Cantanti anni 60, 70 e 80, ospiti Vip, tribute band, spettacoli di burlesque, cabaret, animazioni per bambini, teatrino burattini, trampolieri, folk romagnolo, pizzica salentina, ecc... per sagre, locali ed eventi privati.
Per info: 334 2098660
italia-eventi@libero.it

BLOOMING - festival di arti numeriche e culture digitali III edizione - 28-29-30 giugno 2019 - Pergola - Frontone (PU)


Blooming è l’appuntamento che oggi testimonia al meglio il rinascimento delle arti digitali in Italia . Dopo le prime due edizioni, che hanno contribuito all’affermazione del progetto su scala nazionale, i prossimi 28, 29 e 30 giugno Blooming svelerà i fiori della sua terza edizione – con una line-up che quest’anno vedrà artisti provenienti da tutto il mondo presentare il proprio lavoro di ricerca nel campo della cultura digitale, della musica e delle arti elettroniche, con installazioni e performance dal vivo in location uniche.
Blooming è infatti un festival diffuso che quest’anno, oltre al centro storico di Pergola – uno dei Borghi più Belli d’Italia – toccherà anche il vicino Castello di Frontone, suggestiva rocca tra le montagne dell’entroterra marchigiano. Gli artisti interverranno all’interno di spazi sacri, spazi nascosti e sotterranei di Pergola e nel Castello di Frontone con proiezioni, immagini e suoni che invitano lo spettatore ad avventurarsi nella magia del processo creativo come in uno sconfinato giardino nel pieno della sua fioritura.
La direzione artistica del festival è a cura di Quiet Ensemble , collettivo tra i più importanti nel panorama delle arti visive in Italia, la cui ricerca è improntata sull’equilibrio tra natura e tecnologia, caos e controllo, dando forma all’invisibile e voce all’inaudibile.
Tra gli ospiti annunciati alcuni dei nomi più rilevanti nella new media art internazionale: Cinzia Campolese (Italia), Olivier Ratsi (Francia) e Guillaume Marmin (Francia). 
Cinzia Campolese vive e lavora a Montréal, è membro del centro di arti digitali Perte de Signal e i suoi lavori sono stati esposti in istituti culturali, gallerie ed eventi come Stereolux, BAM Festival, Chromatics, roBOt e tanti altri; il suo lavoro a Blooming si dipana attraverso specchi, riflessi e proiezioni luminose che altereranno la percezione degli spazi in cui è inserito.
Dalla Francia arrivano invece, per la prima volta assoluta in Italia, Olivier Ratsi , co- fondatore del collettivo AntiVJ, con un curriculum importante di presenze nei maggiori festival del mondo (Elektra, Mutek, la Biennale di Montreal), che a Blooming presenterà un suo lavoro site-specific – e Guillaume Marmin , la cui pratica artistica si basa sulla ricerca di un nuovo alfabeto sinestetico, un linguaggio comune tra immagine e suono, che lo ha portato nel corso della sua carriera a collaborare anche con il padre della techno Jeff Mills.
Assieme a loro in line-up anche l’olandese Mariska De Groot , che lavora sul binomio luce-suono utilizzando una strumentazione interamente analogica; i collettivi Volna (Russia), OLO Creative Farm e Motorefisico (Italia), ognuno di loro capace di indagare in maniera sempre nuova con le proprie opere i confini dell’interattività digitale; Minus Log , progetto di Manuela Cappucci e Giustino Di Gregorio, nei cui lavori l’attenzione si concentra sullo spazio vuoto, su una comunicazione che nasce dal silenzio; Roberto Pugliese , la cui ricerca si muove tra sound-art e arte cinetica e programmata, e che vanta numerose partecipazioni in festival in tutta Europa.
E poi ancora: Oleg Savunov, Spacetik, Natan, Alessandro Panzetti, Alessio Hong, Roberto Memoli, Cosmica Collective, Kali, Psicofonie Granulari .
Tutti gli artisti presenti a Blooming lavoreranno a stretto contatto con luoghi legati al passato, incoraggiando nuovi punti di vista attraverso la ricerca digitale-elettronico- numerica, un’esperienza dinamica in cui il pubblico potrà interagire con i luoghi e con le opere vivendo le città in maniera differente .
Tra i partner del festival c’è RUFA – Rome University of Fine Arts , che presenterà un progetto prodotto dai propri studenti sotto la supervisione di Quiet Ensemble. Tra gli altri progetti collaterali di Blooming 2019 Luca Cataldo condurrà il workshop “ Dalla luce alla proiezione” , un laboratorio rivolto ai bambini, che incoraggia l’utilizzo della manualità con l’uso delle tecnologie analogiche e digitali.
Blooming Festival è un progetto di Palazzo Bruschi , associazione di promozione sociale con sede a Pergola, che ha come scopi principali quello di organizzare eventi di promozione culturale e favorire gli scambi che sono più che mai necessari tra idee e le opere, artisti, professionisti e pubblico.

CONTATTI
ciao@bloomingestival.it

0 commenti:

Posta un commento

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More