Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

Festa della Befana a Tramuschio (Mirandola - MO) domenica 3 gennaio 2016




Anche quest'anno vi aspettiamo alla tradizionale festa della Befana presso il teatrino di Tramuschio con tante calze per tutti i bambini e il gran Falò della Vecia. NON MANCATE!!!!

FACEBOOK

27° Sagra dei Biligocc a Casale di Albino (BG) 31 gennaio 2016

"Jesus Christ Superstar" - dal 31 dicembre 2015 al 2 gennaio 2016 - Teatro EuropAuditorium, Bologna


DA GIOVEDÌ 31 DICEMBRE A SABATO 2 GENNAIO

giovedì ore 21.15, venerdì e sabato ore 21.00

Peep Arrow Entertainment presenta

TED NEELEY

in

JESUS CHRIST SUPERSTAR

con Ted Neeley (Gesù)

e con Feysal Bonciani (Giuda), Paride Acacia (Hannas), Simona Distefano (Maddalena), Emiliano Geppetti (Pilato), Claudio Compagno (Simone), Francesco Mastroianni (Caifa), Mattia Braghero (Pietro),

Salvador Axel Torrisi (Erode)

Scene Giancarlo Muselli elaborate da Teresa Caruso
costumi Cecilia Betona
luci Umile Vainieri
suono Alfonso Barbiero
coreografie Roberto Croce
direzione musicale Emanuele Friello
adattamento e regia Massimo Romeo Piparo

Dopo aver ottenuto un grande successo e uno straordinario riscontro da pubblico e critica, anche in Olanda dove ha partecipato come unica Produzione italiana ospite al celebre Uitmarkt di Amsterdam, Jesus Christ Superstar, la più grande opera rock di tutti i tempi, arriva al Teatro EuropAuditorium da giovedì 31 dicembre a sabato 2 gennaio.

Con l’imponente allestimento prodotto dalla Peep Arrow Entertainment nella versione originale di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, lo spettacolo firmato Massimo Romeo Piparo è in scena con un interprete d'eccezione Ted Neeley, il Gesù "originale" del celebre film di Norman Jewison, lo storico successo cinematografico del 1973. “Recitare in Italia «Jesus Christ Superstar», è la realizzazione del sogno di una vita. Sono onorato dall'opportunità di collaborare in questa grande esperienza teatrale italiana, prodotta e diretta dal regista visionario Massimo Romeo Piparo, che ringrazio insieme a tutto lo staff, la crew, a ogni membro del cast e ai musicisti, per questa avventura straordinaria” dichiara il celebre attore americano.

In scena un talentuoso cast di attori, l’orchestra diretta dal Maestro Emanuele Friello, l’ensemble di 24 tra acrobati, trampolieri, mangiafuoco e ballerini coreografati da Roberto Croce, le scenografie di Giancarlo Muselli elaborate da Teresa Caruso e i costumi di Cecilia Betona.

Jesus Christ Superstar è ormai passato alla storia come uno dei musical più famosi e amati di tutti i tempi. La versione italiana in lingua originale firmata da Massimo Romeo Piparo, autore e regista celebrato all’estero per il suo straordinario stile innovativo, ha compiuto 20 anni e vanta ormai numerosi record e grandi numeri: 3 diverse edizioni prima di questa, 11 anni consecutivi in cartellone nei Teatri italiani dal 1995 al 2006, oltre 1.000.000 spettatori, più di 100 artisti che si sono alternati nel cast, 19 regioni e più di 1.000 rappresentazioni in 84 città italiane. Nell’anno della beatificazione di Giovanni Paolo II, con questa nuova versione del musical e con la presenza di Ted Neeley, Massimo Romeo Piparo riesce a consegnare definitivamente alla storia del teatro italiano la propria edizione dell'opera, avendo avuto il privilegio di dirigere sui palcoscenici italiani entrambe le star del film (in occasione del Santo Giubileo dell'Anno 2000, infatti, fu il compianto Carl Anderson- il Giuda nero del film scomparso prematuramente nel 2004- a interpretare il ruolo per due anni di trionfali successi).

Dalle note di Regia di Massimo Romeo Piparo:
"Leggendo i Vangeli sembra quasi scontato che il sottofondo musicale debba essere Rock. Che l'ambientazione più adatta sia un deserto con alcuni elementi architettonici statici e animati dalla sola potenza della musica. Che l'epoca più giusta per la loro rappresentazione siano gli anni '70. Eppure prima di Jesus Christ Superstar non era così. Ecco perché l'Opera di Webber e Rice è entrata nel Mito. E quel Mito non va assolutamente dissacrato, re-interpretato, elaborato: va rispettato, omaggiato, celebrato. Quel Mito oggi si fa realtà attraverso Ted Neeley: una lezione di vita e di professionalità per tutti noi artisti italiani. Dopo 40 anni la sua umiltà, la sua semplicità e al contempo la sua forza smisurata, la sua contagiosa passione sono esempio vivido della statura che un Artista deve avere per diventare Mito. Grazie a lui ripercorro 20 anni di studio dedicato a questa Opera e metto a segno la mia versione più matura e compiuta di questo capolavoro del Teatro musicale. E così, con la stessa emozione del primo giorno di repliche in quel lontano 1994, ogni sera si rinnova il magico rito che ci restituisce l'idea di un mito eterno. Il suo confronto con la stessa ragione di essere: da un lato il popolo, dall'altro chi lo governa. Tutti al contempo artefici e vittime di un tradimento commesso per amore da chi "vive per la morte" e il cui ruolo si compirà solo quando, abbandonata la veste istituzionale di custode di un sodalizio di vita, offrirà e procurerà per sé la morte. Un mito eterno per un popolo che ancora oggi non ha smesso di subire il proprio martirio ma ha visto moltiplicarsi la serie di martiri diretti o indiretti: si continua a morire perché altrove, in questa terra, è deciso così. Non cercate di trovare segni in questa messinscena, né confronti con epoche, fasi storiche: c'è l'eterno, intramontabile senso di angoscia per un’umanità che da sempre elegge i propri messia per poi mandarli al martirio, crea i propri miti per poi distruggerli, professa la propria ideologia per prontamente rinnegarla.“

Prezzi (comprensivi di prevendita): 
Platea
intero € 48,00
ridotto € 36,00
bambino € 28,00

Balconata
intero € 39,00
ridotto € 30,00
bambino € 20,00

Prezzi 31 dicembre (comprensivi di prevendita): Platea
intero € 72,00
bambino € 47,00

Balconata
intero € 51,50
bambino € 34,00

Prevendite biglietti presso la biglietteria del Teatro EuropAuditorium in Piazza Costituzione 4 a Bologna (dal lunedì al sabato, dalle ore 15.00 alle ore 19.00), presso il Circuito VIVATICKET-CHARTA, i punti d'ascolto delle IperCoop e il Circuito TICKETONE, oltre alle prevendite abituali di Bologna e con carta di credito su www.teatroeuropa.it
Per informazioni: 051 37.25.40 – 051 63.75.199 info@teatroeuropa.it

Apertura NUOVA DATA "Evolushow 2.0" con Enrico Brignano - Teatro EuropAuditorium, Bologna lunedì 18 gennaio 2016



Aperta la nuova data del 18 gennaio
Prevendite aperte dalle ore 15.00 del 29 dicembre


Enrico Brignano raddoppia al Teatro EuropAuditorium il 18 gennaio, dopo il sold out del 19 gennaio, con il secondo capitolo del suo Evolushow che per l’occasione diventa 2.0.
Il genere umano cambia e si evolve nel tempo proprio come lo spettacolo di Enrico Brignano che ha pensato di proseguire il discorso iniziato la scorsa Stagione con Evolushow. In informatica infatti quando un programma viene aggiornato diventa 2.0. La perfezione, l’efficienza e l’essere multitasking sono i valori di oggi: cullare il proprio bebè mentre si è in conference call per lavoro e intanto lavare il pavimento è il minimo, almeno per una donna; per un uomo invece scrivere un sms masticando un chewing gum sarebbe già una conquista. Ma in una società che va a duemila, anzi a 2015, c’è ancora spazio per la coscienza, per le emozioni, per i valori che ci hanno reso quelli che siamo oggi? Siamo sicuri poi che lo sviluppo che abbiamo messo in atto ci abbia poi fatto progredire come esseri umani? Questi e tanti altri saranno gli interrogativi che coloreranno uno spettacolo fatto di
comicità, immagini suggestive e futuristiche, musica emozionante e presenze magiche che regaleranno al pubblico due ore di sano divertimento.

