Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

Festival della Lentezza: dal 17 al 19 giugno 2016 a Colorno (PR)


Torna il Festival della Lentezza: dal 17 al 19 giugno, nella splendida cornice della Reggia di Colorno (Pr), il tempo cambierà il suo ritmo e per tre giorni le esperienze virtuose di tutta Italia verranno raccontate e condivise.

Venerdì 17 giugno
Incontri di parole, a passo lento
Ore 18.00 – (Secondo Cortile della Reggia)
“Ragionando sulla lentezza”. Incontro con Mauro Corona, autore del libro “I misteri della montagna”. Introduce Michela Canova, sindaco di Colorno.

Dalle 19.00 – (Biblioteca Comunale)
“La luce che brilla sui tetti”. Presentazione del libro di Maria Giovanna Luini. Interviene Mariangela Guandalina.

Ore 20.00 – (Sala del Trono, primo piano della Reggia)
“Nascere in guerra”. Intervista a Manuela Valenti, responsabile dell’area pediatrica di Emergency. A cura di Erika De Stefano, pediatra.

Gli spettacoli
Ore 21.30 – (Terzo cortile della Reggia – in caso di maltempo Chiesa di San Liborio)
“Little wonder tour”. Musica Nuda in concerto. Petra Magoni (voce) e Ferruccio Spinetti (contrabbasso). Un incontro fortuito voluto dal destino.

Sabato 18 giugno
I corsi, i laboratori, l’animazione per bambini e famiglie
Ore 15.30 – (Primo Cortile della Reggia)
“Quant’è bello il matterello”. Lezioni di cucina e pasticceria per bambini.

Ore 16.00 – (Giardino Ducale)
“Alide il salice e fata corteccia”. Spettacolo ambientalista per trampoli e tessuto aereo sospeso, con la compagnia “Circolarmente”. Per bambini e famiglie.

Ore 17.00 – (Giardino Ducale)
“Il colore dei ricordi”. I nostri vissuti lentamente sfumano lasciando spazio a nuove esperienze, di essi rimangono impresse nel nostro intimo tracce sensoriali quali profumi, suoni, parole e colori. Seguendo queste tracce proviamo a scoprire la nostra personale tavolozza di colori. Laboratorio per adulti a cura di Daniela Vecchi.

Ore 18.00 – (Biblioteca comunale)
“Il tempo delle storie” Racconti e narrazioni per grandi e bambini dai 3 anni in su! Con le Galline volanti.

Ore 18.15 – (Primo cortile della Reggia)
“I cuscini bon-bon”. Laboratorio di riciclo creativo a cura di Nadé, Piccolo laboratorio di idee. Realizziamo cuscini con vecchi maglioni di lana e di cotone.

Incontri di parole, a passo lento
Ore 10.00 – (Reggia Ducale)
Visita guidata alla Reggia a cura della Fondazione Andrea Borri

Ore 11.00 – (Sala Andrea Borri, secondo piano della Reggia)
Presentazione del libro “Andrea Borri, la passione per la politica. Parma, Roma l’Europa” (Carocci editore 2015).

Ore 12.00 – (Sala del Trono, primo cortile della Reggia)
“L’impresa femminile. Storie di ordinario successo”. Intervista a Daniela Ducato (Ediliana), Luciana delle Donne (Made in Carcere),Michela Radicia (Circolo in Piazza), imprenditrici fuori dagli schemi.

Ore 14.30 – (Sala del Trono, primo piano della Reggia)
“Oltre il multitasking: l’illusione del controllo e la ricerca dell’equilibrio”. Annarita Bergianti, Ester Aloisio, Anna Perna (LEN): tre esperte di risorse umane sul tema donne, lavoro.

Ore 17.00 – (Porticato, primo cortile della Reggia)
“La donna maestra di lentezza”. Incontro con Paola Cadonici.

Ore 18.00 – (Sala del Trono, primo cortile della Reggia)
“Papà, mamma e gender”. Federico Taddia intervista Michela Marzano, autrice del libro.

Ore 19.00 – (Porticato, primo cortile della Reggia)
“Partigiani a tavola”. Presentazione del libro di Lorena Carrara ed Elisabetta Salvini.

Ore 19.00 – (Sala del Trono, primo piano della Reggia)
“La lenta, sorridente e inesorabile rivoluzione del vino naturale”. In collaborazione con Libera Associazione Enologica. Accompagna gli assaggi Andrea Baroni.

Gli spettacoli
Ore 15.00 – (Aranciaia)
“Il cibo buono” Non parliamo solo di cibo quando parliamo di cibo. A cura di Festina Lente Teatro.

Ore 21.30 – (Terzo cortile della Reggia)
“Ferite a morte”, scritto e diretto da Serena Dandini. Con Lella Costa.

Ore 00.00 – (Giardino Ducale)
“Serenata di Mezzanotte - Alla Dea Luna” - Il Maestro Vincenzo Zitello, compositore, polistrumentista, concertista tra i più importanti arpisti al mondo, presenta un programma originale di arpa celtica e arpa bardica interamente dedicato al mondo femminile.

Domenica 19 giugno
I corsi, i laboratori, l’animazione per bambini e famiglie
Ore 11.00 – (Primo cortile della Reggia)
“Quant’è bello il matterello”. Lezioni di cucina e pasticceria per bambini.

Ore 11.15 – (Primo cortile della Reggia)
“Giochi di carta”. Laboratorio di riciclo creativo a cura di Nadé, Piccolo laboratorio di idee. Ridiamo vita alla carta per creare eco-gioielli.

Ore 16.30 e 18.30 – (Biblioteca comunale)
“Il tempo delle storie” Racconti e narrazioni per grandi e bambini dai 3 anni in su! Con le Galline volanti.

Dalle 17.00 alle 18.00 – (Terzo cortile della Reggia)
“Spiazza la piazza”. Animazione-spettacolo di arti circensi, con la compagnia “Circolarmente”. Per bambini e famiglie.

Ore 17.00 – (Primo cortile della Reggia)
“Le altre vite di una t-shirt”. Laboratorio di riciclo creativo a cura di Nadé, Piccolo laboratorio di idee. Realizziamo collane e borse da una semplice, vecchia t-shirt.

Ore 18.00 – (Giardino Ducale)
“Creatività a ritmo di respiro”. Scopriamo qual è il nostro tempo interiore, a quale velocità ci muoviamo. Ci aiuteranno ad intraprendere questo viaggio di esplorazione le nostre risorse creative, muovendoci tra immagini e suoni. Laboratorio per adulti a cura di Daniela Vecchi.

Ore 19.00 – (Sala del Trono, primo piano della Reggia)
“Metodo Ancestrale: il tempo lento che fa spumare i vini secondo natura.”. In collaborazione con Libera Associazione Enologica. Accompagna gli assaggi Andrea Baroni.

Incontri di parole, a passo lento
Ore 11.00 – (Terzo cortile della Reggia)
“Frontiere”. Bengasi Battisti, Presidente dei Comuni Virtuosi, intervista Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa.

Ore 12.30 – (Terzo cortile della Reggia)
“Prime donne”. Storie di sindaci virtuosi che cambiano la comunità. Introduce Gianna De Masi, vicepresidente dei Comuni Virtuosi.

Ore 14.00 – (Secondo cortile della Reggia)
“La Cura dell'infanzia come capacità di attesa”. La pedagogia Waldorf nella voce delle maestre, delle mamme e delle socie dell'Associazione “Waldorf Steiner” di Parma. Conducono le maestre Federica Testa e Ilaria Rigoni.

Ore 15.00 – (Sala del trono, primo piano della Reggia)
“Portami oltre il buio. Viaggio nell’Italia che non ha paura”. Presentazione del libro di Giorgio Boatti. Introduce Michela Canova, sindaco di Colorno.

Ore 16.00 – (Porticato, primo cortile della Reggia)
“Come sta il Pianeta?”. Ne parliamo con la presidentessa di Legambiente, Rossella Muroni.

Ore 18.00 – (Secondo cortile della Reggia)
“Mi amerò lo stesso”. Franco Bassi intervista Paola Turci.

Gli spettacoli
Ore 20.30 – (Terzo Cortile della Reggia)
“L’attesa”. Stefano Benni legge “Le Beatrici”

Durante i tre giorni del festival saranno attivi:
L’angolo delle buone pratiche (Con gli stand di: Consorzio Caes, Banca Popolare Etica, E’ nostra, Officina Naturae, Emergency, Legambiente, Borghi Autentici d’Italia, Slow Food)
Stand dei comuni virtuosi
Mercato della terra di Slow Food
Mostra fotografica Circolo Color’s Light
Street food
Bar interno

Sarà possibile visitare all’interno delle sala della Reggia Ducale la mostra “Poesie”, di Beppe Mecconi
Beppe Mecconi poliedrico artista di costa ligure, nato e cresciuto nel Golfo dei Poeti. Dal 2009 dipinge i brani delle poesie che più lo hanno emozionato. Durante il Festival della Poesia di Parma del 2011 è stato definito “il pittore dei poeti”. Non pochi autori gli hanno inviato testi per i suoi quadri.

