Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

EUGANEA FILM FESTIVAL 2012 - Al via l'undicesima Edizione dal 6 al 22 luglio 2012 a Padova

EUGANEA FILM FESTIVAL 2012
Este | Monselice | Colli Euganei
dal 6 al 22 luglio - XI edizione


EUGANEA FILM FESTIVAL 2012
Este, Monselice, Cineambulante tra i Colli Euganei
dal 6 al 22 luglio – XI edizione
www.euganeafilmfestival.it

Al via l'undicesima edizione dell'Euganea Film Festival
Presentata oggi la nuova edizione del festival itinerante tra i Colli Euganei che quest'anno si fa in tre dividendosi tra animazione, cortometraggio e cinema documentario


Presentato oggi, venerdì 29 giugno 2011, in conferenza stampa l'Euganea Film Festival, alla presenza dell'Assessore alla Cultura della Provincia di Padova Leandro Comacchio, Bruno Bianchi, Direttore Generale Fondazione Antonveneta, Silvia Ferri, Direttrice per il Fai di Villa dei Vescovi, Marco Segato, direttore artistico Euganea Film Festival, Marco Trevisan, Direttore organizzativo Euganea Film Festival e Toni Mazzetti dell'Associazione Culturale Totem.

In occasione del Festival è stato presentato anche Itinerari Euganei, «piattaforma culturale- come ha spiegato Silvia Ferri del FAI - dove si sono unite le associazioni che operano da anni nel territorio dei Colli Euganei». Contenitore unico di iniziative che spazieranno dal cinema alla musica, dal teatro alle escursioni. Un progetto pensato per un turismo culturale, naturalistico e sostenibile, rivolto non solo al territorio, ma pronto ad intercettare il pubblico attento alle proposte culturali innovative, curioso, lontano dai circuiti del turismo di massa che scelga di passare i weekend nel Parco dei Colli Euganei.

Una rete salutata con entusiasmo da Bruno Bianchi di Fondazione Antonveneta, Toni Mazzetti e dall'Assessore Comacchio, il quale ha ribadito come la Provincia di Padova dall'anno corso abbia cercato di coinvolgere tutti i comuni e le associazioni invitandoli a fare rete. «Quest'anno sono nate oltre 13 reti comuni. Una di queste è Itinerari Euganei. La Provincia di Padova premia lo sforzo comune. Questi comuni hanno firmato un protocollo di intesa dandosi compiti specifici. Per questo abbiamo voluto premiarli».

Capofila del progetto sono stati proprio gli organizzatori dell'Euganea Film Festival. Una rete che, come ha sottolineato Marco Segato, direttore artistico della manifestazione, «nasce con noi e con il Cinemabulante che ha girato molti comuni del territorio euganeo, allacciando rapporti con associazioni, amministratori e comuni. L'idea parte da manifestazioni quali Suoni delle dolomiti e Bassano Opera festival. Con le associazioni presenti abbiamo deciso di unirci per creare un macrofestival per fornire qualcosa di ben strutturato. Questo è il numero zero, ma credo che nell'arco di qualche anno possa eguagliare questi festival».

L'Euganea Film Festival torna dal 6 al 22 luglio per la sua undicesima edizione, forte dei successi che lo confermano come uno dei più importanti festival cinematografici del Veneto riconosciuto a livello nazionale ed internazionale.
A dimostrarlo sono i numeri dell'edizione dello scorso anno: 1280 film iscritti al concorso provenienti da 90 paesi, 70 film selezionati e proiettati, 15 serate di proiezione, 8 comuni del comprensorio euganeo coinvolti, 40 ospiti, 2 spettacoli teatrali e 2 concerti, 7.000 spettatori.

«Una nuova edizione che si presenta ricca di iniziative e fortemente ancorata al territorio che la ospita – spiega Marco Segato - strutturata partendo dai generi cinematografici che hanno caratterizzato il Festival in questi dieci anni: l'animazione, il cortometraggio e il cinema documentario».

Inaugurerà il festival venerdì 6 luglio ai Giardini del Castello di Este l'Euganea Comics & Animations cinema d'animazione con proiezioni, workshop e tanti ospiti che proseguirà sabato 7 e domenica 8 luglio. Si prosegue con l'Euganea Doc, due giorni dedicati al miglior cinema documentario italiano e internazionale ospitato venerdì 14 e sabato 15 luglio a Villa dei Vescovi di Torreglia e serate speciali interamente dedicate al cortometraggio che si concluderanno domenica 22 luglio ai Giardini del Castello di Monselice con la cerimonia di premiazione e la proiezione dei film vincitori.

Non può mancare il Cinemambulante, l'iniziativa che forse più di altre ha caratterizzato le ultime edizioni del festival. Riparte il furgone attrezzato per le proiezioni che attraversa i colli e proietta i film del festival nelle ville, nei castelli e nei parchi, invitando anche i paesi più lontani e i comuni più piccoli a ritrovarsi davanti allo schermo. Quest'anno farà tappa al Passo Fiorine, sul Monte della Madonna a Teolo, al Castello del Catajo a Battaglia Terme e al Parco delle Ginestre di Baone.

Oltre alle sezioni competitive - Animazione, Cortometraggio e Documentario - si aggiungono il Premio Parco Colli Euganei, dedicato alle opere che affrontano temi ambientali e il Veneto Movie speciali, quest'anno interamente dedicati al cinema: domenica 8 luglio in piazza Maggiore ad Este la proiezione di Pirati! Briganti da strapazzo, ultima fatica di Peter Lord della Aardman animations, venerdì 13 luglio nel Parco delle Fiorine di Teolo l'omaggio a Piero Tortolina con il film Detour Movement, sezione dedicata al cinema della nostra regione. Infine, in collaborazione con l'Antica Trattoria Ballotta a Torreglia, verrà consegnato il 4°Premio Gamba – Creatività e Territorio ad un artista veneto. Vincitore di quest'anno l'autore e attore teatrale Nicolino Balasso che si esibirà dal vivo durante la serata di premiazione

Come tradizione alle proiezioni si affiancheranno alcuni eventi di Edgar J. Ulmer, un capolavoro noir degli anni '40 sulle strade degli Stati Uniti d'America. Infine venerdì 20 luglio al Castello di Monselice la proiezione di Io sono Li di Andrea Segre, in concorso alla scorsa edizione del Festival del Cinema di Venezia, primo film del noto documentarista padovano, girato interamente a Chioggia.

Il festival, organizzato dall'associazione Euganea Movie Movement, realizzato con il contributo di Fondazione Antonveneta, della Regione del Veneto, della Provincia di Padova, dei Comuni di Este, Monselice, Baone, Battaglia, Teolo e Torreglia e in collaborazione con, l'Ente Regionale Parco dei Colli Euganei, Villa dei Vescovi e la Scuola Internazionale di Comics di Padova.

Sagra del Brusso il primo luglio 2012 a Rezzo (IM)



Sagra del Brusso il primo luglio 2012 a Rezzo (IM)

Montemaggiore al Metauro (PU) - A spasso nel Castello il 7 luglio 2012


Sabato 7 luglio il centro storico Montemaggiore al Metauro (PU), suggestivo borgo della Provincia di Pesaro, accoglierà il pubblico con un nuovo evento che unisce armoniosamente enogastronomia, cultura,musica e storia: "A Spasso nel Castello". Un'iniziativa originale che vuole diventare il momento fondamentale dell'offerta turistica estiva.
A partire dalle19.30 chi salirà a Montemaggiore potrà vivere un'esperienza coinvolgente, lungoun itinerario che percorre vicoli e piazzette del Castello con tappe chepermetteranno di gustare una cena completa dall'aperitivo fino al dessert. Ipiatti saranno preparati dalla Pro Loco e dai ristoranti locali ed ognuno di essisarà abbinato ad un vino prodotto dalle cantine di Montemaggiore. Il percorso sarà arricchito da animazioni musicali, mostre artistiche e proposte ludiche,esposizioni di prodotti artigianali e visite guidate. Un programma completo perfettamente inserito negli spazi del Centro Storico che promuove un nuovotipo di trekking urbano, dai ritmi lenti e con proposte culturali accattivanti.Chiusura in grande stile con il concerto del gruppo Feel Back che dal palco in piazza Bramante proporrà il meglio della musica anni '60.
Chi vorrà trascorrere la serata a Montemaggiore troveràuna cordiale accoglienza, una gustosa proposta gastronomica e un ambienteincantevole con un panorama che va dall'Appennino al Mare Adriatico.
La cena costa 15,00 € per gli adulti e 8,00 per i bambinicon 5 portate e 6 degustazioni di vini, con un calice da degustazione e saccaportabicchiere in omaggio. Per non affaticarsi alla ricerca del parcheggio sipuò usufruire di un comodo servizio navetta gratuito dalla frazione di Villanova .In caso di maltempo l'evento sarà rinviato a domenica 8 luglio.
Con "A spasso nel Castello" Montemaggiore al Metauro prosegue sulla strada di una proposta turistica originale che nasce dallavirtuosa collaborazione tra Amministrazione Comunale, associazioni divolontariato ed operatori economici.