Prezzi (comprensivi di prevendita): 
I platea 
intero € 57 
bambino € 25,00 

II platea 
intero € 51,50 
bambino € 25,00 

balconata 
intero € 40,50 
bambino € 15,00

Prevendite biglietti presso la biglietteria del Teatro EuropAuditorium in Piazza Costituzione 4 a Bologna (apertura dal lunedì al sabato, dalle ore 15.00 alle ore 19.00), presso il Circuito VIVATICKET-CHARTA, i punti d'ascolto delle IperCoop e il Circuito TICKETONE, oltre alle prevendite abituali di Bologna e con carta di credito su www.teatroeuropa.it.
Per informazioni: 051 37.25.40 – 051 63.75.199 info@teatroeuropa.it




Presepe Vivente a Sutri (VT) 1 - 2 - 3 - 6 gennaio 2016



Info
http://www.prolocosutri.it
prolocosutri@libero.it

La Settimana Bianca di Riccione (RN). 7 giorni di festa non-stop e vacanza in riva al mare con musica, balli, show e negozi aperti tutte le sere. Dal 30 dicembre 2015 al 5 gennaio 2016


Da Paolo Belli ai Tiromancino, da Cristina D’Avena ai comici di Colorado e Zelig
e all’anteprima nazionale del film di Checco Zalone


Riccione è l’unico luogo dove si può fare la Settimana Bianca in riva al mare. Proprio come le mete montane più richieste e desiderate, anche la Perla Verde ha in programma per le Festività 7 giorni “tutti accesi” con musica, balli, show, shopping night e notti bianche di festa non-stop e il primo stabilimento balneare, il Lido San Silvestro, aperto anche in inverno.
Si parte il 30 dicembre con le Prove tecniche di Capodanno, una preview della notte di fine anno, con tanto di brindisi e fuochi artificiali. La serata prevede ovviamente anche musica e dj set – con Mauro Gagliardini e Laura Padovani - e un’incursione della band di Paolo Belli che sarà poi la protagonista della serata del 31 dicembre. Sul palco anche il comico Antonio Mezzancella.
Il giorno dopo si entra nel vivo dei festeggiamenti: in Piazzale Ceccarini si aspetterà il 2016 in compagnia di Paolo Belli & Big Band, una delle formazioni più affiatate e travolgenti della musica italiana, con un sound inconfondibile e un’energia contagiosa per un live tutto da ballare che spazia fra le sue hit più celebri e i grandi classici della musica italiana.
Per iniziare il nuovo anno in allegria, dopo il brindisi di mezzanotte, al Cinepalace sarà proiettato in anteprima nazionale, il nuovo film di Checco Zalone “Quo Vado?” in uscita in tutta Italia il 1 gennaio (prima proiezione a mezzanotte e mezza).
Il 1 gennaio l’appuntamento per salutare l’arrivo del nuovo anno è alle 9.00 sulla spiaggia di Piazzale Roma, al Lido San Silvestro, l’unico stabilimento balneare invernale, dove i bagnini di Riccione fino al 6 gennaio hanno allestito un villaggio in cui proporranno i sapori della cucina marinara, un’area lounge, spazio giochi e mostre dedicate alla storia di Riccione.
Al Lido San Silvestro si potrà celebrare l’inizio del 2016 facendo colazione sulle note della Dino Gnassi Corporation, direttamente dal Maurizio Costanzo Show una live-band di 8 musicisti e 2 cantanti per una performance che ha in repertorio i brani dei più famosi artisti italiani ma anche funky, soul, rhythm & blues.
Alle 11,30, come da tradizione, va in scena il bagno di capodanno che ad ogni edizione vede sfidare il freddo sempre più intrepidi di ogni età: novità 2016 un gruppo di harleysti in arrivo da tutta Italia con un look a tema pensato per l’occasione.
Il pomeriggio del 1 gennaio è invece dedicato ai più piccoli (e ai nostalgici!) e vedrà esibirsi in Piazzale Ceccarini (ore 17.00) Cristina D’Avena & Gem Boy, la regina delle sigle TV, insieme agli incorreggibili Gem Boy, che porteranno sul palco di Riccione divertimento, musica e ironia, con un tocco di vintage dopo una lunga stagione di sold out e tantissime date in tutta Italia, dove migliaia di ragazzi e adulti si sono scatenati intonando le sigle originali dei cartoni animati più famose di ieri e di oggi.
Il divertente show ci accompagna a sera, quando, a partire dalla mezzanotte e un minuto prenderà il via La Notte Bianca dello Shopping, l’anteprima dei saldi invernali con negozi aperti, vendite promozionali, animazione e musica per le vie del centro città.
Sabato 2 gennaio è la giornata dedicata al ballo con Ballo non sballo – Back to 60’s, una lunga serata in cui gruppi di ballo di ogni genere animeranno il cuore della Perla Verde e i Rangzen, la
più famosa ed apprezzata tribute-band dei Beatles, si esibirà in un omaggio spettacolare ai Fab Four, per celebrare i 50 anni del loro tour in Italia (estate 1965).
La sera del 3 gennaio ha invece per protagonisti i Tiromancino, la band guidata da Federico Zampaglione che, nel corso di una carriera ventennale, ha collezionato decine di dischi di platino e composto brani che sono ormai diventati grandi classici della musica pop d’autore. Dopo un 2015 ricco di successi i Tiromancino festeggiano il nuovo anno con un concerto speciale in attesa dell’uscita del nuovo disco previsto per l’inizio del 2016. “Vogliamo portare gioia e divertimento per tutte le età - ha dichiarato Federico Zampaglione - per questa ragione stiamo preparando uno spettacolo nuovo. Siamo al lavoro per ideare e mettere a punto uno show coinvolgente e spettacolare."
Quella del 4 gennaio è la serata dedicata al sorriso con Ridere per la strada, una serie di performance che animeranno il Christmas Village e che avranno come interpreti Scintilla (Romolo Prinz) e Impastato (Chicco D’Oliva) da Colorado, Andrea Vasumi e Marco Dondarini da Zelig Off, Enrico Zambianchi, Amedeo Visconti, Andrea Poltronieri, Gianni Bardi, Lorenzo Lanzoni, anche loro direttamente da Colorado. Conduce Andrea Catavolo di Radio Studio+.
Il 5 gennaio ci si trasferisce a Riccione Paese: negozi aperti, mercatino e spettacoli musicali con band e performance fino a tarda sera. Tra gli ospiti i Gattamolesta, Riciclato Circo Musicale, Jarred The Caveman, Filippo Graziani e Federico Mecozzi.
La sera del 5 gennaio al Palacongressi si balla invece al ritmo di hip hop con l’evento conclusivo di Mc Hip Hop Contest, il grande show dell’urban dance con i coreografi più importanti del mondo.
La festa a Riccione Paese avrà il suo clou nel pomeriggio del 6 gennaio con la consegna dei doni ai bambini da parte della befana e con lo spettacolare show, alle 16.oo, del Teatro dei Venti, “Draaago”, la più classica sfida tra Cavaliere e Drago con atmosfere fiabesche ed infernali allo
stesso tempo, trampoli, bastoni infuocati, 7 maschere giganti, sputafuoco, macchine teatrali, un
drago alto 5 metri, cavalli e altre scenografie mobili.
Dal 1 al 4 gennaio i negozi del centro saranno straordinariamente aperti fino a mezzanotte (il 1 gennaio fino alle due con l’anteprima dei saldi). Il 5 gennaio saranno invece aperti in serata quelli di Riccione Paese.
Per tutta la Settimana Bianca, dal 30 dicembre al 5 gennaio, al Giometti Cinepalace ci sarà una proiezione straordinaria a mezzanotte con un biglietto speciale 2x1, ad esclusione dell'anteprima nazionale “Quo Vado” che avrà la stessa opportunità del biglietto 2x1 dal primo gennaio. 


Riccione Christmas Village
21 novembre -24 gennaio

Capodanno a Riccione (RN). Eventi, concerti ed iniziative per festeggiare insieme il Nuovo Anno dal 30 dicembre 2015 al 1 gennaio 2016



30 dicembre piazzale Ceccarini dalle ore 22
Prove tecniche di Capodanno
Anteprima della notte di fine anno, con brindisi, prove generali dello spettacolo pirotecnico e nevicata artificiale, musica e dj set, incursioni musicali di Paolo Belli & Big Band, i grandi protagonisti della serata di fine anno.
Inoltre risate e comicità con Antonio Mezzancella, il comico imitatore apprezzato dal pubblico per aver partecipato all'ultima edizione di Tu si que vales e al Maurizio Costanzo Show, intrattenimento con i dj Mauro Gagliardini e la voice entertainer Laura Padovani, diretta nazionale su Radio Studio +, Brasilian parade con sfilata di ballerine brasiliane per le vie del centro.


31 dicembre piazzale Ceccarini dalle ore 22
Spettacolo di fine anno in piazza
Paolo Belli & Big Band in concerto
A Riccione si aspetta il 2016 in compagnia di una delle formazioni più affiatate e travolgenti della musica italiana, Paolo Belli & Big Band e il loro inconfondibile sound, con l’energia contagiosa per un live tutto da ballare. Animazione e dj set con Mauro Gagliardini e la voice entertainer Laura Padovani, diretta nazionale su Radio Studio +.
A mezzanotte grande spettacolo dei fuochi d'artificio e super nevicata artificiale (spiaggia davanti ai giardini Montanari).

Paolo Belli e la sua Big Band portano sul palco un sound inconfondibile ed un’energia contagiosa, offrendo ogni sera al pubblico presente un live dal ritmo travolgente e tutto da ballare per uno spettacolo che spazia fra le sue hit più celebri ed i classici della musica italiana, suonati sempre dal vivo dalla strepitosa Big Band che da anni lo accompagna nei programmi tv delle reti Rai, nelle piazze e nei teatri, in Italia e all’estero.

In scaletta, intercalati da divertenti gag messe in scena insieme ai suoi musicisti, sono infatti proposti i più grandi successi discografici di Paolo Belli, da "Ladri di Biciclette", "Dr Jazz & Mr Funk", "Sotto questo sole" e "Hey signorina mambo" a "Ci baciamo tutta la notte", passando anche ai grandi classici come "Azzurro" o alcuni fra i brani più amati di Renato Carosone.