Inaugurazione: sabato 28 maggio, ore 11.00. (Sala del Trono, primo piano della Reggia) Interventi: Michela Canova, Sindaco di Colorno – Dott. Giuseppe Forlani, Prefetto di Parma – Marco Boschini, Associazione Comuni Virtuosi – Marzio Dall’Acqua, critico d’arte - Mariangela Guandalini. A seguire buffet con vino e focaccia ligure. Durata Mostra: da sabato 28 Maggio a domenica 19 Giugno Orari Mostra: 10.00 >13.00 – 15.00 >18.00 fino a giovedì 16 Giugno. Dal 17 al 19 giugno seguirà gli orari del Festival della Lentezza

Sarà possibile visitare la mostra del circolo fotogratico “Color’s Light” “Volontariamente donna” sotto al porticato del Primo Cortile della Reggia Ducale.

Info
http://www.lentezza.org

43a Sagra del formaggio dal 10 al 19 giugno 2016 Fagnigola (Azzano Decimo - PN)


Venerdì 10 giugno
19.00 Apertura stands enogastronomici
20.30 Gara di briscola
21.00 Serata dedicata ai balli di gruppo con maestro (ingresso libero)
Chiosco Baraonda: Serata con il gruppo "Vertical Smiles" Cover band Pop italiana

Sabato 11 giugno
19.00 Apertura stands enogastronomici
21.00 Serata danzante con l'orchestra "CASTELLINA PASI" (ingresso libero)
Chiosco Baraonda: Mojito party musica con i "D.O.G." in collaborazione con "SPIN CAFÈ"

Domenica 12 giugno
18.30 Apertura stands enogastronomici
21.00 Serata danzante con l'orchestra "COLLEGIUM" (ingresso libero)
Chiosco Baraonda: Musica con Dj R&L

Martedì 14 giugno
21.00 Il "Gruppo Teatro Pordenone" presenta la lettura scenica "S-CIAPADURE" e il cortometraggio "LA MISURA DEI SALAMI" (ingresso libero)

Giovedì 16 giugno
19.00 Apertura stands enogastronomici
20.30 Gara di briscola
21.00 Serata dedicata ai balli latino americani con la scuola Danzamania (ingresso libero)
Chiosco Baraonda: Musica con Dj R&L

Venerdì 17 giugno
19.00 Apertura stands enogastronomici
20.30 Gara di briscola
21.00 Esibizione ballerini scuola di ballo "KRISS DANCE" (ingresso libero)
Chiosco Baraonda: Serata Rock'n'roll con il gruppo "ALTER EGO"

Sabato 18 giugno
19.00 Apertura stands enogastronomici
21.00 Serata danzante con l'orchestra "ROBERTA CAPPELLETTI" (ingresso libero)
Chiosco Baraonda: Musica con "War_Maz" e "Bebi in Italy"

Domenica 19 giugno
09.30 8° "MOTOMONTASIO" Incontro VESPE, AUTO e MOTO D'EPOCA
16.30 Chiosco Baraonda: Aperitivo in Vespritz e a seguire musica con Dj R&L
18.30 Apertura stands enogastronomici
21.00 Serata danzante con l'orchestra "LINDA BISCARO" (ingresso libero)

Fornitissimi chioschi
specialità alla griglia - tagliata di pollo - trippe
formaggio alla piastra - degustazione formaggi
baccalà, pesce fritto
vini e formaggi tipici
birreria e paninoteca
nuova area giovani con cocktail analcolici e birra di Sauris
Posti a sedere al coperto
Servizio ristoro con piatti di ceramica e posate di metallo
Giochi gonfiabili per bambini con ingresso gratuito
Ampio parcheggio
Ballo su pista coperta con ingresso libero
Pesca di beneficenza

Info
proloco@fagnigola.it

Domenica 8 maggio 2016 – dalle 9 alle 19 Bosconero Canavese (TO) – 11a Mostra dell'Artigianato


Reduce da un incredibile successo che ha contato più di 20 mila visitatori per il decennale dello scorso anno, torna a Bosconero (Torino), domenica 8 maggio 2016, l'attesissima “Mostra dell'Artigianato” che, divenuta ormai un'istituzione e un punto di riferimento per tutto il territorio del canavese, compie undici anni nella convinzione di superare ogni record già registrato. Spettacoli di strada, banchi di degustazione, stand e bancarelle animeranno l'intera città dalle ore 9 alle 19: per l'occasione di festa, negozi e botteghe saranno aperti ad orario prolungato, ma non mancheranno musica, giochi e dimostrazioni dal vivo per arricchire il programma dell'evento.

L’interesse per l’artigianato si rinnova presso il grande pubblico. E' un fenomeno, un trend, in continua ascesa, che rimarca il bisogno crescente di investire in prodotti a Km 0, di origine tracciabile, di qualità certificata e singolarità irripetibile. Una dedizione particolare per il prodotto e per tutta la fase della sua lavorazione che segue la materia e la sua trasformazione dall'inizio alla fine della filiera produttiva, notevolmente semplificata per controllarne minuziosamente ogni dettaglio.
Chi sceglie il «fatto a mano», sceglie il pezzo unico al mondo. In un periodo in cui anche le produzioni in serie dell’industria patiscono la crisi, l'artigianato conserva un ruolo indiscutibile di qualità e passione. La mostra si ripete da dieci anni ed il suo successo è sempre crescente, proprio perché si celebrano mestieri mai dimenticati, permeati dalla grande maestria, creatività e il fascino delle antiche tradizioni.
Il Comune di Bosconero, con il Patrocinio della Regione Piemonte e della Provincia di Torino ed in collaborazione con le associazioni provinciali Strada Gran Paradiso, Piemonte Eccellenza Artigiana e del CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa) allestisce anche quest'anno un programma incentrato sui quattro elementi: ARIA, TERRA, ACQUA, FUOCO. Il pubblico potrà conoscere le trasformazioni della materia in chiave artigianale. In mostra sono presenti «cantieri» dei suoni, delle sculture e dei sapori, esposizioni di auto, moto, trattori e macchinari d’epoca. Ad intrattenere i partecipanti, una kermesse ricca di spettacoli itineranti, mostre fotografiche, animazione per i più piccoli, e perfino esibizioni equestri e di scherma medioevale.
Tra le mostre fotografiche ne avremo una a cura di Pierluigi Cullino, una di Salvatore Rampino e Dipinti di Gerlando Alaimo, oltre alle mostre “EAST U.S.A” di Roberto Apostolo, “ARCHITETTURE b/n” di Marco Corongi, “VIA MARE” Di Paola Maria Delpiano e “C'ERA E C'E' ANCORA” DI Carla Demichelis.
Grandi e piccoli potranno apprendere e divertirsi durante le dimostrazioni dal vivo . Un'occasione per mostrare tutto l'iter di produzione con particolare attenzione alle tecniche adottate per la trasformazione della materia in arte. Gli artigiani, interagendo direttamente con il pubblico e con le famiglie, mettono in esposizione e in vendita i propri prodotti.
Per artigiani, artisti, scuole professionali, istituti d'arte che volessero partecipare alla manifestazione è possibile contattare gli uffici comunali al numero 011/98.89.616 oppure tramite e-mail all'indirizzo comune@bosconerocanavese.it. Le iscrizioni sono aperte fino ai primi giorni di maggio 2016 con agevolazioni per gli iscritti CNA ed Eccellenze Artigiane.
Sono previsti pacchetti turistici per il pubblico proveniente da fuori regione, al fine di promuovere la conoscenza del territorio, delle sue tradizioni e della sua storia e non mancheranno i concorsi dedicati agli espositori, grazie ai numerosi sponsor che dall'inizio di questo percorso sostengono la Mostra dell'Artigianato.

Tutte le iniziative sono ad ingresso libero. 

Per informazioni consultare il sito www.bosconerocanavese.it, oppure telefonare allo 011.98.89.616.

Sa die de sa Festa de id Bois - Quinta Rassegna di Aspettando Sant’Antonio l'8 maggio 2016 ad Arbus


Natura, tradizione e identità rurale protagonisti assoluti domenica 8 maggio 2016 ad Arbus

Continua la 5^ Rassegna di Aspettando Sant’Antonio con il terzo appuntamento in programma, quello per la valorizzazione dei buoi di razza Sardo-Modicana emblema della Festa di Sant’Antonio.

Domenica 8 Maggio a partire dalle ore 10.00 presso l’Azienda di Rino e Antonio Pusceddu, in loc. Sa Perda Marcada SS 126 (direzione fluminimaggiore) Km 76, si illustreranno tutte le attività che ruotano attorno a questi maestosi animali, come la ferratura, l’aratura, le attività artigianali correlate, quali la forgiatura artigianale dei ferri, la realizzazione de su jabi e de is odriagus. Sarà anche possibile per i visitatori effettuare delle passeggiate sul carro a buoi nelle strade e nelle campagne circostanti.

