Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Burlesque

Magia, danza, musica, ventagli, piume e lustrini per vivere una serata unica!

Artisti di strada

I migliori ed originali artisti di strada disponibili per animare feste di piazza, eventi aziendali, centri commerciali, ristoranti e feste di compleanno, feste di laurea, anniversari e matrimoni.

Musica Live

Cantanti anni '60 e '70, tribute e cover band, party band, piano bar, musica jazz, folk e tradizione popolare, musica live napoletana, orchestre, bande, dj per eventi, ...

Attrazioni e allestimenti per eventi

Noleggio water ball, noleggio gabbia per il calcio 3vs3, noleggio gonfiabili, giostra con cavalli, toro meccanico, scenografie, service per concerti, stand, tensostrutture, macchina per lo zucchero filato, carretto dei gelati, ecc ...

Auto d'epoca per eventi

Noleggio Auto d'epoca e non per eventi, matrimoni e campagne pubblicitarie

Incendio della Reggia a Colorno (PR) il 10 settembre 2016


Al calar della notte il Giardino Storico della Reggia di Colorno diverrà un palcoscenico sorprendente, un'emozione unica, condita da un pizzico di storia e da un fascino incredibile.
Un “incendio” di suoni, luci e colori, animerà la Reggia di Colorno Sabato 10 Settembre 2016 alle ore 22.30.

Il Palazzo già residenza dei Farnese, dei Borbone e di Maria Luigia d’Austria, di cui quest’anno si ricorda il Bicentenario del suo arrivo nel Ducato di Parma e Piacenza, ospiterà uno spettacolo di fiamme e bagliori che illumineranno il cielo in un crescendo di fantastiche coreografie luminose perfettamente sincronizzate a celebri composizioni musicali: uno spettacolo mozzafiato e indimenticabile che farà rivivere i fasti del passato, quando ancora Re, Regine, duchi e cortigiani animavano le splendide sale, i cortili e il magnifico giardino alla francese.

A fare da quinta d’eccezione a questo spettacolo di suoni e luci sarà proprio la facciata verso il giardino settecentesco con il grandioso scalone, luogo ideale per far rivivere lo sfarzo di un tempo, proprio come avrebbe voluto la figlia di Luigi XV Re di Francia, Luisa Elisabetta, detta Babet, che fece del palazzo di Colorno la “Versailles dei Duchi di Parma”.


In caso di maltempo lo spettacolo sarà rinviato a data da destinarsi
Ingresso a offerta


Per informazioni
Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica di Colorno, Mezzani, Sorbolo e Torrile
c/o Reggia di Colorno
Tel. +39 0521 313790 - Fax +39 0521521370
www.reggiadicolorno.it - ufficio.turistico@comune.colorno.pr.it

Posidonia Sustainable Friends Festival a Santa Margherita Ligure (GE) dal 1 al 4 settembre 2016

Dopo le tappe spagnole di Sitges e Vigo, Posidonia Sustainable Friends Festival torna per la seconda volta a Santa Margherita Ligure (Portofino, Liguria) dal 1 al 4 Settembre.
Grazie al sostegno di Friend of The Sea e Friend of the Earth, leader nella certificazione di prodotti sostenibili, la rassegna chiude l’estate in bellezza, in collaborazione con Comune di Santa Margherita Ligure, Area Marina Protetta di Portofino, Parco di Portofino, Parco Nazionale delle Cinque Terre e Asdomar. Tra i tanti altri partner si ricordano, Clorofilla Film Festival di Legambiente, Talent Garden Genova, Outdoor Portofino, Ziguele, Cesisp, Liguria Circular, Due Punto Zero, Oasis, La Rivista della Natura. Durante l’evento potrete scoprire la piattaforma www.sustainablefriends.com, uno spazio no-profit dove si possono conoscere i progetti che le persone stanno sviluppando per aiutare l'ambiente in tutto il mondo.
Una quattro giorni di eventi gratuiti e continuativi, aperti all’ampio pubblico, organizzate come consueto attraverso azioni di sostenibilità: minimo consumo di carta e utilizzo di plastiche biodegradabili, decorazioni con materiale riciclato, promozione del trasporto pubblico elettrico e condiviso, utilizzo di prodotti locali a km zero, raccolta differenziata e riciclo.
Durante l’evento sarà possibile raggiungere zone remote e inaccessibili dell'Area Marina Protetta di Portofino, dove il vecchio gasolio è bandito, grazie alla barca a vela dotata di motore elettrico di Daniele Bossi (Direttore operativo ITEM - Hybrid Technology Eco Motors), in anteprima per il pubblico dell’evento.
L’evento si apre giovedì 1 settembre tra le note di Andrea Trabucco e le percussioni del “Blocco JA È” per lasciare spazio all’inaugurazione della mostra fotografica “La natura dell’acqua” con opere di Remo Bernardello, Alberto Girani, Gabriele Motta, curata da Flavia Motolese. La serata prosegue con un live streaming dai fondali dell’AMP di Portofino con l’imperdibile evento “Il mare in piazza” progetto dell’associazione Sopraesottoilmare alla scoperta in diretta delle meraviglie del mondo sommerso proprio sotto di noi.
A pranzo, venerdì vi aspettiamo con la scienza tra Bio Street Food e l’intervento di Liguria Circular “Cos’è l’economia circolare?”, mentre il pomeriggio suspance per la performance di equilibrio e acrobazie sul mare “Water Line” di Thyago Oliveira e, subito, dopo lo spettacolo aereo circense “Higgledy Piggledy” della Compagnia LeOmelette. A seguire, il concerto di Lorenzo Malvezzi "Filastrocche per bambini cattivi" in attesa dello show case “Start Up Green”, organizzato in collaborazione con TAG Genova, dedicato a Startup innovative con focus ecosostenibile sull’intero territorio Ligure. La giornata si chiude con l’ Eco-cinema in collaborazione con Clorofilla Film Festival con i documentari “Marine Rubbish” e “Trenta piedi sotto il mare”.
Venerdì e sabato segnaliamo rispettivamente le conferenze/corso per giornalisti “Storie di mare, giornalismo e reti social per un cambio verso un futuro sostenibile con l’intervento di Vittorio Alessandro, Filippo Paganini, Paolo Bray, Giorgio Fanciulli, Maurizio Mencucci, e “Come comunicare l’ambiente: la forza dello story telling nel mondo dell’informazione 3.0” con l’intervento di Andrea Ferraretto, Alberto Girani, Lorenzo del Bianco, Pietro Greppi, Luca Natale.
Durante la giornata di sabato si susseguiranno il concerto “Nato in Mediterraneo”, la sfilata di percussioni brasiliane e la roda di capoeira a cura dell’Associazione Italiana di Capoeira da Angola, inoltre la rappresentazione teatrale con burattini per bambini “Arion e il mistero degli abissi! a cura de La Compagnia teatrale Le Calze Braghe.
Nel pomeriggio escursione con e nel Parco di Portofino alla scoperta della Valle dei Mulini.
Il concerto de “La Scapigliatura” darà il “La” (è proprio il caso di dirlo!) alla presentazione dei progetti di turismo sostenibile in Liguria di Wild Sea Europe, in attesa dello spettacolo di danza col fuoco di Sara Parisi. Per chiudere la serata proiezione dei cortometraggi “The Black island”, “Cargo Cult”, “Dinner for few”, “No Jile”, “Plantae” e “Premier Automne” del FICMA (Festival Internacional de Cine de Medio Ambiente) direttamente da Barcellona.
Sul lungomare di Santa, ogni giorno vi aspetta l’Eco-fiera, una vetrina dedicata ai progetti legati alla sostenibilità e all’ecologia con particolare attenzione all’ecosistema marino, che vede l’attiva partecipazione di ONG, artigiani, imprese, enti istituzionali e progetti innovatori.
Da venerdì a domenica i bambini saranno i protagonisti della sostenibilità nei laboratori di LabTer Portofino, Ziguele e Outdoor Portofino, alla scoperta dei suoni del Parco, della biologia marina e dei segreti della posidonia oceanica, pianta adattata alla vita sottomarina, fondamentale per la conservazione degli ecosistemi mediterranei cui il festival è dedicato, e dei laboratori artistici e di giocoleria curati dagli artisti Matteo Cretti e Thyago Oliveira. Per gli adulti dallo spirito giocoso e curioso, Outdoor Portofino vi aspetta per il torneo di SUP ball, per il CineMARE in kayak e per le attività di StreetO, una disciplina dell’Orienteering che si svolge nei borghi o nei centri storici, per scoprire i carruggi di Santa Margherita Ligure in un modo unico e divertente! 