La Big Band di Paolo Belli è composta da: Mauro Parma (batteria), Enzo Proietti (piano e hammond), Gaetano Puzzutiello (contrabasso e basso), Peppe Stefanelli (percussioni), Paolo Varoli (chitarre e banjo), Pierluigi Bastioli (trombone e basso tuba), Nicola Bertoncin (tromba), Daniele Bocchini (trombone), Gabriele Costantini (sax contralto e tenore), Davide Ghidoni (tromba), Marco Postacchini (flauto, sax Baritono e tenore), Stefania Caracciolo (corista).

1 gennaio spiaggia piazzale Roma dalle ore 9 e piazzale Ceccarini ore 17
Chi ben inizia...
Dalle ore 9 la colazione in riva al mare sulla spiaggia di piazzale Roma vi aspetta per salutare il nuovo anno accompagnati dalle note della Dino Gnassi Corporation, in diretta dal villaggio Lido San Silvestro Beach Food, creato in piazzale Roma in collaborazione con i bagnini e i ristoratori di spiaggia.

Dalle ore 11 per i più impavidi è in programma il primo bagno in mare dell'anno che ad ogni edizione vede sfidare il freddo coraggiosi di ogni età. (Piazzale Roma presso il villaggio Lido San Silvestro Beach Food).
Alle ore 17 in piazzale Ceccarini appuntamento per i più piccoli con il Kid's Day di Cristina D’Avena & Gem Boy, un concerto-spettacolo che regala al pubblico di Riccione i successi delle sigle dei cartoni animati che fanno cantare a squarciagola migliaia di appassionati. 

A partire dalla mezzanotte e un minuto fino alle ore 2 del mattino prende il via La Notte Bianca, l’anteprima nazionale dei saldi invernali con negozi aperti, animazione e musica per le vie del centro città.

Info

A Bologna Capodanno in piazza Maggiore. Dj set DALLALTO con Carl Barât e rogo del vecchione di Chironi. Il 1 gennaio proseguono gli appuntamenti per salutare il nuovo anno


Bologna festeggia l’arrivo del nuovo anno in Piazza Maggiore con il tradizionale rogo del Vecchione, simbolo dell'anno che se ne va, la cui rivisitazione è affidata ogni anno ad artisti contemporanei che hanno un legame con la città.

Il Vecchione del Capodanno 2016 è Donkeys Tower (la Torre degli Asini) di Cristian Chironi, artista nato a Nuoro nel 1974, che vive e lavora tra Bologna e diverse città d’Europa, individuato in collaborazione con MAMbo.
Come racconta l’artista, Donkeys Tower è un ritaglio in negativo, un'immagine di circa 10 metri d’altezza, con il solo contorno del soggetto. E' caratterizzata da una base che imita la struttura delle torri esistenti in città (inclusa la celebre Torre degli Asinelli), sulla quale poggiano, uno sopra l’altro, quattro asini: il primo immobile, il secondo tirato da una corda, il terzo carico di pesi e, l’ultimo in cima alla torre, che viene abbindolato con una carota dal vecchio che porta sulla groppa. Una torre degli asini innalzata nella piazza centrale della città, come simbolo di ostinazione, cocciutaggine, ottusità e sottomissione. Chiaramente non è l’animale ad essere preso di mira, bensì la caratteristiche che da sempre gli vengono (a torto) attribuite e che - se riportate alla società e agli individui - diventano ancora più negative. Una torre degli asini da bruciare, quindi, per liberarsi da queste caratteristiche negative e ritrovarsi, nel nuovo anno, meno ciuchi.

La realizzazione del Vecchione è curata dalla società carnevalesca Volponi di San Matteo della Decima, con il coordinamento di Livio Rimondi e la collaborazione di gruppi volontari della società e del paese.

DALLALTO Capodanno a Bologna vedrà protagonista di un DJ SET Carl Barât, frontman insieme a Pete Doherty di The Libertines, la band inglese che ha definito la musica indie degli ultimi 15 anni. La serata sarà aperta alle 22.30 da Machweo che con il suo dj set accompagnerà il pubblico fino alle 23.45. Allo scoccare della mezzanotte si accenderà il Rogo del Vecchione Donkeys Tower di Cristian Chironi.

La serata in Piazza Maggiore continua fino a circa l’1.30 di notte: dopo il pubblico potrà raggiungere le altre feste della città con il DALLALTO bus, il servizio navetta gratuito per i locali della città – Locomotiv, Estragon, Covo Club, Link, Sottotetto e Cassero– e ritorno. Il DALLALTO bus parte da Piazza dei Martiri / angolo via dei Mille ed è attivo dall'1 alle 05 con corse ogni 15 minuti (l’orario di termine del servizio navetta coincide con l’orario di inizio delle corse degli autobus di linea).

E per iniziare bene l’anno nuovo, venerdì 1° gennaio la città offre diversi eventi speciali. Dopo aver accolto il DJ set della serata DALLALTO, Palazzo del Podestà sarà ancora la location principale per due appuntamenti d’eccezione.

DALLALTO Matinèe. Il Coro Senzaspine - diretto da Sebastiano Cellentani e Matteo Giuliani - si esibisce DALLALTO del balcone in due momenti musicali, alle 11 e alle 12:30) e nel pomeriggio, nel grande salone del Podestà di Palazzo Re Enzo, l’Associazione Società di danza, interpreterà il Gran Ballo di Capodanno per festeggiare il Nuovo Anno, con la partecipazione dei danzatori della Società di Danza in costume ottocentesco, provenienti da tutta Italia (ore 16-17.15 e ore 17.45-19.00).
I danzatori faranno rivivere le affascinanti atmosfere delle feste di società del tempo, danzando quadriglie, valzer, contraddanze, mazurke e polke sulle musiche di grandi compositori italiani e stranieri come Paganini, Rossini, Donizetti, Verdi e gli Strauss.
Il Gran Ballo è organizzato in collaborazione con due importanti Onlus bolognesi, l'A.G.E.O.P. e la Bologna A.I.L., in favore delle quali verrà devoluto il ricavato dell’evento.
Per assistere al Gran Ballo di Capodanno è necessario prenotare e ritirare gli inviti.

Alle ore 18, al Teatro Auditorium Manzoni, la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna diretta da Hirofumi Yoshida rivisita i grandi capolavori dedicati al repertorio del VALZER con le più note pagine di Cajkovskij, Dvorak, Khachaturian Verdi-Rota e Strauss. Il concerto si realizza con il contributo del Comune di Bologna, del Teatro Auditorium Manzoni e della FTCB, in collaborazione con Bologna Welcome nell’ambito di Wintertime is Bologna.
I biglietti sono disponibili in prevendita presso la biglietteria del Tearto Auditorium Manzoni e presso il punto informativo di Bologna Welcome.

Info

Presepe Vivente Civita di Bagnoregio (VT) 1 - 2 - 3 - 6 gennaio 2016


Nei giorni 1, 2, 3 e 6 gennaio 2016 dalle ore 17,00 alle ore 19,00, si rinnova lo straordinario evento del Presepe Vivente a Civita di Bagnoregio. Quest’anno l’organizzazione sarà curata dal Comitato Locale di Croce Rossa Italiana di Bagnoregio e Lubriano ed i proventi saranno utilizzati per l’acquisto di una nuova Autoambulanza.
L’antico borgo offre un’ambientazione unica che riproduce un paesaggio non comune e dove il tempo sembra essersi fermato: un ponte pedonale lungo circa 300 metri è l’unica via d’accesso e solo fino a qualche anno fa ogni sorta di materiale veniva recapitato a dorso di mulo.
La più antica tradizione del Natale cristiano si sposa mirabilmente con l’ambientazione unica al mondo di Civita di Bagnoregio: il mercato di stoffe, di frutta e spezie trasportano i visitatori in quel villaggio che oltre 2.000 anni fa diede i natali a Gesù Bambino; un insediamento romano, una serie di accampamenti beduini, la lunga via degli artigiani e commercianti e i Re Magi che arrivano dal lontanissimo oriente fanno da splendido contorno alla capanna della Sacra Famiglia.
La sera, quando cala il sole ed il Presepe Vivente ha inizio, il calore dei molti fuochi dislocati per le vie del paese si intreccia mirabilmente all’illuminazione perimetrale dell’abitato di Civita che per l’occasione indossa il suo vestito più bello colorandosi alternativamente di rosso di giallo e di blu per produrre un effetto straordinario visibile anche dai paesi limitrofi che si affacciano sulla valle dei calanchi, splendida cornice all’antico borgo di Civita di Bagnoregio.
Un’irrinunciabile occasione per vivere un evento straordinario e assolutamente unico nel suo genere.

Info: 3335734724 - 3248660940
E-mail: cl.bagnoregio@cri.it

JA E' - Ritmi afro-brasiliani e musica d'autore.


JA E’ è il nuovo progetto musicale di Andrea Trabucco

Genere: Dance, Pop, Latin, Brazil, Afro-Brazilian Rhythms, Samba, Candomblè, Etno Dance, World Music

Disponibile in diverse formazioni per: locali - discoteche - festival - teatri

Possibilità di organizzare workshop pomeridiani per bambini con esibizione finale collettiva sul palco.

Info e booking: 334 2098660 oppure italia-eventi@libero.it


Biografia
Andrea Trabucco, chitarrista genovese diplomato in jazz, ma eclettico sin dall'adolescenza cresciuta a stretto contatto con la musica e le attitudini della controcultura degli anni '60, parte nel 2004 per un viaggio solitario di due anni alla scoperta delle origini della musica afro-brasiliana a stretto contatto con la popolazione locale, evitando accuratamente i turisti, per diventare il più possibile un “carioca da gema”.