Informazioni:
tel. 0721 895570 - 333 4785340 - 328 3879934. E mail: info@prolocomontemaggiorepu.it

La Notte Bianca di Cassano d'Adda (MI) il 7 luglio 2012



Cassano d’Adda si prepara a vivere la sua notte bianca, in programma per sabato 7 luglio. Si tratterà di un’edizione davvero speciale, visto che Cassano sotto le Stelle festeggerà il suo quinto compleanno e lo farà con graditi ritorni, ma anche ricche e spettacolari novità per rendere l’evento indimenticabile e ricco di emozioni .
Alle ore 20 la Banda musicale cittadina aprirà la notte bianca che si protrarrà fino alle 02. 00: la città si accenderà di luci, suoni, colori e magiche atmosfere, con negozi aperti e la possibilità di fare shopping approfittando di fantastiche promozioni .
Musica e spettacolo si alterneranno in piazza Perrucchetti, trasformata per l’occasione in maxidiscoteca a cielo aperto con l’animazione live di Franco Branco dj del mare, giunto appositamente da Alassio e che porterà uno speciale Michael Jackson Tribute con Emiliano Fiacchi reduce da un personale successo Rai.

Per i golosi, in piazza Cavour tornerà la Cittadella del Gusto, mentre per godere di trattamenti rilassanti e di bellezza e trovare suggerimenti per il benessere psico fisico basterà raggiungere il Centro Civico di via Dante, trasformato per l’occasione in Isola dei Sensi, dove si potrà assistere anche a show e dimostrazioni sportive.

Nelle principali piazze del centro storico e sull’alzabandiera si succederanno eventi in grado di incontrare il gusto di ogni tipo di pubblico: spettacoli di magia e illusionismo, giocoleria ed equilibrismo, ombre cinesi, escapologia e danza del ventre, per un susseguirsi di emozioni e suggestioni.

Non mancheranno gli hobbisti e il piccolo artigianato, così come le lavorazioni artigianali dal vivo e le esposizioni artistiche.

Gli appassionati del ballo potranno fare le ore piccole in piazza Matteotti, con gli show, i balli di gruppo e l’animazione danzante dello staff di ASD Argentia Danze di Melzo, mentre i più piccoli avranno la loro Bimbo City in un angolo di piazza Perrucchetti.

Tra le altre novità Pizza in Piazza con la musica live della band The Clovers in piazza Sant’Antonio; il tributo a Laura Pausini dei SuonoLogico Project all’Isola Borromeo, da cui si potrà assistere alla tradizionale lucciolata di canoe, e la performance Les Artist Noir realizzata in piazza Garibaldi da Otherzide Shop con guest star la body painter Chiara MechanicDoll.

Tra tanto divertimento e frastuono, ci sarà anche la possibilità di ritagliarsi un momento di riflessione e silenzio, grazie all’iniziativa Una luce nella notte, che aprirà le porte della chiesa parrocchiale di San Zeno ai visitatori che desiderano raccogliersi in preghiera.

Gran finale con il lancio delle lanterne volanti che si leveranno davanti alle mura della Fortezza Viscontea per rendere unica e indimenticabile la notte bianca.

SITO WEB: www.cassanosottolestelle.it
CONTATTI: info@cassanosottolestelle.it 3467285535
ORGANIZZATORE: Associazione Cassano sotto le stelle

Ciapel d'Or 2012 a Castione Andevenno (SO) dal 5 all'8 luglio 2012



"Nel bicchiere di Vino c'è sempre la storia", occasione per conoscere tutto quello che una bottiglia di Valtellina racconta: fatica e amore dell'uomo per la terra. A Castione Andevenno, nelle immediate vicinanze di Sondrio, dal 5 all'8 luglio 2012

La sagra il "Ciapel d’Or" è nata per valorizzare tutti i tipi di vino prodotti sul territorio valtellinese favorendone la conoscenza e l’apprezzamento, ma anche per stimolare i vinificatori al miglioramento del prodotto. Rappresenta un’occasione per degustare i rinomati vini dei privati proposti al banco d’assaggio e ammessi alla gara enologica, orientando il consumatore nella scelta dei migliori vini prodotti in zona. La manifestazione si propone come occasione per segnalare le partite di vino di particolare qualità e interesse enologico.

Programma
GIOVEDì 5 luglio
Ore 19.30 Pizzoccherata presso il campo da tennis all’interno della tensostruttura.
Ore 21.00 Concerto musicale del Corpo Bandistico di Castione Andevenno.

VENERDÌ 6 luglio
Ore 20.00 Cena con prodotti tipici presso il campo da tennis all’interno della tensostruttura.
Segue discoteca all’aperto con “ELECTROFANTS/TAGADA’ SOUND”, liveshow & dj set.

SABATO 7 luglio
Ore 19.00 Apertura, presso la ex chiesa di san Rocco percorso enogastronomico alla conoscenza delle eccellenze agroalimentari valtellinesi tramandate di generazione in generazione
Ore 20.00 Cena con prodotti tipici presso il campo da tennis all’interno della tensostruttura. Segue serata danzante con l’orchestra “RITMO 2001”

DOMENICA 8 luglio
Ore 09.30 Camminata inaugurale “Sentiero dei ricordi e delle fatiche”
Ore 12.30 Pranzo con prodotti tipici presso il campo da tennis all’interno della tensostruttura.
Ore 16.30 Esibizione di karate Società Son-kai karate Sondrio Krau Maga
Ore 17.30 Premiazione presso l’auditorium S.Rocco dei vincitori del “Ciapèl d’Oro 2012” e del concorso fotografico “Vita di ViGna”, accompagnata dal Corpo Bandistico di Castione Andevenno.
Ore 20.00 Cena con prodotti tipici presso il campo da tennis all’interno della tensostruttura. Specialità SCIATT!!!
Segue serata danzante con i “SUDITONO” e la partecipazione dei “COUNTRY FOR FUN”

Info
http://www.prolococastioneandevenno.com

Birravezzanen a Villa Vezzano (fraz. Brisighella) dal 18 al 21 luglio 2012



Dopo gli sfavillanti e grandiosi festeggiamenti del decennale dello scorso anno, torna dal 18 al 21 luglio BIRRAVEZZANEN, la festa della birra di Villa Vezzano (Brisighella) organizzata dall’associazione “I LUPPOLI”.

Ottenuta “la stellina” dei 10 anni di festa, Birravezzanen non molla, e oltre all’ottima cucina romagnol-tedesca e la fantastica birra Haker-Pshorr sempre fresca, ai coinvolgenti spettacoli, ai balli sfrenati e la staffetta 3x0.4, rilancia con una doppia notte bionda, venerdì e sabato si balla fino a notte fonda e con il Birrabus (navetta gratuita da e per Riolo Terme e Castel Bolognese) attiva TUTTE le serate.

L’edizione n°11 di Birravezzanen prevede grande animazione e sorprese: mercoledì 18 The Same Shoes e Judy Testa Band; giovedì 19 serata anni 80 con Effetti Personali e Margò 80; Venerdì 20 divertimento assicurato con i Brillanti Sparsi e con la novità Antani Project, poi Dj Massimo Volti fino a tardi; sabato 21 Oktobervezzanen con Grooviglio e The McChicken Show, poi Dj Massimo Volti fino a tardi.

Tutte le sere animazione by i Luppoli e la staffetta 3 x 0,4 anche in rosa.

Dalle ore 19.30
L'ingresso alla festa è gratuito

Info
http://www.iluppoli.org
i.luppoli@virgilio.it

Un intenso Omanr Galliani al Puccini Festival 2012 dal 20 luglio al 18 agosto 2012 a Torre del Lago (LU)



Una unica opera-installazione di grandissime dimensioni (5 metri di altezza per più di 6 di larghezza) per rendere omaggio all'Italia e alla grandezza della tradizione italica nell'arte e nella musica.
Autore: Omar Galliani, artista che, innestandosi sulla tradizione del disegno rinascimentale, propone una sua peculiare visione della contemporaneità.
La tecnica dell'opera è quella classica per Galliani: grafite, ovvero matita, su tavole di legno di pioppo, creando poesia d'arte che, come nel mondo classico, riesce a coniugare l'idea alla manualità, sapienza ed eccellenza.

L'effetto della grande opera-installazione è raddoppiato, all'interno dell'Auditorium Enrico Carso che la ospita dal 20 luglio al 18 agosto, nell'ambito del Puccini Festival, da uno specchio d'acqua, un velo traslucido di liquido dove il disegno monumentale di Galliani si riflette, creando una sensazione di assoluto straniamento.

Grande Disegno Italiano è, idealmente, il simbolo del Puccini Festival 2012 (info su www.puvcinifestival.it) che propone 3 titoli pucciniani, Tosca, Madama Batterfly e Bohème, la prima edizione del Festival della Lirica, balletti, concerti e la mostra di Galliani, per richiamare a Torre del Lago e in Versilia migliaia di appassionati d'opera, di musica e d'arte da mezzo mondo.

Come ha scritto Gabriele Simongini in un saggio per il catalogo dell'ultima grande mostra romana dell'artista, "in qualche modo Galliani preleva e decontestualizza le grandi tradizioni del disegno rinascimentale, manierista ma anche simbolista, nelle loro varie sfumature, e le mette in cortocircuito con atmosfere vicine alla musica dark, con certo cinema (da Antonioni a Ridley Scott), con immagini tratte dalle riviste patinate ("Vogue", "Harper's Bazaar",ecc.), con le inquietudini corporee della body-art e del post-human, dando vita ad un'opera ibrida ed intensa, con un'apertura a tutto campo che va ben oltre i consueti e pur altissimi riferimenti pittorici costantemente chiamati in causa (Correggio, Leonardo, ecc.) dagli esegeti della sua opera".

