra la vetrina del proprio esercizio commerciale, per esporre l’olio o attrezzi per la sua lavorazione ed ogni altra attrezzatura che abbia attinenza con l’olio e le olive. L’amministrazione comunale assegnerà un premio alla migliore vetrina

Per qualsiasi informazioni telefonare al numero
070/9795231 oppure 070/9797129

Info: http://www.comune.gonnosfanadiga.ca.it/

Sagra del Tortello a Borgo San Lorenzo (FI) dal 12 al 14 novembre 2010



Sagra del Tortello con specialità di funghi porcini , tartufo e bistecca

Arriva l'inverno e le terre mugellane offrono i prodotti tipici della gastronomia tradizionale che propone sapori semplici, legati all'uso dei così detti ingredienti poveri, ma genuini, quali l'olio, il pane, le carni degli allevamenti , la selvaggina, le verdure fresche coltivate in zona , i funghi ed il tartufo.
Essendo questo tipo di cucina strettamente legato alla freschezza degli ingredienti di cui si serve, scoprirete che buona parte dei piatti tipici della gastronomia mugellana sono stagionali ed è proprio per questo che le sagre e le feste, che hanno come tema pietanze tipiche, si svolgono quasi ogni mese durante tutto l'anno.
Così nel periodo invernale potrete gustare sia i famosi Tortelli mugellani , le specialità al tartufo ed ai funghi e ottime bistecche.

Il Circo Mexican a Breganze (VI) dal 5 al 7 novembre 2010



Il Circo Mexican a Breganze (VI) dal 5 al 7 novembre 2010

Il Circo Medrano a Torino dal 19 novembre 2010



Il Circo Medrano a Torino - Parco della Pellerina
dal 19 novembre 2010

Orari Spettacoli:
Feriali ore: 17,30 e 21,00
Festivi ore 15,30 e 18,00
Lunedì Riposo

INFO
+39.348.1000702

Il Circo Medrano a Vercelli dal 11 al 15 novembre 2010



Il Circo Medrano a Vercelli - Cascina Borghetto - Corso Bormida
dal 11 al 15 novembre 2010

Orari Spettacoli:
Ogni giorno due spettacoli
Feriali ore: 17,30 e 21,00
Domenica ore 15,30 e 18,00
Lunedì 15 solo ore 17,30

Scarica la promozione valida tutti i giorni

INFO
+39.348.1000702

TEATRO FILARMONICO di Verona - Cenerentola - Balletto - 5 novembre 2010

Teatro Filarmonico
Cenerentola(Cinderella)
Balletto su musica di Sergej Prokof´ev
venerdì 5 novembre 2010, ore 20.30

Venerdì 5 novembre 2010, alle ore 20.30, andrà in scena la prima rappresentazione del balletto ispirato alle musiche di Sergej Prokof´ev (1891 - 1953), Cenerentola (Cinderella) Op. 87, composto dall´autore russo fra il 1940 ed il 1944.

Il balletto, la cui trama trae ispirazione dall'omonima fiaba, venne rappresentato per la prima volta al Teatro Bol'soj di Mosca il 21 novembre 1945, con le coreografie di Vladimir Zacharov.

Sul palcoscenico del Teatro Filarmonico si alterneranno Marija Kichevska (5 e 6 novembre) e Alessia Gelmetti (7 novembre) nel ruolo principale; Giuseppe Picone (5 e 6 novembre) e Antonio Russo (7 novembre) nel ruolo del Principe; la Fata buona sarà interpretata da Ghislaine Valeriani (5 e 7 novembre) e da Adriana Bernic (6 novembre); il Padre Evghenij Kurtsev; la Matrigna sarà Giovanni Patti, le Sorellastre, Michela Viola e Annamaria Margozzi.

Coreografia di Maria Grazia Garofoli.
Scene di Filippo Tonon; coordinamento costumi di Silvia Bonetti.
Orchestra, Corpo di Ballo e Tecnici dell´Arena di Verona.
Direttore del Corpo di Ballo: Maria Grazia Garofoli.
Dirigerà l´Orchestra dell´Arena, nell´esecuzione delle musiche di Prokof´ev il direttore Nicola Giuliani.

Il Balletto Cenerentola era già stato eseguito al Teatro Filarmonico nel 2006/2007, e in Arena nell´agosto 1973.

Repliche: sabato 6 novembre 2010, alle ore 20.30; domenica 7 novembre 2010, alle ore 17.00.

Recite riservate alle scuole: martedì 9 novembre e mercoledì 10 novembre 2010, alle ore 10.30.

Informazioni per gli spettatori e prenotazioni presso la biglietteria 045/8002880 o il call center 045 8005151 e sul sito della Fondazione Arena di Verona www.arena.it .

Orario d´apertura della biglietteria: nei giorni di spettacolo: da lunedì al venerdì 9.00-12.00; 15.15 - 17.45; sabato 9.00 - 12.00; domenica chiuso. Nei giorni di spettacolo tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00; dalle 15.15 fino ad inizio spettacolo. La domenica con spettacolo alle 15.30, l´apertura è alle 14.30. I lunedì successivi agli spettacoli domenicali la biglietteria rimane chiusa.

Il Circo Bellucci a Vigevano (PV) dal 4 al 8 novembre 2010



Il Circo Bellucci a Vigevano (PV) dal 4 al 8 novembre 2010
presso Piazza Divertimenti

Info
http://www.circobellucci.it

Il Circo Acquatico Dell'Acqua a Jesi (AN) dal 4 al 8 novembre 2010


Il Circo Acquatico Dell'Acqua a Jesi (AN)
dal 4 all'8 novembre 2010


Info:
Tel. 348/3161277

18° Sagra della castagna a Granaglione (BO) sabato 30 e domenica 31 ottobre 2010




Questa tradizionale festa autunnale si svolgerà a Granaglione nell’ultimo week-end di ottobre, oltre agli stand gastronomici dove gustare prodotti tipici a base di castagne, numerose saranno le iniziative collaterali.
Sabato sera dalle 18 serata danzante con i Werter Rocca; domenica 31 sarà possibile visitare il ‘caniccio’ e la Fabbrica della Birra, passeggiare tra le bancarelle del mercatino, notte di ballo con RDM Tour e la musica di DJ Mauro. Durante il week-end birra di castagna a volontà.

Montecreto (MO) nel weekend (30 e 31 ottobre 2010) la 25° Festa della Castagna



La manifestazione (30-31 ottobre) raccoglie ogni anno sull’Appennino modenese visitatori da tutto il centro nord.

Nel prossimo weekend (30-31 ottobre) si tiene, per il 25° anno consecutivo, la Festa della Castagna di Montecreto. La manifestazione, nata nel 1985, è uno degli appuntamenti enogastronomici più apprezzati e conosciuti dell’intera provincia di Modena e ha ormai valicato i confini regionali, raccogliendo ogni anno visitatori da quasi tutto il nord e centro Italia. Molte le iniziative della due giorni dedicata al più tipico dei frutti autunnali.
Ecco il programma completo della Festa della Castagna di Montecreto, organizzata dal Comune e dalla Pro loco di Montecreto.
Alle 19.30 di sabato ha inizio la festa con l’apertura degli stand gastronomici in piazza degli Alpini. Alle ore 21 gli spadellatori di castagne saranno all’opera nella piazza, con marroni per tutti. Domenica si prosegue per tutta la giornata.



Per informazioni:
Comune di Montecreto
Tel. 0536/63722 - 63700 morena.d@comune.montecreto.mo.it
http://www.comune.montecreto.mo.it

Al via il 5 novembre 2010 la Festa del Radicchio a Rio San Martino - SCORZE' (VE)



Il 5 novembre si inaugura
la 29° Festa del Radicchio a Rio San Martino
(Scorzé - Venezia)


Tutto pronto per il primo week end di eventi organizzati dal Gruppo Amici del Radicchio della Pro Loco di Scorzé, in collaborazione con la Strada del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP


Fervono gli ultimi preparativi per l’inaugurazione della 29° edizione della Festa del Radicchio Rosso di Treviso IGP a Rio San Martino (Scorzè – Venezia) che si prepara anche quest’anno a incoronare la rinomata cicoria trevigiana come prodotto principe e protagonista della stagione.