Alle ore 13.00 è previsto il pranzo a base di prodotti locali, dove non mancherà la degustazione di pasta di grano duro sardo, porchettone arrosto, formaggio e olive, pane di semola, vino e dolci.

Seguiranno al pranzo degli intrattenimenti e il proseguo delle attività. Saranno inoltre presenti esposizioni di artigianato artistico.

Info e prenotazioni al 328.8604661 - 348.4604822 - 349.0934137

VIII Edizione del Campionato Nazionale del Lancio del Telefonino a Porto Sant’Elpidio il primo maggio 2016

Grande attesa per l’VIII Edizione del Campionato Nazionale del Lancio del Telefonino che avrà luogo il 1 Maggio 2016 a Porto Sant’Elpidio, durante la tradizionale festa sul lungomare, per una giornata all’insegna del divertimento. Nessuna abilità particolare è richiesta a chi vuole cimentarsi in questo sport alternativo, stravagante e originale, che appassiona giovani e meno giovani accomunati da un “tocco” di sana competizione e da un rapporto di amore-odio verso un apparecchio tanto indispensabile, quanto stressante. Tema principale di questa edizione è quello della sicurezza sulle strade. L’uso del telefono alla guida, purtroppo, è una delle più frequenti cause di incidente: per questo l’organizzazione Lancio del Telefonino quest’anno si fa promotrice dell’uso di apparecchi auricolari che riducono le distrazioni e lasciano libere le mani.

Il lancio del telefonino, oggi un vero e proprio “evento-mania”, è stato importato dalla Finlandia dall’imprenditore comasco Massimo Galeazzi che nel 2009 lo ha brevettato in Italia e in Europa.
Dopo il successo delle scorse edizioni, il Campionato torna nel 2016 invitando gli aspiranti concorrenti a battere il record italiano di 71 metri e 11 cm detenuto da Francesco Faraglia, 36 anni, informatico di Rieti.

Due sono le categorie partecipanti: Junior (ragazzi e ragazze dai 13 ai 20 anni) e Senior (Uomini e donne dai 21 anni in su). Si avrà a disposizione un solo lancio, con rincorsa libera nella corsia apposita e tiro entro la linea di demarcazione. I telefonini, forniti dall’organizzazione dell’evento, saranno tutti uguali del peso non superiore a 70 grammi.
Il lancio può essere effettuato con qualsiasi tecnica, ma solo con le braccia. Il punteggio verrà calcolato con la telemetria, utilizzando l’apparecchiatura elettronica Tele Laser.
Non occorre nessuna iscrizione anticipata: nella giornata di gara chi vorrà partecipare dovrà semplicemente compilare una cartolina con i propri dati. Tutti potranno dare sfogo alla propria avversione per il cellulare: lanciare il telefonino il più lontano possibile è, ovviamente, il requisito fondamentale per vincere. Al miglior lanciatore in premio un telefonino di ultima generazione.
La seconda tappa del Campionato si terrà a Marigliano in Provincia di Napoli.

Per ulteriori informazioni:
www.lanciodeltelefonino.com
mirusmarche@mirus.it
Facebook: lanciodeltelefonino

Paolo Franzoso in mostra a Modena: dagli eroi dei fumetti disneyani...al mondo dei luna park! fino al 7 maggio 2016


Il bizzarro mondo del circo, quello colorato dei luna park, le immagini delle grandi metropoli, le suggestioni della contemporaneità con continui inserimenti di immagini topiche e citazioni tratte dalla storia dell’arte, i riferimenti al mondo della grafica pubblicitaria e ancora a personaggi del mondo fumettistico, costituiscono l’universo artistico di Penzo Paolo Franzoso, in mostra a Modena da sabato 9 aprile fino 7 maggio 2016. Il curatore Marco Bertoli ha riunito in una mostra evento - le opere più rappresentative dell’artista adriese. Quello di Franzoso è un mondo abitato da figure familiari, dove anche le immagini del quotidiano domestico sono descritte con una consistenza simile a quella dei ricordi, in cui la dimensione autobiografica è fondamentale per la poetica dell’autore. Essa è legata a un senso di esperienza individuale e a pensieri intimi, talvolta sentimentali, elaborati spesso in opere in cui si concentrano vari strati di significato, dato che l'artista utilizza e rielabora elementi più disparati tratti non solo da suoi ricordi personali, ma anche da un patrimonio figurativo “popolare” a cui attingere, come modalità per rapportarsi ad una specie di inconscio collettivo. Fra le sue opere più significative si possono ricordare “Camera mia”, “Ciclamin che fuma”, “Carillon”, “Mamma mia” e “La stanza”, dove prevale un linguaggio più intimo e personale a cui si contrappongono opere quali “Artisticheria”, “Calimero”, “Fantasia all’opera” in cui convivono personaggi tratti da famosissimi dipinti, piuttosto che citazioni di soggetti pubblicitari ed eroi disneyani, o come nell’opera “Un cielo per un fiore” dove la suggestione di una drammatica realtà irrompe prepotentemente nell’opera dell’artista, in una dolorosa meditazione sulla realtà e sul tempo che viviamo. Le opere sono realizzate attraverso una sorta di collage con stratificazioni e inserimenti di fogli di giornale a cui l’autore sovrappone spessi strati di colore e resina che accentuano l'idea di tridimensionalità delle composizioni in modo peculiare e sempre diverso. Segno della costante sperimentazione pittorica è anche il frequente utilizzo di annotazioni scritte direttamente dall’autore o realizzate attraverso il collage che, senza essere didascaliche, suscitano un senso di condivisione immediata da parte dell’osservatore. 


L’arte di Penzo Paolo Franzoso è in mostra in una esposizione curata da Bertoli fino al 7 maggio dal lunedì al sabato ore 10.00 – 13-00/ 15.00 – 18.00 presso lo spazio in via Carlo Farini 56 a Modena.

“Gusto Italiano in fiore” 4^ edizione a Ficarolo (RO) il Primo Maggio 2016


Domenica 1 Maggio 2016 dalle ore 9,00 alle ore 19,00

“Gusto Italiano in fiore” 4^ edizione

Mostra mercato di Fiori piante e arredo giardino.
Rassegna di specialità gastronomiche italiane con degustazioni
Ampio spazio dedicato al piccolo artigianato artistico.
Animazione per bambini con:
Parco Gonfiabili, le Mascotte Orso, Gustino e lo Show del Mago Ricky.
Artisti di Strada con tre spettacoli del circo “Arkar” ore 11,00 – 16,00 e 17,30, ingresso gratuito.

Negozi aperti


Sguardi paralleli - Mostra di Francois Morellet e Mario Ballocco a Lucca dal 24 marzo al 26 giugno 2016

La nuova mostra promossa dalla Fondazione Ragghianti, a cura di Paolo Bolpagni, ha due protagonisti: il francese François Morellet (Cholet, 1926), uno dei più grandi e celebrati artisti viventi, tra i maestri indiscussi del contemporaneo, e Mario Ballocco (Milano, 1913-2008), pittore e teorico di enorme talento e genio pionieristico, di cui è in atto da alcuni anni la riscoperta.

Dedicare una mostra, una doppia personale, a Morellet e a Ballocco costituisce il primo tentativo, mai compiuto finora, di accostare i percorsi di due artisti che non si conobbero, ma, soprattutto in alcune fasi delle rispettive carriere, imboccarono “parallelamente” strade analoghe e molto anticipatrici.
I due furono, uno in Francia e l’altro in Italia, precursori, già all’inizio degli anni Cinquanta, di molti aspetti dell’arte cinetica e programmata (e in certa misura anche della Optical Art), che sarebbe esplosa come tendenza generale nel decennio successivo.

L’attenzione alle questioni percettive, alla visione e al movimento, al problema della forma e del colore, all’interdisciplinarietà e al rapporto con il design sono elementi che ritroviamo pre­cocemente sia in Ballocco, sia in Morellet. Persino alcuni fattori costituitivi del loro lessico artistico mostrano somiglianze insospettabili: basti confrontare le “trame” del francese con i “reticoli” dell’italiano.
I parallelismi, insomma, sono numerosi e calzanti, a tratti sorprendenti, soprattutto fino ai primi anni Sessanta, quando Morellet, allora esponente del GRAV (il parigino “Group de Recherche d’Art Visuel”), comincerà a sperimentare l’utilizzo del neon e della multimedialità, mentre Ballocco – fermo restando il suo lavoro pittorico – imboccherà la strada del teorico e dell’esperto di problemi cromatologici, anche nell’ambito applicativo e degli studi sul design.