Grande Disegno Italiano, titolo che richiama quello del recente tour di Galliani in musei di diversi continenti, rappresenta il volto, ad occhi chiusi o forse solo socchiusi, di una giovane donna. E' un volto intenso, marcato eppure sensualmente morbido, centro di un irradiarsi di lame luminose che sciabolano sull'intera superficie della grande tavola. Presenza potente eppure evanescente, evocata più che materiale, bellissima e di straordinaria potenza evocativa.

Galliani è esponente di spicco del gruppo degli Anacronisti, sostenuto da Maurizio Calvesi - che si richiamano a una cultura umanistica tipicamente italiana, riformulano e contaminano iconografie e soggetti classici e che ammantano d'antico miti tipici della contemporaneità - e del movimento Magico primario del critico Flavio Caroli. Dagli anni Ottanta in poi Galliani è stato invitato a varie edizioni della Biennale di Venezia, alla Biennale di San Paolo del Brasile, alla Biennale di Pechino, nella quale ha vinto il primo premio nel 2003. A seguito di numerose esposizioni prima nazionali e poi internazionali arriva il riconoscimento nei musei d'arte contemporanea di Shanghai, Pechino, Hong Kong, Tokyo, Kyoto, Buenos Aires, San Paolo, Città del Messico, Miami e Los Angeles. Il tour cinese nel 2006 della mostra "Omar Galliani. Disegno italiano" suggella la sua fama a livello mondiale e termina con l'esposizione "Tra Oriente e Occidente" alla Fondazione Querini Stampalia alla Biennale di Venezia. Ultimo traguardo l'acquisizione del Trittico "Notturno" e di due disegni da parte del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi.
A settembre Omar Galliani sarà allo State Museum di Mosca con una grande affascinante mostra "The Russian Soul" e a Pechino nel nuovo Museo d'Arte Contemporanea CAFA progettato da Araki Isozaki.

Informazioni: www.puccinifestival.it

9^ FESTA DI MEZZA ESTATE a Dogliani (CN) dal 5 al 9 luglio 2012



La Pro loco di Dogliani Borgo dal 5 luglio al 9 luglio 2012 organizza la tradizionale festa di Mezza Estate che prevede serate con musica e cucina tipica aperte a tutti presso il padiglione di P.za Martiri della Libertà.

Il programma delle serate prevede:
Giovedì 5 Luglio
Dalle ore 20.00 per tutta la sera CENA SOTTO L’ALA ALLA CARTA, si può scegliere tra antipasti, primi, grigliate e dolci.
ore 21.00 serata danzante con “I MONELLI”. Ingresso lIbero

Venerdì 6 Luglio
Dalle ore 20.00 per tutta la sera CENA A BASE DI PAELLA
Sarà comunque possibile cenare con il menu alla carta: antipasti, primi, grigliate e dolci.
Ore 21.00 NOCHE LATINA
Le migliori salse,baciate e merengue in collaborazione con lo STAFF DELLA SCUOLA DI DANZA MILORD E DEI MAESTRI SAMPO' www.adsmilord.it

Sabato 7 Luglio
Dalle ore 20.00 per tutta la sera CENA A BASE DI STINCO DI MAIALE ALLA BIRRA
Sarà comunque possibile cenare con il menu alla carta: antipasti, primi, grigliate e dolci
Ore 21.00 IPNOSY presenta: Discoteca Mobile. Festeggiamenti LEVA 1994 e PRE-LEVA 1995

Domenica 8 Luglio
Durante l’intera giornata mercatino dell’antiquariato, dell’artigianato e dei prodotti tipici per le vie del centro storico fino a Piazza Martiri della Libertà – Saranno aperti i negozi.
Dalle ore 11.00 APERICENTRO aperitivi musicali in collaborazione con:
Bar Corte, Bar Il Bicerin, Bar Riviera e Bar Scacciatappo
POMERIGGIO DEDICATO AI BAMBINI Piazza Confraternita
GELATO PARTY: a tutti i bambini verrà offerta un gelato in omaggio
Verrà allestito il PARCO DEI GONFIABILI a disposizione gratuita di tutti i bambini
Dalle ore 20.00 per tutta la sera CENA SOTTO L’ALA ALLA CARTA,
si può scegliere tra: antipasti, primi, grigliate e dolci.
Ore 21.00 LA GRANDE BOXE
Il Caffè Corte e l’Osteria Battaglino presentano la terza edizione de la GRANDE BOXE.
Durante la serata si incontreranno sul ring i migliori pugili dilettanti del
Piemonte nelle diverse categorie. Ingresso gratuito.

Lunedì 9 Luglio
Dalle ore 20.00 per tutta la sera CENA A BASE DI FRITTO MISTO DI PESCE
Sarà comunque possibile cenare con il menu alla carta: antipasti, primi, grigliate e dolci.
Ore 21.00 serata danzante con MASSIMO E MICHAEL
La Manifestazione si svolgerà sotto il padiglione coperto anche in caso di pioggia.
Per l’intera durata dei festeggiamenti sarà attivo servizio ristoro con piatti tipici langaroli dalle ore 20.00


Per informazioni: Sergio Taricco 347.0193483

I Giochi in Contrada il 7 e 8 luglio 2012 a Locorotondo



La seconda gara del Palio 2012 si svolgerà sabato 7 e domenica 8 luglio 2012, a partire dalle ore 15.00, presso l’area dell’Anemone in Contrada Mancini.
Le otto macro aree in cui si dividono le 146 contrade di Locorotondo tornano a sfidarsi con I Giochi in Contrada, una serie di attività ludiche che impegneranno i singoli ed i gruppi, sia in prove d’abilità, sia di collaborazione e divertimento. Alcuni dei giochi proposti per quest’anno sono il tiro alla fune, l’albero della cuccagna, il lancio dei bottoni e dei ferri di cavallo, la piramide di barattoli, le stacce, il cicero, le balle di paglia, la pasciodd, il vortex, la campana con i tappi, forbici carta sasso e la trottola. La coop. sociale e nido d’infanzia “Alice” si occuperà della direzione e supervisione dei giochi dei più piccoli.
L’Associazione culturale Il paese delle contrade, che organizza l’evento, allieterà la serata con piatti della nostra cucina tradizionale e il vino proveniente dai vigneti di Locorotondo, prodotto in occasione della Gara della Pigiatura dell’anno scorso.

Inserisci link
Info Il Paese delle Contrade: www.ilpaesedellecontrade.it

Montemaggiore al Metauro- Tributo a Rino Gaetano il 30 giugno 2012

Montemaggiore al Metauro: una serata nel segno di Rino Gaetano

Rino Gaetano è stato uno dei personaggi più significativi della musica italiana. Un cantautore di grande talento, ironico, non convenzionale, sempre contro il potere. Nonostante la breve carriera, conclusasi a causa di un incidente automobilistico una notte di trentuno anni fa, Rino Gaetano è rimasto nel cuore a tantissimi che ancora oggi apprezzano le sue canzoni.

Sabato 30 giugno 2012, Montemaggiore al Metauro organizza una serata per ricordare Rino Gaetano. Piazza Bramante si animerà a partire dalle ore 19.30 con una cena buffet, curata dalla Pro Loco, a seguire il concerto con la "Rino Gaetano Band" una formazione nata da un'idea di Anna Gaetano, sorella del cantante.

La "Rino Gaetano Band", con i cantanti Marco, Federico e Alessandro, propone una rivisitazione originale, arricchita con nuovi arrangiamenti, di alcune tra le più belle canzoni del musicista, caratterizzate da una grande ironia e con testi ancora oggi attuali e efficaci. Special guest della serata Marco Moranti.

La serata-concerto sotto le stelle è organizzata dalla Pro loco di Montemaggiore al Metauro con il patrocinio e il contributo dell'Amministrazione Comunale.

Informazioni:

Pro Loco Montemaggiore al Metauro

Tel. 0721 895569 – 333 4785340

e mail: info@prolocomontemaggiorepu.it

SIMONE CRISTICCHI & FUNK OFF - Disponibilità a richiesta per estate 2012 per eventi in piazza e teatro




L'eclettico cantautore romano SIMONE CRISTICCHI sale sul palco con la più famosa ed instancabile marching band italiana, i FUNK OFF, per uno straordinario sodalizio che porterà live uno spettacolo scoppiettante.

Dopo le tournée con il Coro dei Minatori di Santa Fiora, con la sua band storica e con gli Gnu Quartet, e dopo lo straordinario percorso come attore nel monologo "Li romani in Russia" con le centinaia di spettacoli in tutta Italia, Cristicchi si è dimostrato un vero istrione del palco, e decide questa volta di unirsi ai FUNK OFF, strepitosa marchin' band che ha fatto vibrare e riempito di energia i più prestigiosi palchi italiani ed esteri, l'unico gruppo italiano che vanta la partecipazione al "BMW Jazz Festival" di San Paolo in Brasile.