Per info e prenotazioni info@outdoorportofino.com

Festival delle Culture Mediterranee: III Edizione d'Arte, Musica e Cibo - dal 31 agosto al 2 settembre 2016 Andrano (LE)



Dal 31 agosto al 2 settembre ad Andrano ,31 artisti si avvicenderanno nel castello medievale. Il taglio del nastro spetterà a Josè Van Roy Dalì, figlio del celebre Salvador

Giunge alla sua terza edizione la kermesse d’arte e cultura più attesa nel basso Salento. Il Festival delle Culture Mediterranee, organizzato dall’Associazione Mediterranea partirà ad Andrano il 31 di agosto e si concluderà il 2 settembre nella splendida cornice del Castello Spinola Caracciolo. Anche quest’anno il palinsesto si presenta ricco grazie alle opere di 31 artisti provenienti da tutta Italia, oltre ad una “personale” del Maestro Giuseppe Corrado, insigne artista salentino scomparso recentemente, che sarà allestita nella Chiesa del Convento dei Domenicani, sempre ad Andrano. Ad inaugurare la manifestazione sarà l’artista Josè Van Roy Dalì, figlio del celebre Salvador, che incrocerà il suo percorso umano e culturale con quello degli artisti presenti. Arte figurativa ma non solo, anche il teatro sarà presente con “Dimenticare Medea”, rappresentato dall’Accademia Mediterranea dell’attore e diretta da Franco Ungaro con la regia di Tonio De Nitto. Nel ricco palinsesto non manca neppure il suono di artisti locali che disveleranno ai presenti le sonorità popolari colte attraverso un mix di generi che accompagneranno le tre serate.
Il Festival sposa il progetto umanitario di Emercency, presenti alla terza, l’associazione italiana nata nel 1994 per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà, promuovendo una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani. “Abbiamo voluto una manifestazione che approfondisse i linguaggi dell’arte e della cultura”, dichiara Margherita Franja, direttrice artistica dell’evento “Il nostro Festival punta a valorizzare il percorso umano e spirituale di tanti artisti che hanno il coraggio di esplorare nuovi linguaggi e nuove forme espressive. Dietro ciascuno di loro -prosegue la Franja-c’è una storia ed un vissuto che meritano di essere indagati e ammirati. Per questo il Festival mette a disposizione di ciascuno uno spazio che non è un semplice luogo fisico ma l’idea di una comunità generativa di vita artistica. La manifestazione si propone di accogliere e sostenere tutti i linguaggi dell’arte e della cultura e di raccoglierli in uno scambio fecondo tra le diverse esperienze.”
“Siamo contenti di proseguire in questa impresa” aggiunge Mimmo Balestra, Presidente dell’Associazione Mediterranea” che ci vede impegnati da tre anni con numerose iniziative che trovano il momento culminante nel Festival delle Culture Mediterranee. Il nostro intento è quello di proseguire nell’opera di promozione artistica e culturale di tanti artisti e di creare quelle connessioni virtuose che permettono la crescita dei singoli e delle Comunità nel più ampio contesto delle culture del Mediterraneo.”
Tra le altre iniziative promosse dal Festival figura anche “Progetto Mediterranea” una spedizione culturale, scientifica e nautica che ha come fine formare uomini di mare e comandanti grazie ad anni di navigazione per tutto il Mediterraneo, il Mar Nero e il Mar Rosso settentrionale durante i quali ha incontrato intellettuali e artisti; Simone Perotti e Francesca Piro, responsabili del Progetto, racconteranno la loro esperienza e spiegheranno gli obiettivi che si propongono di portare avanti nei prossimi anni.
Accanto agli appuntamenti culturali verrà offerto ai visitatori un contatto con i sapori del cibo. Infatti, nella splendida cornice del Parco Sandro Pertini, sarò allestito un eccezionale Percorso Degustativo con la presenza di eccellenze della produzione agro-alimentare e vinicola.

Notte Viola - Celle Ligure (SV) 3 settembre 2016


La Notte Viola si trasforma e diventa solidale: la manifestazione, a cura di Consorzio Promotur e Comune di Celle Ligure, in programma sabato 3 settembre, cambia volto a causa dei tragici fatti che hanno coinvolto l'Italia centrale e punta su una raccolta fondi da destinare all'Associazione Nazionale Comuni Italiani, per sostenere le zone colpite dal terremoto del 24 agosto.

La formula sarà quella che ha fatto il successo delle manifestazioni gastronomiche cellesi: l'eccellenza del cibo, la cultura del mangiare bene e la tradizione dello streetfood. A partire dalle ore 18.30 ristoranti, bar, stabilimenti balneari, gastronomie e focaccerie aderenti prepareranno piatti dedicati alla melanzana, abbinati ad altre eccellenze gastronomiche, da gustare in piedi, insieme ad un bicchiere di vino e ad una birra, come da tradizione del cibo di strada. Su proposta di alcuni imprenditori cellesi, accolta con favore sia dal Consorzio Promotur, che li rappresenta, sia dall'Amministrazione Comunale, tutti i locali aderenti devolveranno una parte del ricavato della vendita all'Anci per la raccolta fondi a favore delle zone colpite dal terremoto.

L'Associazione Nazionale Comuni Italiani ha, infatti, attivato da subito una linea di coordinamento dei contributi ed un conto per la raccolta fondi, proponendosi come collettore di tutte quelle iniziative che, sul territorio nazionale, sono sorte su proposta dei sindaci e degli amministratori, per raccogliere e devolvere fondi per la ricostruzione. Una raccolta istituzionale per avere una garanzia di serietà nella gestione delle risorse donate: lo stesso fondo a cui il Comune di Celle Ligure devolverà, come da decisione che verrà formalizzata a breve dalla Giunta Comunale, un contributo straordinario di 5000 € per incrementare quanto raccolto durante l'evento.

Comune e Consorzio hanno deciso, in accordo con i partecipanti, di non sottrarre le risorse economiche preventivate per intrattenimenti musicali o di altro genere. Non ci sarà animazione lungo le vie, se non qualche attività dedicata ai più piccoli, il cui ricavato andrà anch'esso in beneficenza: la parola d'ordine sarà SOLIDARIETA'! Durante la serata (dalle ore 18 alle 22) sarà creata una piccola area con possibilità di fare donazioni, che saranno anch'esse devolute. Verrà inserito nel palinsesto dell’iniziativa benefica anche un concerto a cura dell'Associazione Sport Arte Musica (che gli organizzatori ringraziano per la generosità nel proporsi): Francesco Zino e la sua band si esibiranno gratuitamente domenica 4 settembre, alle ore 21.15 presso il palco centrale di piazzetta Arecco con lo spettacolo Quelli degli anni '60. Anche in questa occasione cittadini e turisti potranno aderire con proprie donazioni, in prossimità della sede spettacolo tra le ore 21 e le 23.

Ma non finisce qui, perché a partire da sabato 27 agosto e fino a domenica 4 settembre, Celle Ligure sarà a fianco di Amatrice e delle popolazioni laziali e marchigiane colpite dal sisma. Per volontà degli imprenditori cellesi è nata Aspettando la Notte Viola: poco più di una settimana, in cui cittadini e turisti potranno consumare il Piatto Solidale nei locali aderenti. In queste giornate una delle specialità in lista sarà dedicata alla solidarietà e parte del ricavato di questa vendita sarà devoluto al fondo dell'Anci.

Info: I.A.T. Celle Ligure, tel. 019/990021 fax 019/9999798 infoturismocelle@comunecelle.it
Consorzio Promotur, tel. e fax 019/991774 celle_promotur@libero.it
Seguici su Facebook (WCELLE) e Instagram (W_Celle)


La Banda musicale Garibaldi in concerto a Fermo il 4 settembre 2016

Domenica 4 settembre alle 15.30, nel giardino dell’Hospice San Martino di Como (Via Castelnuovo), si terrà un concerto del Corpo musicale Giuseppe Garibaldi di San Fermo, organizzato dall’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino in collaborazione con il Gruppo Paxme - Gruppo Paritetico di Coperative Sociali e Hospice S. Martino di Como, struttura che guarda alla persona in tutte le sue dimensioni e che, oltre alla cura del corpo, desidera promuovere il benessere sociale e spirituale della persona malata, anche attraverso l’energia della musica.
Sarà un pomeriggio di condivisione e intrattenimento rivolto a pazienti, familiari, operatori e a tutti i cittadini per sensibilizzare il pubblico e diffondere la conoscenza delle cure palliative, attività che aiutano il paziente a vivere l’ultimo periodo di vita nel modo migliore possibile. L’evento è stato pensato e proposto da un componente della banda, familiare di una paziente ospitata presso l’Hospice lo scorso anno, ed è offerto dalla Banda stessa, come riconoscimento delle attività svolte dalla struttura e dall’Associazione Accanto.
Durante il concerto la storica formazione eseguirà alcune marce sinfoniche e brani originali per banda tra cui “La Dama de vento di Bar”, “Cinesina di Lamanna”, “Pacific Dreams” di Jacob De Hann, “Gli amici di Minori” di Favoino, intervallati da pezzi noti quali “La vita è bella” di Nicola Piovani, tratta dall’omonimo film, un medley degli Abba e “De Andrè for band”, medley di alcune delle più belle canzoni del cantautore (arrangiamento di Franco Arrigoni).


L’ingresso è libero e gratuito.
In caso di maltempo l’evento verrà sospeso.


Corpo Musicale Giuseppe Garibaldi
Il Corpo Musicale Giuseppe Garibaldi venne fondato nel 1870 nell’allora comune di Vergosa come costola della locale Società di Mutuo Soccorso con l’obiettivo principale di diffondere la cultura musicale tra i propri iscritti. Nel corso dei suoi 146 anni di attività affronta il cambio del nome del paese (agli inizi del ‘900 Vergosa diventa, per editto regio, San Fermo della Battaglia) e diversi traslochi ma nulla cambia dello spirito e degli scopi della fondazione. Attualmente è composto da circa 25 suonatori dopolavoristi che con passione, impegno e amicizia, si ritrovano una volta a settimana per divertirsi suonando insieme sotto la conduzione del Maestro Fabrizio Durante.