Seguire i loro sviluppi a partire dalla metà degli anni Quaranta consente di misurare il progres­sivo approdo dei due artisti all’astrattismo. Il 1950 è un anno di svolta per entrambi: Ballocco fonda il Gruppo Origine insieme con Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi ed Ettore Colla, mentre Morellet, abbandonata ogni traccia informale, “conquista” la geometria, iniziando a realizzare dipinti scanditi in precisi ritmi visivi.
Nel 1952 si affaccia in ambedue gli artisti la questione della modularità: le “grate” e i “reticoli” di Ballocco si trasformano in griglie e sequenze di rettangoli; Morellet, da parte sua, costruisce le proprie opere sul quadrato e sul triangolo. Già nella seconda metà degli anni Cinquanta la loro produzione è ormai improntata a una ricerca intorno alla forma e al colore: al centro dell’attenzione è lo studio dei meccanismi della visione e dei fenomeni ottici. Il linguaggio impiegato da entrambi è astratto, ma si pone al di là degli stili delle precedenti avanguardie: l’intento è di superare la nozione tradizionale di arte come “espressione” per puntare al coinvolgimento dello spettatore non sul piano emozionale, bensì percettivo e psicologico.
Dopo una fase di maggiore distanza (soprattutto fra il 1963 e il 1968), è interessante notare che, verso la fine degli anni Settanta, i percorsi di Ballocco e di Morellet si incontreranno di nuovo – sempre “a distanza” – nel privilegiare l’utilizzo del bianco e nero, e quindi un progressivo abbandono del colore.

Sono esposte nelle sale della Fondazione Ragghianti circa settanta opere, molte delle quali inedite in Italia (e anche inedite in senso assoluto), che documentano la carriera artistica di Mario Ballocco e di François Morellet dal 1945 agli anni Ottanta. Le sale mostrano il parallelo sviluppo delle loro ricerche, correndo su un duplice binario che consente di istituire confronti e di misurare somiglianze e differenze. Ci sono anche dipinti di Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi ed Ettore Colla (“compagni di strada” di Ballocco nell’avventura del Gruppo Origine), e inoltre documenti originali, fotografie, un video e cataloghi e riviste d’epoca. Da segnalare, poi, la presenza in mostra dei primi neon di François Morellet, risalenti agli anni Sessanta, straordinariamente concessi in prestito per l’occasione nonostante la loro rarità e fragilità.
Il catalogo, delle Edizioni Fondazione Ragghianti Studi sull’Arte, è firmato dal curatore della mostra Paolo Bolpagni e contiene anche un saggio del filosofo Massimo Donà, un testo scritto da Morellet nel 1971 e qui tradotto per la prima volta in italiano, le schede scientifiche delle opere esposte e apparati biobibliografici.
La mostra è realizzata in collaborazione con l’Associazione Archivio Mario Ballocco di Milano e lo Studio Morellet di Cholet, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e il patrocinio della Città di Lucca.



Sede della mostra: Fondazione Centro Studi Ragghianti
Complesso Monumentale di San Micheletto
Via San Micheletto 3, Lucca
Orari: dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; il lunedì chiuso (apertura straordinaria lunedì 25 aprile)
Ingresso gratuito
Possibilità di prenotazioni di gruppi per visite guidate
info@fondazioneragghianti.it
Tel.: 0583 467205
Fax: 0583 490325

Sagra dell'Agnolotto a Primeglio Marmorito (AT) il 7 e 8 maggio 2016


7-8 maggio 2015
Primeglio - Passerano Marmorito (AT)
SAGRA DELL'AGNOLOTTO
XI Edizione

Informazioni: Anna Toselli - Presidente Pro Loco di Primeglio (tel. 3397519679)

Festa di Primavera ad Arsoli (RM) il primo maggio 2016

La manifestazione, rinviata dal 25 aprile causa previsioni meteo negative, si svolge ad Arsoli (la “piccola Parigi” di Luigi Pirandello) da decenni. Essa si richiama ad antiche usanze contadine ed è una “ghiotta” occasione per conoscerne il notevole patrimonio di cultura, le tradizioni, lo spiccato senso dell’ospitalità, gli eventi e le eccellenze gastronomiche locali. Una giornata in un ambiente sano, a pochi chilometri dalla capitale, in una atmosfera di profumi, colori, musica e sapori di altri tempi che la Pro Loco di Arsoli coltiva da sempre con amore e passione. 

In programma:
- VISITE GUIDATE GRATUITE AL BORGO MEDIEVALE, AL MUSEO DELLE TRADIZIONI MUSICALI, AL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DELLE ARTI E TRADIZIONI ED ALTRI SITI DI RILEVANZA STORICA, ARTISTICA ED ARCHITETTONICA. 
Appuntamento con le guide e formazione dei gruppi presso il Museo delle Tradizioni Musicali in Corso San Bartolomeo alle ore 10,00 – 11,00 – 12, 00 - 14,30 e 15,30. I Musei resteranno aperti per l’intera giornata;
- Edizione Straordinaria dell’ ARCHEOMERCATO DELLA TERRA con esposizione delle eccellenze del territorio organizzato in collaborazione con la Condotta Slow Food di Tivoli e Valle dell’Aniene e MERCATINO DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO;
- Dalle ore 12,00 “SI PRANZA IN PIAZZA”. Nella splendida cornice della Piazza Valeria, in pieno borgo medievale, a prezzi veramente contenuti e popolari si potranno gustare i piatti della tradizione contadina realizzati con modalità tipiche e con genuini prodotti locali:
 “sagne” – pasta di farina di grano e acqua fatta a mano realizzando una sfoglia, molto maneggiata, leggermente spessa e tagliata della larghezza di un dito. E’ condita con sugo di pomodoro, aglio e olio;
 “pizza summa co’ ll’erbe” – specie di pane schiacciato, ottenuto da un impasto di sola farina di grano, non lievitato, cotto al forno a legna, accompagnato da cicorie selvatiche o altre verdure “ripassate” in padella;
 “saciccie” – salsiccie di suino di produzione locale, cotte alla brace;
 “pizzafritta roscia” – frittella realizzata con pasta lievitata cotta in olio bollente e condita con salsa di pomodoro, origano e altre spezie.
- Dalle ore 16,30 “SAGRA DELLA PIZZAFRITTA” con distribuzione della tipica frittella “dolce” realizzata con impasto non lievitato e cosparso di zucchero.
SPETTACOLO DI MUSICHE, CANTI E BALLI DEL CENTRO-SUD CON GLI ARANIRA

Arsoli, a circa 50 km da Roma, si raggiunge con
- Autostrada A24 Roma-L’Aquila, uscite Vicovaro-Mandela o Carsoli-Oricola e proseguire per circa 10 Km sulla S.S. n. 5 Tiburtina fino al Km 60;
- F.S. Stazione di Arsoli, con partenze da Roma sulla linea Roma-Avezzano-Sulmona;
- Autolinee COTRAL, dal Capolinea M Ponte Mammolo linea Roma-Subiaco o corse dirette. area della festa accessibile ai disabili – parcheggio riservato ai camper

Info: Ufficio Turistico Pro Loco - telefono / fax 0774 920290
Cell. 3395886594 - 3495856284
e-mail: prolocodiarsoli@libero.it – www.prolocodiarsoli.it

I Perturbazione con Andrea Mirò al concerto del Primo Maggio 2016 a Roma


PERTURBAZIONE feat. Andrea Mirò, il pop rock di quattro perturbati più una.
Oggi i Perturbazione sono un quartetto composto dai fondatori Tommaso Cerasuolo e Rossano Lo Mele, oltre a Cristiano Lo Mele e Alex Baracco. Dopo 700 concerti e oltre 20 anni di attività, i Perturbazione sono entrati ormai stabilmente fra i classici della nuova canzone italiana. Le storie che ci raccontiamo è il loro settimo album in studio. Sul palco del Primo Maggio con Andrea Mirò un’artista eclettica come pochissimi altri in Italia; è infatti polistrumentista, autrice, produttrice, cantante e direttore d’orchestra.

Next Vintage al Castello di Belgioioso dal 22 al 25 aprile 2016

Il segreto della felicità di moda? Per la primavera 2016 è divertirsi con il vintage chic, vero o presunto: un capo ritrovato in soffitta, un'allure d'antan con vestiti anni '70, qualche richiamo agli anni '60, l’accessorio extra-vagante, l’astuzia da stylist.

Sono questi i consigli e gli spunti di una nota rivista femminile di moda per la primavera, sembrano creati apposta per la prossima edizione di “Next Vintage” che si svolgerà al Castello di Belgioioso dal 22 al 25 aprile.
Le sale del castello si trasformano in un grande atelier di moda e di accessori che sanno narrare la storia e l’evoluzione del costume dal ‘700 agli anni ’90.
Via, quindi per quattro giorni, al grande gioco della moda mescolando, scovando e abbinando i capi più insoliti che ci trasmettono emozioni, ricordi e che ci fanno sentire bene.
Il fascino del passato si coniuga con la moda di oggi e diventa un must della moda contemporanea.

Vintage, questo termine accolto nel gergo comune della moda negli anni ’90 per introdurre il concetto di rarità e selezione tra gli indumenti retrò, oggi è un fenomeno che esce dalla sua dimensione di nicchia per abbracciare sempre di più le tendenze di costume attuale.
Perché la moda è una parte essenziale del nostro patrimonio culturale e, in un mix di eccellenze, rappresenta il cuore della nostra offerta turistica.