Uno scatenatissimo gruppo di 11 fiati e 4 percussioni accompagnerà Cristicchi per un instancabile show sui migliori palchi d'Italia.

Disponibilità estate 2012

Vuoi prenotare una data? Telefona al 334 2098660 oppure scrivi a italia-eventi@libero.it ti metteremo in contatto diretto con il management.



organizzazione concerti cristicchi - organizzazione concerti funk off - cachet simone cristicchi - cachet funk off - ospitate cristicchi - ospitate funk off

Karima Ammar per ospitate, guest star, concerti in piazza e in locali.



Karima Ammar si propone in concerto live con voce e pianista oppure con 4 musicisti

Per informazioni cu come organizzare un concerto o un evento con Karima Ammar:
334 2098660
italia-eventi@libero.it


Karima Ammar
è una cantante italiana. Nel 1997, si avvicina alla musica da adolescente, partecipando a Bravo Bravissimo e Domenica In. Nell'ottobre 2006 viene ammessa alla sesta edizione di Amici di Maria De Filippi. Classificata terza, la cantante vince il premio della critica assegnatole dai giornalisti. Inoltre, Karima ottiene un contratto discografico con la Sony BMG.

Sanremo 2009 e il primo EP

A Febbraio 2009 Karima partecipa al Festival di Sanremo nella categoria Proposte, con il brano Come in ogni ora. Durante la terza serata del festival, Karima è accompagnata sul palco da Burt Bacharach e Mario Biondi. Il 20 febbraio 2009 viene pubblicato l'EP Amare le differenze. Ai Wind Music Awards presenta il secondo singolo tratto dall'EP Come le foglie d'autunno, che poco dopo viene scelto dalla Citroen come sottofondo musicale di uno spot pubblicitario. Il 16 maggio dello stesso anno, a Torino, partecipa ad Amici - La sfida dei talenti, uno spettacolo mandato in onda da Canale 5, condotto da Maria De Filippi, che vede in gara i protagonisti delle prime otto edizioni del talent show, e si classifica seconda dietro ad Anbeta Toromani, ballerina della seconda edizione.
Il 21 giugno è una delle protagoniste di Amiche per l'Abruzzo, concerto evento allo stadio San Siro di Milano. La reinterpetazione di Un'avventura assieme a Nicky Nicolai e Simona Molinari viene inclusa nel relativo Dvd uscito ad un anno esatto di distanza.
Gli ultimi mesi del 2009 vedono la cantante impegnata nel doppiaggio cinematografico, prestando la voce a Naturi Naughton nelle parti recitate nel film Fame - Saranno famosi, uscito nelle sale cinematografiche italiane il 9 ottobre, e interpretando le canzoni della Principessa Tiana nel Classico Disney La principessa e il ranocchio, uscito il 18 dicembre. Tra i brani che compongono la colonna sonora vi è anche Never Knew I Needed, interpretata in duetto assieme a Ne-Yo.

Karima, l'album

Il 19 marzo 2010 è stato messo in commercio il singolo Brividi e guai, che anticipa il primo album della cantante, intitolato Karima, che viene pubblicato il 13 aprile 2010 ed è stato registrato interamente a Los Angeles sotto la direzione del maestro Burt Bacharach. Nello stesso anno Karima ha l'opportunità di aprire un concerto per Whitney Houston. In supporto all'album vengono rilasciati altri due singoli: Uno meno zero e Just Walk Away.
Il 26 ottobre 2010 esce Donne dei Neri per Caso, album di duetti a cappella con importanti artiste donne, tra le quali Karima che reinterpreta Street life.

«PERCORSI» di Carla Rigato - Mostra personale dal 29 giugno al 26 agosto 2012 a Ferrara



La mostra resterà aperta con il seguente orario: tutti i giorni dalle 10 alle 19

Dopo il successo della particolare mostra di Flavia Franceschini, la “Magia dell’Arte” continua la rassegna delle sei esposizioni di arte contemporanea, proponendo la mostra personale di Carla Rigato dal titolo “PERCORSI”, quarto appuntamento del progetto realizzato in collaborazione con Galleria del Carbone (Ferrara). Si tratta di un progetto d’arte grazie al quale, in sinergia con la città di Ferrara, la location medioevale di Alchimia R&B e gli artisti segnalati da Galleria del Carbone, si valorizza il tessuto artistico e culturale del territorio Ferrarese con respiro nazionale ed internazionale.

“PERCORSI” indica un’analisi del lavoro artistico di Carla Rigato che ama affermare: “Quando dipingo, ascolto e medito le sensazioni che provo, e sono un tutt'uno col dipinto perché so che è importante il messaggio che proviene dai colori, che sto scavando dal mio intimo, e che mi propongo di rappresentare”.

L’arte qui diventa portatrice di elementi attivi sull'osservatore, possiede la potenzialità di riuscire ad esprimere quello che riesce difficile dire verbalmente. Le emozioni stimolano immagini nella mente dell’artista che inconsciamente si fondono e vivono nell'immediatezza della sua pittura, non tenendo conto delle dimensioni spazio-temporali, ma esprimendosi in una dimensione circolare di continui riflessi e rimandi.

La pittura di Carla Rigato è quindi vitale, raffinata ed eterogenea. Lascia trasparire una consapevole meditazione sui fervori intramontabili dello Spazialismo Veneto, tra l’astrattismo e una calibrata action-painting. Carla Rigato è una tenace sperimentatrice di tecniche e impasti pittorici con cui esprime esplosioni tonali, lavature, ed un turbinio di tratti in cui la sveltezza delle moltissime singole pennellate, si ricompone in un polo centripeto, mantenendo quello che secondo me è il suo più grande pregio cioè un gusto elegantissimo per la cromia, sia nella conformità di tinte, sia nei contrasti, sempre “giusto”.
(Valentina Barotto)


CARLA RIGATO vive a Montegrotto Terme e svolge la sua attività artistica a Padova. Si è formata con la pittrice Dolores Grigolon e con il professore di estetica Richard Demel. La frequentazione, dal 2004, della Summer Academy of Fine Arts di Salisburgo, fondata da Oscar Kokoschka negli anni Cinquanta, le ha consentito di lavorare con maestri del'arte contemporanea di livello internazionale.

Tra le esposizioni più recenti ricordiamo:
la partecipazione nel 2011 al “Padiglione Italia Regione Veneto, 54° Esposizione d’Arte della Biennale di Venezia per il 150° dall’Unità d’Italia, esposizione mostra personale all’Istituto di Cultura di Brusselles, mostra al Complesso monumentale di S.Silvestro a Vicenza, esposizione alla Fondazione Luciana Matalon a Milano, partecipazione a Kulturshock - Gallery Krueger Dossier - Biennale Austria, nel 2010 mostra al museo Bonzagni di Cento, Artisti italiani - Istituto italiano di cultura – Sydney, Artisti italiani contemporanei a Colonia - Istituto Italiano di Cultura – Colonia.

Per informazioni: www.alchimiaferrara.it

Danilo Montenegro - neocantastorie per eventi, sagre, feste di paese, festival

Danilo Montenegro, un moderno cantastorie nato a Moladi Di Rombiolo (VV), docente di discipline pittoriche è impegnato da molti anni in vari campi artistici: pittura, teatro, poesia e musica che sono poi il nucleo del suo essere uomo di spettacolo. Ha collaborato con la RAI proponendo dai microfoni di Radiodue, sede regionale per la Calabria, ben 57 trasmissioni di "canto-poesia-musica" dal 1987 al 1992, riscuotendo consensi di pubblico e di molti critici. Ha fatto diversi concerti all'estero, Germania, Canada, Stati Uniti, India. Tra i vari premi ricevuti durante la carriera vanno ricordati il premio "Rino Gaetano" (1995) e il premio "La Maschera Greca" (1999). Nel 1998 è stato nominato direttore artistico del festival musicale "U Scordu"

Lo spettacolo di Danilo Montenegro è molto singolare sia dal punto di vista espressivo che comunicativo. Recuperando la tipica figura del cantastorie, egli rinnova e approfondisce i tre linguaggi fondamentali di questa espressione che affonda le sue radici nella tradizione del nostro sud: immagine, parola e suono strumentale. Questi tre aspetti linguistici si fondono tra di loro formando un corpo unico assieme allo stesso "cantastorie" grazie proprio alla coerenza, al talento artistico e alla personalità di Montenegro che risultano espressi nelle diapositive dei suoi quadri proiettate come sfondo e soggetto delle sue "cantate" quanto nel suono tipico della chitarra battente di cui egli è uno dei migliori strumentisti.

Scheda spettacolo
Durata dello spettacolo due ore
Palco 12 x 8 minimo, necessita di corrente elettrica di 380 VOLT - 30 W circa potenza.