Associazione Accanto onlus - Amici dell'Hospice San Martino
L'Associazione Accanto onlus - Amici dell'Hospice San Martino di Como è un’associazione di volontariato che offre, attraverso le cure palliative domiciliari, servizi di assistenza medica, psicologica e sociale ai malati terminali e ai loro famigliari, e supporta con i suoi volontari l’Hospice San Martino, struttura di degenza presente sul territorio comasco dal 2004 che accoglie fino a dieci ospiti in fase avanzata della malattia.
Nata nel dicembre 2005 per volontà di famigliari, volontari e operatori direttamente interessati o coinvolti nell’esperienza di accompagnamento ai malati con patologie non guaribili, l’Associazione Accanto promuove iniziative e attività di cura, formazione e sensibilizzazione che hanno per oggetto i bisogni e le problematiche di malati oncologici, con AIDS o altre malattie non guaribili.
L’Associazione organizza inoltre incontri di gruppo con l’assistenza di uno psicologo, per l’elaborazione del lutto, destinati a persone che abbiano perduto un loro caro.

Hospice San Martino
L'Hospice San Martino nasce nel 2004 per iniziativa dell'ASL di Como. È una struttura residenziale accreditata dal Servizio Sanitario della Regione Lombardia e attualmente gestita dal Gruppo Paxme - Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali. Ospita persone non assistibili presso il domicilio, in fase avanzata e/o terminale di una malattia non più suscettibile a trattamenti specifici per la guarigione o per in contenimento della sua progressione. All'interno dell'hospice opera un'équipe composta da diverse figure professionali – medici, psicologi, operatori socio sanitari, assistenti sociali, assistenti spirituali e volontari – in modo da poter rispondere ai bisogni clinici, psicologici, sociali e spirituali di persone affette da malattie non più guaribili che vivono l'ultima fase della loro vita.


Per informazioni:
Accanto Onlus - Amici dell'Hospice San Martino
Tel: 031 309135 (ore 9.00 – 13.00) - contatto@accanto-onlus.it - www.accanto-onlus.it

Artigiani del Gusto - Rassegna Nazionale Mestieri Artigiani nel campo Enogastronomico - il 22 e 23 ottobre 2016 a Parabiago (MI)

La splendida cornice di Villa Corvini, storico palazzo settecentesco di Parabiago, ospiterà il 22 e 23 ottobre 2016 la manifestazione “Artigiani del Gusto”, una nuova kermesse per la promozione e valorizzazione dei Mestieri Artigiani nel campo Enogastronomico.
Questo nuovo evento dal titolo “Artigiani del Gusto”, il terzo che realizziamo a Villa Corvini per la promozione dell’Artigianato, si aggiunge alle ormai già consolidate manifestazioni Artisticamente (che quest’anno si svolgerà come sempre a fine novembre, il 26 e 27) 11° mostra che valorizza artigiani del settore artistico e Arte & Natura – fiori in Villa, che si svolge a marzo (quest’anno è stata la 10° edizione) e promuove in modo specifico imprese agricole florovivaistiche e artigiani che realizzano produzioni a tema natura.
E’ da diversi anni che abbiamo in mente di sviluppare un evento nel campo enogastronomico – afferma la dott.ssa Myriam Vallegra, ideatrice del progetto – ma volevamo darvi un significato più forte, approfondito, diverso e unico rispetto a quello che può essere una mostra enogastronomica.
La manifestazione “Artigiani del Gusto” vuole infatti valorizzare soprattutto i mestieri, presentando nell’evento artigiani e imprese agricole che realizzano manualmente tante produzioni enogastronomiche di qualità.
Da ormai oltre 10 anni, insieme ad Associazione culturale e artistica Iperbole, Centro Servizi Villa Corvini, Associazioni di categoria e vari Enti pubblici portiamo avanti e sviluppiamo sempre di più la promozione e valorizzazione dell’artigianato, da quello artistico a quello floricolo, da quello agricolo a quello femminile… ora ci voleva anche una manifestazione specifica per gli artigiani che realizzano opere che si mangiano…dal pane alle focacce, dai dolci al cioccolato, dalla birra ai vini, dai salumi ai formaggi, dalla pasta fresca all’olio, anche nell’ottica di creare sempre più conoscenza e consapevolezza di come nascono i “buoni” cibi che, anche grazie a manifestazioni di qualità come questa, abbiamo il privilegio di portare sulla nostra tavola.
Un altro aspetto importante di questa manifestazione, come tutte le manifestazioni che organizziamo sull’Artigianato – continua la dott.ssa Myriam Vallegra – è quello culturale e conoscitivo: le nostre mostre non sono solo belle e grandi manifestazioni da vedere e rivedere, perché ogni volta diverse, ma vogliono trasmettere cultura e conoscenza ai visitatori, grandi e piccoli; e così anche nell’ambito dell’evento “Artigiani del Gusto” ci saranno show-cooking, dimostrazioni dal vivo di lavorazioni, degustazioni e laboratori didattici per bambini e adulti, oltre alla presentazione di numerosissimi prodotti artigianali enogastronomici da assaggiare ed acquistare.
Ad “Artigiani del Gusto” parteciperanno artigiani e aziende agricole provenienti sia dal territorio, che da altre zone della Lombardia e Regioni d’Italia e presenteranno le loro produzioni appositamente selezionate e diversificate, per dare un ampio spettro di qualità e varietà che caratterizza il nostro Paese.
Un evento per promuovere e valorizzare i mestieri manuali, conoscerli e riscoprirli, un appuntamento interessante e vario, una manifestazione all’insegna del Gusto, del Buono, del Fatto a Mano !
L’evento, promosso da Associazione culturale e artistica Iperbole con il supporto organizzativo di Eventi doc di Myriam Vallegra e la collaborazione del Centro Servizi Villa Corvini
sarà patrocinato da Comune di Parabiago e da Regione Lombardia.

Vi aspettiamo ad Artigiani del Gusto!

Per maggiori informazioni:
Sito Internet evento: www.mostra-artigianidelgusto.it
www.eventi-doc.it
www.associazioneiperbole.it
Eventi doc di Myriam Vallegra: tel. 347-4009542 – info@eventi-doc.it
Associazione culturale e artistica Iperbole: tel. 329-8989533 – info@associazioneiperbole.it

Da giovedì 1 a domenica 4 settembre 2016 a Caorle (VE) 21a edizione del Festival internazionale del Teatro in strada “LA LUNA NEL POZZO”


Numerose le novità: spettacoli itineranti, il bosco dei giochi di legno per i bambini, 
e lancio di lanterne sul lungomare.
Attese compagnie internazionali del calibro di 
Paki Paya, Mystica Salvaje e Circo El Grito.

Ritorna a Caorle (Venezia) il primo weekend di settembre - da giovedì 1 a domenica 4 - il festival internazionale del teatro in strada “La Luna nel pozzo”, appuntamento di fine estate sempre tanto atteso da grandi e piccoli, da cittadini e turisti.
Il festival è promosso dall’Amministrazione comunale di Caorle e organizzato dall’associazione culturale Arci Carichi Sospesi di Padova, in partnership con United for busking, un nuovo network italiano di festival internazionali di arte di strada, con il patrocinio della Regione Veneto e in collaborazione con il Consorzio di promozione turistica del Veneto orientale.

Ad accendere ancora una volta di luci, magia, musica e colori le piazze, le calli e i campielli dell’affascinante cittadina veneziana saranno oltre 90 eventi tra performance e spettacoli acrobatici, comici, teatrali, proposti da 28 tra artisti professionisti e compagnie provenienti da ogni parte del mondo (oltre a Italia, Francia, Spagna, Belgio, Germania, Argentina e Uruguay), tra cui realtà del calibro di Paki Paya, Mystica Salvaje e Circo El Grito.
In programma per questa ventunesima edizione esibizioni di acrobatica, teatro di strada e giocoleria, circo teatro, danza col fuoco, circo contemporaneo, teatro di figura e marionette giganti; e ancora, clownerie, pantomima, poesia di strada, commedia dell’arte e teatro per bambini. Tante le novità, a patire dagli spettacoli itineranti che animeranno anche il lungomare e un bosco di giochi di legno dedicato ai bambini.

Attesi dunque a Caorle le compagnie Paki Paya, Mystica Salvaje, Circo El Grito, Intrepidos, Circo Tre dita, FolleMente, Compagnie du six rue Cail, Clap Clap Circo, Creme&Brulé, Duo Kaos, Le Bois des joux, Le Contes d’Asphaldt, Madame Rebiné, Tib Teatro, Un gufo e tre quarti, Stefano Merlo e Michele Meneghini, Nando e Maila, Stefania Mateu e Francisco Ciprian, gli artisti solisti Andrea Farnetani, Dado, Dario Zisa, Martina Nova, Camilo Clown, Pacha, Robert Tiso, e Silvestro Sentiero, e le band Gloria e gli Operai della rivoluzione e Go Go Megafon.

Un suggestivo lancio di lanterne sul lungomare festeggerà simbolicamente, sabato 3 settembre a mezzanotte, gli oltre vent’anni del festival.
A ispirare l’edizione di quest’anno, una celebre frase di Totò “Quisquilie, bazzecole, pinzillacchere, sciocchezzuole!” che costituisce così il filo rosso dei tre giorni all’insegna dell’autoironia, del gioco e della leggerezza.