Eventi collaterali
Vintage Styling: un’estetica contemporanea
Mai come oggi la Moda guarda al passato: lo stile rétro è diventato negli ultimi anni un linguaggio imprescindibile e trasversale, che detta le regole dell’estetica contemporanea dalle sfilate fino allo street-style.
Per riscoprire le cifre stilistiche che si sono avvicendate nel ‘900, e per capire come tradurle in spunti attuali, l’esperta di vintage Elisa Motterle e la consulente d’immagine Rossella Migliaccio presentano la mostra Vintage Styling. Il percorso espositivo accompagna gli ospiti dell’edizione primaverile di Next Vintage in una passeggiata che ripercorre lo stile dei decenni passati. In più, all’esposizione si affianca un’attività di consulenza-flash, che aiuta i visitatori a contestualizzare i loro acquisti per creare look contemporanei e d’effetto.

Heinz Schattner fotografo
In mostra durante il Vintage gli scatti di Heinz Schattner, fotografo di moda e arte di fama internazionale. Polaroid di uomini con copricapo e acconciatura, ritratti molto particolari di donne, scatti di gioielli indossati da modelle sono esposti nei due corridoi del Castello. In mostra anche alcune immagini scattate a Mali, viaggio durante il quale Heinz Schattner ha vissuto insieme alle popolazioni autoctone dei Peul, Tuareg e Bambara.

Preview: giovedì 21 aprile dalle ore 15 alle 20
Mostra: dal 22 al 25 aprile - Orario: continuato dalle ore 10 alle ore 20
Ingresso Biglietto intero: 10 € - Biglietto ridotto 7€ (bambini 6/12, over 60)

Segreteria Organizzativa
Ente Fiere dei Castelli di Belgioioso e Sartirana
Gloria Spaini – Michele Bolzoni
Tel. 0382/970525
info@belgioioso.it - www.belgioioso.it/vintage

Nero a Metà - Omaggio e tributo a Pino Daniele


La band è sorta nel 2009 per rendere omaggio al noto compositore partenopeo, Pino Daniele, prestando attenzione, in prima linea, ai suoni e agli arrangiamenti, e mescolando inoltre le inclinazioni artistiche di ogni singolo musicista che compongono la Tribute Band. La formazione ripercorre i momenti più significativi della carriera di Pino Daniele, sin dai suoi esordi ai primi anni '90, ovvero il periodo ritenuto di maggiore intensità del cantautore napoletano, al quale sono legati i suoi estimatori più fedeli, senza disdegnare i progetti più recenti. Cogliere lo spirito dei brani di Daniele ed interpretarlo sulla propria pelle è l’intento del gruppo che vanta collaborazioni con artisti importanti tra cui Tony Esposito, Tony Cercola, storici percussionisti dello stesso Pino Daniele

Formazione
Voice:Walter Ferrera
Guitar: Ciro Solaro
Bass: Giovanni Palladino
Piano & Keys: Siro Scena
Sax: Tony Panico
Drums: Federico Di Macco

INFO E PRENOTAZIONI

In collaborazione con Lino Sansone Management





tributo pino daniele campania - cover band basilicata - omaggio pino daniele puglia - tribute band lazio - spettacolo pino daniele calabria - abruzzo - sicilia 

“Ricky Portera Tris” - Ricky Portera, Gigi Puzzo e Roby Morsiani



Dopo il ritorno sul palco di Sanremo con gli stadio per un grande tributo a Lucio Dalla, il progetto musicale “Ricky Portera Tris” torna a calcare i palchi di tutta Italia

Il “Rock Made in Italy” di “Ricky Portera Tris”. La Band, interpreta a suo modo, i brani di tutti gli artisti con i quali ha collaborato. 

La formazione: 
Ricky Portera - fondatore degli “Stadio”, collaboratore di Lucio Dalla e chitarrista al fianco di grandi autori italiani come Ron, Eugenio Finardi e Loredana Bertè
Gigi Puzzo - bassista già dei Flashman, Corvi, Sugar Band 
Roby Granito Morsiani - batterista Skiantos, Freak Antoni.

Disponibili per locali, festival, eventi in piazza, feste della birra, ecc...



XVIII° Sagra Trofie con Radicchio e Porcini – Gnocchi alla Borgense dal 24 giugno al 26 giugno 2016 a Montoro (AV)


Anche quest’anno, per il diciottesimo anno consecutivo l’Associazione Socio Culturale “Il Castello”, organizza a Montoro località Misciano in provincia di Avellino, la XVIII° Sagra Trofie con Radicchio e Porcini – Gnocchi alla Borgense, dal 24 giugno al 26 giugno 2016, paese ricco di storia e dell’atmosfera tipicamente medievale.
La Sagra Trofie con Radicchio e Porcini e Gnocchi alla Borgense è diventata un appuntamento significativo per chi ama le cose semplici e genuine della nostra terra.
L’iniziativa che ogni anno riscuote sempre un notevole successo, risponde alla sempre più crescente domanda di vecchi sapori tradizionali e ha lo scopo di valorizzare e promuovere il eno-gastronomico dell’intero patrimonio territorio montorese.
Una manifestazione che sta diventando ormai un fenomeno di costume e di aggregazione per tutti gli abitanti di Montoro.
Non mancherà la buona musica, tutto all’insegna del divertimento e dell’allegria più genuina, senza inutili schiamazzi ma godendo del senso di pace che si respira in ogni angolo del paese.
I principali piatti da degustare sono:
- Trofie con Radicchio e Porcini;
- Gnocchi alla Borgense;
- Crespelle con Porcini;
- Risotto con Porcini;
- Scaloppina con Porcini;
- Salsiccia alla brace con Porcini;
- Panino con Salsiccia con vari contorni;
- Patatine;
- Frittelle;
- Dolce;
- Vini Doc Irpino.

Grande novità prodotti senza glutine.

Ampio parcheggio custodito. Parco gioco per bambini curato da una lutodeca.

Infoline: 331.2564618 – 347.1888680
info@associazioneilcastello.com

Melloblocco - Raduno Internazionale di Sassisti XIII Edizione – Val Masino (SO) – 5 - 8 maggio 2016


Giovedì 5 maggio – Melloblocco 2016 – Start!
ore 9 Apertura del Villaggio Melloblocco
ore 9-22 Iscrizione Melloblocco 2016 – Gazebo Melloblocco all’area Giardino del Villaggio Melloblocco
ore 9-18 Bouldering time – si arrampica sui blocchi del Melloblocco 2016 e sui 3 circuiti dei capolavori della Valle: “Sassisti”, “Melat” e “Gigiat” con la nuova APP Melloblocco Smart Climbing Festival
ore 10-18 Presenza dei giudici sui “Blocchi con Montepremi” del Melloblocco 2016
ore 10 Iscrizione e apertura dei foto e video-concorsi del Melloblocco 2016
ore 10-16 Field test: prova al Melloblocco 2016 … scarpette La Sportiva; scarpette Wild Climb; scarpette, imbrachi crash pad Ocun; corde Sterling Rope … in caso di maltempo le attività si svolgeranno nella palestra del Centro Polifunzionale
dalle ore 17 Tutti al Villaggio Melloblocco per bere qualcosa in compagnia, partecipare agli incontri con i personaggi del Melloblocco 2016, vedere le nuove proposte video, accompagnati da tanta musica.
ore 17-18
dalle ore 18 Zlagboard Contest Melloblocco 2016 – Zlagboard Stand nell’area Giardino del Villaggio Melloblocco
ore 18 ERSAF – Presentazione delle Mostre: “Val di Mello e Yosemite Valley dalle Alpi alla Sierra californiana: due valli così uguali così diverse” e “I percorsi tematici nelle Foreste di Lombardia: 40 sentieri per camminare tra natura, storia e cultura” Centro Polifunzionale
18:30 Bodycomposition – test professionale per valutazione della composizione corporea (nutrizione e idratazione) nell’atleta con Dr. Bosetti Gianluca, biologo nutrizionista.
dalle ore 21:00 “Le grandi serate del Melloblocco” – Palestra del Centro Polifunzionale
ore 21:00 Apertura straordinaria con il nuovo Reel Rock Film 10 – Palestra del Centro Polifunzionale
ore 22:30 Dj Set – Villaggio Melloblocco