Per informazioni o per prenotare uno spettacolo:
334 2098660
italia-eventi@libero.it

Ribalta Marea 2012 con Mario Biondi a Cesenatico (FC) il 28 luglio

A Cesenatico un'estate alla Ribalta

La rassegna teatrale estiva di Cesenatico propone una serie di eventi centrati sul filone musicale, con una variante poetica portata in scena dall'Emilia-Romagna Festival. S'inaugura il 28 luglio con il grande concerto "Jazz Set – The Italian Jazz Players" di Mario Biondi. Gli appuntamenti estivi dedicati alla musica e allo spettacolo della rassegna Ribalta Marea 2012 inaugurano il 28 luglio con l'atteso concerto di Mario Biondi. Accompagnato dalla sua grandissima band, composta da Daniele Scannapieco al sassofono, Giovanni Amato alla tromba, Claudio Filippini al piano, Luca Florian alle percussioni, Tommaso Scannapieco al contrabbasso e Lorenzo Tucci alla batteria, porterà in scena lo spettacolo "Jazz Set – The Italian Jazz Players", nel quale sarà ricreata la magica atmosfera degli storici jazz club e in cui oltre ai brani del suo ultimo album, il crooner proporrà i suoi più grandi successi reinterpretati in chiave jazz, da If a This is what you are, passando per I love you more, ricreando la magica atmosfera dei club più prestigiosi. Prodotto da F&P, il concerti promette di essere un vero e proprio evento unico nel suo genere in cui il pubblico avrà modo di apprezzare tutta la grande versatilità del musicista catanese.Il 23 agosto sarà la volta del "Ju Ju Memorial", immancabile appuntamento della rassegna Ribalta Marea, nella suggestiva Piazza Spose dei Marinai, dove si daranno appuntamento le stelle del jazz e della musica d'autore, assieme a Chicco Capiozzo, per celebrare Giulio Capiozzo, il grande batterista di Cesenatico scomparso nel '99.La rassegna Ribalta Marea si conclude con "Il Piccolo Principe", poema in musica liberamente tratto dal capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry, in scena al Teatro all'Aperto venerdì 24 agosto, portato a Cesenatico dall'Emilia Romagna Festival nella nuova versione in prima nazionale. L'attrice Catherine Spaak, legge il romanzo come una fiaba della sera, seguendo le piccole orme del Principe sui pentagrammi per flauto e pianoforte con le musiche di compositori contemporanei fra i più noti e amati: Luis Bacalov, Philip Glass e Krzysztof Penderecki.È un racconto senza tempo e senza età per tutti coloro che credono nei rapporti semplici e veri, capaci di ingenuità, di lasciarsi sorprendere dalle piccole cose e di abbandonarsi alla fantasia.


Informazioni e biglietteria c/oUfficio Cultura Comune di Cesenatico - Via Armellini 18tel 0547-79274 cultura@cesenatico.it – www.comune.cesenatico.fc.it/cultura

Tende al Mare 2012 - Cesenatico dal 29 giugno

Con l'anima del Clown

L'arte di Fioravanti a Cesenatico Mostra a Casa Moretti: Omaggio a Ilario Fioravanti XV edizione "Tende al Mare": Signori e Signore ecco a voi il circo di Ilario Fioravanti Si inaugura venerdì 29 giugno, dalle ore 17.30, l'omaggio che la città di Cesenatico tributerà questa estate ad uno dei grandi artisti della nostra terra: il maestro ILARIO FIORAVANTI. La città ricorderà infatti lo straordinario lavoro dell'artista cesenate con una iniziativa dal titolo Con l'anima del Clown, che riunisce una mostra a Casa Moretti dedicata al tema del Circo, e l'edizione annuale delle tende al mare realizzate dalla Bottega Pascucci di Gambettola seguendo i bozzetti di Fioravanti. La mostra allestita a Casa Moretti, in collaborazione con la Fondazione "Tito Balestra" di Longiano e la Casa dell'Upupa di Sorrivoli, presenterà alcune grandi opere scultoree, accanto ad una moltitudine di clown e terrecotte più piccole, accompagnate da acquerelli e incisioni di tema circense. Ilario Fioravanti ha lavorato per lungo tempo sul tema del circo, descrivendo quel mondo magico, rutilante e malinconico, gioioso e lirico, da sempre caro all'immaginario degli artisti. Il circo di Fioravanti è fatto della curiosa esplorazione di un mondo fantastico popolato da personaggi alonati di mistero, animali silenziosi e mansueti, donne polpose di felliniana memoria, giocolieri e acrobati di cui si intravede tutta la profonda umanità. E del resto, per Fioravanti: «iI circo è la vita che è gioia e sofferenza. È sofferenza per dare gioia, per andare avanti. Il vivere è questo, ecco il rapporto del circo con Ridi pagliaccio ridie magari dentro la risata c'è un singulto, un pianto e questo sentimento io l'ho provato sempre [...] e ultimamente faccio anche le coppie dei pagliacci poiché la loro tristezza se la risolvono appoggiandosi l'uno all'altro. Il circo ti mette una grande malinconia ». Sulla spiaggia libera antistante a Piazza Andrea Costa di Cesenatico nello stesso giorno si apre la XV edizione delle Tende al mare, che hanno per titolo Con l'anima del Clown e vedono confermata l'opera della Bottega di tele stampate di Riccardo Pascucci, sulla base di un lavoro comune iniziato con Ilario Fioravanti e di suoi bozzetti realizzati per l'occasione. L'originale esposizione di arte all'aperto è realizzata dal Comune di Cesenatico insieme all'Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna e all'Associazione «Casa dell'Upupa» di Sorrivoli, con il prezioso supporto della Cooperativa Esercenti Stabilimenti Balneari di Cesenatico e della Consulta del Volontariato del Comune di Cesenatico.Dopo la felice esperienza delle «tende al mare» 2010 e 2011, realizzate con la collaborazione di Tonino Guerra, si è voluto proseguire sulle orme di un altro grande artista della nostra terra, abituato a mettere in relazione la tradizione con una produzione di indubbio valore.Un filo rosso lega infatti il lavoro di Ilario Fioravanti che ha ispirato le «Tende al mare» di quest'anno con quello di Tonino Guerra che invece le ha suggerite nei due anni precedenti: la loro amicizia fraterna, il legame forte con l'esperienza di artigianato artistico condotta dalla Bottega d'Arte Pascucci di Gambettola e il rapporto solidale e di simpatia con l'istituto di Cesenatico che un tempo fu la casa di Marino Moretti e che oggi il Comune mantiene vivo e aperto perché rappresenti ancora un luogo dove incontrarsi e sperimentare occasioni di poesia, arte, cultura e bellezza.Il fatto che in un breve lasso di tempo entrambi questi artisti ci abbiano lasciati, rende questa edizione delle Tende un tributo: un tributo a due grandi maestri della nostra terra, e un tributo all'arte. Ilario Fioravanti è uno dei grandi artisti della Romagna, sempre pronto a misurarsi con appassionata creatività ed una costante eccellenza di esiti sui vari versanti: dalla progettazione alla scultura, dall'incisione alla pittura, muovendosi nel campo aperto dell'arte tra soggetti sacri e profani. È forse questo che lo rende così vicino e familiare: le sue opere che son sotto gli occhi di tutti (architettoniche e monumentali) lo fanno sentire sempre presente. Anche a Cesenatico dove, come architetto, è stato il progettista del condominio «Torre dell'acquedotto» e della modernissima Chiesa parrocchiale di Boschetto; altri contributi erano stati dati insieme a Saul Bravetti, del quale egli era amico e grande estimatore, come aveva avuto modo di affermare in un convegno alcuni anni fa.Lo animava una tensione e ricerca del vero, e pure una curiosità e una attenzione a quell'umanità fatta di volti incontrati ogni giorno, di personaggi minori e sconosciuti protagonisti di esistenze magari solitarie, ma sempre e in ogni caso universi di emozioni e sentimenti che trasudano l'autenticità della vita col suo bagaglio di allegrie e profonde malinconie.Come è quella del circo: un luogo popolato da persone che hanno il compito di far ridere e divertire, spesso condividendo con i loro spettatori tutti i segni della fatica della vita. Un tema molto amato da Ilario Fioravanti, cui ha dedicato cicli ricorrenti di lavoro in pittura e scultura, e che ha voluto proporre anche per le Tende al Mare insieme a Pascucci, per amore della nostra città, per affezione a Casa Moretti, per la sua meravigliosa instancabilità.Prendendo spunto dai suoi bozzetti, la Stamperia Pascucci di Gambettola ha realizzato le venti tende da spiaggia. Anche l'edizione di quest'anno delle tende al mare recupera dunque una tecnica antica, perché era proprio nelle antiche stamperie di tela che, un secolo e più fa, nascevano le tende da spiaggia. La Bottega Pascucci conserva ancora gli stampi dei disegni più consueti che vi si imprimevano agli inizi del '900. Così come documenta anche il loro ricco archivio fotografico. Tuttavia è la stessa stamperia che da qualche anno sperimenta sulla tela la stampa di soggetti e temi nuovi suggeriti da amici artisti, tra cui anche Fioravanti, raggiungendo esiti di grande originalità e valore artistico.La Cooperativa Esercenti Stabilimenti Balneari, vale a dire i bagnini di Cesenatico, come ogni anno sosterranno il compito determinante di issare le tende ogni mattina e custodirle per tutta l'estate: una collaborazione preziosa che ha avuto inizio sin dalla prima edizione di questa manifestazione artistica.Come da sempre, inoltre, grazie alla collaborazione della Consulta delle Associazioni di volontariato, l'iniziativa persegue una finalità benefica mettendo il ricavato della vendita all'asta dei preziosi manufatti artistici a disposizione delle Associazioni del territorio di Cesenatico che operano nell'ambito del sociale.L'asta sarà bandita nell'occasione dell'inaugurazione, e durante la cena che farà seguito sulla spiaggia antistante l'installazione delle tende.