Venerdi 5 novembre alle 19 ci sarà la prima apertura ufficiale degli stand gastronomici e a seguire nella serata il concerto gratuito dei Cugini di Campagna, presentato dagli Amici del Radicchio in collaborazione con IN'S Mercato. Sabato 6 novembre alle ore 18.30 ci sarà un’esibizione di Ginnastica Artistica, Hip Hop e Step del NOI di Cappella di Scorzè, l’apertura stand enogastronomici alle 19 e alle 21 si balla con l'orchestra CHECCO e B.BAND.

Domenica 7 novembre, la festa inizia già alle 8.30, con la 9° Sfilata di Ferrari da Strada in collaborazione con Scuderia Ferrari club Rio San Martino. Alle 9 parte la Gara regionale di Bocce per cat. B-A / C-D, 18° Trofeo Radicchio d'Oro, presso il Bocciodromo di Scorzè, e alle 10 i ragazzi della scuderia Ippogrifo si esibiranno nel Carosello, con figure a cavallo a tempo di musica, nelle tre andature, passo, trotto e galoppo, nell'atmosfera suggestiva di una festa tradizionale di campagna.

Alle 11,30 partirà il Corteo inaugurale delle Mostre ortofrutticole aperto dalla banda musicale di Obertilliach, Osttirol – Lienz, e contemporaneamente avverrà l’inaugurazione della mostra fotografica La festa, le feste a cura del Rivolo e la Rassegna degli Artisti di Rio San Martino. Alle 12 la Premiazione del miglior radicchio e l’apertura degli stand enogastronomici.

La domenica pomeriggio la manifestazione proseguirà con la Dimostrazione di Salto Ostacoli a cura della scuderia Ippogrifo alle ore 14 e alle 15 con lo Spettacolo folcloristico della banda Obertilliach, Osttirol – Lienz. Alle 15.30 ci sarà la Gara nazionale di Tiro alla fune 7° Trofeo Scattolin Luigi e infine alle 18 l’apertura degli stand enogastronomici condurrà gli ospiti alla serata danzante condotta dall'orchestra MARCO E IL CLAN.

Durante l’intera giornata saranno proposti inoltre giochi all'aperto “Giocando sull’aia”, organizzati in collaborazione con i gruppi parrocchiali Scout e ACR, e saranno visitabili la 29° Mostra del Radicchio Rosso di Treviso, l’11° Mostra della patata dolce americana e la 19° Mostra del Prodotto ortofrutticolo Ecocompatibile e Biologico.

Gli eventi riprenderanno poi a partire da mercoledi 10 novembre con il “Gala di San Martino” dalle ore 20.30 in collaborazione con l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione “Maffioli” di Castelfranco (Treviso) detentore del premio Challenger San Martino. Cena a tema su prenotazione, info 041.446786 - 041.446169. Ospite della serata il TEAM VENETO CHEF in partenza per il mondiale 2010. Serata in collaborazione con Banca Mediolanum.

Proposta Turistica: Domenica 7, come le domeniche 14 e 21, al ricco calendario di eventi si aggiunge anche una proposta turistica per una domenica mattina alla scoperta dei luoghi del radicchio rosso e della sua festa, in collaborazione con Strada del Radicchio e Bonaventura Express. Nel programma la visita a Villa Emo di Fanzolo e ad un’ azienda agricola, dove si produce il Radicchio Rosso tardivo di Treviso – IGP, segue il pranzo nello stand gastronomico della Festa.

La quota di partecipazione è di 38€ e comprende: Viaggio con bus GT Bonaventura Express, Accompagnatore, Ingresso e servizio guida a Villa Emo, Visita in azienda agricola, Pranzo presso lo stand gastronomico. L’escursione si effettuerà con minimo 40 partecipanti. Per prenotazioni e informazioni: Viaggi Bontour entro il mercoledi precedente l’evento. tel. 0422/837122 email. agenzia@bontur.it


LA FESTA DEL RADICCHIO A RIO SAN MARTINO

Organizzata dal Gruppo Amici del Radicchio della Pro Loco di Scorzé in collaborazione con la Strada del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP e realizzata grazie alla passione e all’impegno di più di 200 volontari, la rassegna è cresciuta negli anni arrivando a coinvolgere, nell’edizione 2009 oltre 70.000 persone e giungendo a mettere in piedi un ricchissimo calendario di appuntamenti, iniziative ispirate al recupero delle tradizioni, dedicate agli amanti dello sport, della musica e della cultura, senza mai dimenticare la solidarietà. E poi naturalmente serate enogastronomiche a tema, come l’ormai tradizionale Galà di S. Martino “A tavola con il Radicchio” che si svolgerà mercoledi 10 novembre con la partecipazione degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Castelfranco (ingresso su prenotazione al numero 041.446786 - 041.446169).

La rassegna raggiungerà il suo apice nel terzo week end, quello conclusivo, in programma venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 novembre, denominato “La Strada del Radicchio incontra...”, durante il quale proprio sulla Strada del Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP si incroceranno in suo onore le diverse Strade dei prodotti tipici veneti rappresentate dal Coordinamento Strade del Veneto e in particolare la Strada dei vini D.O.C. Lison Pramaggiore, la Strada dei Vini del Piave, la Strada del Vino Montello e dei Colli Asolani, la Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene, la Strada del Vino dei Colli Euganei, la Strada del Riso Vialone Nano Veronese I.G.P. e la Strada del Recioto e dei Vini Gambellara DOC, offrendo così ai visitatori una colorata e suggestiva panoramica delle ricchezza agroalimentari e turistiche del nostro territorio. Nella serata di sabato 20 novembre è atteso anche Beppe Bigazzi.

Il concorso gastronomico per Istituti Alberghieri “Premio San Martino” Challenge concluderà domenica 21 novembre il ricco cartellone degli eventi dedicati al Radicchio Rosso di Treviso IGP, protagonista anche nelle ricette originali dei giovani chef che si contenderanno l’ambito premio. A giudicare i piatti una giuria d’eccezione, presieduta da Beppe Bigazzi.
Per il PROGRAMMA CLICCA QUI

Per informazioni: www.prolocoscorze.it

Como (CO) - Spazio Natta la Doppia Personale di Chiara Albertoni e Marta Colombi dal 14 novembre al 19 dicembre 2010




COMO - SPAZIO NATTA (via Natta 18)
DAL 14 NOVEMBRE AL 19 DICEMBRE 2010
LA DOPPIA PERSONALE DI
CHIARA ALBERTONI e MARTA COLOMBI
Le due artiste sono i vincitori della seconda edizione
di CO.CO.CO. - COMO CONTEMPORARY CONTEST 10

INAUGURAZIONE: SABATO 13 NOVEMBRE 2010 - ORE 18.00

Dal 14 novembre al 19 dicembre 2010, lo Spazio Natta di Como (via Natta 18) ospiterà la doppia personale di Chiara Albertoni e Marta Colombi, vincitrici ex aequo della seconda edizione di Co.Co.Co. Como Contemporary Contest, il concorso ideato e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Como, con lo scopo di scoprire e promuovere i giovani talenti sulla scena dell’arte contemporanea e diventare punto di riferimento delle poetiche delle nuove generazioni.

I lavori di Chiara Albertoni (Padova, 1979) e Marta Colombi (Milano, 1982) sono stati selezionati tra quelli di oltre 750 candidature, da una giuria composta da Mimmo di Marzio, giornalista e critico d’arte, Emma Gravagnuolo, giornalista e critico d’arte, Renato Diez, giornalista d’arte, Roberta Lietti, gallerista, Vanni Cuoghi, artista, Gianmaria Banfi, collezionista.