Per maggiori informazioni: Comune di Caorle - tel: 0421 219253 
e-mail: turismo@comune.caorle.ve.it - www.caorle.eu
Carichi Sospesi – tel. 347 4214400 - lalunanelpozzo.caorle@gmail.com- www.lalunanelpozzofestival.it - http://www.facebook.com/lalunanelpozzofestival/

Sapori di Langa: dal 2 al 9 settembre 2016 - Cantine, Panchine, Calanchi: Clavesana (CN) si mette in mostra - La passeggiata che unisce enogastronomia, arte e natura


A spasso per vigneti, immersi nella pace e nella suggestione dei panorami della terra di Langa impreziositi dall'arte contemporanea. Si può racchiudere così il pensiero che ha guidato l'Amministrazione comunale di Clavesana nell'ideazione e nella promozione della prima edizione di “Cantine, Panchine, Calanchi”, in programma domenica 4 settembre 2016.
Un percorso di 7,5 chilometri, con un dislivello di trecento metri circa, si paleserà agli occhi dei gruppi organizzati che verranno seguiti durante la passeggiata da alcuni volontari, in grado di effettuare approfondimenti durante le soste panoramiche e descrittive. Ritrovo dalle ore 8,30 presso la località “Il Piano”, partenza dei gruppi dalle ore 9.00. Nel nome della passeggiata la sua identità: cantine (tappe con degustazioni presso alcune cantine ed aziende agricole del territorio), panchine (set fotografico presso la panchina blu di Chris Bangle), calanchi (sosta in prossimità del nuovo punto di osservazione dei calanchi). La camminata, dopo aver esplorato ed ammirato il territorio dal suggestivo belvedere dello Sbaranzo, terminerà nell'antico borgo di Clavesana con la degustazione della tipica Zuppa dei Clavesana o degli appetitosi Langburger.
Il costo di iscrizione (10,00 € adulti, 5,00 € bambini fino a 14 anni) darà diritto ad un buono per una portata del pranzo servito presso il cortile del Museo etnografico di Clavesana antica. Iscrizioni e prenotazioni entro giovedì 1° settembre presso Clavesana Turismo: turismo@clavesana.info - tel. 0174552192.
Nel pomeriggio di domenica 4 settembre, visite guidate all'antica chiesa di San Michele Arcangelo ed al Museo etnografico, ricerca simulata dei tartufi, escursioni in navetta alle cantine del territorio con partenza ogni mezz'ora (fronte chiesa di San Giuseppe), intrattenimenti per i bambini, musica e spettacoli.
Per tutta la giornata presentazione delle cantine locali nella salita della via vecchia, mercatino artigianale ed enogastronomico, visita all'atelier di Angelo Ruga, allestimento della PANCHINA ROSSA a cura di CHRIS BANGLE. Ed inoltre, all'ultimo piano del Museo etnografico “Le sculture di BUROT” in Mostra. Cresce l'attesa per la consegna del rinomato Aratro d'oro: la cerimonia
è fissata alle ore 10,30 presso la Sala del consiglio del Museo Etnografico.
A seguire il dettaglio degli eventi di Sapori di Langa:
Sapori di Langa 2016 – Fiera di fine estate
Venerdì 2 settembre
Ore 20.00: Circolo Acli - Fraz. Madonna della Neve
CENA a base di prodotti tipici di Langa con presentazione vini Dogliani d.o.c.g. dei produttori locali.

Sabato 3 settembre
Ore 16.00: Biblioteca Civica - Piazza Don G. Rossi, 1
Inaugurazione della mostra ”ARKY ARCH SCHOOLTIME-FUN”
Seguirà la merenda con pane e nutella per tutti i bambini.
Ore 17.00: Biblioteca Civica
Intitolazione Biblioteca Civica al Maestro ANGELO RUGA pittore e ceramista.
Seguirà rinfresco.

Domenica 4 settembre
Ore 9.00/12.00 con partenza da località Il Piano
CANTINE, PANCHINE, CALANCHI
Passeggiata non competitiva fra i sentieri delle Langhe con visita ad alcune cantine e aziende agricole, alle Panchine giganti di Chris Bangle e al nuovo sito di osservazione dei Calanchi.
Dalle ore 10.00 – Clavesana, in fondo alla via vecchia
Accoglienza visitatori con offerta di uva e nocciole.
Inaugurazione “Sapori di Langa” alla presenza delle autorità con esibizione della banda musicale di Farigliano.
Nella salita della via vecchia
I PRODUTTORI LOCALI
Presentazione delle cantine con materiale espositivo.
Musicisti di strada [a partire dal pomeriggio]
Centro storico
MERCATINO ARTIGIANALE ED ENOGASTRONOMICO Davanti a casa Saracco
Servizio di ristoro a cura del Bar LUI E LEI
Piazza Vittorio Emanuele II
Apertura atelier ANGELO RUGA
Allestimento della PANCHINA ROSSA a cura di CHRIS BANGLE
Ultimo piano del Museo etnografico
Mostra “Le sculture di BUROT”
Ore 10.30: Sala del consiglio del Museo Etnografico
Consegna Aratro d’oro e rinfresco nel cortile esterno al Museo.
Ore 12.30: Cortile Museo Etnografico
PRANZO IN PIAZZA
• ZUPPA DI CLAVESANA a cura dell’Associazione Culturale Marchesato dei Clavesana.
• LANGBURGHER a cura dell’AZIENDA AGRICOLA GALLO GIUSEPPE. • FORMAGGI del territorio.
• DOLCE a cura dell’Associazione Culturale Marchesato dei Clavesana. Tutto il giorno: Cortile Museo Etnografico
Test duo trio
a cura dei Produttori locali
Dalle 14.30:
Ricerca simulata di tartufi a cura dell’associazione Tartufai del Monregalese e del Cebano. Iscrizioni alla gara già a partire dal mattino.
Visita alle Cantine dei produttori locali con servizio navetta gratuito
Museo storico etnografico
Visite guidate a cura dell’Ass.ne Cult. Marchesato dei Clavesana
Antica Chiesa di S. Michele Arcangelo
Visite guidate a cura dei Volontari per l’Arte della Diocesi di Mondovì
Dalle 14.30: Lungo il percorso e sulla piazza
Intrattenimenti per bambini
Giochi di legno, truccabimbi, animatori e altre sorprese
Dalle 14.30: Piazza Vittorio Veneto
Musica e danze occitane con l’Associazione Culturale Artusin Ore 19.00:
CHIUSURA ESPOSIZIONI
Ore 21.00: Cantina di Clavesana - Madonna della Neve
Concerto delle corali Le Note in Tasca e Frise ‘d Langa organizzato dalla corale Frise ‘d Langa

Lunedì 5 settembre
Ore 20.00: Campo sportivo Domenico Marengo
Incontro amichevole in ricordo dell’indimenticabile allenatore

Venerdì 9 settembre
Ore 21.00: Sala Biblioteca Civica “Angelo Ruga”
“Langhe fuori dal mito” con la partecipazione dell'Associazione Culturale
Arvangia e degli autori Maria Barbero, Donato Bosca, Luigi Carbone e Romano Salvetti.

INFORMAZIONI
tel. 0174 552192
mail turismo@clavesana.info
website www.clavesana.info


Porchettiamo Summer - Bevagna (PG) 27 e 28 agosto 2016




Una speciale Summer Edition per l'evento Porchettiamo, il festival delle Porchette d'Italia, che per la prima volta sbarca sotto gli alberi del Parco di Bevagna, confermando il suo format: Porchette, cibo di strada. birra artigianale e musica!

Programma
PORCHETTIAMOSUMMER
Non c'è panzanella che tenga: ad Agosto è Porchetta!
Le Porchette e i suoi amici vi aspettano sabato 27 e domenica 28 Agosto per una due giorni bella e buona!

**SABATO 27 E DOMANICA 28**
dalle 12.00 alle 24.00 il parco Filippo Silvestri di Bevagna ospita le porchette e gli amici del cibo di strada, dal cicotto agli arancini, dalle birre artigianali alla sezione "In punta di Porchetta" insieme ai cestini rosa del PIG-NIC!

SABATO
dalle 17.30 alle 19.30
LABORATORIO di pittura per bambini
"SALVADANAIO A COLORI"

ore 18.00
DEGUSTAZIONE "...IN BIANCO"
Montefalco Bianco DOC, Trebbiano Spoletino DOC e Grechetto DOC, in abbinamento arancini alla porchetta e lumache fritte
A cura de Strada del Sagrantino e Le Delizie Del Borgo
Costo euro 10
Info e prenotazioni: 0742.378490 - info@stradadelsagrantino.it

dalle 19.00 per tutta la sera
The Golden Age / Porchettiamo Summer
Dj Set

DOMENICA
ore 12.00
DEGUSTAZIONE "...IN ROSSO"
Montefalco Rosso DOC, Montefalco Sagrantino DOCG, in abbinamento al Cicotto di Grutti e alla Porchetta di Bevagna
A cura de Strada del Sagrantino e Le Delizie Del Borgo
Costo euro 10
Info e prenotazioni: 0742.378490 - info@stradadelsagrantino.it

dalle 16.30 alle 19.30
LABORATORIO di pittura per bambini
"SALVADANAIO A COLORI"

dalle 17.00 fino a sera
No Name in concerto

Info
email:info@porchettiamo.com
recapiti per info: tel. 3925398191 - info@porchettiamo.com
www.facebook.com/Porchettiamo


Palio della Rocca 30esima edizione - Serra Sant’Abbondio (PU) 27, 28 agosto – 2, 3, 4, 16 settembre 2016


Serra Sant’Abbondio, il Palio della Rocca festeggia 30 anni. 
Edizione speciale per il prestigioso traguardo

Trent’anni di Palio della Rocca, di emozioni, di corsa delle oche. Passione, coinvolgimento, attaccamento al proprio paese e alle proprie tradizioni: questi gli ingredienti alla base di un traguardo così prestigioso. La miscela vincente sempre la stessa: la magia che la rievocazione storica sa trasmettere, le affascinanti atmosfere medievali e un borgo in cui sembra che il tempo si sia fermato.
La 30esima sarà un’edizione speciale: ben due le giornate in più. Si partirà il 27 e 28 agosto con il Pre Palio, per proseguire a settembre. Il clou il 2, 3 e 4, quindi il 16 settembre la Festa del Patrono con la consegna del Palio e la cena della pace.
Per sei giorni Serra Sant’Abbondio, in provincia di Pesaro-Urbino, ai piedi del monte Catria, a due passi dal Monastero di Fonte Avellana, si tufferà in epoca medievale trasformandosi in un antico borgo del XV secolo.
Ad organizzare questa manifestazione storica, la Pro Loco e il Comune, con il patrocinio dell’assemblea legislativa delle Marche, Regione, Provincia, Camera di Commercio, Comunità montana del Catria e Nerone e Associazione marchigiana Rievocazioni storiche.
Il Palio della Rocca ha riscosso un successo di pubblico e critica sempre maggiori per la qualità del programma e la bellezza del luogo, diventando tra le manifestazioni più attese dell’intera provincia e non solo e tra le più importanti rievocazioni storiche delle Marche. Migliaia di visitatori e turisti sono arrivati a Serra per l’ultima edizione.