Si potrà prenotare la cena al numero 0547.79205 oppure tramite mail a infomusei@cesenatico.it.

Questo in sintesi il programma:- 17.30 inaugurazione mostra a Casa Moretti- 19.00 inaugurazione Tende al mare nella spiaggia davanti a Piazza A. Costa - 20.00 cena di beneficenza con asta nella spiaggia davanti a Piazza A. Costa Info: infomusei@cesenatico.it

II EDIZIONE del MUSIC BARGE FESTIVAL 2012 a Barge (CN) il 29 e 30 giugno 2012



Come ormai di tradizione ritorna anche quest’anno il MUSIC BARGE FESTIVAL che proporrà due serate di musica decisamente interessanti.

Si parte venerdì 29 giugno, con quattro situazioni molto differenti tra loro ma con un unico denominatore: tutti i musicisti che si alterneranno sul palco sono tutti artisti Bargesi. Questo è sicuramente un dettaglio non trascurabile: la manifestazione ha lo scopo di valorizzare e far conoscere le realtà artistiche “autoctone”.

La serata sarà aperta da un gruppo di giovanissimi, gli HANGOVER, che ci delizieranno con delle interpretazioni particolari di brani che spaziano dal metal al cantautorato italiano. Seguirà il SILVIA AIMAR DUO, con il quale avremo la possibilità di ascoltare la splendida e calda voce di SILVIA interpretare brani di autori italiani come solo lei sa fare. A salire sul palco dopo Silvia ci sarà il grande CARLO LAMBERTI che farà vibrare il suo pianoforte ed accompagnerà alcune cantanti (Emilia Cristiano e Sara Veneziano) nell’interpretazione di alcuni classici ed indimenticabili motivi. Compositore, insegnante, pianista versatile che spazia dal classico al moderno, Lamberti non farà mancare quel tocco di magia alla serata inaugurale del festival.

A fine serata una piacevole sorpresa, la reunion, dopo quarant’anni, del gruppo FONDERIA ARTISTICA INDUSTRIALE, composto da un trio di ultra cinquantenni che hanno ancora voglia di sognare e di far ascoltare la musica che ha accompagnato la loro adolescenza. Ascolteremo brani del progressive italiano dalle ORME alla P.F.M. e dagli OSANNA ai NEW TROLLS.

La serata di sabato 30 giugno prevede l’esibizione di tre gruppi e anche questa avrà un fil rouge che si chiama BLUES.

In apertura i giovanissimi NotaBlues con un repertorio di cover e brani inediti ispirati al rock blues. Questi ragazzi hanno già avuto l’opportunità di aprire il concerto della TREVES BLUES BAND. Seguirà l’esibizione di DARIO LOMBARDO, uno dei più grandi chitarristi blues italiani che ci proporrà un concerto di chitarra e voce, un percorso attraverso stili e suoni del blues acustico. I brani scelti per lo spettacolo si susseguono in un’alternanza continua tra classici e brani di sua composizione. Da ricordare sicuramente le varie collaborazioni di Dario Lombardo con i grandi bluesmen americani come PHIL GUY, JOHN PRIMER, ZORA YOUNG, EDDIE KIRKLAND e molti altri.

Dario, chitarrista, cantante e autore, è attivo professionalmente dal 1979. Ha fatto parte di gruppi come i Mean Mistreater Chicago Blues Band, i Blues Shakers e i Model T Boogie. Dal 1989 guida la Blues Gang. Insegna al Centro Jazz Torino dal 1987, e fa parte della Blade Brigade, la pattuglia italiana di endorsers del marchio Blade.

Chiusura di serata con la band milanese BLUES CONSPIRACY capitanata da un altro fuoriclasse della chitarra blues: ENRICO POLVERARI. Enrico, con i suoi BLUES CONSPIRACY, sono la band che accompagna nei tour italiani il mitico BOB MARGOLIN: già questo la dice lunga. Attualmente POLVERARI fa parte anche della prestigiosa band CHICKEN MAMBO di FABRIZIO POGGI.

Il 29 e il 30 giugno dalle ore 20:00 ci sarà una piacevole apericena. Tutti i concerti si svolgeranno nella bellissima piazza San Giovanni. Durante la manifestazione sarà allestita la mostra fotografica dedicata alla musica della talentuosa artista e fotografa Patrizia Galliano.

L’ingresso è gratuito. Informazioni sul sito www.aicabargeit e telefonando al numero: 334.60.12.586.

Giacometti. L'Homme qui marche Forte di Bard. Valle d'Aosta. 7 luglio - 18 novembre 2012

Giacometti. L'Homme qui marche
Forte di Bard. Valle d'Aosta. 7 luglio - 18 novembre 2012

"Da sempre la scultura, la pittura e il disegno sono i mezzi per rendermi conto della mia visione sul mondo esteriore"
Alberto Giacometti MoMA, New York, 1959


E' dalla collaborazione tra il Forte di Bard e la Fondazione Aimé et Marguerite Maeght di Saint-Paul de Vence ed in particolare dalla vicinanza a Adrien Maeght e a sua figlia Isabelle Maeght che, dopo il successo della mostra dedicata a Joan Miró, Poème, nasce il prestigioso progetto espositivo dedicato a Alberto Giacometti. L'artista, tra i maggiori del Novecento, ha saputo più di ogni altro interpretare i dubbi, le incertezze, le angosce del secolo appena trascorso. La mostra Giacometti. L'Homme qui marche, dal nome del capolavoro attorno a cui ruota l'intero percorso espositivo, presenta dal 7 luglio al 18 novembre 2012, oltre 120 opere tra sculture, oli, disegni, litografie originali, acqueforti oltre che alcuni delicatissimi modellini in gesso, in un percorso che privilegia la produzione 'matura' dell'artista, totalmente centrata sull'uomo e sulla sua vita interiore.

La mostra, curata da Isabelle Maeght e Gabriele Accornero, ripercorre la ricca produzione dell'artista nelle opere provenienti dalla Fondazione Maeght e dalle collezioni private della famiglia Maeght. Scultore, pittore e disegnatore abilissimo, vicino ai movimenti d'avanguardia artistica - in particolare al Surrealismo - Giacometti matura un percorso del tutto personale di riflessione esistenziale. I soggetti delle sue sculture - ritratti a mezzo busto e a busto intero, figure sole, composizioni con più figure, immobili o in movimento - sono figure immobili, rigidamente frontali, dai contorni continuamente frantumati, che ne suggeriscono ma al tempo stesso vanificano la presenza.

La mostra ripercorre il percorso completo dell'artista: alcune opere realizzate negli anni '20, Diego à l'atlas, Arbres; dei primi anni '30 come Le Cube et L'Objet Invisible per la prima volta presentati in abbinamento ai disegni preparatori; Les pieds dans le plat, disegno realizzato durante il periodo surrealista e il double face L'Objet invisible, opera unica offerta a Adrien Maeght; i busti, tra cui Grande tête de Diego e Buste de Diego; il capolavoro assoluto della Femme Debout II; le nove versioni di Femme de Venise realizzate per la Biennale di Venezia del 1956; i bronzi con personaggi in gruppo come Groupe de trois hommes e La Place trois figures une tête; lo straordinario Le Chien e le serie di Femme debout e Figurine. In mostra le delicate maquettes, Homme qui marche, Femme e Tête, realizzate per la piazza della Chase Manhattan Bank di New York, successivamente fuse per la corte dedicata a Giacometti al centro della Fondazione Marguerite et Aimé Maeght di Saint-Paul-de-Vence. Tra i dipinti citiamo La Maison d'en face; Portrait de Marguerite Maeght (la più importante tela realizzata dall'artista) e Nature morte aux pommes.
Molti i disegni tra cui gli otto Projet pour un livre; Nu debout; Diego, Portrait d'homme, Nu. Mirabili le litografie originali tra cui Homme debout; Atelier I; le due versioni di Objet inquiétant; Chien et Chat e le acqueforti tra cui L'Atelier aux deux seaux, le due versioni di Bouquet e Nu de face.
Straordinariamente raffinati, infine, i modelli in gesso Femme debout avec bouquet de fleurs e Femme debout bras le long du corps.


Il visitatore potrà conoscere Giacometti anche attraverso il film originale di Ernst Scheidegger realizzato su richiesta di Adrien Maeght nel 1961. Saranno inoltre presentati per la prima volta 72 pannelli fotografici di Ernst Scheidegger. Questi pannelli di un metro per un metro, nati dalla complicità del fotografo e dell'artista, propongono una sintesi iconografica della vita e dell'opera di Alberto Giacometti. Uno sguardo sul suo laboratorio, il suo contesto sociale, le sue influenze che approda alla messa in scena fotografica dei suoi capolavori.