Vive in una favela di Santa Teresa, il "Pereirao" e scopre il modo di vivere all'interno di una comunidade, con tutti i “contro” del traffico e della povertà, ma anche con tutti i “pro” di uno spirito di collaborazione e solidarietà che è raro trovare altrove. Frequenta le classiche scuole di samba, i pagodes, le zone di periferia, le feste black della cultura "hip hop" a madureira, e conosce tanti personaggi significativi e caratteristici nel bene e nel male di questo luogo magico e misterioso.
Nel frattempo studia pandeiro con Marcos Suzano e Sergio Krakowski, e gli strumenti del samba carioca con il Bloco Bangalafumenga con il quale parteciperà attivamente al carnevale come ritmista.
Perfeziona la conoscenza della chitarra brasiliana, il "violao" con Nelson Faria, il chitarrista di Joao Bosco.
Frequenta "casas de candomblè" a Rio, Salvador e Recife, dove in un altro viaggio importante approfondisce lo studio della tradizione splendida del Maracatu e conosce approfonditamente ed entra in amicizia con il Grupo Bongar, erede di una tradizione africana antichissima e rara.
Con questo incredibile ensemble percussivo registra due brani successivamente a Barcellona. Il sound che emerge dalle molteplici esperienze e studi musicali di Andrea è una mistura di ragas indiani, armonie jazz, temi pop con una forte matrice percussiva afrobrasiliana.
Successivamente la sua direzione verte verso quella di un cantautore moderno che scrive e canta in portoghese, suona tutti gli strumenti delle sue canzoni sia melodici , armonici, che percussivi e collabora in alcuni brani con importanti musicisti cariocas.
Una moltitudine di idee e generi diversi uniti dalla matrice ritmica e da uno stile personale come nel primo singolo "Tudo no Amor".

Genova come Rio - Un mare di percussioni

I Tiromancino in Piazza d'I Italia per il Capodanno 2016 a Sassari - 31 dicembre 2015


Saranno la coinvolgente musica dei Tiromancino e le note della Funky jazz orchestra ad animare il capodanno sassarese. Quest'anno a organizzare l'evento di San Silvestro è l'amministrazione comunale che ha scelto, ancora una volta, di vivacizzare il centro cittadino, le sue vie e le sue piazze con uno spettacolo in grado di coinvolgere quanti sceglieranno di trascorrere l'ultimo dell'anno all'aperto.

«Quest'anno abbiamo riconfermato la scelta di valorizzare il nostro centro storico – afferma il primo cittadino Nicola Sanna – e la partecipazione degli artisti isolani della Funky jazz orchestra rappresenta quel filo conduttore che unisce le vie e le piazze della città dentro le mura». «Siamo convinti – aggiunge l'assessore alla Cultura e Turismo Raffaella Sau – che la proposta di qualità che offriamo per questa edizione del capodanno sia tale da soddisfare i nostri concittadini che potranno salutare il vecchio anno con l'allegria e la spensieratezza di cui tutti abbiamo bisogno».

A dare il via alla festa sarà la Funky jazz orchestra che, a partire dalle 22,30, in una sorta di viaggio musicale per le vie del centro storico. La prima funky marching band presente in Sardegna, diretta dal maestro Antonio Meloni, proporrà brani tutti originali, composti e arrangiati dallo stesso direttore, con melodie che negli anni sono diventate le colonne sonore dei diversi festival isolani a cui la band ha partecipato.

I musicisti partiranno da piazza Sant'Antonio e al suono del loro swing, blues e funcky risaliranno il corso Vittorio Emanuele, richiamando il pubblico alla festa. Quindi prima tappa in piazza Tola con le musica di colonne sonore di film famosi fino agli arrangiamenti di musica leggera italiana e straniera. La marching band riprenderà il suo cammino sino in piazza Castello e, tra arrangiamenti jazz di musica tradizionale della Sardegna, musica di nuovi compositori e originalità, il gruppo di una ventina di elementi arriverà sino in Piazza d'Italia per festeggiare l'arrivo del nuovo anno.

Ad accompagnare la band nel suo tragitto ci sarà anche il gruppo del Circomobile che, con le performance dei suoi artisti, contribuirà ad animare il centro cittadino.

A partire dalla mezzanotte il palco di piazza d'Italia sarò tutto per la band romana guidata da Federico Zampaglione. Dopo il ritorno dei Tiromancino nel 2014 con l'album “Indagine su un sentimento” (Sony Music), la band nata nel 1989 ha trascorso il 2015 in un grande tour indoor che ha fatto registrare il sold out in tutte le tappe.

Sul palco del salotto buono della città, Federico Zampaglione e i suoi musicisti proporranno uno spettacolo di sicuro impatto. Tra le loro canzoni più fomose “La descrizione di un attimo”, successo del 2000, a “In continuo movimento” del 2002, quindi “Illusioni parallele” del 2004 e ancora “L'alba di domani”, poi ancor la melodica e triste “Per me è importante”. Quindi ancora “Amore impossibile” che ha dato spunto a un videoclip della band diretto da Lamberto Bava e interpretato da attori italiani e stranieri, tra i quali Claudia Gerini nei panni di Eva Kant, Daniel McVicar nella parte di Diabolik e poi ancora John Phillip Law e Maria Teresa Orsini. E poi ancora “L'essenziale” del 2010 per arrivare sino all'ultima “Indagine su un sentimento”.

Ostuni Street Music - Martedì 29 dicembre 2015 Ostuni (BR)


Tornerà eccezionalmente di martedì 29 dicembre 2015 alle 20.00, l’appuntamento con l’evento “Ostuni Street Music”. La manifestazione nasce dalla collaborazione tra gli esercizi commerciali e l’Amministrazione Comunale (Assessorato allo Spettacolo) e mette insieme cinque gruppi di talenti musicali “Made in Ostuni e Non Solo…”. Una serata dedicata alla musica dal vivo che vedrà protagonista il centro storico della Città Bianca da Piazza Della Libertà, passando per via Cattedrale, Via Gaetano Tanzarella Vitale nel cuore del Centro Storico, Piazzetta Sant’Oronzo e corso Vittorio Emanuele.

Di seguito l’elenco dei musicisti e delle postazioni del 29 dicembre 2015

• Mino Lacerignola Trio (corso Vittorio Emanuele)
• Njoy (Piazzetta Sant’Oronzo)
• Fobia - Fps (Piazza delle Libertà)
• Supa Sita & Groovy Bros (via Cattedrale)
• White City Street Band (via Gaetano Tanzarella Vitale)

L’appuntamento con inizio alle 21.00, si replicherà il prossimo 5 gennaio 2016.


XXVII FOIRE DES GLACIERS - Fiera di artigianato valdostano - Pre' Saint Didier (AO) 30 dicembre 2015


La Foire des Glaciers ha luogo in Piazza Vittorio Emanuele II, dalle 9 alle 18.
Gli espositori, provenienti da tutta la regione, presentano le creazioni dell´artigianato tradizionale: scultura e intaglio su legno, lavorazione di pietra ollare, ferro battuto, cuoio, oggetti per la casa, vannerie, produzione in vetro e rame, utensili per la casa e arredamento. 
In questa occasione è inoltre possibile acquistare prodotti dell'enogastronomia della regione direttamente da espositori-produttori locali.
Durante la manifestazione, animazione musicale itinerante con Mile Danna.
Nel pomeriggio, per tutti, passeggiata in carrozza trainata dai cavalli nelle vie del borgo di Pré-Saint-Didier, pony e animazione per bambini con trucca bimbi, baby dance, bolle giganti e sputa fuoco (14.00-17.00).
Pré-Saint-Didier, Piazza V. Emanuele II, ore 9.00-18.00