“Questa doppia personale – commenta Sergio Gaddi, Assessore alla Cultura del Comune di Como - è l’appuntamento conclusivo della seconda edizione di Co.Co.Co., che si chiude con successo ed entusiasmo e che premia due artiste, Chiara Albertoni e Marta Colombi le cui opere, seppur tecnicamente agli antipodi, sono in grado di dialogare armonicamente tra loro, disegnando due interessanti filoni dell’arte contemporanea di oggi. L’idea, alla base di Co.Co.Co., di puntare sull’arte come opposto della precarietà, si è dimostrata vincente”.
In occasione della mostra, verrà pubblicato un catalogo con testi di Emma Gravagnuolo, Renato Diez, Mimmo Di Marzio e Roberta Lietti che presenterà, oltre alle opere dei due vincitori, anche i lavori degli altri 16 artisti selezionati (Paolo Bandinu, Claudio Beorchia, Andrea Cerruto, Blerdi Fatusha, Chen Gong, Asako Hishiki, Andrea La Rocca, Gabriele Pace, Matteo Pagani, Michela Pedron, Nazzarena Poli Maramotti, Lemeh42, Emilio Rizzo, Leander Schwazer, Guido Taroni, Mattia Vernocchi), già protagonisti di una collettiva tenutasi lo scorso giugno.

Chiara Albertoni, che è stata premiata con l’opera “Nebulosa”, concentra la sua ricerca sulla natura, con dipinti dominati dalla rarefazione e dal silenzio. Con una notevole padronanza tecnica, la pittrice coglie anche le più piccole sfumature dei soggetti che trova nelle campagne venete. Le immagini di Chiara Albertoni non si rivelano subito: una ragnatela coperta di brina ghiacciata può assomigliare a uno scettro, i petali dei fiori ricordare le ali delle farfalle, le sfumature di alcuni ciclamini ingranditi sembrare le campiture di colore dell'espressionismo astratto. Col suo lavoro l’artista riporta l'attenzione sulla fragilità della natura. Fiocchi di neve, foglie, tronchi ritorti, spesso resi con una tavolozza monocroma, assumono le sembianze di un sogno, le forme di un mondo minuscolo e prezioso.
Come scrive Renato Diez, nel suo testo in catalogo, “la tecnica di Chiara Albertoni è prodigiosa. Eppure, è una pittura che si nutre soprattutto di poesia. Distante dall'iperrealismo racconta storie di desolazione, dolore, bellezza e rinascita. (...) Un amore che non prova neanche a nascondere per le fotografie di Edward Weston e Ansel Adams, Albertoni è una fuoriclasse del bianco e nero. Oltre ai fiori, spesso cosparsi di gocce di rugiada come le sue fittissime ragnatele - elementi rubati alla natura da un occhio acuto come l'obiettivo macro di una macchina fotografica - Chiara Albertoni dipinge alberi, tanti alberi vivi o morti, in tele alle quali regala titoli che, con il passare del tempo, si sono fatti sempre più evocativi, come La fanciulla senza mani, La strega o Metamorfosi, tanto per citarne qualcuno”.

Marta Colombi, premiata con l’opera “Caos”, dimostra un'assoluta padronanza tecnica, con opere scultoree-installative che mostrano una riflessione ai principi della pura geometria, alla classicità mediterranea al fine di raggiungere ordine e purezza. Marta Colombi pone l'accento sull'idea, in opere dove la riduzione è al limite. I suoi lavori sono un esempio di antimatericità, dove aeree costruzioni fatte di sottili fili di ferro, pur senza contraddire i principi di occupazione armonica dello spazio, testimoniano una vena poetica in cui aleggia una consapevole ironia.
Nel testo in catalogo, Emma Gravagnuolo afferma che “Marta Colombi incarna perfettamente l’essenza dell’arte di oggi: ha un percorso autonomo e personale con richiami e influenze stimolanti rintracciate nella storia come base intellettuale, ma sempre e comunque coerente al proprio fare. La sua scultura ha modo d’incantare e stupire chi la guarda. Fin da subito, infatti, si concentra sull’espressione della bellezza delle forme, si avvicina con accesa curiosità e molteplici punti di vista alle cose che la circondano interrogandosi sulla natura degli oggetti, delle superfici, dello spazio e sulla loro possibile interpretazione. Nella semplicità geometrica dei suoi lavori si può pensare al minimalismo ma, pur affermando che nel togliere vi è molto di più che nell’aggiungere, Marta Colombi ha sempre sottolineato di sentirsi più vicina a Giacometti, Caro, David Smith e Calder che non a Carl Andre e Dan Flavin”.

Come scrive Mimmo di Marzio nel catalogo: “Entrambe le anime sfidano il concetto stesso di immagine sottraendo fino all’estremo i canoni della materia e del colore, in una rarefazione dell’oggetto che vive sempre solo e in relazione al contesto ambientale. Al contempo le due artiste testimoniano anche una tendenza che emerge in chiave positiva nel contesto contemporaneo: vale a dire il ritorno a un concetto di manualità tecnica e di artigianalità che recupera il primato dell’artista come “homo faber”.”.



CHIARA ALBERTONI e MARTA COLOMBI
Como, Spazio Natta (via Natta 18)
14 novembre – 19 dicembre 2010
Orari:
da martedì a venerdì, 14.30-19.00;
sabato e domenica, 10.30-12.30; 14.30-19.00;
chiuso lunedì


Ingresso libero

Per informazioni
Assessorato alla Cultura, Comune di Como
Via Vittorio Emanuele 97 - 22100 COMO
Tel. +39 031 252.352
cultura@comune.como.it
www.comune.como.it

XXXI Festa della Salsiccia e del Vino a Siligo (SS) il 4 e 5 dicembre 2010



SABATO 4 DICEMBRE
Ore 15 Apertura degli stands con manifestazione itinerante degli Etnias e del gruppo folk "Santa Maria de Bubalis" di Siligo
ore 18 Spettacolo itinerante con i “ Ragazzi per l’unità”
ore 20 In piazza Maria Carta da you tube a Siligo l'esordio musicale di Malleo
ore 21 In esclusiva nel suo paese natale dopo il tour mondiale di supporto ai metallica...GIGIUS
ore 22 Concerto dei WOOKIES!!!

DOMENICA 5 DICEMBRE
Ore 10 Apertura degli stands con manifestazione itinerante di musica sarda
Ore 13 Pranzo in piazza Maria Carta a base di piatti tipici
Ore 16:30 Manifestazione itinerante con i Furias
Ore 18:30 Spettacolo itinerante con artisti di strada
Ore 20:30 Spettacolo musicale in piazza Maria Carta con i FURIAS

PIATTI TIPICI E VINO A VOLONTA' ...

Festa d'Autunno a Valdagno (VI) dal 29 ottobre al 1 novembre 2010



Musica e stand gastronomici, giostre e giochi per bambini e ragazzi
Il 1 Novembre anche con la partecipazione del gruppo folkloristico della città gemellata di PRIEN.

Evento organizzato da Associazione PROVALDAGNO con il Patrocinio del Comune di Valdagno.

Info: 0445-480909
http://www.comune.valdagno.vi.it

La Cisrà dal 30 ottobre 2010 al 7 novembre 2010 a Dogliani (CN)



Dal 30 ottobre al 7 novembre la città di Dogliani invita i visitatori in un tuffo nella colorata Langa autunnale, tra le cangianti vigne del Dogliani DOCG e del Dolcetto D.O.C., alla ricerca dei forti sapori della cucina tradizionale che reincarna, tutta la storia e la cultura del territorio. Un appuntamento che un tempo concludeva l'annata agricola e che continua ancora oggi a rinnovarsi di anno in anno, avrà il suo clou il 2 novembre con il tradizionale appuntamento con la Fiera dei Santi e con l’immancabile cisrà, minestra di trippe e ceci realizzata secondo un’antica ricetta e distribuita sotto la suggestiva ala mercatale coperta.
Gli appuntamenti che animeranno la manifestazione partiranno Sabato 30 ottobre alle h. 21.00 e domenica 31 ottobre alle h. 16.30, presso il Teatro Sacra Famiglia a Dogliani Castello con lo spettacolo teatrale “Massa Zero” di Play Magliano – da “La Commedia della Vanità”, di Elias Canetti (ingresso intero 12€ ridotto 10€).
Domenica 31 ottobre, “Passeggiata tra i colori” Trekking naturalistico, accompagnato da guide esperte, tra le vigne del Dogliani DOCG. Il ritrovo è alle h 9.30 in P.za Umberto I.
Seguirà degustazione facoltativa della Cisrà, tradizionale zuppa di trippa e ceci, presso la Bottega del Vino di Dogliani.
Alle ore 14.30 Cantine aperte un’occasione per degustare il “Dolcetto di Dogliani” e il “Dogliani” Docg, eccellenze e vanto dei produttori del territorio.