Il titolo della mostra trae origine dall'opera Homme qui marche II, scultura bronzea che ha detenuto il record per il prezzo di acquisto (Londra Sotheby's, 3 febbraio 2010) di un'opera d'arte (che non sia un quadro) per più di 104 milioni di dollari. La traduzione formale della condizione dell'uomo in un'esile figura che, sola e incerta, accenna a un passo è un'iconografia universalmente nota ed è la grande eredità estetica che Giacometti, folgorante testimone della sua epoca, ci ha lasciato. Commenta Adrien Maeght: "Considero l'Homme qui marche una delle opere maggiori del XX secolo. Per me, da sola, riassume la storia della scultura, ma annuncia anche il XXI secolo, il secolo in cui l'uomo ritorna al centro della civiltà".

La mostra verrà inaugurata venerdì 6 luglio 2012 alle ore 17.30.


Biografia
Alberto Giacometti nasce il 10 ottobre del 1901 a Borgonovo nella Svizzera italiana da Giovanni, pittore neoimpressionista, e Annetta Stampa. Il padre gli facilita le prime esperienze di atelier, il padrino (il pittore Cuno Amiet) lo aggiorna su stili e tecniche. Abbandona il liceo e si trasferisce a Ginevra per frequentare la Scuola di Belle Arti. A seguito di un viaggio a Venezia e a Roma nel 1920, durante il quale si appassiona all'opera del Tintoretto e di Giotto, decide di recuperare lo sguardo ingenuo delle origini delle cose attraverso l'arte primitiva e l'antropologia. Nel 1922 si stabilisce a Parigi per seguire i corsi dello scultore Antoine Bourdelle, sperimentando in parte il metodo cubista. Nel 1925 il fratello Diego lo raggiunge a Parigi e diviene il suo assistente. Alberto condivide con gli artisti svizzeri che incontra a Parigi le simpatie per il movimento surrealista e dal 1927 comincia ad esporre al Salon des Tuileries le sue prime sculture surrealiste. Il successo non tarda ad arrivare e Alberto comincia a frequentare artisti come Arp, Mirò, Ernst e Picasso e scrittori come Prévert, Aragon, Eluard, Bataille e Queneau. Nasce un forte sodalizio con Breton, per il quale scrive e disegna sulla rivista "Le surréalisme au Service de la Révolution". Ma Giacometti avverte l'esigenza di tornare sul tema della "rassomiglianza assoluta" e, dopo la morte del padre nel '33, si chiude in periodo di nuovo apprendistato. Dal 1935 al '40 si concentra sullo studio della testa, partendo dallo sguardo. Cerca anche di disegnare figure intere, nel tentativo di cogliere l'identità dei singoli esseri umani con un solo colpo d'occhio. In questo periodo si avvicina a Picasso e Beckett, e instaura con Sartre un dialogo che influenzerà il suo lavoro. Passa gli anni della seconda guerra mondiale a Ginevra. Nel 1946 ritorna a Parigi e ritrova suo fratello Diego, intraprendendo una nuova fase artistica durante la quale le statue si allungano e le loro membra si stendono in uno spazio che le contiene e le completa. Nel 1962 riceve il Gran Premio della scultura alla Biennale di Venezia. Gli ultimi anni sono all'insegna di un'attività frenetica e di un susseguirsi di grandi mostre in tutta Europa. Pur gravemente malato si reca a New York nel '65 per la sua mostra al Museum of Modern Art. In quell'anno prepara il testo per il libro "Paris sans fin", una sequenza di 150 litografie in cui scorrono le memorie di tutti i luoghi vissuti. Muore l'11 gennaio 1966 ed è sepolto a Borgonovo.


Info
Associazione Forte di Bard
Bard. Valle d'Aosta
T. + 39 0125 833811 - F. + 39 0125 833830
info@fortedibard.it
fortedibard.it
facebook.com/fortedibard


Orari: martedì/venerdì dalle ore 11.00 alle 18.00
sabato/domenica e festivi dalle ore 10.00 alle 19.00 - chiuso il lunedì.
Tariffe: intero 9 euro – ridotto 6 euro - gruppi/scuole: 6 euro
Cumulativo con mostra "Marilyn, the last sitting. Bert Stern": intero 12 euro, ridotto 9 euro
Chi acquista uno dei biglietti della rassegna Musicastelle in Blue ha diritto alla riduzione.
Audioguide: 3 euro, coppie 5 euro

Catalogo: Edizioni Forte di Bard, collana "Grandi Mostre"

Ville e Castella, meditazione e musica popolare brasiliana alla Pieve di S. Marino di Urbino il 26 giugno 2012



Si sale sui monti delle Cesane, a Pieve di San Marino di Urbino, per il Festival “Ville e Castella – Spiritualia”. L'appuntamento è per martedì 26 giugno.

Alle 19 è in programma la conferenza di Luca Chiocci, psicosociologo, dal titolo “Ecologia della mente tra meditazione e silenzio”.
Come già pionieristicamente fece nel 1993, il festival riprende la collaborazione con Chiocci, che prenderà parte alle conversazioni, cucendo tra loro gli interventi dei vari relatori, per esaltare la complessità dei saperi e individuare dei punti di interconnessione in ciò che è stato detto e fatto, stimolare la riflessione e dare avvio ad un costituente progetto di scuola di pace da sviluppare poi nei prossimi mesi invernali. Ville e Castella cerca di essere non solo uno spazio di intrattenimento colto e piacevole, per carità, sarebbe già molto così, ma un laboratorio di crescita collettiva. “Non abbiamo grandi obiettivi, vogliamo solo salvare il mondo”.

A seguire la passeggiata dei 5 sensi. Meditazione attiva nel bosco, condotta da Rosangela Pozzi, medico olistico, esperta in percorsi evolutivi.
Iscrizione 5 euro, posti limitati.
La cena sarà servita dall'Azienda Agricola Richard Menghin. Solo su prenotazione, 20 euro, posti limitati: tel. 339.2556065.
L'aia della Pieve poi si trasformerà in una fazenda, con il concerto tra i tavoli dei Roda de Choro de Bologna: Marco Ruviaro (mandolino), Barbara Piperno (flauto traverso), Tim Trevor-Briscoe (clarinetto), Rocco Casino Papia (chitarra 7 corde), Marco Zanotti (pandeiro).
Una ruota di lamento, un giro di pianto. Ma a dispetto del nome si tratta della forma di musica popolare più antica del Brasile, ritmata, festosa, sincretica, (certo, venata di tipiche malinconie carioca) da eseguirsi in gruppi improvvisati, aperti alla partecipazione di chiunque, a cena, in mezzo alle tavolate. Nell’aia della Pieve, come in una fazenda, una cena da fine raccolto, una festa tra parenti, amici e vicini di podere.

In caso di maltempo si utilizzano gli spazi interni della Pieve.

Il Festival è promosso dalla Provincia di Pesaro e Urbino (assessorato Politiche culturali) e realizzato dall’associazione culturale “Villa e Castella” in collaborazione con i Comuni di Acqualagna, Barchi, Fermignano, Frontone, Isola del Piano, Mondavio, Saltara, San Giorgio di Pesaro, San Lorenzo in Campo e vari sponsor. Il video di presentazione del Festival: www.youtube.com/watch?v=XSCHKhwAvwc&list=UUmRcVMxsqPyXPMEK3QC34_w&index=5&feature=plcp

Info e prenotazioni: 339.2556065

Torna a Cervia il Festival delle arti dal 29 giugno al 1° luglio 2012, la kermesse popolare più attesa che inaugura l'estate

Gli artisti del "Festival delle arti" tornano a Cervia
Piazza dei Salinari – Cervia,
29, 30 giugno e 1 luglio 2012


Giunge all'undicesima edizione il Festival delle arti di Cervia che presenta un weekend dedicato al Postmodernismo. Diventato negli anni un appuntamento irrinunciabile quest'anno la manifestazione ospita più di 70 artisti da tutta Italia che lavoreranno in diretta. Inoltre i laboratori artistici per bambini, i concerti e un momento di solidarietà con la presentazione del libro del giornalista Alessandro Mischi, il cui incasso sarà devoluto ai terremotati dell'Emilia.

L'appuntamento estivo dedicato all'arte contemporanea, ai laboratori per bambini, alle arti visive torna nella suggestiva cornice del Porto Canale di Cervia.

Organizzato dall'Associazione Culturale "Il Cerbero", in collaborazione con il Comune di Cervia, con il patrocinio della Provincia di Ravenna e della Regione Emilia Romagna, il festival quest'anno ha scelto come titolo dell'XI edizione: "La fine di un'era, il Postmodernismo".
Grazie anche al grande successo di pubblico, conquistato anno dopo anno dalla semplice formula serale della kermesse con la complicità dei primi caldi estivi, la "tre giorni" dedicata alle arti visive in strada è diventata, per turisti e residenti, una delle feste popolari più attese dalla cittadina balneare. Centinaia di persone si radunano per assistere alle esibizioni di oltre 70 artisti che creano in diretta, a terra o su cavalletto come in un grande atelier a cielo aperto, mentre i bambini sperimentano diverse espressioni artistiche, da costruire con il legno al mosaico, nei laboratori a loro dedicati, tra colori, pennelli e matite sognando di diventare gli artisti del futuro.
Il Festival delle arti si articola nel weekend dal 29 giugno al 1° luglio 2012 e a partire dalle ore 21 di venerdì trasforma il piazzale dei Salinari in uno spazio denso di atmosfere, dividendo in punti ideali la piazza tra pittori, scultori, mosaicisti.