La manifestazione si aprì nel 1986 per rievocare un momento significativo della storia di Serra Sant’Abbondio: l’edificazione da parte dell’architetto militare Francesco di Giorgio Martini, durante il governo del duca Federico da Montefeltro (1444-1482), della Rocca di Serra.
Tradizione, folclore, cultura, spettacoli, enogastronomia: ricchissimo come sempre il menù del Palio. Nel paese, con la sfilata in costume, gli addobbi delle vie, l’apertura delle osterie e delle botteghe artigiane, si ricrea l’atmosfera tra la fine del ‘400 e gli inizi del ‘500.
Serra si trasformerà in un borgo medievale riproponendo arti e mestieri. Grazie a un dettagliato e approfondito studio dei costumi e dei modi di vita di quel periodo, verranno riproposti numerosi mestieri.
L’evento è sia ricerca e rievocazione storica che competizione tra i tre castelli e i tre borghi.
Serra aveva nel suo territorio tre Castelli: quello di Leccia, Colombara e Serra Sant’Abbondio o di Sant’Onda. In epoche successive vennero edificati i tre borghi: Montevecchio, Poggetto e Petrara. Questi tre castelli e borghi si contendono il Palio della Rocca raffigurante l’immagine di Sant’Abbondio, prete romano e martire sotto la persecuzione di Diocleziano, attraverso una spettacolare corsa delle oche, gioco molto in voga nel periodo medievale e rinascimentale.
Il momento più atteso, come tradizione, domenica 4, quando nel pomeriggio si terrà il Palio della Rocca. Al sesto rintocco della campana scatterà la storica disfida tra i castelli con la famosa e spettacolare corsa delle oche.
Si inizierà con la spettacolare parata in costume dei Signori dei Castelli e delle compagnie figuranti. Verranno accolti dal signore del castello principale accompagnati da un alfiere con lo stendardo simbolo del proprio castello e dalle oche protagoniste indiscusse della manifestazione seguite dal proprio ocaro.
Prima del “Palio della Rocca”, “Lo Palio dei Monelli”. I bambini dei castelli si sfideranno in una prima corsa delle oche.
Ma il sipario sulla 30esima edizione si alzerà già nel week-end del 27-28 agosto con il Pre Palio. Sabato 27 agosto l’apertura delle antiche osterie, la cena con tutti gli ocari delle trenta edizioni e, a seguire, lo spettacolo di focoleria a cura della compagnia “Fochi Fatui” e musici per le vie del centro storico. Domenica è in programma la Fiera di fine estate. Alle 21 il notaro leggerà il bando, apertura solenne della manifestazione. Sotto le stelle lo spettacolo teatrale a cura della “Compagnia del maggio”.

Il clou il week-end del 2-3-4 settembre. SI partirà con due appuntamenti che spaziano dall’arte alla cultura. Alle 17.30 riflessioni su acqua e natura a cura di Astrid Albers e Charles Mitchell e, a seguire, in sala consiliare, la tavola rotonda “Un buon uso del sacro – Devozione popolare e patronati magico terapeutici dei Santi Abbondio e Biagio”. Relatori i professori Normando Combezzi e Tommaso Di Carpegna. Dopo l’apertura delle osterie, il sorteggio dell’ordine di partenza: il notaro estrarrà a sorte il posizionamento delle oche per la disputa del “sacro” Palio della Rocca. In serata arti e mestieri con spettacoli d’armi a cura della compagnia “Grifone Della Scala” di San Severino Marche ed itineranti con la musica del gruppo “Trovadores de Romagna”.
La giornata di sabato scatterà nel pomeriggio con i giochi medievali per i più piccoli in collaborazione con l’associazione “L’isola che non c’è”. L’antico borgo si animerà di arti e mestieri con l’intervento della compagnia “Grifone della Scala” e spettacoli del gruppo “Cavalieri dell’Alto volo”. Da visitare la mostra di pittura di Charles Mitchell.
Per cena l’apertura dell’Hosteria de li Castelli, di Sant’Onda e della Taverna del Mandriano, dove degustare prodotti tipici e specialità locali. Alle 21 il Palio straordinario di San Biagio: una particolare corsa delle oche che vedrà le donne contendersi la vittoria. A seguire lo spettacolo di falconeria e tanta musica con i gruppi celtici “Trovadores de Romagna e “Cisal Pipers”.
E’ il ricco antipasto della giornata più attesa. Domenica dalle 15.30 spettacoli d’armi, falconeria, giocoleria, focoleria, e sbandieratori. Spazio poi alla parata in costume dei signori dei castelli e delle compagnie figuranti. Alle 17.30 “Lo Palio dei Moneli”, quindi il Palio della Rocca. La lunga e coinvolgente giornata si concluderà con musici sbandieratori della Città di Fano “La Pandolfaccia” e lo spettacolo pirotecnico che accenderà il borgo.
Mercoledì 16 la consegna del palio e la cena della pace.


Maggiori informazioni:
Pagina Facebook: 
Palio della Rocca, Serra Sant’Abbondio https://www.facebook.com/paliodellaroccaserra
prolocossabbondio@virgilio.it







Notte Bianca - Celle Ligure (SV) martedì 23 agosto 2016


Tutto pronto a Celle per la quinta edizione della Notte Bianca, organizzata dal Consorzio Promotur, con il patrocinio del Comune di Celle Ligure. Dalle ore 18.30 nel centro storico, in via Colla e ai Piani, spettacoli, gastronomia e shopping di qualità.
Tante le piazze e le vie coinvolte con musica, concerti, ballo, animazione, per una notte che prende vita e diventa vintage, per far rivivere le emozioni degli anni '70 e '80. In piazza del Popolo si esibiranno i Libero Arbitrio: energia, passione e professionalità per uno spettacolo bello da vedere e tutto da ballare. La band propone i migliori brani della dance anni '70/80 attraverso artisti che hanno rappresentato la disco music (Gloria Gaynor, Donna Summer, Diana Ross, Chic, Sister Sledge, Boney M., Santa Esmeralda, KC & Sunshine Band, Tramps, Earth Wind & Fire, Kool & the Gang, Thelma Houston, Village People, ecc), per arrivare alle colonne sonore dei film Saturday Night Fever, Grease, Flashdance. In piazza Sisto IV, spazio a le Testeguaste, gruppo di grande impatto live, scanzonato, divertente, che suona un genere ballabile molto coinvolgente con canzoni organizzate in medley che variano dallo scatenato rock n’roll all'adrenalinica disco dance anni '70 e '80. In via Pescetto ci sarà il duo Simonetta ed Antonella (Simonetta Scavino ed Antonella Barillaro, in un duo voce e tastiere con un ampio repertorio di brani dagli anni '70 agli anni '90), mentre in piazza Sant'Antonio DJ Nervoso e Davidino Voice (un’accoppiata di grande successo, che mischia vecchi successi ballabili con la nuova disco: un mix davvero interessante che il vocalist Davidino rende al pubblico ancora più coinvolgente). Per concludere in via Colla si esibiranno Angela Vicidomini e Alessio Briano, due voce e tastiere, con un repertorio di musica italiana e straniera, disco 70-80, evergreen e molto altro. In piazzetta Arecco e in via Aicardi sarà presente anche l'ASD Danzastudio diretta dall’insegnante Giovanna Badano, che propone coreografie tratte da capolavori musicali come HAIR, GREASE, GODSPELL, SINGIN' IN THE RAIN, oltre a pezzi di improvvisazione di Tip Tap con musiche inerenti agli anni '50, '60, '70 e '80. Con costumi colorati e stile anni '70, il gruppo Palcoscenicodanza farà da colonna sonora alla serata a partire dalle ore 21. Grande conclusione in via Boagno, a mezzanotte, con gli Anima: band di quattro musicisti di grande esperienza live, che propone brani che hanno scalato le classifiche mondiali arrangiati in versione pop e dance.
Dalle ore 18, mercatino dell'artigianato sul lungomare Crocetta: un centinaio di stand con mille idee regalo, tutte fatte a mano, a partire dal molo centrale fino ai Piani. Si potranno ammirare ed acquistare prodotti realizzati in paste sintetiche o con materiali di riciclo, oggetti in vetro, legno e ceramica, accessori in pelle, stoffa e lana, lavori ai ferri o all'uncinetto, e poi ancora composizioni floreali, dipinti, bijoux, senza dimenticare il cucito creativo, il découpage e il cartonaggio, insomma mille prodotti nati esclusivamente dalla passione per il lavoro manuale e dall'amore per l'artigianato. In piazza Assunta, ai Piani, dalle ore 18, La Notte Bianca dei Piccoli con animazione per bambini, giochi gonfiabili, giochi di una volta, truccabimbi, baby dance e karaoke e poi la festa di Pino Pinguino. In via Monte Tabor, davanti alla parrucchiera Flo, Cicic e Moon Balloon presentano tanti accessori per capelli creati appositamente per la serata, che verranno applicati alle bimbe creando una piccola acconciatura tutta per loro.
Punto forte della serata saranno le proposte enogastronomiche di ristoranti, bar e stabilimenti balneari, che prenderanno per la gola i visitatori con prodotti di qualità all'insegna del migliore streetfood. Questi i locali coinvolti: Gipsy Queen Bar, Pizzeria Il Girasole, Pescheria Friggitoria Franca Stelin, La Bistronomia di Emiliano, Ristorante 'A Lanterna, Ristorante 27 Food and Drinks, Antico Bar Nazionale, Bar 'A Battigia, Hosteria La Pesca, Focacceria della Piazza, Bar Milano, Mam'a Caffè, Riky e Mary Pasta Fresca, Bar 27, Roxy Bar, Bar Focacceria Tutt'Intorno, Bar Gelateria Maggie's, Ristorante Il Bagatto, Ristorante Le Max, Ristorante Mille Volte, Ristorante Intralcio, Ristorante San Bastian, Public, Bagni Ligure, Bagni Lina, Bagni Angelo, Bagni Ellida, Bagni Vittoria , Bagni Italia, Bagni Stella del Sud, Ristopub La Ghironda, Ristorante Ca du ma, Bar Gelateria Igloo, Charly Max . Naturalmente negozi aperti per uno shopping di eccellenza!
La notte prende vita a Celle Ligure, martedì 23 agosto!!! E per parcheggiare comodamente, servizio di bus navetta gratuito dal parcheggio della Natta sino ai Piani.