MARTEDI’ 2 NOVEMBRE 2010
Distribuzione della Cisrà
Dalle h. 9.00 alle 12.00
e Fiera Commerciale
Tutto il giorno


Il 2 novembre, fin dalle prime ore del mattino, nella piazza Confraternita di Dogliani Borgo vengono "scodellati" bollenti piatti di Cisrà che si potranno gustare presso l’ottocentesca ala mercatale , accompagnati dall’aroma inebriante di un invitante bicchiere di Dogliani DOCG e di Dolcetto di Dogliani DOC.
Si tratta di una tradizionale minestra di trippe e ceci che anticamente, veniva distribuita dalla Confraternita dei Battuti alle genti di Langa che si recavano a Dogliani in occasione della Fiera. Da piatto povero, fatto con i “mezzi ceci”, cioè quelli che non potevano essere venduti, la Cisrà è diventata oggi un primo molto ricercato e piuttosto raro.
Secondo le più antiche ricette, questa zuppa è composta da ceci, trippa, cotenna, rape, carote, sedano, cipolla, aglio, cavolo, salvia e rosmarino.
Le verdure che compongono questa deliziosa zuppa, sono le eccellenze del gusto che questa terra produce, perché provengono direttamente dagli orti dei produttori che partecipano al Mercato dei Contadini delle Langhe, e tra gli ingredienti, non possono certo mancare i farinosi ceci di Nucetto, i porri di Cervere e le zucche di Piozzo.
Anche quest’anno, potrà far bella mostra di sé, nelle nostre credenze la pregevole scodella da collezione, utensile tipico per servire la minestra, realizzata dal prestigioso marchio Ceramiche Besio e rinnovata nel decoro per la rassegna.
Le scodelle saranno disponibili in vendita presso l’antica ala mercatale di Piazza Confraternita.
In contemporanea, per tutto il giorno a Dogliani Borgo, si svolge la FIERA DEI SANTI.
La fiera di origini molto antiche, è nota per tradizione come Fiera dei Santi, anche se, curiosamente, si svolge il 2 Novembre, giornata dedicata alla Commemorazione dei Defunti. Lo storico P.F. Orta, nella Vita di San Celso, patrono di Dogliani, del 1667, scriveva che a Dogliani: “terra di gran traffico…per la sua postura, meglio che altrove, attecchirono sempre le fiere ed i mercati”. Da tempo immemorabile si tenevano infatti ben tre mercati alla settimana e tre fiere l’anno, una delle quali, precisamente quella dei Santi, è sopravvissuta fino a noi. Già nel ‘500 era l’ultimo grande appuntamento per la gente di Langa prima dell’inverno; con essa si concludeva anche il ciclo lavorativo più pesante per i contadini: dopo la vendemmia, l’aratura e la semina, si potevano tirare le somme e provvedere agli acquisti in vista della dura stagione invernale.
La prima menzione della Fiera si ha in un Ordinato della Municipalità del 1 gennaio 1665, con la quale si stabiliva di anticiparla al giorno di San Luca (18 ottobre) “per non impedire la devozione alle anime purganti”; nel 1684, però, essa veniva nuovamente portata al giorno dei Morti “per mancanza di commercio a San Luca”.
La sua importanza per la zona delle Langhe ed il forte richiamo che esercitava è testimoniato anche da Beppe Fenoglio che in “I ventitre giorni della Città di Alba” così scriveva: “In quel medesimo giorno, a Dogliani che è un grosso paese a venti chilometri da Alba, c’era la fiera autunnale e in piazza ci sarà stato un migliaio di partigiani che sparavano nei tirasegni, taroccavano le ragazze, bevevano le bibite e riuscivano con molta facilità a non sentire il fragore della battaglia di Alba. Che così fu perduta alle ore due pomeridiane del giorno due novembre 1944”.
Come tradizione, la parte bassa del paese, il Borgo, ospiterà la fiera commerciale destinata all’ambulantato, mentre alcune aree saranno riservate ai produttori agricoli e agli espositori. In P.za Martiri si potranno trovare i prodotti del Mercato dei Contadini delle Langhe e il Banco dei Ceci di Nucetto.
Nei pressi dell'antica ala si svolge inoltre uno dei mercati più autentici della Langa: qui si sentirà l’inebriante profumo del tartufo e di tutti i prodotti che compongono lo squisito piatto.

SABATO 6 NOVEMBRE 2010

Itinerario dell’enovago
Ore 19.00 – 23.00

Sabato 6 novembre, il Comune di Dogliani propone agli “enovaghi”, esploratori instancabili, contemplatori e amanti del vivere bene, stimatori dei doni di Bacco, girovaghi alla ricerca di splendide cantine, un'occasione per assaporare le più gustose specialità locali.
Profumi che inebriano i sensi e raccontano in un buon bicchiere, le storie del luogo con la possibilità di assaporare piaceri e tradizione della tavola.
La serata si svolgerà a partire dalle ore 19.00 in Veglie in tre delle più prestigiose cantine del territorio degustando Cisrà, piatti tipici, sorseggiando “Dogliani DOCG” e “Dolcetto di Dogliani DOC” di tutti i produttori della Bottega del Vino, al ritmo di coinvolgenti spettacoli. Le cantine coinvolte sono:
- LeViti – B.ta Piandeltroglio 31 – tel. 347 8998020
Cisrà – ravioli al plin – secondo piatto – dolce
Le teste di Jazz
- Cantina del Dolcetto di Dogliani – Via Torino 58 – tel. 0173 792282
Cisrà – bollito misto e salse – dolce
Lo truc balli e musica occitana
- Avignolo di Chiapella Giuseppe e figlio – B.ta Valdibà 110 – tel. 0173 70045
Cisrà – secondo piatto – cioccolato e zabaione
Gruppo cameristico “Il Risveglio”

(Il coupon degustazione si acquista presso le aziende)

DAL 25 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE
Il quinto quarto
I tagli poveri nella cucina di Langa proposti nei menù di:
- Il verso del ghiottone - Via Demagistris 5 - tel. 0173 742074
- Osteria Battaglino – Piazza Martiri della Libertà 12 - tel. 0173 742089
- Fior di Sale – B.ta Gombe 2 – Loc. Barroeri - tel. 0173 060068

DAL 30 OTTOBRE AL 7 NOVEMBRE
Settimana gastronomica dedicata ad un’antica ricetta: la CISRA’

I ristoranti Doglianesi propongono per tutta la settimana menù tipici con la cisrà e altri piatti della migliore tradizione locale.
Un appuntamento diventato ormai tradizionale, volto a riscoprire e a riportare in auge gli antichi sapori di Langa, dove suoni, luci, profumi e immagini ci riporteranno al tempo che fu.
La cisrà si può trovare presso i ristoranti doglianesi:
• Da Aldo - Via XXV Aprile, 23 • Tel. 0173 70588
• Osteria dei Binelli - Fraz. Pianezzo, 75 • Tel. 0173 70180
• Tenuta Larenzania – B.ta Piandeltroglio, 16 • Tel. 0173 71086
• Trattoria Ca’ Mia - Via Torino, 227 • Tel. 0173 70324
• Trattoria Da Sabry - P.za Carlo Alberto, 22 • Tel 0173 70846

L’edizione 2010 della Cisrà è sostenuta grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Per informazioni:
UFFICIO TURISTICO
Tel e fax: 0173-70210
www.comune.dogliani.cn.it
e-mail: turismo@comune.dogliani.cn.it

Mostra Mercato dei prodotti tipici locali a Posina (VI) il 30 e il 31 ottobre 2010



Tradizionale mostra mercato dei prodotti tipici della vallata, acquistabili direttamente dal produttore. Patate, fagioli, ortaggi, frutta e molto altro che ogni anno vanno a ruba tra i numerosissimi partecipanti all'evento. Primo concorso per intagliatori di zucca e musica dal vivo. Cene con menù a base di prodotti tipici presso i ristoranti di Posina


Info: Associazione Pedemontana Vi Turismo
Tel. 0445 804837

www.pedemontana.vi.it
Organizzazione:
Assessorato alla Cultura del Comune di Posina

Pro Loco Posina in collaborazione con Associazioni varie

Aspettando San Martino a San Severino Marche (MC) il 31 ottobre 2010



Anche quest'anno la Pro Loco porta in piazza i profumi e i sapori dell'autunno, caldarroste, dolci vino e vernaccia.