Venerdì 6 Maggio – Melloblocco 2016 – Si entra nel vivo
ore 8-9 Mello-yoga pre-climb con Alberto Milani e Sara Grippo – Tendone del Villaggio Melloblocco
ore 8:30-18:30 Bodycomposition – test professionale per valutazione della composizione corporea (nutrizione e idratazione) nell’atleta con Dr. Bosetti Gianluca, biologo nutrizionista.
ore 9-22 Iscrizione Melloblocco 2016 – Gazebo Melloblocco all’area Giardino del Villaggio Melloblocco
ore 9-18 Bouldering time – si arrampica sui blocchi del Melloblocco 2016 e sui 3 circuiti dei capolavori della Valle: “Sassisti”, “Melat” e “Gigiat” con la nuova APP Melloblocco Smart Climbing Festival
ore 10-18 Presenza dei giudici sui “Blocchi con Montepremi” del Melloblocco 2016
ore 10-16 Field test: prova al Melloblocco 2016 … scarpette La Sportiva; scarpette Wild Climb; scarpette, imbrachi crash pad Ocun; corde Sterling Rope … in caso di maltempo le attività si svolgeranno nella palestra del Centro Polifunzionale
dalle ore 17 Tutti al Villaggio Melloblocco per bere qualcosa in compagnia, partecipare agli incontri con i personaggi del Melloblocco 2016, vedere le nuove proposte video, accompagnati da tanta musica.
ore 17:30-18:30 Mello-yoga post-climb con Alberto Milanie Sara Grippo – Tendone del Villaggio Melloblocco
ore 17:30-18:30 Workshop a cura del Il Dottor Kelios Bonetti, medico chirurgo, specialista in ortopedia e traumatologia, esperto in patologia arrampicatoria, palestra del Centro Polifunzionale:
ll riscaldamento razionale della mano: un utile mezzo per prevenire gli infortuni.
“Ho finito la pelle!” Un approccio fisiologico al consumo della cute
dalle ore 18 Zlagboard Contest Melloblocco 2016 – Zlagboard Stand nell’area Giardino del Villaggio Melloblocco
ore 18
ore 18:30 Seminario “Arrampicata e dintorni” alla sala del Camino del Centro Polifunzionale:
“Yogascent” con Alberto Milani in collaborazione con Versante Sud
“Infiammazione e cibo” con Gianluca Bosetti, nutrizionista specializzato in arrampicata sportiva
“L’infiammazione nel climber” con Kelios Bonetti, medico ortopedico esperto in patologia arrampicatoria
dalle ore 20:30 “Le grandi serate del Melloblocco” – Palestra del Centro Polifunzionale
ore 20:45 Simone Pedeferri presenta il film “Segni”, di Michele Caminati, ambientato in Val Masino e Val di Mello, con adidas.
ore 21:30 Climbing Technology videos: Matteo Manzoni sale il blocco “Unità di produzione” e Silvio Reffo sale Pure Imagination a Red River
ore 21:45 Video La Sportiva con Silvio Reffo, Cody Roth, Anthony Gullsten.
ore 22:30 Crazy Party- Concerto live: Rumble Tumble, con Crazy Idea – Tendone del Villaggio Melloblocco
ore 00 Dj set – Resident melloblocco – Ivo Dullaart – Tendone del Villaggio Melloblocco

Sabato 7 Maggio – Melloblocco 2016 – Party-time!
ore 8:30-18:30 Bodycomposition – test professionale per valutazione della composizione corporea (nutrizione e idratazione) nell’atleta con Dr. Bosetti Gianluca, biologo nutrizionista.
ore 9-22 Iscrizione Melloblocco 2016 – Gazebo Melloblocco all’area Giardino del Villaggio Melloblocco

ore 9-18 Bouldering time – si arrampica sui blocchi del Melloblocco 2016 e sui 3 circuiti dei capolavori della Valle: “Sassisti”, “Melat” e “Gigiat” con la nuova APP Melloblocco Smart Climbing Festival
ore 9:30 Mellobaby per i più piccoli, a cura dello Studio Marchetti – registrazione e raduno presso stand iscrizioni Melloblocco, Giardino Villaggio Melloblocco
ore 10-18 Presenza dei giudici sui “Blocchi con Montepremi” del Melloblocco 2016
ore 10:00 Mellopark – Avvicinati al bouldering con le Guide Alpine “Val di Mello” & “Gigiat” – E’ per tutti! - Mello-FA – First Approach, per principianti di tutte le età. Registrazione e raduno presso stand iscrizioni Melloblocco, Giardino Villaggio Melloblocco
ore 10-16 Field test: prova al Melloblocco 2016 … scarpette La Sportiva; scarpette Wild Climb; scarpette, imbrachi crash pad Ocun; corde Sterling Rope … in caso di maltempo le attività si svolgeranno nella palestra del Centro Polifunzionale
ore 10-18 Special Event Cassin Block
10:45 “Lezione di yoga sulla cima del Sasso Remenno“ con Versante Sud – Sasso Remenno
dalle ore 17 Tutti al Villaggio Melloblocco per bere qualcosa in compagnia, partecipare agli incontri con i personaggi del Melloblocco 2016, vedere le nuove proposte video, accompagnati da tanta musica.
ore 18-19 Mello-yoga post-climb con Alberto Milani e Sara Grippo – Tendone del Villaggio Melloblocco
ore 18
ore 18 Poster signing: Jorg Verhoeven at Marmot stand
dalle ore 18 Zlagboard Contest Melloblocco 2016 – Zlagboard Stand nell’area Giardino del Villaggio Melloblocco
dalle ore 18 Conosci il vino di Valtellina – degustazioni vini in compagnia dei produttori del Consorzio Vini Valtellina – Sala del Camino del Centro Polifunzionale
ore 18-19 ERSAF con Wood*ing – La Foresta nutre il Pianeta “Il foraging: tornare al passato vivendo con quello che la natura ci offre” con degustazione – Gazebo ERSAF area Giardino del Villaggio Melloblocco
ore 18:30-20 Workshop sulla realizzazione di un EPIC CLIMBING VIDEO con un videomaker professionista, in collaborazione con EpicTV – Sala del Camino del Centro Polifunzionale
ore 18:30-19:30 Workshop a cura del Il Dottor Kelios Bonetti, medico chirurgo, specialista in ortopedia e traumatologia, esperto in patologia arrampicatoria, palestra del Centro Polifunzionale:
Lo yoga nella prevenzione delle principali patologie arrampicatorie, in collaborazione con YogAscent.
Cambiamento della Tecnica di presa l’unico mezzo per prevenire infortuni e recidive delle lesioni di puleggia.
dalle ore 20:30 “Le grandi serate del Melloblocco” – Palestra del Centro Polifunzionale
ore 20:30 Climbing Technology videos: Daniel Fuertes sale Bongada 9a e Pietro Biagini sale Hyena a Finale Ligure
ore 20:45 Matteo Della Bordella presenta le sue spedizioni in India e sulla parete est del Fitz Roy, con adidas
ore 21:30 Pietro Dal Prà presenta le nuove scarpette La Sportiva – Palestra del Centro Polifunzionale
ore 21:45 Mauro Calibani e Andrea Gallo presentano il nuovo video E9 – Palestra del Centro Polifunzionale
ore 22:00 Jorg Verhoeven presenta “Lista di nozze” – Katharina Saurwein & Jorg Verhoeven klettern in Australien, Grampians & Tasmanien, con Marmot – Palestra del Centro Polifunzionale
ore 23:00 Concerto live: Circo Abusivo – Tendone del Villaggio Melloblocco
ore 00:30 Technoblocco: Foxé all night long – Tendone del Villaggio Melloblocco (Dj set)

Domenica 8 Maggio – Melloblocco 2016 – Le premiazioni
ore 8-9 Mello-yoga pre-climb con Alberto Milani e Sara Grippo – Tendone del Villaggio Melloblocco
ore 8:30-10:00 Bodycomposition – valutazione vettoriale della composizione corporea nell’atleta con Dr. Bosetti Gianluca, biologo nutrizionista.
ore 9-12 Iscrizione Melloblocco 2016 – Gazebo Melloblocco all’area Giardino del Villaggio Melloblocco
ore 9-15 Bouldering time – si arrampica sui blocchi del Melloblocco 2016 e sui 3 circuiti dei capolavori della Valle: “Sassisti”, “Melat” e “Gigiat” con la nuova APP Melloblocco Smart Climbing Festival
ore 10-15 Presenza dei giudici sui “Blocchi con Montepremi” del Melloblocco 2016

ore 10-15 Field test: prova al Melloblocco 2016 … scarpette La Sportiva; scarpette Wild Climb; scarpette, imbrachi crash pad Ocun; corde Sterling Rope … in caso di maltempo le attività si svolgeranno nella palestra del Centro Polifunzionale
ore 11-12
ore 15-16 Zlagboard Contest Melloblocco 2016 – Zlagboard Stand nell’area Giardino del Villaggio Melloblocco
ore 16-17 Premiazioni e cerimonia di chiusura – 1^ estrazione premi, consegna premio speciale Red Bull, premiazione 3 circuiti dei capolavori della Valle, premiazione atleti, 2^ estrazione premi e chiusura Melloblocco 2016


INFORMAZIONI GENERALI
Conservare il tagliando numerato attaccato a questa mappa per l’estrazione di domenica.
La maglietta Melloblocco dà diritto a muoversi con le navette del Melloblocco (gratuite).
Il Melloblocco è un “raduno” per tutti, bravi e meno bravi e anche principianti che arrampicano insieme; per i “bravissimi” ci sono a disposizione una decina di blocchi molto difficili per ciascuna categoria (donne e uomini) che hanno un montepremi che si divide tra chi riesce a salirli.
TRASPORTI
È garantito lo spostamento nelle varie aree in navetta (gratuita per gli iscritti al Melloblocco®): orario continuato 9:00 / 18:00. Sono previsti trasporti da e per Morbegno nelle fasce orarie non coperte dal servizio pubblico.
AVVERTENZE
N.B.: La manifestazione è riservata ai maggiori di 18 anni; gli atleti minorenni devono essere accompagnati dai genitori.
Attenzione: la strada della Val di Mello è chiusa alle auto.
È vietato il campeggio al di fuori delle strutture attrezzate.
La manifestazione si terrà anche con condizioni meteo avverse (attrezzarsi di conseguenza). I partecipanti devono provvedere a portare i propri crash-pad.
L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali infortuni dei partecipanti.