Info: I.A.T. Celle Ligure, tel. 019/990021 fax 019/9999798 
infoturismocelle@comunecelle.it
Consorzio Promotur, tel. e fax 019/991774 celle_promotur@libero.it
Seguici su Facebook (WCELLE) e Instagram (W_Celle)




Sagra delle Sagne alla Molinara a Cittaducale (RI) il 20 agosto 2016

Una ricetta ancora più antica del borgo fondato nel 1308 da Carlo d’Angiò, uno dei gioielli meglio conservati della provincia di Rieti: tra storia e leggende, gastronomia e tradizioni di una volta, sabato 20 agosto Cittaducale torna ad aprire le sue porte per la Sagra delle “Sagne alla Molenara”.

Da ben 10 anni ormai, la manifestazione di punta dell'Agosto Angioino - che propone un ricco programma di eventi dal 6 agosto al 17 settembre - celebra questo primo piatto povero e gustoso, con la sfoglia tirata a mano dalle esperte massaie civitesi e condite con un sugo di pomodoro, aglio, olio, persa (maggiorana), timo selvatico e peperoncino; una ricetta le cui origini si perdono nella notte dei tempi, nel periodo in cui la media Valle del Velino, molto ricca di sorgenti che sgorgavano dalle pendici del Terminillo, contava numerosi mulini ad acqua per la macina del grano.

E proprio in questi piccoli caseggiati, secondo la tradizione, sono nate le Sagne che hanno preso il nome di colui che macinava il grano per farne farina, il mugnaio o molinaro, ovvero il manovratore della mola; una figura antica e affascinante che doveva anche provvedere al proprio sostentamento con pasti frugali, rapidi e che non richiedessero grandi spazi: ecco quindi nascere le Sagne preparate, oggi come allora, senza matterello, senza spianatora e senza coltello, e condite con ingredienti semplici e genuini.

Un passato che ritornerà a vivere come per magia il 20 agosto quando, in occasione del 10° anniversario della sagra, la ProLoco Cittaducale riaprirà i vecchi mulini del territorio organizzando delle visite guidate; e se dalle 19 inizierà la distribuzione delle “Sagne alla Molenara”, la serata si concluderà con il concerto di Roberto Pambianchi in omaggio a Lucio Battisti. Sarà insomma una serata imperdibile per calarsi appieno nei sapori e nelle tradizioni di una volta, e per scoprire al contempo uno dei borghi più suggestivi del Lazio.

Dolcemente adagiata sul Colle di Cerreto Piano, Cittaducale conserva al suo interno la Cattedrale di Santa Maria del Popolo, la Torre Angioina e i numerosi edifici nobiliari, dal Palazzo Vescovile a Palazzo Dragonetti, fino a Palazzo Caroselli, attuale sede del Comune, e rappresenta un mirabile esempio di città fortezza tardo medievale: “Civita Ducale” - così chiamata in onore del principe ereditario Roberto, Duca di Calabria - fu infatti il risultato di un particolare progetto urbanistico, con l’abitato tagliato in due da un’unica strada principale che conduce nell’ampia e suggestiva piazza centrale. E proprio a questo glorioso periodo storico sarà dedicata la rievocazione “Civita Ducale - Città del Duca Roberto D’Angiò” in programma il 3 e 4 settembre, con il corteo in abiti d’epoca, il “Palio dei Quarti” e le Cantine Civitesi aperte per l’occasione.


Info
Dove – Cittaducale (RI)
Quando – 20 agosto
info@fuoriporta.org
3408505381

Altraterra Festival ad Asciano (SI) dal 19 al 21 agosto 2016 - La musica popolare italiana è protagonista assoluta

Tutto pronto per la sesta edizione di Altraterra, l’originalissimo Festival di Musica Popolare, che da venerdì 19 a domenica 21 agosto, regalerà atmosfere e spettacoli unici (tutti ad ingresso libero) nel bellissimo centro storico di Asciano (Siena).

I canti, i suoni e le storie che contraddistinguono questo particolarissimo evento offriranno tre serate alla scoperta della musica popolare in un palcoscenico d’eccezione qual è quello di Piazza del Grano.

Per l’edizione 2016 di Altraterra si esibiranno ogni sera gruppi diversi: venerdì 19 si inizia con i Ballati Tutti Quanti, gruppo originario del Salento che nasce dalla passione e dall’interesse verso le travolgenti sonorità e le calde movenze delle musiche e dei balli propri della tradizione contadina del leccese.

Sabato 20 il palcoscenico passa ai Terraemares gruppo campano che trova nell’unione tra terra e mare la perfetta sintesi delle loro origini.
La “Terra” fonte di vita e il “Mare” che nell’infrangersi genera un ritmo “musicale”; stretto è il rapporto tra musica della natura e musica popolare

Domenica 21 agosto protagoniste le De' Soda Sisters, originarie di Livorno, vincitrici del contest “Oltreterra” svoltosi lo scorso aprile. Una chitarra, un mandolino, una cigar box, le voci e strumenti percussivi ricavati da cucchiai, grattugie e tamburelli: le tre ragazze di Rosignano Solvay proporranno il loro vasto repertorio di vecchie canzoni anarchiche e popolari, appartenenti alla tradizione toscana e del sud Italia. Stornelli da osteria, filastrocche rivoltose, serenate d’amore, canti di lotta e melodie del passato per una serata trascinante e divertente.

Prima e durante i concerti sarà possibile gustare piatti realizzati con prodotti a km0, accompagnati con vini locali e birre di produzione artigianale.
La manifestazione è realizzata con il patrocinio del Comune di Asciano. Per ulteriori informazioni, consultare www.altraterrafestival.it e la pagina Facebook Altraterra. Festival di Musica Popolare.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero

Rajche, Radici in comune – Subiaco (RM) – Dal 26 al 28 agosto 2016

Scavare a fondo nelle tradizioni gastronomiche, musicali e dialettali di Subiaco alla ricerca delle radici in comune dei popoli dell’alta valle dell’Aniene. O meglio le “rajche” - come si usa dire nel dialetto del paese in provincia di Roma -, un vero tesoro da preservare di fronte all’avanzare inesorabile del tempo attraverso una manifestazione che permette a tutti di sentirsi sublacensi. Qui, all’ombra della Rocca Abbaziale che fu dimora dei Barberini, dei Colonna e di Lucrezia Borgia, dal 26 al 28 agosto torna l’appuntamento con “Rajche, radici in comune”, tre imperdibili giorni dedicati alla cultura locale e dialettale tra poesie, stornelli e canti popolari.

A dare il via all’evento, venerdì 26 agosto alle 21.30, sarà la rappresentazione teatrale “Attizza ju foco, carbona”, quindi grande spazio sarà dato alla buona cucina con l’attesissimo appuntamento con la passeggiata gastronomica: sabato 27 agosto dalle 19 alle 24, muniti di sacca e calice, i visitatori potranno tuffarsi in una sorta di tour con tantissime portate della cucina tipica del territorio, realizzate al momento seguendo le ricette delle nonne ed esclusivamente con materie prime del posto; in abbinamento ai piatti a “chilometro zero” le aziende vinicole locali proporranno i loro migliori prodotti da gustare nelle vecchie cantine del paese, riaperte per l’occasione, nelle quali è possibile respirare l’atmosfera tipica delle feste di un tempo.