Aspettando San Martino il 31 ottobre 2010 in Piazza del Popolo dalle 10.00


Info: http://www.prolocossm.sinp.net/

La Traviata al Teatro della Regina di Cattolica (RN) - 8 dicembre 2010


L'ASSOCIAZIONE MUSICALE PRAELUDIUM PRESENTA: Mercoledì 8 Dicembre 2010 – ore 21.oo La TRAVIATA

Opera lirica in tre atti su libretto di Francesco Maria Piave, ... tratto dalla pièce teatrale di Alexandre Dumas (figlio) “La signora delle camelie”

MUSICA DI GIUSEPPE VERDI

Personaggi ed Interpreti:
Violetta Valery: SIMONA BALDOLINI (SARA ROSSI 22 gennaio)
Giorgio Germont: PAOLO CONI (OMAR CAMATA 15 gennaio)
Alfredo Germont: ALESSANDRO LUCIANO (FILIPPO P. CASTIGLIONI 15 gen.)
Flora Bervoix: GIUSEPPINA TROTTA
Dottor Grenvil: LUCA GALLO
Gastone: ANTONIO FELTRACCO
Marchese d'Obigny: RICCARDO RISTORI
Barone Douphol: NICO MAMONE
Annina: GIORGIA PACI
Giuseppe: LIBERTO BONCOMPAGNI
Commissionario: BRUNO VENANZI
Domestico: GERARDO CERCA

Direttore: MASSIMO TADDIA
Regia e Scene: PAOLO PANIZZA
Costumi: ARTEMIO CABASSI
Orchestra Sinfonica “G. ROSSINI” di PESARO
Coro Lirico “CROMA" di ANCONA
COPRODUZIONE CON IL TEATRO BORGATTI DI CENTO (FE)
e l’ Orchestra Sinfonica “G. ROSSINI” di PESARO

REPLICHE:
Teatro Bonci di CESENA 12 Dicembre 2010
Teatro Rossini di PESARO 6 Gennaio 2011
Auditorium Melotti di ROVERETO 15 Gennaio 2011
Teatro Borgatti di CENTO 22 Gennaio 2011

Direzione Artistica: MASSIMILIANO RASTELLI

XXIV Castagnata e XIII Concorso di torte fatte in casa il 31 ottobre 2010 a Coazze (TO)



Domenica 31 ottobre ritorna la Castagnata in piazza, che giunge quest’anno alla ventiquattresima edizione, come sempre accompagnata dal concorso di torte fatte in casa, alla tredicesima edizione.
Quest’anno la castagnata sarà nuovamente organizzata dal Gruppo Amici Santa Maria del Pino e finalizzata a raccogliere fondi per la ristrutturazione dell’edificio dell’Oratorio parrocchiale. Collaboreranno all’iniziativa la Pro Loco, il Comune e l’Ecomuseo dell’Alta Val Sangone.
La castagnata avrà luogo in piazza I Maggio dove, sin dal mattino, verrà allestito un mercatino di prodotti locali. Sempre dal mattino potranno essere consegnate, allo stand della Pro Loco, le torte partecipanti al concorso. Il termine per la consegna delle torte è fissato alle ore 13. Dalle 14,30 comincerà la distribuzione di castagne, fette di torta, vin brulé, cioccolata calda e biscotti. Contemporaneamente avranno inizio i giochi a premi per bambini e l’intrattenimento musicale, che dureranno per tutto il pomeriggio.
Alle 16 si terranno le premiazioni dei giochi e del concorso di torte, poi ancora castagne, dolci, festa e musica, fino alla fine del pomeriggio.
In caso di maltempo tutte le iniziative si terranno nel palafeste del parco comunale.

Per ulteriori informazioni: Ufficio turistico 011/9349681 turismo@comune.coazze.to.it www.comune.coazze.to.it www.coazze.com

Thè Culturale: Pomeriggio a Teatro il 30 ottobre 2010 a Viagrande (CT)



Sabato 30 ottobre 2010 alle ore 17:30 presso il GRAN CAFFE’ URNA di Viagrande, vi aspettiamo al primo THE’ CULTURALE di quest’anno sociale dal titolo POMERIGGIO A TEATRO con gli attori della Compagnia Teatrale DAFNI diretta da PAOLA ABRUZZO.


L’Associazione culturale “DAFNI”, è stata costituita di recente, ma i suoi componenti e, soprattutto i soci fondatori, sono tutt’altro che nuovi per il teatro siciliano.
Il nome dell’associazione è stato dato in omaggio a Dafni Michele Abruzzo, fratello del direttore artistico, Paola Abruzzo, e figlio del grande attore Michele, che, per il nostro teatro, fu maestro riconosciuto per professionalità ed impegno. Paola Abruzzo ha recitato dalla nascita (ha appena festeggiato il mezzo secolo di professione “da adulta”), oltre che con il padre, con i maggiori esponenti del teatro in vernacolo (Mangiù, Sineri, Pattavina, Musumeci, Ficarra e Picone), ma anche in lingua. Ha infatti fatto parte di spettacoli con Arnoldo Foà, Carlo Croccolo, Lauretta Masiero, Costantino Carrozza.
Quattordici anni fa ha fondato, appunto col fratello Dafni, una nuova Compagnia, che ha guidato fino a due anni or sono. Per sopraggiunte divergenze di vedute, insieme ai colleghi Agatino Ferlito e Lorenzo Spagna, seguiti da un gruppo di giovani (e meno giovani) attori di valore, ha dato vita a questa nuova compagine. Agatino Ferlito e Lorenzo Spagna sono professionisti di provata qualità. Nella loro più che trentennale esperienza, hanno lavorato con i maggiori esponenti, del nostro teatro, sempre in ruoli di primo piano. I tre fondatori recitano insieme da oltre un decennio, con un crescente affiatamento ed uno studio costante per l’affinamento delle loro possibilità. Il fine della compagnia è senz’altro la ricerca di nuovi testi e nuove espressioni artistiche, senza dimenticare la tradizione e la cultura siciliana, che tanto ha dato al teatro nazionale. L’anno scorso, ha voluto ricordare una delle più antiche forme della nostra tradizione, l’Opera dei pupi, dedicandole un intero spettacolo. Altro costante impegno è quello di formare giovani attori ed attrici, cosa già perseguita da diversi anni, con risultati più che soddisfacenti. Il prossimo debutto li vedrà in scena con “ Filumena Marturano” del grande Eduardo, loro cavallo di battaglia, che non ha bisogno di presentazioni. Seguiranno tre brillantissime nuove commedie, che metteranno l’accento su caratteri e caratteristiche del nostro tempo, e del secolo appena passato. “Viditi cchi testa” e “Si fa presto a fare tardi” sono due comicissimi atti unici. Seguirà “Non mi tuccati u sabatu”, di L. Medusa, autore contemporaneo, brillantissima commedia dai risvolti imprevedibili e piena di sorprese. L’ultimo lavoro della stagione 2010-2011, sarà una farsa di E. Scarpetta, “Un brutto difetto”, forse poco conosciuta, ma molto simpatica ed originale, che mette in berlina usi, costumi e tradizioni ormai passate degli anni ’20 del nostro Novecento. L’anno scorso si è chiuso in modo bellissimo, con grande successo di pubblico e di critica. Ci auguriamo di fare il bis…
Il presidente Maria Grazia Palermo

