Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

Al Duse di Bologna Marina Massironi e Roberto Citran protagonisti in IL SOLITO VIAGGIO - Dal 27 al 29 gennaio 2017



Massironi e Citran presentano una commedia surreale e dissacrante scritta da Matteo Oleotto e Filippo Gili. Una commedia che interpreta con ironia quel male di vivere che pervade il nostro mondo, il cinismo di coloro che speculano sulla debolezza altrui, mentre in realtà si è alla ricerca disperata di un contatto con altri esseri umani per sentirsi vivi


Non è un ufficio di collocamento. Non è un’agenzia interinale. Non è l’anagrafe, né, come di primo acchito sembra, un’agenzia di viaggi. Lì non si comprano sogni, case, lavori, svaghi: lì si aiuta nel migliore dei modi… chi vuol togliersi la vita. E’ questo lo spunto del Solito viaggio, commedia prodotta dalla Contrada di Trieste con Marina Massironi e Roberto Citran dal 27 al 29 gennaio al Teatro Duse di Bologna.

Pomeriggio inoltrato, prima Franco e poi Zelda, entrano in ufficio. Da alcuni giorni hanno deciso di aprire l’attività la sera, sperando di intercettare più clienti. Qualcuno bussa: è Bartolo, con una donna, Graziana, sua madre. La situazione è strana, si capisce che l’organizzazione viaggi copre, in realtà, un ben diverso servizio: favorire e ottimizzare la scelta di luoghi splendidi e originali per aspiranti suicidi. I gestori illustrano il catalogo delle loro proposte. Improvvisamente suona la porta. Entra un uomo in divisa: Anacleto. Zelda sbianca, madre e figlio non sanno cosa fare. Dopo una serie di fraintendimenti, si capisce che Anacleto non è lì per fare dei controlli, è semplicemente un agente di polizia che ha voglia di farla finita. Tutti discutono animatamente sui vari pacchetti collettivi proposti dall’agenzia, ma sul più bello ecco un black-out. Dopo i primi attimi di panico ci si rende conto che - finestre serrate, ascensori fuori uso e scale pericolose al buio - i cinque sono prigionieri. Proteste, lamenti, rivendicazioni. Chi è claustrofobico, chi ha paura del buio, chi pretende, in assoluta discordia con gli altri, un’assistenza suicida immediata…

Surreale e dissacrante, la commedia scritta da Matteo Oleotto e Filippo Gili interpreta con ironia l’insicurezza e la fragilità che pervade il nostro mondo, il cinismo di coloro che speculano sulla debolezza altrui, mentre in realtà si è alla ricerca disperata di un contatto con altri esseri umani per sentirsi vivi.

La contrada di Trieste
IL SOLITO VIAGGIO
Di Matteo Oleotto e Filippo Gili

CON Marina Massironi e Roberto Citran

E CON Luisa De Santis, Giancarlo Ratti e Aram Kian

SCENE E COSTUMI Andrea Stanisci
DISEGNO LUCI Bruno Guastini
REGIA Matteo Oleotto

PRODUZIONE La contrada di Trieste

ORARI
Venerdì e sabato alle 21. Domenica alle 16

BIGLIETTI
Platea
intero € 28
ridotto € 25,5
mini € 22,5

Prima galleria
intero € 24
ridotto € 22
mini € 19,5

Seconda galleria
intero € 19,5
ridotto € 17,5
mini € 15,5

Incluso negli abbonamenti
6…socio Coop · DUSE8rosso · DUSEprosa


Informazioni e prenotazioni
Ufficio di biglietteria
Via Cartoleria, 42 Bologna
051 231836 – biglietteria@teatrodusebologna.it
dal martedì al sabato dalle 15 alle 19
e da un'ora prima dell'inizio degli spettacoli



0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More