Il tutto sarà accompagnato, anche quest’anno, dal suono degli antichi strumenti musicali con la sesta edizione di “Rajche: di legno, di canna, di pelle” in programma domenica dalle ore 10, il festival e mostra-mercato della musica popolare e della liuteria tradizionale; artigiani e costruttori di zampogne, organetti, chitarre e tamburi, metteranno in mostra i propri lavori e ogni visitatore potrà provare l’emozione di imbracciare questi caratteristici strumenti. A chiusura della manifestazione verrà infine preparata la tradizionale “panarda”, una cena all’aperto il cui menù a base di piatti semplici ricorda il modo in cui usavano pasteggiare i nostri nonni, mentre il caratteristico “ballo della pantasema” darà a tutti l’appuntamento alla prossima edizione.

A fare da cornice alla manifestazione sarà lo splendido centro storico di Subiaco, costruito su una rupe di roccia che domina la campagna circostante, che conserva dei veri e propri gioielli come la Rocca Abbaziale medievale, la trecentesca chiesa di San Francesco e quelle neoclassiche di Sant'Andrea e di Santa Maria della Valle; a pochi chilometri dall’abitato è possibile visitare i monasteri di Santa Scolastica, l’unico fra i dodici voluti da San Benedetto nella valle sublacense sopravvissuto ai terremoti e alle distruzioni saracene, e quello del Sacro Speco, eretto nella curvatura di una alta parete di roccia e sorretto da nove alte arcate, con il suggestivo labirinto interno fatto di ambienti di vita quotidiana, piccole chiese e cappelle scavate nella roccia.

Pochi lo sanno, ma Subiaco e la valle dell’Aniene sono state nei secoli teatro di eventi fondamentali nella storia del nostro Paese e dell’Europa, dall’imperatore romano Nerone alla famiglia Borgia, da San Benedetto che qui scrisse la sua Regola fino alla prima stampa in Italia di un libro con il metodo Gutemberg; ma accanto a questi grandi accadimenti si è sviluppata un’altra storia – decisamente meno nota - fatta di eventi legati alle feste calendariali, alla devozione popolare e alle attività economiche tradizionali: una storia di radici comuni che “Rajche” farà rivivere come per magia dal 26 al 28 agosto.


Info
Data – 26/28 agosto
Località – Subiaco (Roma)
Tel – 3408505381

Fungolandia 2016" dal 3 al 11 Settembre in Alta Val Brembana



Escursioni nel bosco, mostra del fungo, menu a tema, spettacoli e animazioni, degustazioni e concerti.

Info
www.fungolandia.it

Sagra del Buongustaio a Reda di Faenza (RA) dal 17 al 22 agosto 2016


Programma
17 agosto: Frank David e Mirco Gramellini
18 agosto: Sugar Time Band - Tributo a Zucchero
19 agosto: Qluedo con Platinette
20 agosto: Gianni Drudi
21 agosto: Giorgio e le Magiche Fruste
22 agosto: Moka Club

Info: 0546 639049
info@sagradelbuongustaio.net

Beatles, Battista, Papaleo e Masha e Orso per il Settembre Viterbese dal 5 al 10 settembre 2016 a Viterbo


A partire dal 5 settembre fino a sabato 10, quattro imperdibili spettacoli animeranno Prato Giardino.
Si comincia con Beatles Story il 5 settembre per poi proseguire con l’umorismo irriverente di Maurizio Battista, il live di Rocco Papaleo e lo show dei personaggi più amati dai bambini, Masha e Orso.
Una rassegna di tutto rispetto, organizzata da AR Spettacoli e Carramusa Group, studiata appositamente per accontentare una variegata tipologia di pubblico, diversa per età, gusti ed interessi.
A partire dagli amanti della musica evergreen che non potranno assolutamente mancare lo spettacolo Beatles Story di lunedì 5 settembre, un live show multimediale che, come in un magico viaggio, ripercorrerà l'intera storia dei Beatles dal '62 al '70 attraverso quaranta grandi successi:
da She Loves You, a I Want To Hold Your Hand, da All You Need Is Love fino a Let It Be ed Hey Jude.

Risate garantite invece, con lo spettacolo del 7 settembre “Una serata unica” di Maurizio Battista, in cui il comico romano analizza, con la consueta pungente ironia, gli ultimi cinquant’anni della società attuale, tra vizi e virtù degli italiani, in un esilarante confronto con le generazioni di qualche anno fa, ignare di Suv, Spa, Facebook e Ikea.
Il 9 settembre, a salire sul palco sarà l’intramontabile Rocco Papaleo, che accompagnato dai suoi storici musicisti, vestirà i panni sia di cantante che di intrattenitore in una formula ormai collaudata di ritmo, leggerezza e tanta ironia.
Un diario di ricordi e molte sorprese, di teatro contenuto in un’idea di concerto, in una serata in cui lo swing si mescola al jazz e al fuori programma.
Il cartellone chiude in bellezza, per la gioia dei più piccoli con Masha e Orso.
Lo spettacolo ufficiale, proveniente direttamente dalla Russia, patria degli amati personaggi, è un vero e proprio Musical, con una divertentissima storia e tante proiezioni ed effetti speciali.
Immancabili i protagonisti del cartoon originale, che faranno da contorno alla dolce e dispettosa Masha ed al suo grande amico saggio e paziente, Orso, in una coinvolgente trasposizione teatrale della più nota serie animata.

Per info su biglietti Ticketitalia.com, oppure Underground a Viterbo.
Infoline 800912908 Tel.: 3939041725 – 335474640. www.arspettacoli.com
Fb: https://www.facebook.com/arspettacoli

San Lorenzo in Campo (PU), torna Pizza in Piazza con un pieno di novità: dalla focaccia laurentina alla Pizza Color Run - 27 e 28 agosto 2016



Pizza in Piazza cala il tris e lo fa con tanti assi nella manica. Sarà un’edizione ricchissima e con molte novità, la terza in programma sabato 27 e domenica 28 agosto a San Lorenzo in Campo, in provincia di Pesaro e Urbino. L’evento organizzato dalla Pro Loco con la collaborazione dell’Amministrazione comunale, può fregiarsi quest’anno dei patrocini dell’assemblea legislativa delle Marche e della Confcommercio di Pesaro e Urbino, oltre a quello dell’Unpli regionale.
La manifestazione, che nasce con il preciso obiettivo di valorizzare i prodotti tipici locali, come il farro e la cipolla, e quelli provinciali e regionale, e al contempo far degustare una specialità tutta italiana come la pizza, ha riscosso nelle prime due edizioni un successo straordinario di critica e pubblico: diverse migliaia i visitatori.
Si riparte dal sold out del 2015, con il centro laurentino stracolmo di persone, provenienti da tutte le Marche e non solo, e tante strutture ricettive che hanno fatto registrare il tutto esaurito. Per la consacrazione definitiva, Pizza in Piazza compie un ulteriore salto di qualità. Nel convegno in programma sabato 27 alle 17.30 in sala consiliare, verrà presentata la Focaccia Laurentina con impasto a base di farina di farro e cipolla di Suasa, sviluppata in collaborazione con la prestigiosa Nazionale Italiana Acrobati Pizzaioli e il rinomato ristorante Giardino di San Lorenzo in Campo. La Focaccia Laurentina rientra nel progetto di valorizzazione e promozione delle eccellenze enogastronomiche locali portato avanti dalla Pro Loco e dall’Amministrazione comunale. Il convegno vede la collaborazione della Regione Marche, con la presenza del vicepresidente Renato Claudio Minardi, della Confcommercio, con la presenza del presidente provinciale Amerigo Varotti e dell’azienda Monterosso, produttrice di farro. Interverranno inoltre Davide Dellonti, sindaco di San Lorenzo in Campo, Marco Fontana, presidente della Pro Loco laurentina, Danilo Pagano, presidente della Nazionale Acrobati Pizzaioli, Massimo Biagiali, patron del ristorante Giardino, Giuseppe Natale Frega, professore della facoltà di Agraria dell’Università Politecnica delle Marche, Giuseppe Cristini, consulente enogastronomico.
Grande protagonista della manifestazione sarà la squadra Nazionale Italiana Acrobati Pizzaioli. Fondata a Ravenna nel 1998 da sei amici, è conosciuta e applaudita in tutto il mondo, dal Giappone agli USA, dove le evoluzioni e la bravura dei suoi membri vengono guardate con grande ammirazione. I dischi di pasta fatti roteare sulla punta della dita, passati sotto alle gambe o sopra alla testa suscitano stupore e strappano l'approvazione del pubblico, ma l'attività di questi atleti, perché di atleti si tratta, è tutt'altro che semplice o banale. Senza contare la cassa di risonanza mediatica che la squadra rappresenta per la pizza nel mondo.
La squadra, a cui nelle prime due edizioni sono state tributate autentiche ovazioni, si esibirà in entrambe le giornate, regalando uno spettacolo assolutamente da non perdere. Ma non solo. Infatti, la Nazionale domenica alle 17 curerà i laboratori per bambini “ImpastiAMO la pizza” per imparare a fare la pizza. L’iniziativa è promossa in collaborazione con l’oratorio “L’ Aquilone”.