info@amigdalaweb.it Sito Web: www.amigdalaweb.it

Il Circo Rony Roller a Casoria (NA) dal 28 ottobre al 8 novembre 2010



Il Circo Rony Roller a Casoria (NA) dal 28 ottobre al 8 novembre 2010

Il Circo Oscar Orfei a Casal De Principi (CE) dal 29 ottobre al 2 novembre 2010



Il Circo Oscar Orfei a Casal De Principi (CE) dal 29 ottobre al 2 novembre 2010

Il Circo Mexican a Gazzo Padovano (PD) dal 29 ottobre al 1 novembre 2010



Il Circo Mexican a Gazzo Padovano (PD) dal 29 ottobre al 1 novembre 2010

Il Circo Grioni a Prestabbio (LC) dal 22 ottobre al 1 novembre 2010



Il Circo Grioni a Prestabbio (LC) dal 22 ottobre al 1 novembre 2010

Il Circo do Brasil ad Albare di Costermano (VR) dal 21 al 25 ottobre 2010



Il Circo do Brasil ad Albare di Costermano (VR) dal 21 al 25 ottobre 2010

Il Circo di Praga a Copertino (LE) dal 21 al 25 ottobre 2010



Il Circo di Praga a Copertino (LE) dal 21 al 25 ottobre 2010

Il Circo Amedeo Orfei a Rovato (BS) dal 22 ottobre al 1 novembre 2010



Il Circo Amedeo Orfei a Rovato (BS) dal 22 ottobre al 1 novembre 2010

Stampa il biglietto che trovi nel link sotto e presentalo alla biglietteria del grande Circo a 2 piste di Amedeo Orfei: In questo modo avrai uno sconto di 2 Euro su ogni ordine di posto! Valido tutti i giorni, in tutte le città del Tour, fino ad esaurimento posti.

http://www.circoamedeoorfei.altervista.org/nuova_pagina_8.htm

Info
333.6483651 oppure 329.7077252

Il Circo acrobatico Triberti a Zanè (VI) dal 22 al 25 ottobre 2010



Il Circo acrobatico Triberti a Zanè (VI) dal 22 al 25 ottobre 2010

Festa della Polenta 7° Edizione a Robilante (CN) dal 5 al 7 novembre 2010



Robilante dal 5 al 7 novembre 2010 ospita la settima festa della polenta. La festa promuove a livello gastronomico e culturale un cibo povero ma nutriente e le tradizioni contadine. Durante la manifestazione sono previste cene gastronomiche con piatti tipici a base di polenta preparati dai cuochi della Valle Vermenagna. Il programma prevede il venerdì una rassegna presso la Sala della Confraternita in collaborazione con la Compagnia del Buon Cammino ed uno spettacolo teatrale alle ore 21 con la Consulta Giovanile, il sabato alle 10 con l’apertura dell’esposizione di materiali per i 150 anni della Ferrino, serata enogastronomica, musica e balli occitani e tradizionali. La festa prosegue la domenica con l’esposizione ed il mercatino dell’artigianato, il pranzo e la cena a base di polenta, le danze tradizionali e la premiazione del polentaio benemerito dell’anno 2010.

Per vedere il PROGRAMMA CLICCA QUI

Info: http://www.comune.robilante.cn.it

Sagra re li Cicce Cuotte a Sant'Agata di Puglia (FG) il 1 novembre 2010



Si rinnova ogni anno a Sant'Agata di Puglia la tradizionale sagra legata al tipico dolce che si prepara e si consuma nel periodo del culto dei defunti.
Con il Patrocinio del Comune, tutti gli anni, la locale associazione Pro loco organizza "La Sagra dei Ciccecuòtte", manifestazione che si tiene il primo novembre, alle ore 19,00, nei pressi della centralissima piazza del paese.
L'iniziativa, attraverso la degustazione del tipico dolce casereccio dei "Ciccecuòtte", come per le passate edizioni intende riproporre una delle antiche consuetudini locali che oggi, purtroppo, continuano a vivere solo nella memoria degli anziani, in quel ricordo di usanze e riti ormai quasi del tutto scomparsi.
Nei secoli passati, infatti, un'antica usanza locale vedeva nel periodo dei morti ogni famiglia preparare un semplice e gustoso dolce, fatto con pochi e poveri ingredienti: chicchi di grano cotti, acini di melograno e vino cotto.
I bambini, in quegli anni, nel periodo dei morti bussavano alle porte delle abitazioni e, al canto di un ritornello, chiedevano una porzione di dolce. La richiesta di solito veniva accolta proprio "in suffragio" di qualche congiunto defunto.
Oggi non si vedono più bambini girare per il paese a chiedere porzioni del gustoso e antico dolce. Ogni famiglia santagatese, tuttavia, ancora rispetta l'usanza che vede in questo periodo sulle tavole ricche pozioni del "dolce dei morti".
Il caratteristico dolce santagatese è affiancato nella sagra da altri genuini prodotti; ci sono infatti anche ottime caldarroste, gustose bruschette condite con l'olio extravergine locale, fagioli, pizze fritte e ottimo vino locale.

Info: http://www.comune.santagatadipuglia.fg.it

Sagra del fungo cardoncello a Spinazzola (BT) il 7 novembre 2010



L'Associazione Turistica Pro Loco "Torre e Pino" di Spinazzola con il patrocinio del Comune di Spinazzola organizza domenica 7 novembre 2010 la 12° "Sagra del Fungo Cardoncello" in Piazza Plebiscito e Piazza Cesare Battisti

Il programma:
ore 9.30: Visite guidate ai quartieri "Borgo Antico e Saraceno" (è opportuna la prenotazione)
ore 11.00: Pettolata ai funghi cardoncelli in piazza Plebiscito;
ore 12.30: Per ristoranti e agriturismi di Spinazzola - piatti tipici a base di funghi (è consigliabile la prenotazione);
ore 15.30: Passeggiando per gli angoli più caratteristici di Spinazzola;
ore 17.00: La Sagra in piazza Plebiscito con degustazioni di funghi trifolati e orecchiette e funghi.

Info: www.prolocospinazzola.it

Sagra del fungo cardoncello a Minervino Murge (BT) il 30 e il 31 ottobre 2010




Come ogni autunno la Pro Loco di Minervino Murge ripropone la "Sagra del fungo cardoncello e dei sapori della Murgia", giunta alla XVI edizione, in programma nel centro murgiano l'ultimo week-end di ottobre (30 e 31).
Un appuntamento che raccoglie un vasto consenso di pubblico, ogni anno sempre più numeroso. Esperti, turisti, golosi possono venire qui per scoprire tutto quello che c'è da sapere su questo eccellente e ormai prezioso prodotto dell'Alta Murgia.

31° Edizione della fiera del porro a Cervere (CN) dal 13 al 28 novembre 2010



Cervere ha saputo creare un binomio indissolubile con il porro - tanto da identificare il proprio territorio con questo prelibato ortaggio - dando vita ad una delle fiere gastronomico-commerciali più importanti del Piemonte. Migliaia di visitatori apprezzano ogni anno sia il mercato dei porri, sia i celebri piatti a base di Porro Cervere che si possono degustare sotto il Palaporro.