Info

A Rimini il capodanno più lungo del mondo - 31 dicembre 2015



Tutto è pronto per la quinta edizione del Capodanno più lungo del mondo, l’unico cartellone italiano che non è solo la festa di una notte, ma è molto di più: un intero mese e mezzo di musica, spettacoli, eventi, dj set e clima (www.capodanno.riminiturismo.it) con più di 150 appuntamenti in programma.31 Dicembre: Uno, Cento, Mille CapodanniMomento clou, come da tradizione, il 31 dicembre con tanti Capodanni fra mare e centro storico, a partire dal grande concerto live in piazzale Fellini, per proseguire con i ‘capodanni diffusi’ nel cuore della città. Guest star della serata sarà il cantautore bolognese Luca Carboni, che condurrà il pubblico verso il nuovo anno attraverso un viaggio musicale con solide radici nel pop degli anni ‘80 e uno sguardo verso il futuro, con tutti i grandi successi e le canzoni del nuovo album Pop-Up, che ha appena conquistato il disco d’oro per lo straordinario successo in radio e nelle classifiche dei dischi più venduti con la hit ‘Luca lo stesso’.Immancabile, allo scoccare della mezzanotte, il grande spettacolo di fuochi d’artificio, fra il mare d’inverno e il Grand Hotel caro a Federico Fellini. Poi le suggestioni e la festa continuano in centro storico: un’ideale ‘street New Year’ congiungerà Marina Centro al cuore cittadino, invadendo con le sue note teatri, piazze, strade, borghi e i cantieri della città.D’obbligo la passeggiata fino a Piazza Cavour, nel cuore della città, che per l’ultima notte dell’anno sarà in festa fra la pista di ghiaccio del Rimini Christmas Square e i dj set nel Foyer del Teatro Galli, immersi fra lo spettacolo visivo delle installazioni luminose del designer Marco Morosini, con la mostra The art of selling a bag, e il racconto per immagini degli esordi della balneazione a Rimini attraverso le fotografie della collezione Catrani, La prima stagione.A pochi passi prenderà corpo Luci sul Palco, nel cuore del cantiere del Teatro Galli, uno sguardo per immagini dalla platea in ricostruzione che farà rivivere, evocandole, le suggestioni del teatro che sarà. Sullo sfondo la magnificenza di Castel Sismondo, a sua volta ineguagliabile scenario di un’arena a cielo aperto che farà dialogare lo splendore del Medioevo malatestiano con l’Ottocento verdiano.Il cantiere dell’Ala Nuova del Museo della città si trasforma, per la serata del 31, in ‘Circus’: un tendone, gli artisti di strada, i suoni profondi della musica elettronica, il mapping in 3D e i dj set si fonderanno in un’unica miscela onirica e ipnotica.Uno degli spazi più suggestivi del centro storico di Rimini, il Complesso degli Agostiniani, ospita per una notte l’evento musicale che farà incontrare, all’insegna del ballo e della musica, le due Americhe, fra tango, musica latina e rock’n roll, con Del Barrio, Gran Caribe e Wanna be Americano.Sempre il 31 dicembre si riaccendono come per magia le luci di un altro cantiere, quello del cinema Fulgor, con ‘Fulgor per una notte/Rimini guarda Rimini’: dalle quinte in ristrutturazione, il Fulgor s’illuminerà delle immagini di Rimini, di cui è uno dei monumenti identitari. Un racconto della città per fotogrammi e lungo un secolo, dalla vedute di inizio Novecento ai filmati amatoriali degli anni settanta: una carrellata di scatti e riprese che scorrerà sulle pareti del cinema immortalato da Federico Fellini in Amarcord.Nel Museo della città, la musica incontra l’arte con le note musicali dell’ensemble cameristico Quintessenza (Greta Mussoni violoncello, Chiara Raggi chitarra e voci, Federica Gemini flauto, Sara Galli flauto e voce narrante) e il brindisi di fine anno nella Sala del Giudizio fra gli affreschi del trecento riminese. Apertura straordinaria fino a notte anche alla Far in piazza Cavour e alla Domus del Chirurgo dove, fra i mosaici delle stanze di Eutyches, risuoneranno le note d’autore di Lorenzo Semprini, Daniele Rizzetto e Gianluca Fabbri: Keep on dreaming: black & white songs, un viaggio musicale che incrocia le parole di Jack Kerouac, John Fante, i film di Stanley Kubrick, Sergio Leone, Clint Eastwood.Quest’anno anche la chiesa di Santa Maria ad Nives, ex sala consiliare della Provincia di Rimini, si aggiungerà fra gli spazi che ospiteranno eventi gratuiti la notte di capodanno, con ‘Archi in rock’, affidato a Filippo Malatesta voce, chitarra e ukulele e il quartetto Eos (Matteo Salerno flauto, Aldo Capicchioni violino, Aldo Maria Zangheri viola e Fabio Gaddoni violoncello).

Info

Il Presepe in Movimento - Vaccarile di Ostra (AN) fino al 10 gennaio 2016



A Vaccarile di Ostra, caratteristico borgo situato nell’entroterra di Senigallia, fino al 10 gennaio sarà nuovamente possibile ammirare il Presepe artistico “in movimento”, opera artigianale di grande pregio allestita all’interno dell’antichissima Chiesa di San Pietro Ap. (sec. XII).

Il Presepe, ulteriormente arricchito con nuovi personaggi ed “effetti speciali” particolarmente suggestivi, si snoda attraverso tutta la “sagrestia vecchia” e, passando per i due torrioni di ponente, termina nella splendida piazza della Frazione.

La rappresentazione, curata nei minimi particolari, è resa ancora più veritiera dal trascorrere delle fasi della giornata, dal susseguirsi di eventi atmosferici di diversa natura e dal movimento di ogni personaggio presente.

Il Presepe potrà essere visitato tutti i giorni festivi (dalle 10:45 alle 12:15 e dalle 15:00 alle 19:00) e pre-festivi (dalle 15:00 alle 18:00).











CAPODANNO in Piazza Orologio con RADIO NUMBER ONE PARTY - Clusone (BG) 31 dicembre 2015



Info
http://www.turismoproclusone.it
info@turismoproclusone.it

Natale in Umbria con il Presepe di Ghiaccio - Massa Martana (PG) fino al 6 gennaio 2016


Ieri sera a Massa Martana - PG, nell’ambito della XIV Edizione di “Presepi d’Italia”, è stato inaugurato UN PRESEPE DI GHIACCIO GRANDE BEN 15 MQ!!!
Un presepe unico in Italia, con statue a grandezza naturale scolpite su grandi blocchi di ghiaccio e poi c’è anche la statua della Beata Madre Speranza in adorazione di fronte alla Sacra Famiglia! 
Un presepe "da brivido" che sembra di cristallo e brilla come se fosse illuminato da un milione di luci.
Uno spettacolo di ghiaccio e luci per la gioia di grandi e piccini, sicuramente il più bel presepe del Natale 2015.
Mentre il Presepe di Ghiaccio è la grande attrazione ed esclusiva della Mostra, IL SUO VALORE AGGIUNTO E' L'ARTE, infatti vi si possono ammirare opere d'arte sulla Natività, realizzate da grandi scultori e ceramisti, oltre ad una pregevole selezione di bellissimi presepi provenienti da tutte le regioni. L'esposizione si articola in 25 locali ubicati all'interno delle mura storiche di Massa Martana, uno dei "I Borghi più belli d'Italia", un paese che è una cartolina d'altri tempi, dove il visitatore viene accolto dai fuochi che i vecchi accendono nelle piazze del borgo e dalla melodia delle nenie natalizie diffuse nelle vie. Numerose sono le NOVITÀ di Presepi d’Italia 2015, tutte nel segno dell'arte: 
TANTI NUOVI PRESEPI, uno più bello dell'altro, napoletani, palestinesi, popolari e diorami, realizzati con grande maestria da alcuni dei più bravi presepisti italiani. 
16 CITTÀ DELLA CERAMICA, ben 45 maestri ceramisti presenteranno il meglio della tradizione artistica delle loro città, ognuna fiera della bellezza ed originalità delle sue opere in ceramica. 
Oltre 50 GRANDI SCULTORI, artisti molto noti e di grande talento, che affascinati dalla magia del Natale, hanno scelto Massa Martana per esporre opere geniali e creative che danno lustro e prestigio alla Mostra, rendendola ogni anno tutta nuova.

La Mostra rimarrà aperta dal 24 dicembre al 6 gennaio 2016. www.presepiditalia.it
“Presepi d’Italia”, il più bello spettacolo da vedere a Natale!!!
Ennio Passero/ Assoc. Presepi d’Italia/ Massa Martana –PG/ telef 348 3347146




Giosetta Fioroni Teatrini-Presepi 23 dicembre 2015 – 11 gennaio 2016 Museo MADRE - Napoli


Dal 23 dicembre 2015 all’11 gennaio 2016 presso il MADRE di Napoli si terrà la mostra Teatrini-Presepi di Giosetta Fioroni, ideata da Piero Mascitti, curatore della mostra con Marco Meneguzzo.
In esposizione sei presepi di ceramica di Giosetta Fioroni: uno verticale del 1996 e cinque inediti, creati per questa occasione, «nati da una fusione emotiva, tra l’idea del Presepe e quella del Teatrino, della Fiaba».

I Presepi di Giosetta Fioroni, infatti, prendono vita dai ricordi dell’artista da bambina, dal grande presepe costruito da suo padre scultore, e dalla rappresentazione di Fiabe in un Teatrino per marionette allestito da sua madre con sue scenografie. La magia del Presepe e quella del Teatrino, si concretizzano oggi nelle opere esposte al Madre.

Scrive il curatore Marco Meneguzzo «i Presepi sono compatti, sviluppati in altezza come delle piccole torri […] è tutto lì, Sacra Famiglia e mondo… eppure, anche in questa composizione eterodossa rispetto al presepe che i napoletani sono abituati a vedere quel rapporto tra mondo e Natività, tra realtà e rinascita, tra evento e quotidianità si ritrova appieno».

Un catalogo monografico, a cura di Piero Mascitti e Marco Meneguzzo, rende omaggio all’artista romana. I testi in catalogo sono di Giosetta Fioroni, Piero Mascitti, Marco Meneguzzo, Ermanno Rea, Raffaele La Capria, Erri De Luca, Silvio Perrella, Marzio Breda e del filosofo Giorgio Agamben.

La pubblicazione è edita da Silvana editoriale (22 euro).