“Con questa terza edizione, che arriva dopo l’enorme successo delle prime due – evidenzia il presidente della Pro Loco Marco Fontana – Pizza in Piazza compie un importante salto di qualità. Lo facciamo innanzitutto con la presentazione della Focaccia Laurentina, realizzata grazie alla prestigiosa collaborazione della Nazionale Pizzaioli e del ristorante Giardino. San Lorenzo in Campo avrà un prodotto enogastronomico ulteriore per farsi conoscere ovunque, che contribuirà a promuovere e a valorizzare il nostro paese. Seguiremo tutti gli iter per registrarlo come prodotto tipico delle Marche, per ottenere la Denominazione Comunale d’Origine e, grazie alla collaborazione della Nazionale Acrobati Pizzaioli, lo porteremo in giro per il mondo. La Focaccia Laurentina rientra in un progetto più ampio portato avanti con l’Amministrazione comunale per dare risalto alle nostre eccellenze, molto importante per lo sviluppo economico e turistico del territorio. Grazie a tutto ciò abbiamo ottenuto anche i patrocini dell’assemblea legislativa delle Marche e della Confcommercio che ringraziamo. Ma le novità non si esauriscono qui. Per questa edizione parteciperanno pizzerie e ristoranti laurentini che proporranno loro menù. Una collaborazione importante che permetterà una crescita reciproca. Anche il programma è molto rinnovato con iniziative capaci di attirare giovani e meno giovani. Le carte in regola per un’edizione super ci sono tutte!”

L’evento è organizzato in collaborazione e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale. “Pizza in Piazza – sottolinea il sindaco Dellonti – in appena due anni ha saputo ritagliarsi un importante spazio tra gli eventi enogastronomici delle Marche, tanto che il suo valore è stato riconosciuto anche dalla Regione. Crediamo fortemente in questa manifestazione che riveste un ruolo fondamentale nella valorizzazione del paese e delle sue eccellenze e anche per quanto concerne lo sviluppo turistico ed economico. In questo percorso rientra la presentazione della Focaccia Laurentina, un altro prodotto tipico di straordinaria qualità che qualifica ulteriormente l’evento e promuoverà il nostro paese”.

Ricchissimo il programma. Grande attesa per la prima Pizza Color Run: la corsa pazza dai mille colori. L’appuntamento è sabato alle 18.30. Lungo un itinerario di circa 2 km, nel centro del paese, la corsa non competitiva che si svolge in un contesto ricco di colori, musica, festa ed allegria. L'obiettivo non è raggiungere la massima performance sportiva, bensì raggiungere il massimo livello di divertimento e di benessere. Si parte vestiti di bianco e si arriva colorati e felici alla linea d’arrivo! Nei “Color stop” i partecipanti potranno fare rifornimento di acqua e bustine di colore aggiuntive. I colori sono 100 a base naturale, antiallergici e lavabili. A disposizione le docce e gli spogliatoi del campo da rugby. E’ possibile iscriversi dalle 18 negli stand Pro Loco. Per maggiori informazioni: 0721.776479.
Nei vari stand gastronomici, che apriranno alle 18, sarà possibile degustare una varietà infinita di pizze, ma anche primi e secondi. Tra le specialità anche la stirata romana. La Pro Loco proporrà l’assoluta novità, la Focaccia Laurentina.
Al bar Pier...Rino si partirà con gli aperitivi per arrivare ai cocktail.
Durante le due giornate l’esibizione della Nazionale Acrobati Pizzaioli, giochi per bambini a cura dell'associazione Dentro il Sorriso onlus, spettacolo di carte e magia di Francesco Silviotti, musica con i concerti dei Djsco Stu (sabato) e della Micios Band (domenica). Domenica, dal pomeriggio, laboratori per bambini per imparare a fare la pizza, sfilata auto d’epoca, sfilata di moda bimbo a cura del Cricket di san Lorenzo in Campo e Graffiti in Piazza. Un’altra novità la performance artistica dei writers cagliesi, ovvero la Cale Squad e la Rio Crew. Saranno eseguiti dal vivo e messi all’asta i pannelli dipinti con spray a mano libera. Il ricavato verrà devoluto in beneficenza. E dopo lo spettacolo della Nazionale Acrobati Pizzaioli, la serata si concluderà con dj Ros.

L’ingresso è gratuito.
Maggiori informazioni nelle pagine Facebook Pizza in Piazza e Pro Loco San Lorenzo in Campo, info@proloco-sanlorenzo.it.






Sagra degli Scarpinocc a Parre (BG) dal 19 al 21 agosto 2016


E’ arrivato il momento della festa più attesa dell’estate parrese. Migliaia di persone ogni anno vengono a Parre in occasione della sagra da tutta la Lombardia e anche dal nord Italia per assaggiare questo piatto tipico.

La Sagra verrà inaugurata venerdì 19 agosto alle ore 17.00 dalla tradizionale sfilata con lo Scarpinocc, partendo da Piazza San Rocco (a Parre sotto), accompagnata dal pluripremiato Corpo Musicale di Parre e da tutte le associazioni folcloristiche, Lampiusa e Costom de Par, che sfoggeranno il tipico costume parrese.

Tutte le sere, la cucina aprirà alle ore 19.00, offrendo la possibilità di gustare i piatti della cucina tradizionale bergamasca, ma soprattutto i famosi Scarpinocc, ravioli dalla forma particolare di “scarpa”, simili ai casoncelli, ma che differiscono da questi per il ripieno che non è costituito né da carni, né da salumi, ma da formaggio, pane grattugiato, spezie e l'amore delle donne di Parre che li preparano uno ad uno.

Per allietare le tre serate, oltre alle tombole con ricchi premi e ai gonfiabili per i più piccoli, suoneranno le migliori orchestre italiane: venerdì suonerà l’orchestra “Marianna Lantieri”, sabato “Roberta Cappelletti” e domenica “Doctor Beat”. Ma non è finita qui! Eccezionalmente domenica la cucina farà il bis e sarà aperta anche a mezzogiorno! Dalle 14.30, ballo liscio con l’orchestra “Alban” e dalle 17.00 aperitivo con gli ottimi vini proposti dalla nostra cantina e tanto altro!

Una tradizione che si trasmette di generazione in generazione e che quest’anno ha messo in movimento tutto il paese per realizzare al meglio la manifestazione più rappresentativa delle tradizioni di Parre, proponendo anche un angolo antico allestito proprio dai gruppi folkloristici Lampiusa e Cöstöm de Par.

In occasione dei 51 anni della sagra sono previste molte iniziative per valorizzare Parre e la ValSeriana in generale, offrendo appuntamenti che facciano conoscere ai visitatori il potenziale turistico del territorio.
Struttura dell’oratorio in via Roma a PARRE


Info
http://www.prolocoparre.com
info@prolocoparre.com
FACEBOOK

Sagra del Miele a Montevecchio (VS) il 20 e 21 agosto 2016

Il 20 e 21 agosto 2016 si rinnova il tradizionale appuntamento con il miele nella suggestiva cornice del borgo minerario di Montevecchio.

Giunta alla sua XXIII edizione, la sagra del miele animerà per due giorni Montevecchio, che per l’occasione mette il vestito buono e si presenta agli ospiti in tutte le sue peculiarità. Non solo miele quindi, ma anche sport, cultura, paesaggio e turismo che, partendo dal tema dominante del miele, sfrutteranno l’opportunità per far conoscere un angolo di Sardegna dal grandissimo potenziale turistico. Dal patrimonio ex minerario, all’areale del cervo sardo passando per l’artigianato e, ovviamente, l’enogastronomia.

Il miele sarà comunque il grande protagonista, e non potrebbe essere diversamente, considerando che Guspini è inserita da tempo tra le Città dei Miele riconosciute dal mondo dell’apicoltura italiana per il loro impegno a favore dei mieli e la cui missione è quella di promuovere i territori che danno origine e identità ai mieli italiani, evidenziando i valori storici, culturali, sociali e ambientali che caratterizzano la qualità e la diversità dei mieli nazionali. L’Italia è infatti l’unico Paese al mondo a vantare oltre 60 diverse tipologie di mieli, ognuno dei quali trova la sua identità d’origine nelle tante e diverse fioriture regionali che costituiscono il patrimonio ambientale italiano, in primis le aree della nostra macchia mediterranea.

Il programma è ricchissimo, grazie anche al supporto dei numerosi partner e collaboratori, che, ognuno per il proprio ambito operativo, accompagneranno i visitatori alla scoperta di un mondo ricco e variegato. La cultura del miele vanta migliaia di appassionati che, nella due giorni dedicata al prezioso regalo delle api, avranno la possibilità di visitare gli stand, assaggiare le varietà di miele e conoscere attraverso la testimonianza diretta dei produttori come nasce uno degli alimenti più preziosi della dieta mediterranea.

Si potranno degustare tutti i mieli che hanno ricevuto attestati di qualità nel 17° concorso mieli tipici di Sardegna anche accompagnandoli, come nella migliore tradizione dall’ottima ricotta locale.

Ma la Sagra non è solo dolcissime degustazioni di miele e di altri pregevoli prodotti del territorio, è anche tradizione, iniziative culturali, spettacoli e mostre che, a corollario della manifestazione, aggiungono valore e rendono la Sagra del miele la festa di tutti, famiglie e giovani.

Non manca ovviamente l’angolo tecnico che, dedicato a produttori e appassionati, si occuperà con il supporto dell’Agenzia Regionale LAORE di affrontare il tema de “L’apicoltura della Sardegna. Realtà, problematiche e prospettive di sviluppo” in un convegno seguito nel pomeriggio dalla tavola rotonda “L’apicoltura sarda nel contesto nazionale, europeo e internazionale”

Il programma integrale è disponibile sul sito ufficiale www.sagramiele.it

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More