Mostra personale di Natale Addamiano dal 23 aprile al 4 giugno 2016 a PoliArt Contemporary di Milano

La PoliArt Contemporary di Milano è lieta di annunciare Nodi quasi di stelle, mostra dedicata ai neri e lucenti cieli stellati di Natale Addamiano. Le circa venti tele scelte, cercano di focalizzare il momento di maggiore astrazione nella ricerca dell’artista pugliese, in cui le luci profonde e variabili delle notti stellate divengono il luogo in cui la pittura già albeggia riscattando i molti tramonti del monocromo contemporaneo.

Ciò che colpisce è proprio il dialogo visibile che l’artista, erede della grande tradizione della pittura, instaura con le neoavanguardie e le loro diramazioni che giungono sino al contemporaneo. Non è un caso che Addamiano, in sintonia con il curatore, riconosca proprio nei buchi di Lucio Fontana quella variazione infinita, fatta di differenze, contrasti, accordi, incontri e scontri sempre mutevoli, che costituisce e costruisce lo spazio inquieto, superficiale e profondo proprio della pittura. Per questo motivo, per riallacciare i nodi di quel discorso, che dalla pittura, attraversando lo spazio reale, torna alla pittura, è stata inserita in mostra la prima carta con i buchi che Lucio Fontana eseguì nel 1949.
Ecco che i “nodi quasi di stelle” di Addamiano - la citazione è leopardiana - indicano la trama complessa dei suoi inediti buchi di luce fatti di pittura: l’artista costruisce piani profondi di consistenza, sovrappone timbro su timbro sino al nero, sino a quando lo spazio reale e lo spazio interiore possano appoggiarsi l’uno sull’altro, come attraversati e tenuti dalle sue stelle.
E la forza di attraversamento di questa pittura, il suo affiorare da lontano, può intendersi anche in senso trans storico, mettendo a contatto il contemporaneo con il passato, ma per fare di entrambi qualcosa di diverso. C’è, infatti, una potente inattualità in questi cieli stellati, persino la presenza di un sentimento romantico, l’umana emozione dell’essere nulla di fronte all’infinito visibile, ma subito incrinata dalla presenza dell’opera in quanto tale, il suo essere oggetto, pezzo davvero di pittura che si mostra senza finzioni, pittura quasi monocroma, monocromo già troppo discontinuo per non essere profonda pittura di nera luce.
Per questo i brani più alti di Addamiano sono quelli in cui si perde ogni approdo paesaggistico e ogni luogo percettivo da cui lanciare lo sguardo, per scoprirsi già dentro il fuori e fuori dal dentro. È in questi brani che Addamiano riannoda di pittura i fili del tempo, e ritrova quel dialogo perduto con Fontana e con quelli che, dopo di lui, si sono arrischiati nei cieli, come Santomaso e sue sperimentazioni spaziali di “stelle nere” nei primi anni Settanta, oppure gli opachi cieli a cadenza giottesca di Biggi, sino alle declinazioni monumentali delle fotografie di Thomas Ruff e alle costellazioni inventate di Matteo Attruia, per citarne alcuni.

Di fronte ai cieli di Addamiano è come riscoprire il proprio sguardo per la prima volta, proprio laddove la pittura riemerge dalla profondità della notte come ictus minimo, gesto, segno, punto luminoso. Allora il nero incessante, quello che ci siamo abituati a chiamare “monocromo”, diviene variabile architettura luminosa, quadrante di cosmo, soglia sulla quale non solo ci affacciamo, ma che abitiamo. Allora queste notti non sono solo le immagini profonde degli stellati cieli reali (di kantiana memoria), sono anche frammenti dei nostri cieli interiori, sono la soglia visibile in cui si sfiorano i due infiniti diversi che siamo. Davvero allora, dall’altra parte della pittura di Addamiano, forse, ci sono anche i sogni dell’arte oggettuale contemporanea: “E quindi uscimmo a riveder le stelle”.


È in preparazione la performance di danza contemporanea con musica di Paola Samoggie e la coreografia di Serena Zardini e Gabriele Vaccargiu.


PoliArt Contemporary – Milano - www.galleriapoliart.com - 02.70636109 -388.6016501

"L'Ora del Rosario" - Fiorello - 9 - 10 - 11 aprile 2016 - Teatro EuropAuditorium, Bologna




Dopo oltre 100 date sold out in tutt’Italia e il grande successo del tour europeo, «L’Ora del Rosario», il nuovo, atteso spettacolo di Rosario Fiorello, torna a Bologna al Teatro EuropAuditorium nei giorni 9, 10 e 11 aprile 2016.

Rosario Fiorello ritorna sui palchi italiani, in una dimensione teatrale, dopo il grande successo del tour europeo che lo ha portato a Zurigo, Bruxelles, Parigi e Londra. Il suo nuovo spettacolo, come lui stesso ha dichiarato, nasce dalla “gran voglia di sentire e toccare la gente…”.
«L’Ora del Rosario» inizia sempre un giorno prima, girando per le vie delle città e conoscendo le persone del luogo che diventano, in qualche modo, autori di spunti comici e parte integrante dello show.

Lo spettacolo, che sarà in scena al Teatro EuropAuditorium di Bologna nei giorni 9, 10 e 11 aprile 2016 alle ore 21,00, è in perfetto stile Fiorello: analogico, fatto di puro intrattenimento ed autentico divertimento. Tanti i temi trattati, dagli immancabili riferimenti all'attualità, fino alle note di costume dei nostri giorni. Oltre due ore ininterrotte di monologhi, canzoni, gag, duetti di grande spessore con artisti del calibro di Mina e Tony Renis che, in “collegamento” da Las Vegas, regalerà allo showman una versione molto particolare della celebre «Quando Quando Quando». Ma in ogni tappa non mancheranno sorprese per il pubblico in platea che diventerà parte “attiva” dello spettacolo. Rosario Fiorello interagisce, così, con gli spettatori, in un flusso continuo di fuori programma.

Accompagnato dal vivo dalla band diretta dal maestro e tastierista Enrico Cremonesi e composta da Carmelo Isgrò al basso, Massimo Pacciani alla batteria, Antonello Coradduzza alle chitarre e dal trio vocale «I Gemelli di Guidonia», Pacifico, Luigi e Eduardo Acciarino, lanciati a «Fuori Programma» su Radio Uno, Fiorello gioca tra pop e swing con cover e mash-up di canzoni.

In Emilia Romagna, quindi, un ritorno tanto atteso che, anche a Bologna, ha nuovamente registrato il tutto esaurito.
Uno spettacolo di Rosario Fiorello scritto con Francesco Bozzi, Claudio Fois, Piero Guerrera, Pierluigi Montebelli e Federico Taddia. La regia è di Giampiero Solari.