Giosetta Fioroni nasce a Roma la vigilia di Natale del 1932 da un padre scultore e una madre marionettista e pittrice. Si iscrive all’Accademia di Belle Arti, dove segue le lezioni di Toti Scialoja. Dal 1958 vive a Parigi e nel 1963 ha la sua personale alla galleria Denise Breteau. Tornata a Roma, Giosetta entra a far parte, come unica presenza femminile, nel gruppo della Scuola di Piazza del Popolo, accanto a Franco Angeli, Mario Schifano, Tano Festa, Francesco Lo Savio, Giuseppe Uncini, Fabio Mauri. Con alcuni di loro partecipa alla XXXII Biennale di Venezia del 1964. Questi sono gli anni del ciclo degli Argenti: volti, figure e paesaggi dipinti, su carta o tela, con vernice industriale alluminio. Nel 1968 Giosetta presenta la sua prima performance La Spia Ottica, con la quale inaugura la rassegna "Il Teatro delle Mostre" presso la galleria La Tartaruga di Plinio De Martiis. In questi anni presenta i suoi "giocattoli per adulti", ovvero i Teatrini. Inizia a collaborare con poeti e scrittori, come Alberto Arbasino, Nanni Balestrini, Andrea Zanzotto, Cesare Garboli, Guido Ceronetti, Franco Marcoaldi e tanti altri, ideando con loro libri e opere grafiche. Si cimenta con la macchina da presa creando film in 16mm e Super8. Gli anni Settanta li trascorre in Veneto, a Salgareda, col compagno, lo scrittore Goffredo Parise. Legge gli studi sulla fiaba del russo Vladimir Propp e compone i cicli degli Spiriti Silvani (disegni a china nera) e Le Teche (scatole di legno che raccolgono piccole collezioni di oggetti trovati per boschi e campagne). Nel 1975 espone a Roma l’Atlante di Medicina Legale. Dal 1980 al 1986 compone un ciclo di pastelli (accompagnati da un testo di Goffredo Parise nell’esposizione del 1987 alla galleria dell’Oca di Roma) ispirati agli affreschi di Gian Domenico Tiepolo nella Villa Valmarana a Vicenza. Nel 1993 partecipa alla Biennale di Venezia invitata con una sala da Achille Bonito Oliva. Sempre nel 1993 inizia a lavorare con la ceramica presso la Bottega Gatti di Faenza dando vita ad una serie di cicli come le Case, i Teatrini, le Steli, i Vestiti. Negli anni che seguono ricordiamo alcune antologiche: Palazzo Diamanti a Ferrara, Casa del Mantegna a Mantova, Loggetta Lombardesca a Ravenna, Mercati di Traiano a Roma, Museo MIC (Museo Interazionale di Ceramica) di Faenza. Collabora con il fotografo Marco Delogu, prima nel 2002 per Senex, poi nel 2012 per L’Altra Ego al MACRO di Roma. Nel 2009 per i tipi di Skira esce un’ampia monografia storico-biografica curata da Germano Celant. Nel 2013 il Drawing Center di New York le dedica un’antologica "Giosetta Fioroni. L’Argento", curata da Claire Gilman. Nello stesso anno, la mostra viene riproposta a Roma alla GNAM, accanto a "Faïence", una raccolta di importanti opere in ceramica. Nella primavera del 2014 realizza per la casa di moda Valentino un breve video dal titolo The Golden Bough, ispirato all’ominimo libro dell’antropologo James Frazer.

Inaugurazione: 23 dicembre ore 12.00, Sala delle Colonne (primo piano)

Presentazione della monografia: 11 gennaio ore 12.00, Biblioteca (primo piano) alla presenza dell’artista e degli autori.

Info
Tel. 081.19313016 lunedì-venerdì 9:00-18:00 e sabato 9:00-14:00
info@madrenapoli.it

Orari
Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato 10:00 ⋅ 19:30
Domenica 10:00 ⋅ 20:00
La biglietteria chiude un'ora prima / Martedì chiuso / Lunedì ingresso gratuito

Sede espositiva
Museo MADRE
Via Settembrini 79, Napoli



27° Presepe nel Pozzo - l’uomo dello Scandalo - Orvieto (TR) dal 23 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016


Il Presepe nel Pozzo di Orvieto è stato inserito dal Vaticano
tra gli eventi del Giubileo Straordinario della Misericordia
il 23 dicembre aprirà le porte la 27° edizione dell’evento con personaggi animati
a grandezza naturale ed avrà per titolo «L’Uomo dello Scandalo»

Dal 23 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016 si svolgerà ad Orvieto la 27^ edizione del Presepe nel Pozzo, il presepio-evento sotterraneo del Pozzo della Cava, inserito tra gli eventi del Giubileo Straordinario della Misericordia, con una apposita autorizzazione da parte del Vaticano all’uso del logo giubilare.
Il tema scelto per l’allestimento, dal titolo «L’uomo dello scandalo» tratta infatti la vita di Gesù, raccontata a ritroso in prima persona, con la misericordia come chiave di lettura degli episodi salienti, per giungere, attraverso un percorso sotterraneo nel cuore del quartiere medievale di Orvieto, alla Natività, in cui il Cristo si presenta ai pastori, ultimi tra gli ultimi.
«Ricevere il logo del Giubileo è stata una grossa soddisfazione -confessano gli organizzatori- anche perché quando, oramai qualche anno fa, decidemmo il tema per il presepio 2015-2016 non ci saremmo mai aspettati che sarebbe caduto all’interno di un anno giubilare dedicato proprio alla misericordia, che fu il vero grande scandalo della vita di Gesù, come racconteremo nel nostro presepio. Già lo scorso anno ci sorprese e ci fece molto piacere scoprire che diversi prelati avevano inviato al Papa le immagini del nostro evento in cui si ricostruiva il primo presepio di San Francesco, con un esplicito riferimento al suo pontificato improntato alla povertà della Chiesa».
La singolarità del Presepe nel Pozzo, oltre alla sua collocazione all’interno delle grotte del complesso archeologico Pozzo della Cava, ricche di ritrovamenti etruschi, medievali e rinascimentali, è rappresentata dall’utilizzare diorami e scene popolate da personaggi meccanici a grandezza naturale particolarmente realistici. Quest’anno la Natività sarà curata da Andrea Giomaro, artista marchigiano degli effetti speciali e dei parchi a tema; sarà li a far muovere i personaggi animatronici di Gesù, Giuseppe e Maria.
Ogni anno il presepio-evento di Orvieto affronta, con allestimenti sempre nuovi e suggestivi effetti scenici, tematiche differenti, spaziando dai Vangeli apocrifi ai miti ebraici precristiani, senza trascurare le tradizioni e una precisa ricostruzione storica di usi e costumi della Palestina del primo secolo. Il visitatore si trova fisicamente dentro la scena, accanto ai personaggi, sia nell’itinerario dei sotterranei con le scene introduttive, sia nell’ultima grande grotta etrusca, alta ben 14 metri, dove, attraverso un percorso a spirale dal basso in alto, può ammirare il presepio vero e proprio, divenendo egli stesso testimone e protagonista del primo Natale.
Il complesso ipogeo del Pozzo della Cava, che ospita l’evento sin dalla sua prima edizione, è stato riportato alle luce tra il 1984 e il 2003 e reso fruibile soltanto con l’impegno della famiglia che ne è proprietaria, senza alcun contributo pubblico. Il grande pozzo, che dà il nome alla struttura, è profondo 36 metri e fu fatto scavare da papa Clemente VII sfruttando un preesistente pozzetto etrusco ancora ben visibile. I nove sotterranei che ne costituiscono il percorso di visita ospitano diversi ritrovamenti archeologici, come resti di tombe, cunicoli e una cisterna di epoca etrusca; una cantina e alcuni “pozzi-butto” del periodo medievale. Molto interessanti anche i locali adoperati nel Medioevo e nel Rinascimento per produrre ceramica: sono state ritrovate due fornaci per la cottura dei manufatti, alcuni utensili e numerosi scarti di lavorazione in terracotta e maiolica, gettati perché presentavano dei difetti di forma o di decorazione.
La particolare cura dell’allestimento permetterà di poter ammirare agevolmente i ritrovamenti archeologici anche durante lo svolgimento del presepio, che resterà aperto fino a domenica 10 gennaio 2016 con orario continuato dalle 9 alle 20.

27° Presepe nel Pozzo – l’uomo dello Scandalo
dal 23 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016
orario continuato dalle 9.00 alle 20.00
Pozzo della Cava
Via della Cava 28
05018 Orvieto (TR)
0763.342.373
presepe@pozzodellacava.it

Der Orsch van der Belin - Il sedere della Belin a Sauris (UD) 5 gennaio 2016


Personaggio mitico femminile, la Belin (nome che significa friulana, italiana, cioè di fuori) è una vecchia con un grande sedere sempre sporco che i bambini di Sauris dovevano baciare la prima volta che si recavano fuori dalla vallata. Nel corso della manifestazione, la gente di Sauris e non sono chiamati a ripetere scherzosamente questo leggendario pedaggio, baciando quel sedere grande e sporco come il fondo di una pentola annerita...La Bèlin chiede un tributo molto particolare per garantire l'incolumità del viandante. Quale? Per scoprirlo dovrete recarvi a Lateis. Dove? Sarà semplice capirlo. Un gruppo di Befane indicherà con lanterne la strada fino al luogo, un fienile, una stalla, chissà... dove la Bèlin aspetta di riscuotere il suo omaggio. Tutto attorno si riscalda con falò e la gente può assaggiare dolci e vin brulè, ma di che tributo si tratta? Non ve lo possiamo dire, bisogna arrivare a Lateis e scoprirlo con i propri occhi.


Oggi chi vuole incontrare la Bèlin non deve inerpicarsi di notte in mezzo ai monti innevati, basta arrivare nel festoso borgo di Lateis.


"Der Orsch Van der Bèlin - Il Sedere della Bèlin" è una suggestiva manifestazione ispirata al magico mondo delle superstizioni e della fantasia, in particolare legata al personaggio di questa vecchia donna che costringeva gli abitanti di Sauris a baciarle il sedere per poter uscire dal paese. Oggi il rito viene riproposto in veste più ironica, a pagare il pegno, in particolare, saranno i turisti, al fine di ottenere il diritto di passaggio e permanenza a Sauris, il tutto allietato dal suono delle fisarmoniche.


