Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Halloween-Samhain capodanno celtico - Riolo Terme (RA) 30 e 31 ottobre 2016


La più importante manifestazione storico-rievocativa del territorio che quest’anno segna la 24^ edizione. Fra i primi, se non i primi in Italia a proporre un “Halloween” diverso, un Halloween che rivendica le proprie radici preromane, europee, prima di migrare in America per guadagnarsi l’importanza e le caratteristiche che conserva oggi.
A Riolo Terme si celebra Samhain il capodanno celtico, l’antica festa di fine raccolto, le popolazioni antiche celebravano il riposo della terra, Dea Madre per queste genti e l’ingresso dell’anno nella stagione buia, il tempo dell’attesa di una nuova rinascita auspicata con il ritorno della primavera. E proprio questa ricorrenza richiamava i popoli di queste terre a una maggiore introspezione, la celebrazione degli antenati e il ricordo di ciò che essi avevano fatto, le cose buone e le cose cattive, dedicando questa notte magica e piena di mistero al mondo ultraterreno, le porte del presente si aprivano all’aldilà per far si che le anime degli antenati potessero, per un breve tempo, tornare sulla terra a vedere e sistemare ciò che la progenie aveva fatto nel corso dell’anno.
Alcuni di questi riti sono radicati ancora oggi nella cultura contadina di queste zone.
A Riolo Terme si celebra tutto questo anche attraverso la rievocazione storica dell’epoca e della cultura celtica che sembra aver dato origine a questa celebrazione, conservandola e tramandandola fino ai nostri giorni, quindi per questa occasione il 30 e 31 ottobre, sarà dato ampio spazio alle esibizioni di teatro, si potrà anche immergersi in un villaggio degli antichi e rivivere i loro riti e la vita di tutti i giorni, con gli antichi mestieri e gli usi e costumi di questi antichi popoli.
Ampia rilevanza avrà anche la parte fantastica della manifestazione, con cortei del male che combatte col bene, tra fuochi e cascate luminose, con creature e demoni che si danno battaglia in un grande corteo che procede fino al rogo finale, rito collettivo di auspicio di un anno migliore.
Quindi non solo “dolcetto o scherzetto” ma un’occasione per riscoprire i riti e le usanze delle nostre origini.
Walter Vinci

Sintesi delle 2 giornate:
Si inizia Domenica 30 ottobre alle ore 10 con i mercati a tema lungo le vie del paese con oggettistica riguardante il tema della festa, le birrerie artigianali e i classici banchetti dell’idromele. Il villaggio celtico sarà aperto per le visite del pubblico dove potrà ammirare e rivivere le atmosfere di 2300 anni fa, i rievocatori saranno impegnati con le loro didattiche ad illustrare gli usi e costumi di quella popolazione.
Alle ore 12 aprirà lo stand gastronomico con i cuochi della Pro Loco impegnati a offrire agli intervenuti le loro specialità a base di prodotti tipici del territorio e le pietanze a tema.
Nel pomeriggio sarà possibile assaggiare altre specialità gastronomiche nei vari punti di ristoro lungo le vie del paese, e ammirare le varie attività nel parco, da segnalare in serata la celebrazione di un matrimonio celtico all’interno del villaggio, per poi culminare alle ore 21 nel parco Pertini con il concerto degli Sleego, un gruppo di musicisti che ci accompagneranno per tutta la serata con le loro musiche e ballate della tradizione irlandese e scozzese. Gli Sleego sono una band che coniuga la ricerca di sonorità moderne con l’amore per la tradizione celtica. Grazie alla forte personalità e all’esperienza dei suoi interpreti il risultato è un mix energico e coinvolgente che fa trattenere il fiato dalla prima all’ultima nota. Viene così alla luce una sonorità nuova, dove è possibile cogliere la fragranza dei temi tradizionali delle melodie celtiche che si sposano con accompagnamenti serrati e arrangiamenti a tratti più dolci, altri più piccanti… è il sapore del modern celtic folk degli Sleego!
Lunedi 31 Ottobre si procede per tutta la giornata come da programma di Domenica, per giungere alla serata con le tradizionali sfilate di cortei del bene e del male a cura dei gruppi dei Remoti, con i loro personaggi fantastici sui trampoli, Teuta Cenomanes, che celebreranno i vari riti del fuoco nel loro villaggio, Compagnia del fiore d’argento-Galli Boi, che raffigureranno una terrificante orda di orchi, tamburi di Brisighella coinvolgeranno con i loro incalzanti ritmi dei tamburi tutto il pubblico, per finire con il consueto rogo del mostro nel fossato del castello, contornato da fuochi pirotecnici che scaturiranno magicamente dall’interno della rocca. Nel Parco Pertini invece, si esibiranno in concerto i Diabula Rasa gruppo musicale creato nel 2000 da Luca Veroli che dopo anni di militanza nel mondo della musica antica e medievale decide di portare questa musica ai giovani. La forza di questo gruppo sta nel rigoroso rispetto delle fonti antiche e nell’utilizzo della strumentazione medievale affiancata a quella metal moderna tutto condito da una scenografia e costumi in stile barbarico.

E alla fine la festa prosegue nell’atmosfera della chiesa sconsacrata di via Verdi con una festa mascherata fino all’alba a cura dell’associazione Clips Rag & Rock.

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More