Orari: feriali e sab. 14-22, dom. 9-22

INFO
tel. 0172.471000
fax 0172.474833
info@comune.cervere.cn.it
http://www.cuneoannunci.it/

Fucacoste e cocce priatoije (falò e teste del purgatorio) a Orsara di Puglia (FG) il 1 novembre 2010


Mancano due settimane alla festa dei Fucacoste e cocce priatorije (falò e teste del purgatorio), ma Orsara di Puglia si sta già preparando a celebrare i significati e a vivere le suggestioni della notte a cavallo fra l'1 e il 2 novembre. A Orsara di Puglia, la notte di "tutti i santi", quella del primo giorno di novembre, si celebra una festa antichissima. A pochi giorni dall'evento, tutti sono indaffarati nei preparativi. Le famiglie cercano di accaparrarsi le zucche migliori per i propri bambini. Saranno proprio i più piccoli, con l'aiuto di nonni e genitori, a intagliare queste grandi "mongolfiere" arancioni per renderle "umane" e dotarle di occhi, naso, bocca e adeguarle a ospitare un lume al loro interno. La preparazione delle "cocce priatorije" è solo una delle incombenze da assolvere: affinché la festa sia perfetta, come vuole la tradizione, occorre accatastare per tempo tutto il legname necessario a preparare un falò che faccia invidia a quello del vicino. E poi non bisogna dimenticare vino, carne, pane, patate e dolci tipici, vale a dire le pietanze e gli ingredienti che saranno consumati nella notte del 1° novembre, quando in ogni stradina del borgo medievale si terrà un banchetto a base di piatti "poveri" ma gustosi e in tutto il paese saranno esposte centinaia di zucche lavorate in modo creativo e illuminate al loro interno. Gli orsaresi, gelosi e orgogliosi custodi delle loro antiche tradizioni, ogni anno, in questo periodo, si affannano a spiegare ai visitatori che la loro festa e i suoi significati più profondi non hanno nulla a che fare con "Halloween", ormai diventato un appuntamento commerciale. L'evento che si celebra a Orsara di Puglia, al contrario, è ancora profondamente legato al culto dei defunti e rifugge dal "rito" consumistico del "dolcetto o scherzetto". Uno dei momenti più suggestivi dei Fucacoste è quello che scatta alle 19: al risuonare delle campane della Chiesa Madre ci sarà l'accensione di un falò in ogni strada. Un consiglio pratico per quanti hanno intenzione di andare a Orsara a godersi lo spettacolo: è meglio arrivare presto in paese, o comunque entro le 19, poiché da un certo orario in poi diventa sempre più difficile fare ingresso nel centro storico. L'attrazione che questo appuntamento esercita sulla gente è molto forte. Orsara di Puglia si trasforma, acquisendo le caratteristiche di un luogo magico. Davanti all'uscio di ogni abitazione si vedono grandi tavolate. Si mangia per strada, in una grande comunione collettiva che riempie il borgo di voci, risate, musica e allegria. E poi c'è il mistero di una notte che sembra davvero fare abbracciare due mondi: uno materiale e visibile, l'altro ultraterreno e impalpabile. La tradizione vuole che le anime del Purgatorio (Cocce priatorije) possano purificarsi attraverso il fuoco dei fucacoste e trovare la via del Paradiso, che viene indicata loro dai lumi nascosti dentro le zucche. E' la festa della luce, dunque, non quella delle tenebre (come invece è per Halloween). In onore dei defunti, che in processione attraversano il paese dopo la mezzanotte, si consumano cibi poveri ma ricchi di significati simbolici: il grano lessato e condito col solo mosto cotto, le patate, le cipolle, le uova e le castagne cotte sotto la brace.

Info: http://www.comune.orsaradipuglia.fg.it

"Musi Ispiratori" Mostra Mercato dal 23 ottobre 2010 al 7 novembre 2010 ad Ancona (AN)




Noi Animali Onlus presenta la mostra dove verranno esposte tutte le fotografie dei partecipanti al concorso fotografico .

INAUGURAZIONE E PREMIAZIONI Sabato 23 ottobre ore 16

Indirizzo: Palazzo Camerata, via Fanti 9 - Ancona
Ingresso libero
Orario: feriali 16,00-20,00 - sabato e domenica 10,00-20,00

Siete tutti invitati a partecipare

Info: http://www.noianimali.com

I Giorni di Bacco - morirete… ma non di sete!!! a Castiglion Fiorentino (AR) da venerdì 22 ottobre 2010 a domenica 31 ottobre 2010



Nei due week end del 22/23/24 ottobre e 29/30/31 ottobre torna la manifestazione I Giorni di Bacco - morirete… ma non di sete!!! Una vera e propria vetrina per i prodotti enogastronomici locali dei territori di maggior richiamo che si svolge nel centro storico di Castglion Fiorentino, finalizzata non solo alla promozione del centro storico ma soprattutto a quella dei prodotti locali e “I Giorni di Bacco” bene si inseriscono nell’ambito di tali iniziative.
Protagonisti della manifestazione, non a caso dedicata a Bacco, saranno i vini prodotti nei territori di ampia risonanza enologica limitrofi a quello di Castiglion Fiorentino tra cui Montepulciano, Montalcino, Chianti Classico, Montecucco, Maremma Toscana, Costa degli Etruschi. E naturalmente sarà concesso doveroso spazio anche ai vini di produzione locale.
Il programma gastronomico prevede oltre a degli antipasti toscani, la ribollita, la trippa i fegatelli, i rocchi (salciccie) e la rosticciana:, le varie serate a tema presso l’osteria di bacco con menu tipici e vini in abbinamento ogni sera!Le serate saranno allietate anche da complessi musicali.



45° Fiera Nazionale del tartufo Bianco 31 ottobre 1 - 6 - 7 - 13 - 14 novembre 2010 ad Acqualagna (PU)


45ª Fiera Nazionale del Tartufo di Acqualagna, 31 ottobre e 1-6-7-13-14 novembre 2010, Acqualagna.

La sua secolare tradizione di ricerca, produzione e vendita del tartufo fa sì che il suo mercato sia il luogo di incontro privilegiato per la promozione e la commercializzazione sia a livello nazionale sia internazionale. Acqualagna è sede di raccolta dei 2/3 dell’intera produzione nazionale del prezioso tubero, con circa 600 quintali di tartufo di tutti i tipi.

GLI SPAZI
L’intera cittadina di Acqualagna mette i propri spazi a disposizione dell’evento. La piazza principale ospita gli stand dei commercianti di tartufo fresco, anima storica della festa. Il Palatartufo è il più importante spazio di accoglienza per gli oltre 200.000 visitatori della Fiera. Passeggiando per i suoi 4.000 mq, gli appassionati di cultura enogastronomica possono assaggiare e acquistare ciò che di meglio offre la cucina tradizionale italiana: le produzioni legate al tartufo tipiche del territorio, i molteplici prodotti ed esempi prelibati di produzione gastronomica delle altre regioni italiane.
Inoltre si può visitare l’area dedicata all’artigianato locale del mobile e della celebre lavorazione artistica della pietra. A testimonianza del legame tra vino e tartufo, viene allestito da anni un apposito spazio coperto denominato “Mercato del Vino” per la degustazione e la promozione dei vini.

NOVITÀ:
SALOTTO DA GUSTARE

Forte del grande successo ottenuto nelle precedenti edizioni, l’area dedicata al contest culinario verrà ampliata e potenziata. In essa si svolgeranno quotidianamente dimostrazioni, eventi enogastronomici, degustazioni. Nell’organizzazione si punterà sulla qualità, selezionando i prodotti più pregiati e gli chef più famosi, che potranno ben rappresentare il territorio di provenienza. Oltre agli chef dei più rinomati ristoranti d’Italia, ogni anno ci raggiunge uno chef di fama internazionale come Luigi Gerosa, executive Chef del Burj Al Arab di Dubai, e Andrea Tranchero, executive Chef del Ristorante Armani di Tokyo. La cucina verrà allestita come una vera e propria platea teatrale, nella quale i principali ristoratori italiani presenteranno ricette e trucchi di un’arte culinaria che rispecchi il loro territorio. Gli spettatori potranno seguire in diretta tutte le varie fasi della preparazione di un piatto, mentre esperti gastronomi terranno
delle vere e proprie lezioni di cucina per insegnare a tutti coloro che lo vorranno come si sceglie, si prepara e si cucina una ricetta. Presso il Salotto trovano spazio anche le aziende agroalimentari espositrici e gli sponsor che possono utilizzare questo luogo per presentare prodotti, anteprime, incontrare nuovi clienti.