Appuntamento presso l'area festeggiamenti a Lateis a partire dalle ore 17.30. Per chi desiderasse noleggiare gli abiti da strega (noleggio gratuito), saranno disponibili n. 12 abiti, basta presentarsi entro le ore 15.30 presso il Bar Riglarhaus a Lateis (tel. 0433 86049)

Informazioni: Ufficio Turistico di Sauris tel. +39 0433 86076

Nott de' Bisò a Faenza (RA) 5 gennaio 2016




Programma:
Ore 10.00 Apertura festa con stand gastronomici dei Rioni con cucina tradizionale e bisò

Ore 12.00 Diffusione della musica di RADIO RCB

Ore 14.30 Storie appese ad un filo - burattini, clowneria, musica e creazione di mongolfiere in miniatura a cura di Cooperativa Sociale Zerocento

Ore 18.00 Inizio diretta Live RADIO RCB

Ore 18,30 Ingresso del Niballo in Piazza del Popolo su un carro trainato dai buoi

Ore 21,00 Premiazione rassegna
"Giardini di Natale - Concorso vota il giardino preferito"

Ore 21.30 Concerto Compagnia GRUPPO SANGUIGNO

Ore 22,30 Concerto INNOCENTI EVASIONI (tributo a Lucio Battisti)

Ore 23,50 Tradizionale lancio dei palloncini

Ore 24.00 Rogo del Niballo

Info
info@paliodifaenza.it

"Menaggio Red Christmas" sabato 19 dicembre 2015 Menaggio (CO)


Aspettando il Natale, sabato 19 Dicembre, a Menaggio si tiene "Menaggio Red Christmas"

In programma
mercatini artigianili e gastronomici dalle ore 10.00 sul lungo lago,
intrattenimento musicale in piazza Garibaldi e in via Camozzi dalle ore 17.00
concerto gospel in Piazza Garibaldi dalle ore 21.00

Info
http://www.menaggio.com

I Vianella di nuovo insieme dal vivo al Teatro di Cagli (PU) - Evento Speciale Domenica 20 dicembre 2105 ore 17.00



Grande serata evento Domenica 20 dicembre al Teatro Comunale di Cagli con I Vianella live, Wilma Goich e Edoardo Vianello di nuovo insieme dopo più di 30 anni in esclusiva per le Marche.
Separatisi artisticamente all’inizio del decennio ‘80, Vianello e Goich hanno avuto quasi 35 anni di onorata carriera come cantanti solisti, con un repertorio straordinario di indimenticabili successi. Ora dopo l’album “C'eravamo tanto amati....” uscito nel 2014 hanno deciso di ritornare a cantare insieme.
La reunion ha fatto seguito all’esibizione per il concerto romano in memoria del “Califfo” Franco Califano, storico collaboratore del duo. In quell’occasione i due hanno riscoperto il piacere di cantare insieme e toccato con mano il calore del pubblico verso i Vianella. Saranno a Cagli per regalarci brani che sono entrati nella la storia della musica leggera italiana come “Semo gente de borgata", "Te la ricordi Lella", “Fijo mio” e tante altre canzoni del loro repertorio.
Durante il recital non mancheranno momenti in cui sul palco singolarmente Edoardo Vianello e Wilma Goich proporranno alcuni dei loro maggiori successi solisti. Per Edoardo "Oh mio Signore", "Guarda come dondolo" e l’intramontabile "I watussi". Per Wilma "Le colline sono in fiore" e "Gli occhi miei". Tutti eseguiti con un’energia ed una passione ancora freschissime.
Nel concerto saranno accompagnati da alcuni loro musicisti storici, tra i quali il chitarrista Mariano Perrella, famoso per la sua partecipazione ai Pandemonium.


Biglietti: 
Platea e Palchi 15,00 € 
Loggione 10,00€ 
Over 65 10,00

Botteghino: Tel. 0721 781341 - 329 1663410 (Metella)

Biglietti online: www.liveticket.it

Informazioni
Tel. 0721 780731 - e mail: ufficiocultura@comune.cagli.ps.it




Fuori dal Natale - Celle Ligure (SV) domenica 27 dicembre 2015

Appuntamento a Celle Ligure l'ultima domenica dell'anno con la manifestazione Fuori dal Natale, a cura del Consorzio Promotur: il 27 dicembre l'intero centro storico sarà invaso, per tutta la giornata, da un mercatino straordinario di artigianato, brocante e prodotti enogastronomici. E per far felici tutti i bimbi, molte iniziative pensate per allungare la magia del Natale...

Via Boagno e piazza del Popolo ospiteranno una trentina circa di espositori tutti dedicati all'eccellenza enogastronomica: dall'olio ligure, prodotto esclusivamente con olive taggiasche e tutti i loro derivati ai vini piemontesi, con una particolare attenzione per quelli naturali, alle mille varietà del formaggio, il Castelmagno della Valle Grana, la fontina e valdostana e le tome di alpeggio, gorgonzola e grana padano. E poi ancora legumi e verdura a chilometro zero, presidi Slowfood, come l'aglio di Vessalico e la rapa della Val Tanaro e salumi, spezie, frutta essiccata e bacche di goji. E per chi ama i sapori dolci, il miele prodotto in montagna o nelle valli dell'Imperiese, le confetture e marmellate fatte con materie prime del territorio ligure e ancora i dolci da forno, baci e amaretti, sfogliatine e pasta di meliga, per prendere per la gola tutti i visitatori...

Lungo via Montegrappa e piazza Sisto IV fino al lungomare si troveranno colorati banchi dedicati all'artigianato e alle opere dell'ingegno: piccoli lavori e deliziose idee regalo realizzate a mano con passione e abilità. Originali bijoux in rame, fimo, pietre e altri mille prodotti montati con sapienza ed eleganza, oggetti in legno, ardesia e gomma per la casa e il design, lavori in stoffa, panno, ricami, uncinetto e il tradizionale macramè, cuscini, biancheria ed accessori per i bimbi. E poi ancora qualche banco di brocante ed antiquariato dedicato in prevalenza alla ceramica e ai libri.

Sul molo centrale per la gioia dei bimbi sarà allestito un piccolo lunapark con tappeti elastici e giochi gonfiabili, mentre nei giardini della galleria Crocetta l'ASD Il regno del cavallo di Stella farà provare ai più piccoli l'ebrezza della prima volta in sella. Una bellissima macchina d'epoca permetterà a tutti i bambini che vorranno salire a bordo di fare un piccolo tour sul lungomare seduti sulla storia! Al pomeriggio, a partire dalle ore 15, ci sarà la tradizionale sfilata della Banda Musicale G. L. Mordeglia, con alcuni Babbi Natale e Befane che distribuiranno dolci e caramelle al ritmo di musica. A partire dalle ore 16,30 gli NDSingers si esibiranno in piazza Sisto IV con canti di Natale ed animazione dedicata ai bambini. E per un gustoso spuntino o merenda, l'Avis di Celle Ligure preparerà le famosissime e buonissime focaccette di patate, che tutti hanno avuto il piacere di assaporare durante la classica Sagra del Pesce Azzurro di agosto: solidarietà e una specialità della tradizione culinaria ligure, preparata e cucinata dai volontari della sezione di Celle.

Sono molti gli appuntamenti delle feste pensati per far felici i più piccoli, tutti organizzati dal Comune di Celle Ligure: il 26 dicembre i Piani saranno sede del Circus Show, uno spettacolo di animazione e trampolieri itineranti con la Compagnia Due Clown di passaggio di Imperia, mentre domenica 3 gennaio il centro storico ospiterà la manifestazione Bimbinfesta, animazione, laboratori e spettacoli itineranti con la Compagnia Teatro Scalzo di Genova. Tanti musica anche per i grandi con due concerti di classica, domenica 27 in San Michele e domenica 3 nella Chiesa dell'Assunta ai Piani e poi la Corale Polifonica Cellese nel suo Camminar Cantando il Natale: martedì 29, dalle ore 17, concerto itinerante insieme alla cornamusa di Edmondo Romano e alla ghironda di Matteo Dorigo e per riscaldare l'atmosfera lanterne, cioccolata e vin brulé. Al termine concerto nella Chiesa di Nostra Signora della Consolazione.

Momento clou delle feste sarà il capodanno che festeggeremo insieme grazie all'impegno dell'Amministrazione comunale che ha voluto chiudere l'anno con un evento eccezionale: dalle ore 22, in via Boagno grande festa di piazza con la coverband al femminile Curve Pericolose e fuochi d'artificio di mezzanotte. Per tutti panettone e spumante per festeggiare insieme il nuovo anno!

Le feste si chiudono con l'Epifania ed un invito a smaltire pranzi in famiglia e cenoni con un po' di attività fisica: mercoledì 6 gennaio, l'ASD Centro Atletica Celle Ligure organizza la Corsa della Befana, una corsa-camminata semiseria aperta a tutti di 3 km circa, su lungomare Colombo e la spiaggia, con mini percorso di mille metri per i più piccoli. Tutti i partecipanti dovranno presentarsi come befane, befani, o similari: iscrizioni già aperte!

Buone feste a Celle Ligure per un Natale strabiliante!!!

Info:
Iat Celle Ligure: tel. 019/990021 infoturismocelle@comunecelle.it
Consorzio Promotur: tel. 019/991774 www.consorziopromotur.it celle_promotur@libero.it
Seguici su Facebook e Instagram alla pagina WCELLE!