Le tre serate affronteranno, attraverso le opere e gli interventi di diversi personaggi e artisti, il Postmodernismo, termine con il quale fin dagli inizi degli anni 70 si è iniziato a identificare l'epoca successiva alla modernità. In diversi periodi storici fin dall'inizio del Novecento, lo stile di pittura Postmoderno veniva usato per identificare: un'arte che andava oltre l'impressionismo francese; il cambio di atteggiamento e credenze nella religione, un certo orientamento del pensiero filosofico. Il termine acquista, invece, il suo attuale significato dopo che alcuni studiosi di letteratura americana cominciano ad applicare alla critica letteraria i metodi ed i linguaggi tipici del cosiddetto "post-strutturalismo" francese. Le prime definizioni del postmoderno risalgono a questo periodo, in esso il senso della posteriorità nei confronti del moderno, ma non tanto in senso cronologico, piuttosto un diverso modo di rapportarsi al moderno, che non è né di opposizione (antimoderno) né di superamento (ultramoderno).


Un occhio di riguardo è dedicato, come sempre, ai bambini. I laboratori per i più piccoli, molto richiesti, vantano la bravura degli addetti alla didattica. All'interno del festival tutte le sere: le costruzioni con il legno con l'insegnante Alice Iaquinta, i Cartonages di Michela Del Bene, la manipolazione della creta insieme a Nives Guazzarini, i laboratori di mosaico con l'insegnante Paola Maltoni e la pittura insieme agli artisti Gianpiero Maldini, Claudio Irmi, Luciano Medri.

Al Festival delle arti non poteva mancare la solidarietà verso la tragedia che ha colpito l'Emilia.
Il programma delle tre serate, infatti, vede venerdì 29 giugno ore 21 un ospite d'eccezione, il giornalista Alessandro Mischi a Cervia per presentare il suo libro dal titolo "Il battito delle corde".
Parte del ricavato dalle vendite del libro sarà infatti devoluta alla signora Cinzia Lauriola di Cavezzo, rimasta soltanto con una tuta e un paio di scarpe a causa del terremoto.
Oltre all'autore, interverranno l'attore Giorgio Borghetti e l'assessore alla cultura del Comune di Cervia Alberto Donati. L'accompagnamento musicale è stato affidato al violinista Anton Berovski.

Nel weekend due gruppi musicali per un tappeto sonoro che stringe l'occhio al dialetto romagnolo.
Sabato 30 giugno ore 21 sale sul palcoscenico del Festival delle arti il gruppo Jean Fabry, collettivo formato da Antonio Baruzzi (voce, chitarra) Davide Bassi (voce e strumenti di recupero) e Paolo Pappi (tastiere). Il gruppo Jean Fabry si colloca a metà strada fra il situazionismo e la piadina romagnola. Attivo dagli anni '90, ha al proprio attivo svariati album, tra i quali il recente "Bisesto". Con lo pseudonimo di Capra & Cavoli ha realizzato la parte musicale del libro-cd AmbarabàCDcocò, vincitore del Premio Soligatto 2011 per la letteratura per l'infanzia. Il trio è composto rigorosamente da non-musicisti ed esegue pezzi propri in italiano e dialetto innestati su un miscuglio di rock, folk ed elettronica chiamato "punk mentale".
Domenica 1 luglio il momento musicale è affidato al gruppo Claudio Molinari e affini + Angie con Molinari alla chitarra e voce, Sauro Musiani (basso e voce) Fabio Beat (batteria) e Angie alla voce per un concerto un pop-rock-, blues, con pezzi propri e riletture di pezzi altrui. Presentano anche alcune composizioni in dialetto romagnolo.

Accanto gli artisti che si esibiscono in diretta:
Aureli Giovanni, Baccarini Cinzia, Baglio Alexandra Denise, Balducci Irene, Baroncioni Serena, Belletti Marcella, Bonini Luciano, Brighi Laura, Caranti Antonio, Cardinale Silvana, Casabianca Barbara, Casto Paola, Ceredi Luisella, Chiadini Vanni, Contarini Samuele, Correnti Enzo, Cortesi Gaia, Dallara Roberta, Dall'Olio Leda, Di Bartolomeo Massimo, Di Pasquantonio Emilio, Eddone Gianfranco, Fabbri Federica, Feletti Maria, Germinario Isabellangela, Giaroni Cesare, Giordani Jonathan, Giovannini Agostino, Gorlova Giulia, Guazzarini Nives, Guidi Giancarlo, Iaquinta Alice, Irmi Claudio, Lombardi Gabriele, Lontani Ivonne, Magarò Luisa, Magri Mauro, Maldini Giampiero, Marchese Laura, Marchetti Massimo, Maresi Altea, Margotti Mascia, Medri Luciano, Migani Vilma, Montanari Cinzia, Montevecchi Giorgia, Morsiani Lietta, Mucchi Secondo. Amedeo, Mussoni Luciana, Mussoni Morena, Negosanti Sabina, Nasolini Elisa, Olivieri Erica, Nardi Lorenzo, Paganelli Fiorenza, Paolini Emiliano-Yuri, Pavolucci Fabrizio, Placci Paolo, Polidori Dina, Ressia Sabina, Ripari Ina, Rizzi Stefania, Rondinini Laura, Samorì Loretta, Sanftl Ilse, Savoldi Maria, Scaramuzzo Francesco, Scaranaro Andrea, Silvestroni Vincenzo, Steri Gianpiero, Strobino Oria, Tassinari Wilma, Tedaldi Margherita, Tribuiani Simone, Troll Teresio, Vaccari Raffaella, Valdinocci Dea, Zaffi Andrea, Zuddas Maddalena.

Con il contributo di: COMUNE DI CERVIA, AUTORITÀ PORTUALE, BALESTRI E BALESTRI, CONSORZIO COOPERATIVE COSTRUTTORI, FOUR SERVICE SRL, MOVITER STRADE CERVIA, INGEGNERIA SPM, PREMIER HOTEL.

Con il patrocinio di Regione Emilia Romagna, Provincia di Ravenna.

FESTIVAL DELLE ARTI 2012

29, 30 giugno, 1 luglio
Dalle 21.00 alle 23.30
Informazioni: Associazione culturale Il Cerbero.
Cell: 335 8151821, 3334317970.
info@ilcerbero.it
Turismo Comune di Cervia: tel. 0544 993435

Ingresso gratuito
In caso di maltempo lo spettacolo verrà sospeso.

Salinaro per un Giorno tutti i martedì di giugno, luglio, agosto e settembre a Cervia (RA)


Ritorna Salinaro per un Giorno
Una opportunità per il turista di provare emozioni uniche a Cervia

Ritorna da giugno la emozionante iniziativa che vede la figura del salinaro quale maestro e compagno di avventura
Ecco infatti la opportunità di trascorrere alcune ore in compagnia delle persone che custodiscono i segreti della produzione dell’”oro bianco” cervese.
Cervia vanta una tradizione millenaria sulla produzione del sale e continua a mantenere viva la produzione artigianale nella salina Camillone con il lavoro dei salinari del gruppo culturale Civiltà Salinara producendo il sale ancora alla maniera artigianale, con gli antichi attrezzi in legno. Con questa iniziativa MUSA, il museo del sale di Cervia offre l’opportunità al turista non solo di vedere e di osservare i salinari al lavoro, come già accade nelle visite guidate sempre affollatissime, ma di lavorare con loro. Si tratta quindi di una occasione assolutamente unica per provare l’emozione di vestire i panni del salinaro e sperimentare a Cervia, nella atmosfera suggestiva di quell’ambiente assolutamente straordinario che è la salina cervese, la magia della raccolta del sale dolce nonché la vita dei salinari.
E’ inoltre occasione sempre unica per poter conoscere esperienze di vita, storie ed aneddoti direttamente da chi li ha vissuti. Si tratta quindi di un momento di crescita culturale davvero unico.

La iniziativa si svolge tutti i martedì, a partire da giugno , per continuare fino a metà settembre. Dal pomeriggio, chi vorrà condividere per un giorno la vita della salina, trascorrerà fianco a fianco dei salinari la sua giornata, lavorando con loro e imparando un po’ di quell’arte antica che ha permesso la produzione del sale per secoli. Oltre alla conversazione con gli esperti, poi si potrà fare uno spuntino, per ristorarsi dopo la esperienza lavorativa. Sarà quindi il momento dell’assaggio delle tipicità locali ( piadina, salumi e formaggi e vino locale) e della consegna del diploma di partecipazione che resterà a ricordo e testimonianza di questa esperienza unica.
Questa iniziativa offre inoltre la possibilità di fruire dell’ambiente particolare della salina, con le sue peculiarità e permette al turista, di conoscere più a fondo la tecnica antica di produzione, ma anche di conoscere meglio la civiltà del sale, facendo domande direttamente a chi è vissuto in questo ambiente, ha lavorato e continua a lavorare qui.
La iniziativa è adatta a persone dai 15 ai 90 anni e in gruppi di non più di 5 persone alla volta. Questo per dare la possibilità ai salinari insegnanti di seguire costantemente e da vicino i loro allievi. Si richiede quindi la prenotazione. Si consiglia inoltre un abbigliamento molto comodo e tanta curiosità.

Per prenotare contattare il 338 9507741. L’iniziativa è a offerta libera.

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More