LA NOTTE DEL TARTUFO BIANCO
Novità del 2009, sarà ripetuta e potenziata anche per l’edizione 2010. Nata dalla volontà di ampliare l’accoglienza turistica a coloro che trascorrono l’intero week-end in Acqualagna. La fiera tendenzialmente chiude l’esposizione alle ore 19.00, in quella serata tutti gli espositori sono rimasti aperti fino a tarda notte e in ogni angolo del paese era attiva una determinata animazione: aperitivi a tema, concerti di ogni tipo ( dal jazz, alla musica colta, ai balli popolari, al dj)

LA FIERA NEL WEB
Gli interessati potranno trovare sul sito ufficiale della manifestazione, all’indirizzo http://www.acqualagna.com/ il programma delle tre fiere annuali del tartufo, le principali notizie dalla rassegna stampa delle ultime tre edizioni, curiosità dal territorio e una simpatica “Borsa delle quotazioni del tartufo” costantemente aggiornata. L’iscrizione al Club online “Amici del Tartufo” offre sconti nei ristoranti della zona e riduzioni per acquisti diretti ai produttori.

I NUMERI DELLA FIERA
• 4 aree dedicate
• 5.000 mq totali dedicati alla Fiera
• 80 stand allestiti
• 100 espositori
• 200.000 visitatori presenti all’edizione 2009, di cui 45.000 solo nella prima giornata
• 2.600 visitatori stranieri (Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera)
• 60.000 gli accessi al sito nel periodo della Fiera
• 4.320 gli appassionati, italiani e stranieri, iscritti al club “Amici del tartufo”.

GLI EVENTI COLLATERALI
La Fiera del Tartufo di Acqualagna brilla anche per tutte quelle attività collaterali alla Fiera stessa. Infatti nel periodo della manifestazione vengono organizzate mostre, convegni, presentazioni di prodotti tipici ed eventi di grande successo.

IL PALAZZO DEL GUSTO
Adiacente al Salotto è il Palazzo del Gusto, un’antica dimora restaurata e inaugurata lo scorso anno nell’ottica di offrirsi come luogo dove il Cibo è Storia, Arte e Tradizione.
Qui si possono effettuare eductor per le aziende e food and wine tasting per la certificazione e presentazione dei prodotti, si tengono serate a tema per le degustazioni guidate. Da qui partono gli Itinerari del Gusto che ridisegnano i confini del territorio in nome della Repubblica Gastronomica di Acqualagna , proponendo le tappe giuste per assaggiare le specialità enogastronomiche della Regione, rovesciando il concetto tipico del viaggio dove il cibo non è più accessorio ma diventa protagonista.

VESTIRE I PANNI DEL CERCATORE DA TARTUFI….
In Acqualagna il visitatore può vestire i panni del cercatore da tartufi ed essere accompagnato da esperti del luogo alla ricerca del prelibato tubero portandosi a casa il tartufo trovato! Per chi desidera cucinarlo in una cascina abbracciata dalle meraviglie della Gola del Furlo può affittare una delle tante residenze del luogo contattando www.marcheholiday.it o www.dream-holidays.it . Per chi non si vuole avventurare nei boschi ma desidera conoscere da vicino il cavatore e il fido cane, potrà incontrarlo in piazza Mattei dove i cavatori sono disponibili a prestarsi come veri “vips” del luogo….

BORSA DEL TARTUFO e ASSOCIAZIONE AMICI DEL TARTUFO
Esiste un club molto esclusivo dedicato ai veri estimatori del tartufo di Acqualagna che offre tanti privilegi esclusivi. L’iscrizione, gratuita, permette di ricevere direttamente a casa il pratico”Ricettario del tartufo”, inoltre la personale tessera numerata attribuisce sconti sui ristoranti di Acqualagna, riduzioni per acquisti diretti da produttori e trasformatori del tartufo, aggiornamenti sul mercato e sulle quotazioni , insieme a vantaggiose offerte gastronomiche e non, e molte altre sorprese.
Per aderire al “Club Amici di Acqualagna Capitale del Tartufo” è necessario chiedere l’adesione scrivendo al Comune di Acqualagna
(Piazza Mattei, 9- e-mail info.fieradeltartufo@comune.acqualagna.ps.it 0721796741).
L’aspirante socio riceverà la tessera direttamente a casa sua e potrà godere da subito delle offerte vantaggiose.
Per essere sempre informati sui prezzi esiste la Borsa del Tartufo, unica in ITALIA consultabile on line al sito
www.acqualagna.com


Mostra mondo-visioni a Pavia dal 24 ottobre al 14 novembre 2010

"Mondo-visioni"
Corrado Bonomi, Davide Baroggi, Gianni Cella, Davide Ferro
a cura di Francesca Porreca

Pavia, Spazio per le Arti contemporanee del Broletto (ingresso da Piazza Cavagneria)
24 ottobre - 14 novembre 2010
inaugurazione sabato 23 ottobre ore 18

La mostra "Mondo-visioni" focalizza l'attenzione su quattro artisti che, in maniera diversa l'uno dall'altro, portano avanti una ricerca incentrata sulla costruzione di mondi del tutto personali, che si rapportano con la realtà in modo originale, utilizzando le armi dell'ironia, dell'accostamento audace, della riflessione sul linguaggio, dello scollamento dall'oggetto per esprimere il punto di vista del soggetto.
Visione e rappresentazione non sono elementi scontati, ma parte del gioco in cui coinvolgere chi guarda con inaspettati ribaltamenti di significato e immagini in qualche modo ipnotiche. I dipinti di Davide Ferro - protetti o imprigionati dalle trame che li avvolgono - non sono soltanto immagini bidimensionali che ritraggono volti o figure, ma si percepiscono come superfici in movimento grazie a un gioco ottico che obbliga lo sguardo a soffermarsi, a scandagliare la figura oltre le curve di interferenza, alla ricerca del suo significato più vero.
Che si tratti di pittura oppure di sculture o installazioni, ogni opera vive di stratificazioni semantiche e concettuali, scuote le nostre certezze e ci obbliga a una lettura più profonda, che comprende anche la didascalia come parte integrante del linguaggio artistico, elemento fondamentale nel gioco tra realtà e artificio, tra mondo contemporaneo e universo creativo. La riflessione concettuale sul linguaggio è centrale nelle opere di Corrado Bonomi e Gianni Cella, che sottolineano volutamente l'artificiosità dell'arte come proiezione della vita e il gioco perpetuo tra realtà, definizione e rappresentazione. Con la sua carica di ironia (talvolta molto amara) ogni opera ci avverte che niente è come sembra e che tutto può essere manipolato, trasformato, ribaltato nel suo contrario.
Anche quando sembra di trovarsi nel mondo delle favole. L'abilità di dissimulare la realtà in mondi da favola è particolarmente spiccata in Gianni Cella e Corrado Bonomi ed emerge - in modo diverso - anche nelle opere di Davide Baroggi. Dall'umorismo fantastico di Bonomi nascono castelli in aria, fatine fatali impegnate negli atteggiamenti più disparati, teste composte di fiori, frutta e animali sul modello di Arcimboldo… É una vera e propria costruzione di mondi in bilico tra universo onirico e immaginario collettivo. Gianni Cella sceglie invece un linguaggio che si avvicina al mondo del fumetto e ai cartoon per creare totem e installazioni singolari costituite da un campionario di personaggi modellati in vetroresina, dalla natura ambigua e spesso ibrida.
Un'atmosfera oscillante tra favola (allucinata) e cinema di animazione (colorato e surreale come quello di Tim Burton) pervade anche le opere di Davide Baroggi, che riesce a far convivere nella pittura lo stupore di un bambino e lo sguardo disilluso del ragazzo diventato uomo. Il suo mondo - nel tratto rapido e nei colori intensi - risulta sempre filtrato da una visione inquieta, molto personale, fatta di composizioni sintetiche ma fortemente evocative, punti di vista insoliti e inquadrature fotografiche che rivelano una grande libertà immaginativa accompagnata da una sensibilità particolare che porta l'artista a dipingere le cose per farle proprie.
Accanto a questi mondi fantastici, anche la natura è chiamata in causa, ma la sua presenza è sempre trasfigurata grazie al gioco infinito tra elementi del reale utilizzati come materiali da plasmare e rappresentazioni inevitabilmente evocative seppur altro da sé. L'identità di ciò che è rappresentato, così come l'intelligenza di chi guarda, risultano esaltate dalla possibilità di sciogliere gli enigmi visivi penetrando negli universi immaginifici che Baroggi, Bonomi, Cella e Ferro hanno creato per noi.

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More