Manufacta Lab Christmas Edition dal 18 al 27 dicembre 2015 Martina Franca (TA)


Per il terzo anno consecutivo torna Manufacta Lab Christmas Edition nella storica location di Casa Cappellari, nel pieno centro storico di Martina Franca: l’evento è organizzato e promosso dall’Associazione Terra Terra e dei Laboratori Urbani Arte Franca.

In arrivo, dal 18 al 27 dicembre, a Casa Cappellari nel centro storico di Martina Franca, uno dei pochissimi eventi nei quali si crea quell'alchimia irripetibile tra artigianato e cultura, un connubio imprescindibile tra antiche arti e avanguardie artistiche, tra creatività e tradizione e tra innovazione e sostenibilità.
Artigianato, design, creatività, musica, laboratori per grandi e piccini, aperitivi musicali, dj set e spettacolini live: tutto questo è Manufacta Lab Christmas Edition, la mostra/festa dell’autoproduzione e della creatività, organizzata e promossa dall’Associazione Terra Terra vincitrice del bando regionale Mettici le mani.
L’edizione natalizia in programma riserva molte sorprese e tante novità. Si svolgerà infatti dal 18 al 27 dicembre presso Casa Cappellari (Ospedaletto) la suggestiva location che ospiterà questa nuova evoluzione del format Manufacta che non sarà più un semplice evento, ma un vero e proprio brand duraturo ormai riconosciuto sia a livello locale sia a livello regionale: tanti gli espositori provenienti da ogni angolo della Puglia, migliaia i visitatori che, sin dalla nascita di Manufacta, hanno superato il limite immaginifico di Piazza Maria Immacolata, inoltrandosi nel cuore del centro storico martinese. L’idea che sta alla base del progetto Manufacta Lab Christmas Edition resta sempre la stessa: ridare la dignità all’artigiano, troppo spesso abbandonato con il suo stand in mezzo alla strada senza curarsi che la cifra del suo lavoro è la dimensione bottega. Casa Cappellari tornerà a essere luogo di ospitalità e di conoscenza: ciascuna delle 13 stanze, infatti, accoglierà, giovani artigiani, creativi, designer e artisti locali e pugliesi che troveranno uno spazio in cui esporre, vendere e far conoscere le proprie opere. Tante e diverse saranno le produzioni artistiche e artigianali, rigorosamente prodotte a mano da giovani talenti del nostro territorio, troveranno spazio, in questo Natale, nella suggestiva cornice di un palazzo settecentesco: ogni singolo prodotto sarà caratterizzato dall’unicità, dalla cura nella sua realizzazione, dalla durata nel tempo, dall’alta qualità e dalla sostenibilità, al fine di valorizzare e promuovere una cultura contraria allo spreco. Un’educazione civica in senso slow, dove la qualità di ciò che si produce e il modo in cui si consuma sono il volano per un futuro equo, solidale e green. Il fine ultimo è sempre quello di valorizzare, promuovere e sostenere artigiani, artisti, creativi e designer locali e pugliesi che, attraverso le varie edizioni di Manufacta, hanno potuto integrare il proprio reddito e, al contempo, rigenerare non solo un edificio, ma un intero quartiere del centro storico. Non sarà più un semplice mercatino (non lo è mai stato) , ma un luogo di incontro, scambio e conoscenza, dove sarà possibile vivere tante e diverse attività esperienziali, pensate per ogni tipo di pubblico (workshop, aperitivi musicali, dimostrazioni, laboratori, presentazioni, dj set, concerti live e performance teatrali).
Manufacta Lab Christmas Edition sarà ancora una volta l’occasione per animare in maniera sostenibile il borgo antico martinese durante il periodo natalizio e offrire la possibilità a turisti e residenti di scoprire tante idee regalo anticrisi passeggiando tra le stanzette di Manufacta Lab si potranno infatti, acquistare oggetti di design, accessori moda, capi vintage, manufatti realizzati con materiali di riciclo, biglietti natalizi dipinti a mano, prodotti tipici dai sapori antichi. Ma non solo, perché ci si potrà distrarre piacevolmente con ottimi spettacolini o racconti dei vari ospiti.

Venerdì 18 dicembre si inaugura con l’aperitivo musicale con Dino Amenduni dell’agenzia di comunicazione Proforma: una chiacchierata informale sulla comunicazione e sui temi scottanti per una campgna pubblicitaria vincente. Segreti e verità su un mondo di cui non posiamo più fare a meno.
A seguire il live de Il Guaio, il trio pugliese composto da Michelangelo Angiulli, Tatiana Ariani e Alessandra Costantiello, vincitori di numerosi premi tra i quali
il Festival Bisceglie Push UP 2.0 a Gennaio 2014, è giunto finalista al concorso We Will Pop You, in semifinale al Tour Music Fest, ha vinto il Festival Suburbano e ha raggiunto il 2° posto del festival Fuori dal Comune dove gli è stato attribuito anche il premio della giuria popolare. Ultimamente si è esibito dal vivo con Piero Pelù, Gianni Maroccolo, Caparezza, Radiodervish,Donatella Rettore, Righeira, Ginevra Di Marco, Tetes de Bois, Après La Classe e Lo Stato Sociale.
L’intreccio fra voci, ritmi e melodie sinuose, la visual art di Tatiana in real-time e i versi che irrompono fra i brani, rendono i concerti de Il Guaio un’esperienza irresistibile. Il trio si definisce “Electro-domestic indie”. Il loro album d’esordio è nato infatti nell’appartamento di nonna Lucia, fra vecchi elettrodomestici e cimeli di ogni tipo. Il Guaio è espressione di un originale percorso musicale fra indietronica e cantautorato italiano.
Sabato 19 dicembre si comincia con la presentazione del libro di Stefano Cristante “la parte cattiva dell’italia” un racconto su Cos'è il Sud Italia nella comunicazione di massa e su come viene narrato. Il libro analizza con gli strumenti della sociologia della comunicazione gli elementi di un racconto meridionale che si sbriciola in una perenne altalena tra stereotipi e occasioni di innovazione.
A seguire il dj set di Tuppi B, il re del funky e del soul che ha iniziato la sua carriera a 13 entrando subito nel circuito del ‘Fez’ di Nicola Conte come dj resident e come scratcher. Con il gruppo ‘Zona 45′ si confronta con le prime tournée ed apre il concerto dei ‘De la soul’ a Roma. È uno degli ideatori del progetto ‘Pooglia Tribe’ prodotto dalla ‘Spaghetti funk’ degli ‘Articolo 31′. Su Controradio Bari conduce ‘Booyaka’. Dal 2001 al 2010 ha fatto parte della Big Band di Paolo Belli come dj, rapper ed entertainer ed ha partecipato a centinaia di concerti in Italia ed all’estero. Insieme alla Big Band ha preso parte ai programmi televisivi Rai. Sempre tra il 2002 e il 2003 è, anche, uno dei protagonisti delle 2 edizioni di “B.R.A. Braccia rubate all’agricoltura”, programma satirico su Rai 3 a cura di Serena Dandini. Recita nello spettacolo teatrale ‘AMO’ con Serena Dandini e Neri Marcorè.
Domenica 20 dicembre lo storico martinese Nico Blasi ondatore dle Gruppo Umanesimo della Pietra delizierà gli avventori con un racconto sulle tradizioni natalizie della Valle d’Itira.
Lunedi 21 saranno ospiti i creatori e ideatori di Lercio.it “lo sporco che fa notizia”, la testata giornalistica on line che utilizza la satira come mezzo per esprimere le proprie opinioni. Divertimento assicurato per una serata davvero esilarante.
Mercoledì 23 toccherà a Walter Forte in arte DandyWolly, resident del Micca club di Roma e del format queer romano A(h)però, che proporrà una selezione di assoluta qualità per una serata frendly.

Sabato 26 l’ultimo dj set in programma per questa edizione sarà a cura di Mordecai, il dj fenomeno internazionale che con il suo electro hip hop - funk ha fatto ballare per una estate intera i ragazzi della valle d’itria.
Domenica 27 dicembre infine ci sarà lo spettacolo teatrale IO MANGIO - piccole storie da… mangiare diretto da Lucia Zotti con Monica Contini e Deianira Dragone. Due deliziose fatine, Angelina e Violetta, arrivate da un mondo lontano, incontrano i loro interlocutori preferiti: i bambini. Giocando tra candido nonsense e concretezza, le fatine creano un percorso dove il tema del cibo diventa nutrimento per il corpo ma anche, attraverso i racconti di storie e fiabe, nutrimento per la mente e per lo spirito. Il giovanissimo pubblico è aiutato ad intraprendere un cammino di consapevolezza sul senso del cibarsi.
Inoltre grazie all’Associazione Remakers sarà possibile imparare a riparare un pc con i laboratori di trashware (18-25 dicembre) aggiustando vecchi computer donati e regalandoli a chi ne ha bisogno.
Per i più piccoli invece sono previsti i laboratori domenicali (20 e 27 dicembre) con le ragazze dell’associazione Castelli di Carta che proporranno un progetto davvero innovativo e che si sposa con i makers e l’artigianato mettendo a contatto “piccole pesti” e tecnologia.
tutti gli speccatoli come al solito saranno gratuiti.



Questi gli orari di apertura.
Ven 18
h. 17:00 - 00:00
da Sab 19 a Merc 23
h. 10:00 - 00:00
Giov 24
h. 10:00 - 19:00
da Ven 25 a Dom 27
h. 18:00 - 00:00


Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Per info: 3202834793





Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More