*Dopo il grande successo ed il tutto esaurito dei mesi scorsi nei teatri italiani, “L’Ora del Rosario”, al rientro dalle tappe europee, torna in Italia a:

Bologna: 9, 10 e 11 aprile

Lugano: 14 e 15 aprile

Pescara: 18, 19 e 20 aprile

Pisa: 23 e 24 aprile

Livorno: 26 e 27 aprile

Padova: 6 e 7 maggio

Milano: 9, 10 e 11 maggio

Torino: 13, 14 e 15 maggio

Napoli: 18 e 19 maggio

Firenze: 21 e 22 maggio

Roma: 18-19-20-21-23-24-25-27 giugno

Info
www.teatroeuropa.it



Fiori nella Rocca. Mostra mercato di piante rare - 8-10 aprile 2016 alla Rocca Visconteo-Veneta di Lonato del Garda (BS)


Fra le curiosità
Floreali inganni
Mostra dedicata a fiori veri e fiori di carta talmente belli da sembrare veri
e l’Hortus conclusus
per far appassionare a fiori e piante anche i bambini

“Floreali inganni”: saranno straordinari bouquet e fantasiose composizioni di fiori veri mescolati con fiori di carta talmente belli e realistici da sembrare veri ad accogliere il pubblico di Fiori nella Rocca, raffinata manifestazione dedicata alle piante rare e al giardinaggio, in programma da venerdì 8 a domenica 10 aprile all’interno della Rocca visconteo-veneta di Lonato del Garda (Brescia). A firmare le stupefacenti creazioni sarà Giusy Ferrari Cielo, notissima insegnante e Giudice internazionale dell’Istituto Italiano Floreale Amatori I.I.D.F.A. di Sanremo, che da anni idea le inconsuete e raffinate mostre che costituiscono uno degli elementi di attrazione di questa mostra mercato primaverile, ormai annoverata fra le manifestazioni florovivaistiche più interessanti e di qualità della penisola. Ai visitatori, l’arduo compito di scoprire quali saranno i fiori veri e quali quelli di carta.
Un variopinto mercato di piante rare – La formula che rende unica Fiori nella Rocca è il fatto che dà ai visitatori la possibilità di coltivare la loro passione per il verde e il giardinaggio e, allo stesso tempo, di visitare una delle principali e più imponenti fortificazioni del Nord Italia, animata per l’occasione da mostre, incontri, corsi e da una serie di attività pensate per intrattenere e divertire anche i bambini. Simbolo di Lonato e Monumento Nazionale dal 1912, la Rocca (lodata per la sua imponenza e posizione strategica anche da Napoleone Bonaparte), accoglierà fra le sue mura i più importanti coltivatori e ricercatori di essenze rare, tra cui i più noti produttori di erbacee perenni, rose, peonie, piante aromatiche, medicinali e orticole particolari, agrumi, ulivi e palmizi, pelargoni a foglia profumata, imperiali e miniatura, iris, lavande, clematis, piante acquatiche, piante grasse, tillandsie, frutti antichi e piante forestali: a selezionarli sapientemente e ad invitarli sul Garda, sono il Garden Club Brescia e la Fondazione Ugo Da Como, che hanno ideato otto anni fa questa rassegna, divenuta ormai uno dei principali appuntamenti del settore. Con i loro gazebo, saranno inoltre presenti artigiani che realizzano raffinati oggetti e decorazioni per il giardino. Per dare ai genitori la possibilità di girovagare in tutta tranquillità fra gli espositori, sarà allestito l’Hortus Conclusus, area riservata ai bambini con giochi, letture, animazioni e laboratori con la preparazione dei fiorigami. Per un caffè o una pausa pranzo, fra una pianta ed una visita guidata, ecco infine un suggestivo angolo caffetteria e un ristorante a buffet.
Fra i molti eventi che faranno da corollario alla rassegna, NATURALIA ET MIRABILIA Composizioni floreali per le stanze della nostra casa (lezioni gratuite di composizione floreale tenute da Fabio Chioda di Nibel Atelier Floreale), la presentazione di raffinati volumi dedicati al giardinaggio, mini-corsi legati al verde.
Lonato e la Casa del Podestà - Durante “Fiori nella Rocca”, sarà possibile visitare l’antico borgo di Lonato attraverso un percorso multicolore e profumato, che dal centro storico porta sino alla dimora che fu abitata dal Senatore Ugo Da Como, ora parte del patrimonio della sua Fondazione. Una straordinaria casa-museo composta da 20 ambienti completamente arredati, in cui sono esposte collezioni di dipinti, maioliche e porcellane. Imperdibile, la sua magnifica Biblioteca che custodisce circa 50.000 volumi tra cui importanti codici miniati, autografi e libri antichi illustrati. Lonato, adagiata fra le colline moreniche che fanno da corona al lago di Garda, è una cittadina incantevole, che custodisce bellezze architettoniche quali la Basilica settecentesca e la cinquecentesca Torre Maestra.

BIGLIETTO D’INGRESSO
Euro 5,00
Bambini fino a 12 anni gratis
La visita guidata alla Casa-museo di Ugo Da Como prevede un supplemento di Euro 3,00
Giornata speciale Garden, Euro 20 (riservato ai soci Garden Club)

ORARI DI APERTURA
Venerdì, Sabato e Domenica, dalle 9.00 alle 18.00

SERVIZI
La Coffee-House della Rocca sarà aperta venerdì 8, sabato 9 e Domenica 10 aprile, dalle ore 9 alle ore 18 per la colazione, il pranzo e servizio caffetteria.
Servizio gratuito di cariolaggio per le piante acquistate fino al parcheggio di carico e scarico merce

COME ARRIVARE
In auto: Autostrada A4 Milano-Venezia – uscita Desenzano del Garda – 4 Km in direzione Lonato
In treno: linea ferroviaria Milano-Venezia – stazione di Lonato oppure da Desenzano del Garda-Sirmione, proseguendo in pullman fino a Lonato

INFORMAZIONI e PROGRAMMA DETTAGLIATO
Pagina facebook “Fiori nella Rocca”
Tel. +39 030 9130060
Email: info@fondazioneugodacomo.it - info@fiorinellarocca.it

Tipicamente - La festa dei cinque sensi a San Giovanni in Persiceto (BO) 15 - 16 - 17 aprile 2016


Anche quest’anno ritorna Tipicamente, la rassegna di prodotti tipici italiani nata già dieci anni fa come manifestazione che apre agli eventi estivi, esprimendo tutta la voglia di uscire e di godere della fresca aria primaverile.

Nelle giornate di venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 Aprile, Tipicamente riproporrà la Festa dei Cinque Sensi, con un mercato di prodotti tipici provenienti da tutta la penisola e un’esplosione di piante e fiori che riempiranno la piazza di Persiceto di colori e profumi primaverili.

Inoltre, sabato e domenica ci sarà il mercato dell’artigianato artistico e la domenica il Mercato straordinario di Qualità a cura dei consorzi Versilia Forte dei Marmi e di Re Bertoldo.

Info

21° Orchidee dal Mondo a Monte Porzio Catone (RM) 15 - 16 - 17 aprile 2016


Anche quest'anno, torna Orchidee dal Mondo nella splendida cornice del centro strorico di Monte Porzio Catone. Giunta alla sua 21° edizione si arricchisce di ulteriori espositori provenienti da 9 diverse nazioni da 3 differenti continenti. Gli espositori, ospitati in oltre 20 locali dislocati lungo le vie del centro storico, vi aspettano per un fine settimana alternitivo immersi nello spttacolare mondo delle orchidee tra colori, profumi e centinaia di specie differenti.....non puoi mancare !


Sagra del Taganu ad Aragona (AG) sabato 9 aprile 2016

Buongiorno e buonanotte! a Centrale Preneste domenica 10 aprile 2016 alle ore 16.30


La compagnia Giallo Mare Minimal Teatro arriva da Empoli con Buongiorno e buonanotte! in scena domenica 10 Aprile alle ore 16.30 a Centrale Preneste Teatro (Via Alberto da Giussano, 58 - Roma) per la Rassegna Infanzie in gioco 2015/16. Lo spettacolo è diretto da Vania Pucci e Lucio Diana ed è interpretato da Vania Pucci.
Mentre è semplice capire quali sono le attività quotidiane durante il giorno, la notte rimane un mistero, un tempo sospeso. La bambola/bambina si prepara ad andare a letto ma non vuole chiudere gli occhi e tutte le scuse sono buone per continuare la giornata: leggere una storia, la voglia di giocare, la sete, la fame, la paura. Niente la convince a dormire, a staccarsi dal suo mondo, dai giocattoli, dalla vita piena di giochi, di incontri, di storie. Uno spettacolo di forte impatto visivo con le immagini, realizzate sia con la lavagna luminosa sia con la computer grafica, che si formano sotto gli occhi degli spettatori. Come un grande libro illustrato, le immagini contengono il corpo dell’attrice e interagiscono con lei fra continue sorprese in un ritmo sempre più serrato fino al sopraggiungere del sonno.
Adatto dai 3 agli 8 anni. Il costo del biglietto è per tutti di 5 euro.
Per info e prenotazioni: 06 27801063 – 25393527 o info@ruotaliberateatro.191.it

Buongiorno e buonanotte!
Giallo Mare Minimal Teatro
Con Vania Pucci
Testo e progetto drammaturgico: Vania Pucci
Disegni, scenografie e luci: Lucio Diana
Immagini su lavagna luminosa ed ombre: Ornella Stabile
Animazioni digitali: Ines Cattabriga
Assistente animazioni: Silvia Vallesi
Tecnico audio e luci: Saverio Bartoli
Voce bambina: Frida Fantini
Regia: Vania Pucci e Lucio Diana

Centrale Preneste Teatro Via Alberto da Giussano, 58 - Roma
Domenica 10 Aprile alle ore 16.30
Biglietto unico: 5.00 € (prenotazione consigliata)
Info e prenotazioni: 06 27801063 – 25393527 (lun./ven. ore 10.00/17.00) o info@ruotaliberateatro.191.it
Pagina Facebook: www.facebook.com/CentralePrenesteTeatro

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More